-2°

10°

Politica

Pellacini: "Via D'Azeglio, sala giochi al posto del supermercato?"

Vende alcolici dopo le 22: tre giorni di chiusura

Via D'Azeglio: foto d'archivio

Ricevi gratis le news
7

Pesanti conseguenze sociali e di sicurezza potrebbero derivare dalla possibile chiusura – che sembra sempre più imminente – del supermercato di via D'Azeglio. A denunciarlo è il capogruppo dei Centristi per Parma in consiglio comunale Giuseppe Pellacini, che annuncia anche per il 13 dicembre in municipio l'avvio di una raccolta di firme per chiedere che il punto vendita non chiuda.
«Il supermercato di via D’Azeglio potrebbe chiudere a breve», scrive Pellacini in una nota, spiegando che «al suo posto potrebbe aprire una sala giochi di grandi dimensioni con videopoker e slot-machine». L'esponente di opposizione ricorda di avere già portato il caso in consiglio comunale con una comunicazione urgente: «Non ho ricevuto risposte e non sono stato contattato per capire cosa stesse succedendo. Il retrogusto che ho avvertito è quello solito e amaro del disinteresse con cui l’amministrazione Pizzarotti affronta problemi e necessità di questa città e dei suoi cittadini».
Pellacini ricorda poi i problemi che deriverebbero dalla probabile chiusura. «Il primo problema che si evidenzia è sociale e si compone di due aspetti: il primo, se fosse veramente intenzione di aprire una sala giochi al posto del supermercato, è che molti giovani sono a rischio di ludopatie. La sala, che ci auguriamo non apra, sarebbe situata nel quartiere più popolato e frequentato dagli studenti universitari, dove c’è grande affluenza anche di ragazzi. Il secondo aspetto della componente sociale è dato dal fatto che anziani e studenti non avranno più un supermercato di grande dimensioni in zona, così che dovranno magari munirsi dell’auto per andare a fare spese. Il punto vendita di via d’Azeglio è frequentato in larga misura da anziani e studenti, molti dei quali non hanno l’auto. Il supermercato anche se di grandi dimensioni è di fatto un “negozio di quartiere”».
Ma per il consigliere dei Centristi per Parma «c’è poi un evidente problema di sicurezza. Come già accaduto in via Trento tempo fa, una sala giochi di quella portata e in quel punto rischia di divenire un ricettacolo di microcriminalità, in un quartiere con problemi evidenti già da lungo tempo. Infine c'è il problema umano e occupazionale: non è possibile dimenticare che se il supermercato chiuderà, circa venti famiglie rimarranno senza lavoro, in un periodo tutt’altro che facile per l’occupazione».
I residenti nel quartiere si sono già mobilitati per scongiurare la chiusura, ricorda il consigliere. «Invito imprenditori o commercianti della grande distribuzione a farsi avanti in caso di interesse», scrive il consigliere. E lancia un appello affinché «non si cancelli ancora una volta un pezzo di questa città con ricadute a livello sociale, ove sono già molto sentiti i problemi di integrazione sociale e sicurezza». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gio

    12 Dicembre @ 21.54

    Giorgio R.

    No alla sala scommesse o giochi d'azzardo PER MOTIVI DI ORDINE PUBBLICO. La libertà di ogni azione di ogni individuo finisce quando lede quella altrui specie se di un'intera collettività. Vedete la Costituzione e il Codice Civile al riguardo e cerchiamo nel nostro piccolo di dire BASTA al degrado.

    Rispondi

  • Gio

    12 Dicembre @ 20.57

    Giorgio R.

    NON aprite la sala giochi in via D'Azeglio HA RAGIONE PELLACINI !! A Parma poi ce ne sono tante di sala giochi o sala scommesse di vario tipo e direi che passarci davanti spesso non è del tutto rassicurante. Creano vere e proprie dipendenze e purtroppo in tanti indeboliti per vari motivi si rovinano. E' sbagliato aprire una sala giochi di quelle proporzioni e proprio lì. Sbagliato comunque. Torniamo anche nei bar ad andare al bar non per farci derubare da varie slot ecc. Più del 70 % va allo stato poi c'è la gestione il costo dell'energia ecc. cosa si potrà mai vincere per davvero? Troppa gente che è in cura al sert per dipendenza da questi apparenti giochi innocui.

    Rispondi

  • bruno

    11 Dicembre @ 09.50

    Chiariamo i termini - sala giochi - è luogo che va autorizzato con art.86 dell'art.86 del TULPS e vi possono essere installati i cosi detti videogiochi, flipper ecc.ecc. anche le così dette slot o AWP dei bar, non ci possono andare però le Videolottery o VLT quelle installate nelle sale Bingo, sale scommesse o sale dedicate, che vanno autorizzate con art.88 del Tulps e l'autorizzazione viene rilasciata dalla Questura triangolata con Concessionario e con i Monopoli di stato.Sono anche chiamate Gaming Hall e in italia ce ne sono , purtroppo quasi 5mila e su tali sale i comuni possono fare poco, do quindi ragione all'Assessore CASA. Ricordo ai più che l'ormai Ex Governo Renzi col Sottosegretario Baretta voleva eliminare gradualmente le slot dai bar e tabaccherie ma aprire altre 5mila di sale scommesse (oltre le 5mila attuali + 5mila corner scommesse attuali - oltre le già enunciate 5mila sale VLT) , leggasi nuovo bando ancora in stand by. Al riguardo di chi crea tutto questo allarmismo, giustificato o meno, ricordo che gli esponenti cattolici al governo con l'allora Presidente Berlusconi nel 2009 - Decreto Abruzzo - hanno votato quelle leggi che hanno consentito di aprire migliaia di sale VLT con dentro 57 mila terminali che vanno solo a banconote fino a 500 euro, giocata in banconote fino a 10 euro e con jackpot da 100 mila a 500 mila euro, senza tempo giocata e come dice la UIF (Banca d'Italia) con forte rischio riciclaggio delle vincite dei tickets. Cosa ben diversa dalle, certo tante , macchinette AWP o slot dei bar, che giocano 1 euro e vincita massima di 100, aumentate in questi anni perchè i concessionari più avevano AWP e più acquisivano diritti per installare le VLT. Ergo chi è senza peccato scagli la prima pietra, quando erano al governo o al comune nessuno fiatava ora all'opposizione si grida allo scandalo.

    Rispondi

  • Michele

    10 Dicembre @ 20.55

    mandra_sala@libero.it

    Dopo l'ennesima apertura di una sala scommesse a San Leonardo ora questa giunta ne apre un'altra in via D'Azeglio. Città invasa dal degrado, dagli spacciatori. Qua si getta benzina sul fuoco !!!!

    Rispondi

  • Flux21

    10 Dicembre @ 13.47

    Sperando che quella della sala giocho sia solo una voce... si segnala la solita assoluta ignavia dei Pizzarottiani....e bravo Pellaccini che ha dato voce alle tante preoccupazioni che, negli ultimi mesi, attanagliano il quartiere.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé

STATI UNITI

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé Foto

La Royal Mail ha preparato i francobolli dedicati al Trono di spade

filatelia

Royal Mail, francobolli dedicati al Trono di spade

Rotonde, piste ciclabili ma non solo:

GAZZAFUN

Rotonde, piste ciclabili ma non solo: ecco i quiz per la patente

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Nomine al Maggiore, chiesto il rinvio a giudizio per l'ex rettore Borghi

INCHIESTA

Nomine al Maggiore, chiesto il rinvio a giudizio per l'ex rettore Borghi

1commento

Allarme

Ore 7: attimi di paura in via Emilia Est

modena

'Ndrangheta: fermato il presunto nuovo reggente della cosca emiliana

Carmine Sarcone, provvedimento della Dda e dei Carabinieri

Lutto

Millo Caffagnini, una vita intensa con Bardi nel cuore

TECNOLOGIA

Telefoni e tablet in classe: a Parma non sono una novità

COLLECCHIO

In vent'anni, in Comune, 20 dipendenti in meno

salso

Addio alla maestra Angela Bonassera, in cattedra per 35 anni

DILETTANTI

Clamoroso a Felino: si dimette Pioli

ALLARME

Bocconi avvelenati al parco Martini: area transennata

BOLOGNA

Grano duro, firmato l'accordo fra Barilla e i produttori: 120mila tonnellate in Emilia-Romagna

1commento

Emergenza

Maleducazione, inciviltà e bullismo: quei ragazzini che invadono il centro

11commenti

nel pomeriggio

Momenti di paura e tensione in via Duca Alessandro Video

ragazzola

Più controlli sul ponte Verdi, ma c'è chi chiede l'intervento della magistratura Video

GUIDA

Gambero Rosso dà i voti alle gelaterie: vince l'Emilia-Romagna, anche grazie a Parma

"Tre coni" anche a Ciacco e Sanelli di Salsomaggiore. A Treviso il cioccolato migliore

anteprima gazzetta

Inchiesta sulle nomine al Maggiore, il punto della situazione Video

CARABINIERI

Furti a Monticelli e nel Reggiano: due arrestati, sequestrata una pistola

I due stranieri sono accusati di numerosi furti e di ricettazione 

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Un anno di Trump, il presidente che divide

di Marco Magnani

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

CASERTA

Bellona, uccide la moglie e spara dal balcone: 5 feriti. Poi il suicidio

Abusivo caricava ragazze davanti alle disco e le violentava Il video che lo incastra

SPORT

Norvegia

Stella della pallamano: “Colleghi hanno diffuso mie foto intime”

lutto

Addio a Franco Costa, volto mitico di 90° minuto. Celebri le interviste all'avvocato Agnelli

SOCIETA'

hi tech

L'iPhone X vende poco, Apple potrebbe "pensionarlo"

hi tech

Amazon apre supermercato 4.0: è senza casse

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

RESTYLING

La Mini rifà il trucco a 3porte, 5porte e cabrio Video