-3°

Comune

Sospeso un bar di via D'Azeglio

Per un giorno stop all’attività di somministrazione di alimenti e bevande

Sospeso un bar di via D'Azeglio
Ricevi gratis le news
19

Nell’ambito dei controlli effettuati dalla Polizia Municipale nelle aree di svolgimento della “Movida”, il Comune di Parma ha disposto la sospensione per un giorno, con decorrenza in data odierna, dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande nei confronti di un pubblico esercizio operante in strada D’Azeglio.

Il provvedimento è stato adottato a seguito dell’accertamento, da parte degli agenti della Municipale, della violazione delle norme poste a tutela dei cittadini delle aree limitrofe dalla Legge Regionale in materia di somministrazione di alimenti e bevande e dal Regolamento comunale per la convivenza tra le funzioni residenziali e le attività di esercizio pubblico e svago nei centri urbani.
Nello specifico, la Municipale aveva accertato nei confronti del Pubblico esercizio in questione, la mancata adozione degli accorgimenti prescritti dalle norme e diretti a prevenire, evitare o far cessare in ore notturne i comportamento degli avventori costituenti disturbo alla quiete pubblica e ostacolo al passaggio pedonale, veicolare o all’accesso alle abitazioni nonché la violazione del divieto di collocare erogatori di bevande alla spina all’esterno dei locali di esercizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • lol

    26 Maggio @ 11.39

    e finora, se l'orario di chiusura è fissato a mezzanotte, non ho mai visto un bar che chiude 1 minuto prima, ma tirano tutti almeno una mezz'oretta in più. Si poteva evitare tutto ciò e come, il troppo stroppia, sempre. Bastava avere la mente aperta al buon senso, al posto del bar fino alla mattinata, visto l'andazzo di ogni serata, disturbando la gente che dormiva (anzi non dorme), con le conseguenze di oggi. Ognuno si vede i cavoli suoi in questa italia, tutti buonisti, tutti con la mente aperta, ma è talmente aperta che sconfina nei diritti altrui.

    Rispondi

  • lol

    26 Maggio @ 11.27

    Ecco l'ennesima frase fatta "chiusura mentale fuori dalla norma", degna del pensiero di un adolescente e non è che io sia una persona grande. Ti rispondo di nuovo: vuoi sapere cosa ho visto alle 2 di notte? dopo aver scritto il commento sono uscito per godermi il post finale di champions, e indovina? i soliti magrebini che si stavano affrontando nella laterale di via d'azeglio. Avrai visto anche tu immagino. Ma cosa vuoi dimostrare definendomi (parlo per me) chiuso mentalmente? neanche mi conosci, e aspetto mi spieghi il nesso tra essere ipocrita ed il frequentare un bar. Sono pochi i commercianti che rispettano le regole. Non c'era bisogno di apportare un regolamento alla movida se loro per primi si fossero comportati civilmente senza tenere il volume alto e senza necessariamente restare aperti fino al mattino. Chiusura mentale,frase fatta, non necessita di argomentazioni, fa credere superiore e con la mente aperta chi la usa. Non sono risposte queste. Riprovaci. Apri la mia mente.

    Rispondi

  • Claudio

    26 Maggio @ 09.19

    Gentile Signor "Senzaparole": qui non si tratta di "apertura mentale" ma del prioritario rispetto della LEGGE!!! Non metto in dubbio che, come dice Lei, vi siano anche bar che lavorano onestamente e nel rispetto dei sacrosanti diritti dei residenti di un'area - non dimentichiamolo mai! - ad alta densità abitativa. Ma ce ne sono anche altri, ubicati nel tratto centrale della strada, che se ne infischiano del grave danno ambientale e della SOFFERENZA (perché proprio di questo si tratta) dei residenti impossibilitati a riposare. Chiediamo, pertanto, la fissazione di orari di chiusura più congrui alle norme di convivenza civile unitamente a rigorose misure e severe sanzioni per chi si comporta in modo incivile e animalesco! Se Lei lavora onestamente e disincentiva in ogni modo il bivacco selvaggio davanti al suo locale, non avrà nulla da temere! Buona giornata! P.S. La domanda è sempre la stessa: perché non trasferire la cosiddetta "movida" in luogo più idoneo e lontano dalle aree a più alta densità abitativa: ne guadagneremmo tutti!

    Rispondi

  • senzaparole

    26 Maggio @ 01.48

    Sempre più senza parole... Avete una chiusura mentale fuori dalla norma!!!! Io non bevo ma frequento tutti i bar di via d'azeglio e vedo l'impegno di ogni commerciante!!!! I titolari dei bar (non tutti) a fine serata sono fuori a pulire la strada dopo 12 ore di lavoro, tengono porte chiuse e se i clienti urlano cercano di calmarli, ma se non tutti aime' hanno imparato l'educazione non si puo' farci nulla, mi fate la morale che si devono pure mettere a fare i vigili per liberare le strade...ma se la gioventù e' tanta cosa facciamo?? Chiudiamo al traffico dei pedoni via d'azeglio?? Per notti più tranquille , e tanto meno possono controllare ogni singolo cliente che non beva troppo, anche perché ragazzi che si portano consumazioni da casa c'è ne' parecchio e comunque, vi faccio presente che ve la state prendendo con gli ultimi bar aperti. P.s aprite le persiane alle 2.30 o alle 3.00 e ditemi cosa c'è in mezzo la strada... (Eppure i bar sono chiusi)...

    Rispondi

  • Claudio

    25 Maggio @ 10.31

    Esimio Signor "Senzaparole", l'esame di coscienza se lo deve fare Lei e anche...approfondito e meticoloso! NON tutti i bar lavorano con onestà e nel sacrosanto rispetto delle norme di convivenza civile! E Lei lo sa benissimo. Nel tratto centrale di Via D'Azeglio vi sono almeno 5-6 bar che, contrariamente al regolamento comunale e, soprattutto alle leggi vigenti sul rispetto della quiete pubblica, consentono ai loro scalcinati e incivili avventori di ingombrare la strada maestra precludendo il passaggio financo dei mezzi di soccorso (come testimoniano numerosi filmati) e di fare casino fino a notte fonda! Questo comportamento è INAMMISSIBILE, contro la legge, e va duramente sanzionato. E anche i bar dovrebbero fare la loro parte, mentre finora hanno pensato solo a riempirsi le tasche. fregandosene altamente (e con becera arroganza) del disagio e della sofferenza dei residenti. E questo non va bene, per nulla! Ben vengano i controlli e le più severe sanzioni, così tutti si daranno una bella regolata! E, per carità, basta con la solita, sciocca storiella della via desertificata in mano a spacciatori e a criminali di ogni risma! E' una colossale balla a uso e consumo dei bar! Abito qui da decenni e Le assicuro che la via era molto più tranquilla, serena, pulita e CIVILE quando non c'era questa moda cretina della movida! I veri fuorilegge sono quelli che urlano e cantano a squarciagola alle tre di notte! Ben venga la strada deserta nottetempo. Basta raccontare delle balle!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

GAZZAFUN

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

La festa di Natale del Bar Gianni

DADAUMPA

La festa di Natale del Bar Gianni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande sfida degli anolini

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

di Chichibìo

9commenti

Lealtrenotizie

“A Parma 18 milioni di euro per i progetti del Bando Periferie”

COMUNE

A Parma 18 milioni di euro per riqualificare le periferie. Ecco i sei progetti

La firma a Roma con Gentiloni. Soddisfatti il sindaco Pizzarotti e l'assessore Alinovi

3commenti

PARMENSE

Un caso di meningite a Fidenza: si tratta di un professore dell'Itis Berenini

Il 60enne ha contratto una forma non contagiosa della malattia: non è prevista quindi una profilassi a scuola

ANTEPRIMA GAZZETTA

I punti critici della Massese. La situazione una settimana dopo la morte di Giulia

tg parma

Via Spezia: rapina con coltello al centro scommesse

Un bottino di circa 1.500 euro

PARMENSE

Cassa di espansione del Baganza e Colorno: arrivano 55 milioni di euro

Intesa fra Regione e ministero dell'Ambiente

FIDENZA

Incendio in una casa a Siccomonte Foto

Diverse squadre dei vigili del fuoco sono intervenute nella frazione di Fidenza

PARMA

I ladri fuggono a mani vuote: l'appartamento è già stato svaligiato 40 giorni fa

In via Orzi, una coppia sorprende un ladro in camera e lo fa fuggire

1commento

PARMA

Sorpreso su un'auto rubata, fa cadere un carabiniere e tenta la fuga: arrestato 41enne

A casa del pregiudicato albanese c'erano arnesi da scasso, profumi e cosmetici, probabilmente rubati

MEZZANI

Magazziniere rubava cosmetici in ditta: arrestato 28enne

Il giovane è stato condannato a un anno e sei mesi, con pena sospesa

BRESCELLO

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 50enne parmense

L'uomo aveva un tasso alcolico di 5 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

VOLANTI

Chiede a un'anziana di custodire i suoi gioielli e la deruba

Una giovane, di corporatura robusta e con un trucco vistoso, è riuscita a entrare nell'appartamento di un'anziana in via Emilia est

parmacotto

Bimbi, tutti a "scuola di cotto" Fotogallery

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

1commento

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

TG PARMA

Urta un ciclista e se ne va: caccia all'auto pirata Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

STATI UNITI

Treno deraglia e finisce sulla superstrada: almeno sei morti

BOLOGNA

Imola: 15enne muore dopo l'allenamento di calcio

SPORT

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

CALCIO

Milan in ritiro fino a data da definirsi

SOCIETA'

Libano

L'assassino della diplomatica inglese è un autista di Uber

RICERCA

Matrimonio: per calabresi e siciliani è per sempre

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento