15°

28°

OLTRETORRENTE

Borgo Bosazza: "Aggressione fascista"

Borgo Bosazza: "Aggressione fascista"
Ricevi gratis le news
32

"W il Duce, w il fascismo, torneremo quando dormite". Sarebbero queste le urla unite ai colpi di mazze contro le case occupate di borgo Bosazza, in  Oltretorrente. A denunciare l'accaduto è Rete Diritti in Casa, che racconta come ieri sera intorno alle 22.30 da una Bmw grigia - di cui è stata presa la targa - siano scesi "due individui armati di mazze, che hanno cominciato a batterle contro il portone urlando"dovete andarvene,w il duce!w il fascismo"per poi darsi alla fuga".Non ci sono feriti, ma preoccupazione sì. Ed è stata fatta subito denuncia alle forze dell'ordine.

Il comunicato di Rete Diritti in Casa

"Questa notte alle 11:30 c'è stata una aggressione allo stabile occupato di Borgo Bosazza. Alcuni loschi figuri sono scesi da una BMW per prendere a sprangate il portone di ingresso della casa occupata che si trova al numero 22. Nel mentre inneggiavano al duce e al fascismo, minacciando di ritornare più tardi "mentre dormite".
12 famiglie con minori, anziani, invalidi e neonati abitano negli stabili occupati di Borgo Bosazza.
Questo gesto si commenta da solo, sono degni successori delle barbarie del fascismo questi vandali della libertà, cattivi quanto stupidi, abbruttiti dal loro razzismo e dalla loro stoltezza.
Tutto questo accade a poche ore dall'aggressione al centro sociale Dordoni di Cremona in seguito alla quale Emilio, antifascista 49enne, si trova ricoverato in coma in gravissime condizioni.
Nessun rispetto per questi fascisti, che sanno muoversi solo nel buio della notte, che sanno parlare solo il linguaggio della violenza, che non sanno cosa sia la solidarietà e l'umanità.
Per questo oggi saremo in Piazza Garibaldi sotto i Portici del Grano dalle 17, per ribadire che non faremo un passo indietro dopo questa aggressione, in solidarietà con Emilio e i fratelli di Cremona, per pretendere la immediata chiusura di Casapound e di tutti i covi fascisti.
Basta aggressioni, basta linguaggio della paura, basta razzismo!".

 

Il sindaco Pizzarotti: "Un atto intimidatorio inaccettabile"

L'azione che si è svolta ieri notte ad opera di ignoti è un atto intimidatorio e assolutamente inaccettabile nella nostra città. Come è inaccettabile che queste azioni siano state accompagnate da frasi minatorie di natura fascista. A Parma non c'è posto per la violenza, da qualsiasi parte essa arrivi». Lo afferma il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, dopo che la scorsa notte alcune persone munite di spranghe avrebbero colpito più volte la porta di una casa occupata, urlando affermazioni di stampo fascista.
«La nostra città, medaglia d’oro alla Resistenza, deve continuare a fare tesoro dei valori che contraddistinguono la società nata dal sacrificio dei nostri nonni - aggiunge il sindaco - Democrazia, non violenza e libertà. Non dobbiamo restare indifferenti davanti a questi atti e dobbiamo far sì che ciò non avvengano mai più. Auspico quindi che le forze dell’ordine consegnino alla giustizia chi ha commesso questo grave atto di violenza. Al tempo stesso invito tutti alla calma, e a non rispondere alla violenza con altra violenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • andres

    21 Gennaio @ 22.55

    blasphemer@libero.it

    dimenticavo. si odia casapound nell'articolo. casapound ha un programma politico costruttivo, e la dignità di partito di prim'ordine. viene demonizzato su certi giornali per pecorai, che io non leggo, perchè contro le pratiche disumane delle banche, a favore dei dazi su merci extra europa, contro l'immigrazione incontrollata, contro i contratti di lavoro precari... noterete: tutto il contrario di quello che vuole renzi, che si spaccia per sinistra, moderato, nuovo, giovane, giusto e se lo lasciamo fare ci manda in siberia a spaccare i sassi.

    Rispondi

  • fernand

    21 Gennaio @ 22.52

    RIDICOLI COME AL SOLITO

    Rispondi

  • andres

    21 Gennaio @ 22.39

    blasphemer@libero.it

    ma noi siamo tutti coglioni! se il pizza parla come mangia allora andiamo tutti a mangiare e dormire a casa del sindaco, che ci difende sicuramente, come non difende le case occupate non sue (ingiustizia sociale e crimine perchè si difende il furto dell'affitto e un appartamento è frutto del lavoro di qualcuno. il sindaco dovrebbe difendere con i soldi dell'affitto in mano). e se uno si sveglia e inneggia al duce non è per forza fascista: magari identifica nello Zio il naturale avversario apolitico di questi orrendi apolitici rossi e poco italiani che fanno del disordine dell'ignorantismo e dello sporco la loro bandiera, ricordando quindi non il duce come gerarca fascista ma come idea di giustizia sociale, ordine, disciplina e pulizia. e pizza: dici che non c'è spazio per la violenza, ma sfondare una porta di ingresso e abitare la casa di un altro E' violenza. e vergognati ulteriormente: l'altro ti paga la maledetta tassa sulla casa.

    Rispondi

    • 22 Gennaio @ 11.35

      Il pezzo mancante era a rischio querela

      Rispondi

  • fernand

    21 Gennaio @ 22.37

    SE PER CASO SMETTESSI DI PAGARE LE UTENZE TELEFONO LUCE ACQUA BOLLETTE VARIE CONTRAVVENZIONI VOI SINISTROIDI MI DARESTE UNA MANO? LE PAGHERESTE AL POSTO MIO? NON SIAMO NEGLI ANNI 70 MA PIANO PIANO CI TORNIAMO VI SEMBRA LOGICO CHE IL CETO MEDIO CHE HA TRIBOLATO DEBBA ESSE SPELLATO VIVO??? VORREI UNA RISPOSTA MA NON LE SOLITE PAROLE COMUNI QUALCOSA CHE MI FACCIA CAPIRE CHE SIETE DIVERSI DAI SOLITI COSTRUITI PER GESTIRVI MEGLIO ......

    Rispondi

  • annamaria

    21 Gennaio @ 20.11

    Nicola, se per te l'ingiustizia della ricchezza cosi iniquamente divisa (e su questo hai perfettamente ragione) giustifica altri reati, comincia tu. Io la giungla dei reati che porta al tutti contro tutti non la comincio e continuo strenuamente ( e vanamente ???) a credere che il patto di uno stato di diritto e di legalità abbia bisogno di essere rafforzato e non disgregato.E allora come una cretina (come non essere d'accordo su questo?) aspetto lo scontrino del bar, e chiedo la ricevuta quando mi compete (il mio dentista me la dà di suo ed è pure bravissimo) ecc ecc. Con tutti i limiti degli esseri umani che comportano sbagli e colpe. Ognuno viva come crede. PS. Cosa c'entra Charlie Ebdo?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

7commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

gazzareporter

"In infradito sul Penna: a proposito di escursionisti sprovveduti..." Foto

2commenti

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

17commenti

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

1commento

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

dai video

Barcellona, ci sono le immagini del terrorista in fuga dopo strage

1commento

modena

Sgozzato durante una rissa a Sassuolo, inutili i soccorsi

1commento

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti