-2°

Il caso

«Costretta a chiudere. Il cartello? Uno sfogo»

Sara Raquel, negoziante di via D'Azeglio

«Costretta a chiudere. Il cartello? Uno sfogo»
17

 

Ci sono due cartelloni attaccati alla vetrina del negozio «Sara Raquel» di via D’Azeglio. In uno c’è scritto «Tutto a 5 euro e 9 euro»: in periodo di saldi, questa non è certo una novità. L’altro, invece, lascia di stucco: «Chiudo tutto e me ne vado a fare in c...», c'è scritto. L'eloquio, non proprio da bon ton, ha scandalizzato, ma anche incuriosito i passanti. «E’ una provocazione, uno sfogo - spiega Sara Raquel, la titolare - perché tra una quindicina giorni chiuderò il mio negozio».
Sara Raquel è una giovane mamma imprenditrice, ha un altro negozio in via Repubblica che «per fortuna riesco ancora a tenere aperto. Qui, in via D’Azeglio, è impossibile». Sara Raquel aveva inaugurato il negozio in Oltretorrente cinque anni fa: «All’inizio andava bene. La crisi è iniziata dopo l’estate 2011. Ed è andata sempre peggio». Cosa è successo? «E’ aumentato tutto, a partire dalle tasse, mentre gli incassi continuavano a scendere - confida -. Adesso non riesco più a starci dentro con le spese». Da oltre due anni la crisi bussa inesorabilmente alla porta, ma, con tenacia e forza di volontà, Sara Raquel non ha mai mollato. Fino a oggi: «Quest’estate abbiamo subito un “colpo mortale” e non riusciamo a rialzarci. Pesanti responsabilità sono dei lunghissimi lavori stradali, di cui siano venuti a conoscenza sfogliando la Gazzetta di Parma, visto che nessuno ci aveva avvisato. Lavori interminabili. Ho sperato nell’autunno e nel Natale 2013, ma la situazione non è cambiata, per cui ho deciso di gettare la spugna. E chiudo». Sara Raquel, fino all’ultimo, ha creduto nelle potenzialità di via D'Azeglio: «Ma qui nessuno ci aiuta. Né le associazioni dei commercianti, né il Comune. Via D’Azeglio è diventata una strada morta, non c’è più il passaggio di un tempo. Colpa di ztl, divieti di circolazione, parcheggi costosi e righe blu a tempo limitato. Se si sgarra anche di pochi minuti, c’è già la multa sul cruscotto. La gente è stanca di venire in centro e rischiare di dover poi pagare una multa. Non ci sono iniziative e i costi per poterle fare sono sempre troppo alti».
Alla domanda su cosa si può fare per girare pagina e far rinascere questa strada stupenda, la proprietaria del negozio stringe le spalle e risponde: «No, ormai non c’è più una cura a tutto questo. Ormai è troppo tardi».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Angelo

    09 Febbraio @ 10.45

    Devo lasciare un mio commento....? Bene : vi sono i grandi centri commerciali che continuano ad aprire con il benefici dei comuni che ricevono soldi , senza piani regolatori, visto che anche a PArma ve ne sono una esagerazione. Le piccole imprese ed i negozzi sono schiacciati dal Cuneo fiscale . Al governo o meglio alla casta se ne fregano di tuttti i cittadini. ...due politi come REnzi e l'amico Berlusconi che formulano leggi e non sono nemmeno al parlamento,,ed un presidente del consiglio che va a dire in giro che la crisi e' passata....Altro che commenti ,dobbiamo unirci tutti e mandare a casa TUTTI....hanno ragione i grillini,,,,

    Rispondi

  • Gio

    08 Febbraio @ 22.03

    Giorgio R.

    Con la scusa dei debiti (creati facendo comunque qualcosa a volte utile a volte meno ma ...qualcosa) caro Pizzarotti state solo spremendo i Parmigiani. Righe blu CRESCIUTE. Tasse ai massimi livelli. Questa è una dittatura silenziosa. Una bella presa in giro. Una vergogna ! Poi con tutti i pensieri che ci sono sullo smog ecc. perché lasciare ancora degli autobus che sfondano le strade del centro in continuazione e non ristabilire il tram ? E' elettrico e impiega meno spazio. Fa meno rumore. Via Mazzini poi sinceramente è diventata un "cesso". Venendo dalla piazza verso il ponte subito sulla destra ci sono continuamente sul marciapiede vicino ai pilastri della "galleria" escrementi di piccione in sub-strati. Basta togliere il ferro sovrastante su cui si posano i piccioni. Povera Parma in balia delle bande di ogni tipo. Grazie Pizzarotti .....! Lei e la sua giunta cosa state facendo ???????????

    Rispondi

  • Vercingetorige

    01 Febbraio @ 12.10

    Andare a comprare alimentari in centro va bene solo se si comprano due fette di "carciofa" , perchè , se si fa una spesa un pò più cospicua , bisogna poi far arrivare una carovana di sherpa dal Nepal per trascinarla alla "navetta" . In alternativa si può usare da sherpa la moglie. Salendo , scendendo e viaggiando sulla "navetta" si fa poi un macinato di tutto quel che si è comprato. La spesa di alimentari in centro si poteva fare quando si entrava in macchina in piazza della Ghiaja . Infatti , ora che non si può più , i negozi della Ghiaja chiudono e poi ci lamentiamo che la Ghiaja muore......... Peraltro, se è vero che i negozi di abbigliamento in centro sono cari , quelli di alimentari non sono da meno. Per comprare un pò di prosciutto bisogna passare prima dal "compro oro"......Non molto tempo fa avevo voglia di un salame , ma di quelli di Felino , come piacciono a me , ben stagionati . Sono andato in una lussuosa gastronomia del centro , e una gentil signora mi ha messo davanti un vassoio con salami di "maiali al pascolo" . Ci è rimasta malissimo quando le ho detto che i maiali non pascolano. Anche nelle salumerie -gastronomie luccicanti come oreficerie , non si riesce a trovare un cucchiaio di "pate' " . A Milano lo vendono anche le edicole !

    Rispondi

  • Vercingetorige

    01 Febbraio @ 11.44

    CHE FINE HA FATTO LA DISPOSIZIONE DI LEGGE per cui, nelle vicinanze delle "righe blu" a pagamento, DEVONO esserci anche stalli gratuiti a righe bianche ?

    Rispondi

  • Maurizio

    01 Febbraio @ 10.14

    Beh ,me oggi un giro in centro me lo faccio, navetta e via poi sulle vie est e ovest, poi mi mangio la carciofa e tanti saluti!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

3commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Un coro di no per la chiusura del supermercato di via D'Azeglio

via d'azeglio

Un coro di no per la chiusura del supermercato Videoinchiesta

In arrivo una sala slot? (Leggi)

1commento

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

1commento

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

convegno

Migranti, Pizzarotti in Vaticano: "Comuni lasciati soli" Video

4commenti

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

2commenti

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

1commento

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

15commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti