-1°

BASSA

Aipo cambierà la gestione della cassa di espansione di Marano

A Lentigione ancora 7 persone fuori casa dopo l'alluvione

Aipo cambierà la gestione della cassa di espansione di Marano
Ricevi gratis le news
1

A due mesi dalla grande paura con Colorno sott'acqua, arriva la notizia che Aipo rivedrà la gestione della cassa di espansione. Altre novità riguarderanno la Reggia. Nel frattempo, a Lentigione ancora sette persone fuori casa. Leggi tutti i particolari.

Cristian Calestani 

«Aipo ci ha comunicato ufficialmente che rivedrà il protocollo di gestione della cassa di espansione di Marano, mentre la Provincia nel giro di una ventina di giorni inizierà gli interventi sulle arcate della Reggia e sul ponte Europa». Sono queste le principali novità, tra gli interventi per la maggiore sicurezza idraulica a Colorno, di cui parla il sindaco Michela Canova a due mesi dall’alluvione del torrente Parma.

«Convocherò Aipo a Colorno – ha spiegato il primo cittadino – affinché illustri i ragionamenti che, sulla base di studi matematici, sono alla base della gestione della cassa, fattore che ha importanti riflessi sul nostro paese».

Nel frattempo la Provincia ha stanziato una somma di circa 100mila euro per gli interventi di somma urgenza su Colorno. Si tratta della chiusura delle arcate e dei punti deboli della Reggia e di un doppio intervento in corrispondenza del ponte di via Europa dove, nella parte sottostante al manufatto, saranno rimossi elementi che indeboliscono la struttura come cavi e condotte di vari enti e, nella parte soprastante, saranno collocate delle paratie nel punto in cui oggi è presente il guardrail e dove è avvenuto il sormonto delle acque.

Intanto procede l’iter per l’anticipo del rimborso dei danni, da parte della Regione, per i 14 commercianti colornesi colpiti dall’alluvione. Le perizie asseverate, molte delle quali eseguite gratuitamente dai geometri volontari dell’Agepro, sono state inviate a Bologna e si calcola che la liquidazione possa avvenire nel giro di un mese.

LENTIGIONE: SETTE PERSONE ANCORA FUORI CASA

Andrea Vaccari

BRESCELLO - Sono trascorsi due mesi dall’esondazione del torrente Enza. Da quella notte in cui l’acqua ruppe l’argine e invase la frazione brescellese di Lentigione, dove vivono oltre mille persone, la vita sta tornando alla normalità.

Il dramma della prima ora è per fortuna soltanto un ricordo, ma la strada verso la completa normalità è ancora lunga da percorrere.

Per quanto riguarda gli sfollati, l’emergenza è ormai quasi del tutto rientrata. Sono infatti soltanto sette le persone che non hanno fatto ancora rientro nelle proprie abitazioni, mentre tutti gli altri residenti le cui case sono state invase dall’acqua hanno potuto fare rientro. Non prima, ovviamente, di aver lavorato giorni interi per rimuovere fango e acqua.

In questa fase di ripartenza un importante ruolo di riferimento è svolto dal “Comitato cittadino alluvione Lentigione”, che aggiorna costantemente i cittadini sui vari sviluppi. Anche ieri sera, al centro sociale lentigionese, i referenti hanno relazionato sull’incontro che si è svolto in Provincia, al quale hanno preso parte rappresentanti di Aipo, Regione e Comune e in merito ai sopralluoghi sugli argini effettuati con Aipo e i responsabili del Comune e dell’Agenzia regionale di Protezione civile.

Inoltre, è stato tracciato il bilancio dopo la conclusione del bando regionale per i rimborsi a commercianti e piccoli artigiani e illustrato l’esito della partecipazione del Comitato ai vari eventi di solidarietà che si sono susseguiti in queste ultime settimane.

Prosegue, infine, la raccolta di testimonianze e foto relative agli argini prima e dopo l’esondazione. Mentre è ancora aperta la “partita” inerente l’inquinamento di alcuni pozzi privati, sui quali proseguono i controlli.

La zona interessata è in particolare quella di via Viazza, dove i tecnici dell’Ausl-Servizio Sian continuano gli accertamenti.

Particolarmente sentito è il problema della manutenzione dell’alveo dell’Enza, che in queste settimane è rimasto pieno di legname che potrebbe ostacolare il deflusso dell’acqua in caso di nuovo innalzamento del livello. L’ex assessore brescellese Gabriele Gemma ha ottenuto risposta da Aipo dopo aver richiesto chiarimenti sulla competenza dei lavori. L’Agenzia interregionale per il Po, a firma dell’ingegnere Mirella Vergnani, ha spiegato che la manutenzione dell’alveo dell’Enza nel tratto pieno di rami spetta al Comune di Brescello, in quanto è nei pressi di una passerella di proprietà del Comune stesso.

A questo punto, i cittadini auspicano imminenti interventi di rimozione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Roberto

    13 Febbraio @ 19.41

    AIPOCALISSE.....SIETE RIDICOLI...NON AVETE ANCORA CAPITO CHE LE CASSE SONO INSICURE?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'addio dei "suoi" artisti a Bibi Ballandi Foto

bologna

L'addio dei "suoi" artisti a Bibi Ballandi Foto

Va in vacanza, amici di Fb bisbocciano e rubano in casa, presi

varese

Gli amici vedono da Fb che è in vacanza e bisbocciano e rubano a casa sua

2commenti

Dadaumpa: le serate Dadacita

FESTE PGN

Dadaumpa: le serate Dadacita Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Chef Gino

LO STRAJE'

Chef Gino: "Così invoglio le famiglie a stare insieme in cucina" Video

2commenti

Lealtrenotizie

Parma (inesistente) umiliato ad Empoli 4-0. I crociati crollano all'8° posto

Serie B

Parma umiliato ad Empoli 4-0 crolla all'8° posto. D'Aversa resta Risultati e classifica

D'Aversa: "Tutto gira storto. Dobbiamo stare zitti e lavorare" (Video)Grossi: "Parma disastroso" (Guarda il videocommento)

17commenti

gazzareporter

Polizia in via Cavour: nel mirino le baby gang Foto

4commenti

tg parma

Busseto: cinque ragazzini denunciati per furto e danneggiamenti

1commento

il caso

Forza Nuova in una sala civica, l'Anpi: "A rischio la collaborazione col Comune"

La nota del Comune: "Avremmo violato la normativa"

7commenti

maltempo

Allerta meteo, in arrivo pioggia e neve

incidente

Ciclista cade in una curva a Mulazzano: è grave

DROGA

Cinque spacciatori in manette: erano pronti a smerciare quattro etti di droga in città Video

4commenti

tg parma

Parma capitale della cultura, ecco cosa cambierà

Tutti i progetti della giunta per il 2020

I titolari di Pepèn

«Ci hanno lasciati soli, siamo amareggiati»

26commenti

sport e cucina

Lo chef Oldani celebra (con pasta Barilla) Federer n.1 al mondo Video: la ricetta

gemellaggio

Empoli e Parma, amici dal 1984: partita e spuntino tra tifosi

vigili del fuoco

Incendio a Medesano, in fiamme la mansarda di una palazzina Video

carabinieri

Ai domiciliari perchè perseguitava la ex, maltratta la mamma: arrestato

Mobile

In via Torelli la casa dei pusher dell'Oltretorrente

4commenti

commercio

Controlli in cucine e dispense: un altro locale con irregolarità

Salsomaggiore

Lancia 105 grammi di cocaina nel torrente Ghiara: ventenne arrestato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tutti uniti per il rilancio della città

di Claudio Rinaldi

VIABILITA'

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

ITALIA/MONDO

gran bretagna

Insulti alla fidanzata di Harry, si dimette il leader dell'Ukip

femminicidio

Uccise la bandante e gettò il cadavere nel Po, arrestato

SPORT

Serie A

Il Genoa batte l'Inter che viene sorpassata dalla Roma

GAZZAFUN

Empoli - Parma: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

piazza garibaldi

One Billion Rising: Flash Mob per i diritti delle Donne

il disco

50 anni di 2001: la musica secondo Kubrick

MOTORI

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto