Quartieri

Vittorio Boni, l'acrobata nel «globo della morte»

Oggi fa sognare i bimbi sul trenino del Parco Ducale, ma da giovane si scatenava in moto nei luna park

Vittorio Boni, 74 anni, accanto al suo trenino elettrico
Ricevi gratis le news
0

Adesso è un tranquillo signore con l’aspetto, anche se giovanile, di un affettuoso nonno tutti i giorni intento a fare sognare tantissimi bambini sul trenino elettrico del Parco Ducale che gestisce ormai da parecchi anni.

Ma da ragazzo, Vittorio Boni, «pramzàn dal sas», classe 1940, era nientemeno che un acrobata in sella alla sua «moto pazza». Quando i luna park, meglio i «baracón» primaverili e estivi, sbocciavano nel cuore di Parma con le loro luci, il loro frastuono, la loro allegria e il loro profumi di vaniglia, croccanti e zucchero filato, ogni tanto portavano qualche novità per stupire sempre più la gente.

Fra le varie attrazioni dei «baracconi parmigiani» una, in modo particolare, affascinò i giovanotti dell’epoca quando, in occasione della Fiera di San Giuseppe del 1964, in via Costituente, si esibì un gruppo di acrobati che effettuavano il «giro della morte» su apposite motociclette all’interno di una sfera infernale. Un numero mozzafiato che faceva stare tutti, uomini e donne, giovani e anziani, con un palmo di naso nell’osservare quei «matti» che, a cavallo di roboanti motociclette, roteavano intorno come palline.

Imbattibile in questa specialità circense fu una famiglia parmigiana, i Boni. Il capostipite fu Giuseppe, nato di borgo Bartàn nella stessa casa del grande poeta dialettale Gigèn Vicini, il quale con il figlio Vittorio, fu uno dei più noti virtuosi del «Globo della Morte».
Giuseppe Boni, «Pippo» per gli amici, dopo la guerra che lo vide marinaio sull’incrociatore «Cadorna», nel 1946, conobbe Giovanni Musso, piemontese, titolare del «Globo della Morte» con il quale divenne socio.

Nacque, così, la troupe «Boni’s» composta dallo stesso Musso e da Ginetto Viarotto, esperto nei vari trucchi del globo che insegnò a Boni. Nell’estate del 1958 Vittorio Boni, giovanotto atletico di belle speranze, tifosissimo della Fiorentina, si aggrega alla compagnia, si appassiona a questa spericolata arte del brivido, abbandona gli studi e diventa acrobata delle moto a tutti gli effetti.

I «Boni’s» si esibiscono in tutta Italia effettuando tournée anche all’estero. La troupe, a bordo di camion «musoni», in assenza di autostrade e superstrade, è costretta a percorrere strade statali e passi alpini e appenninici che fanno sbuffare quei vecchi bisonti di metallo che tossiscono come anziani asmatici. Le soste notturne non prevedono pernottamenti in alberghi o motel, ma solo nella cabina del camion per riposare qualche ora.

Negli anni Settanta, Boni padre e figlio, decidono di lasciare. Il rischio non paga più. Giuseppe e Vittorio optano per l’installazione di giostre per bambini. Ora Vittorio, all’ombra dei secolari tigli del Parco Ducale, è il premuroso gestore del trenino che ogni giorno trasporta i bambini sulle rotaie dei sogni e della spensieratezza.

Il «globo della morte», ormai, non è che un lontano, lontanissimo sogno di quando il mondo gli ruotava attorno a velocità impressionante come gli anni della vita. Di questi «eroi dei baracconi», però, è rimasto il ricordo che profuma ancora di frittelle, croccanti e zucchero filato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

PACIFICO

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza in centro

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

59 ANNI

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

DIPENDENZA

Una sera con i Narcotici Anonimi

89 ANNI

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia

Salsomaggiore

«Serhiy Burdenyuk è scomparso: chi l'ha visto?»

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

6commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

anteprima gazzetta

Quei ragazzini terribili che imperversano in centro Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

2commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

L'ESPERTO

Imu: cosa succede se il figlio lavora all'estero

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

violenze su minori

Abusi su due figlie: il "mostro" smascherato da un tema scolastico è il papà

SPORT

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

gazzareporter

Dall'Appennino alle Alpi

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti