MASSACRO DI NATALE

Turco sceglie il rito abbreviato, ma rischia l'ergastolo

Turco sceglie il rito abbreviato, ma rischia l'ergastolo
Ricevi gratis le news
0

Alessio Turco, accusato del duplice omicidio di Kelly e Gabriela Altamirano, ha scelto il rito abbreviato al via dell'udienza preliminare. Ma nonostante lo sconto di un terzo previsto dalla legge, in caso di condanna il ragazzo, 21 anni, rischia l'ergastolo. Leggi la ricostruzione

Georgia Azzali

E' l'unica carta che poteva giocare, Alessio Turco. Scegliere il giudizio abbreviato per tentare di evitare la catastrofe. E così ha fatto, ieri mattina, davanti al giudice dell'udienza preliminare. Ha optato per il rito che si svolge sulla base degli atti messi insieme durante le indagini e - soprattutto - consente di ottenere la diminuzione di un terzo della pena. Nel caso di Turco, però, accusato del duplice omicidio di Luca Manici, la trans da tutti conosciuta come Kelly, e di Gabriela Altamirano, anche l'abbreviato - nel caso venisse ritenuto responsabile dei due delitti - potrebbe non bastare per dribblare l'ergastolo: lo sconto, infatti, gli eviterebbe solo la condanna all'isolamento diurno.

D'altra parte, il rischio di un processo ordinario, senza garanzie di diminuzione della pena, sarebbe stato quasi un azzardo. E lo stesso Turco si è presentato in aula per chiedere il rito abbreviato. Il difensore, Elisa Furia, ha ottenuto il sì del giudice Mattia Fiorentini all'acquisizione della consulenza medico-legale, firmata da Nicola Cucurachi, e di quella psichiatrica. Ma nel fascicolo del processo entreranno anche le parole di Alessio, rimasto l'unico imputato, dopo il suicidio in carcere del padre Samuele, ex compagno di Gabriela. Mai una dichiarazione davanti agli inquirenti, da quando è stato arrestato ed è finito ufficialmente sotto accusa, anche se al suo legale ha sempre detto e ripetuto di non c'entrare nulla con gli omicidi di Kelly e Gabriela, sebbene quella sera avesse accompagnato il padre all'Angelica Vip, il casale a luci rosse di San Prospero. Alessio ha deciso di rispondere alle domande: l'interrogatorio è stato programmato per la prossima udienza, quando potrebbe anche arrivare la sentenza.

Molti i dubbi da sciogliere per scrollarsi di dosso l'accusa di concorso in duplice omicidio premeditato e aggravato anche dalla crudeltà, dall'uso di mezzo insidioso e dalla minorata difesa. A soli 21 rischia l'abisso, Alessio. La perizia psichiatrica ha portato alla luce le sue fragilità, pur dichiarandolo totalmente capace di intendere e volere. Ma - secondo quanto ricostruito dagli inquirenti - Alessio è il protagonista del piano per la spedizione nel casolare di San Prospero, dove Kelly e Gabriela si prostituivano. La sera del 25 dicembre scorso è lui che telefona alla trans: si finge un cliente per fissare un appuntamento. Il padre non può chiamare, perché Kelly potrebbe riconoscere la sua voce: con lui ha già avuto varie discussioni, dopo che Gabriela ha deciso di troncare la relazione.

Alessio e il padre partono da Cassio, dove Turco gestisce la pizzeria «Al Miglio 76». Quando arrivano davanti al casale, verso l'1, Alessio chiama Kelly. La trans si ritrova davanti Alessio, apre e, appena si gira, viene colpita alle spalle. E' il primo fendente, quello che il medico legale nominato dalla procura ha potuto stabilire con certezza. Perché poi la sequenza dei colpi è rapidissima. Ed entra in scena anche Samuele Turco, che forse ha scavalcato la recinzione e si è nascosto a poca distanza. L'aggressione è di una violenza brutale: secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, che hanno incrociato i risultati medico-legali con quelli della polizia scientifica, Kelly sarebbe stata accoltellata più volte da Alessio sul lato destro del corpo, mentre contemporaneamente il padre l'avrebbe colpita sulla parte sinistra con un oggetto contundente, un qualcosa che non è mai stato ritrovato. Kelly era alta, con un fisico possente, e difficilmente una sola persona avrebbe potuto ucciderla in breve tempo. Il pm Emanuela Podda, che ha coordinato le indagini portate avanti dalla Squadra mobile, ne è convinta: anche Alessio ha colpito. Secondo il consulente della difesa, invece, non c'è prova che gli aggressori di Kelly fossero due.

Il padre ha sempre scagionato il figlio, ma fornendo versioni spesso poco credibili. Certo è, invece, che Gabriela è stata stordita da un mix potentissimo di sonniferi e ansiolitici, buttato giù molto probabilmente sotto minaccia, visto che non c'era una goccia di alcol nel suo sangue. E' un messaggio, inviato dal telefonino di Kelly e molto probabilmente scritto da Samuele Turco, che la fa partire da Salso: «Vieni, che c'è un cliente», legge Gabriela sul display. E poi scatta l'altro piano: secondo la procura, padre e figlio le tolgono gli abiti con cui è uscita da casa, le infilano il vestitino sexy e le scarpe col tacco che indossava quando si prostituiva, poi la adagiano sul letto. La donna sarebbe morta con quell'overdose di farmaci, ma Samuele Turco - secondo quanto lui stesso ha dichiarato - la strangola con una calza a rete e poi la colpisce con un'infinità di coltellate nelle parti intime. E Alessio? Vaga tra le stanze del casale e non fa nulla per fermare la mattanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene record, perché e come è succeso

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è succeso

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perchè Parma non capì il suo talento?

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS