bullismo

Ragazzo pestato a sangue da cinque 15enni alla fermata del bus

Appello del padre ai testimoni. Il Movimento Nuovi Consumatori offre 300 euro a chi darà informazioni utili a identificare "questi teppisti"

Ragazzo pestato a sangue da cinque 15enni alla fermata del bus

Fermata dell'autobus

Ricevi gratis le news
25

Racconta il ragazzo, 15 anni, che si è presentato ingenuamente all'appuntamento solo, convinto che sarebbero bastate poche parole per chiarire quello che il coetaneo gli aveva chiesto per messaggio: "Perché hai salutato la mia ragazza?", in sostanza. "Ma appena sceso dall'autobus, alle 16 di ieri alla fermata tra via Gramsci e viale Osacca, è stato  aggredito e pestato a sangue da cinque ragazzi, tutti della stessa età - spiega il padre -. Ha ricevuto dei pugni, è caduto e mentre era a terra, svenuto, lo hanno preso a calci. Ora è ricoverato all'ospedale Maggiore con vari  traumi in testa, sul viso e sulla schiena". Prognosi di oltre 30 giorni, hanno detto i medici, "e hanno aggiunto che gli è andata bene così". 

E mentre partirà una denuncia d'ufficio, il padre fa appello alle persone che si sono fermate a soccorrerlo e hanno chiamato il 118 e i carabinieri: "E' importante raccogliere queste testimonianze. Perché quello che è successo è terribile". Chi volesse fare una segnalazione può contattare la Gazzetta di Parma. 

Intanto il Movimento Nuovi Consumatori interviene per stigmatizzare l'accaduto e offre 300 euro a chi darà informazioni utili per risalire all'identità degli aggressori: il comunicato

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • federicot

    17 Febbraio @ 15.42

    federicot

    Vi ho già detto che avete ragione. Gli altri 7 non so chi siano sono persone prese a caso. Vorrà dire che per leggere i fatti vado sulla Repubblica, qui leggerò l'ermeneutica. REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Poffarbacco !

    Rispondi

  • federicot

    17 Febbraio @ 14.23

    federicot

    Mah...cosa devo dirti cara Gazzetta... hai come sempre ragione. Su altra testata on line i fatti sono stati presentati diversamente. si parla di un conoscente ( voi scrivete coetaneo). Si parla di SMS e non genericamente di messaggio. Mi sono preso la briga di far leggere il pezzo qui sopra a 10 persone: 7 hanno espresso gli stessi miei dubbi( se c'è il messaggio forse si riesce a risalire al mittente), 2 hanno detto saranno i soliti extracomunitari 1 non ha detto nulla. Il campione non è rappresentativo. Non ho idea se i giovani di oggi siano aggressivi, non so se lo siano più di quelli di ieri. So per certo che gli sganassoni per questi motivi si sono sempre dati e presi ( ribadisco che non è un giustificativo ), oggi meno di ieri. Molto meno. So sicuramente che buona parte dell'opinione pubblica si "forma" sui media" e purtroppo non tutti i media ( direi quasi nessuno) presentano in modo corretto i fatti e in modo tale da rappresentare in modo non equivoco la realtà. Se siamo stati governati per 20 anni da un certo elemento ( che ha acquisito credito grazie ai "suoi" media) che è riuscito in questo lasso di tempo a fare più danni della DC in 50 anni beh...facciamoci delle domane e diamoci delle risposte. Posso anche ammettere una certa aggressività verbale, sempre meno pericolosa delle falsità e della mistificazione della realtà. Attendo sempre notizie sui pittbull. REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Conoscente e coetaneo non sono due termini opposti. Neppure sms e messaggio (anzi guardati la traduzione di sms). E che dal messaggio si possa risalire al mittente è ovviamente possibile, probabile e auspicabile: ma, come ripeto, le indagini non le fa la Gazzetta e quindi per il momento la cronaca si ferma lì. Dillo pure anche agli altri 6. E mi pare che ti voglia incaponirti su osservazioni sempre meno concrete: te lo ripeto, ci hai fatto critiche più sensate di quella di oggi.

    Rispondi

  • Luigi

    17 Febbraio @ 14.21

    Il fatto è sconcertante. Diciamola tutta: è sempre successo che all'uscita da scuola volasse qualche "scapaccione" ma qui si va oltre. Questi ragazzi sono degli autentici vigliacchi. Traggono la loro forza dal gruppo ma presi uno alla volta sono dei cagasotto. Inoltre mi chiedo: "Ma è possibile che tra gli adulti che hanno assistito alla scena nessuno, e sottolineo NESSUNO, sia stato capace di intervenire dando quattro calci nel culo a quei disadattati. Tutti, a fatti avvenuti esternano disappunto ma nel mentre nessuno fa un bel niente. E' per colpa del fatto che nessuno sa trovare il coraggio di intervenire che questi gruppi riescono a tenere sotto scacco la città.

    Rispondi

  • federicot

    17 Febbraio @ 10.27

    federicot

    @Gazzetta: "per chiarire quello che il coetaneo gli aveva chiesto per messaggio"....piccione viaggiatore? Un pizzino recapitato in un qualche modo? Ce lo volete spiegare o no? E' stato inoltrato un sms? un messaggio da un social network? un messaggio via posta elettronica? COSA DIAVOLO SCRIVETE!?!??!?!?! Metà della gente che ha letto l'articolo si sta chiedendo come è stato contattato il ragazzo e come sia possibile NON risalire al mittente. Attendo vostre REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - E' vero che il lunedì è sempre un giorno difficile, ma oggi direi che stai esagerando. Quello che abbiamo ricostruito sull'argomento (noi facciamo i cronisti, le indagini le fanno magistrati e forze dell'ordine) lo abbiamo scritto in due pagine di Gazzetta. Se non ti piace, visti i tuoi toni da professore, fatti un giornale tuo: lo leggeremo avidamente per imparare come si fa il nostro mestiere.... P.s. - Non viene mai a nessuno il sospetto che l'aggressività di tanti giovani nasca anche dall'aggressività - verbale e scritta - di tanti adulti....? Te l'ho già detto: puoi avere mille motivi per criticarci, e qui sarai sempre libero di farlo (cosa che non capita ovunque...) ma sei decisamente fuori tono. E siccome questa è la seconda riposta, la terza credo che te la farò dare direttamente dal cestino, se i toni non si moderano. Grazie.

    Rispondi

  • Marco

    17 Febbraio @ 10.26

    Oltre a tutta l'indignazione che può suscitare questa vicenda, mi domando: ma questi 5 bulli perchè non sono già in questura ?! 1) la vittima ha sicuramente il numero di uno degli aggressori (se gli ha mandato un sms...evidentemente) 2) con tutta probabilità conoscerà anche gli altri, magari stesso giro di amicizie, compagni di scuola. Nel mio modo di vedere le cose, queste vicende si potrebbero risolvere davvero in tempo zero, intendo giudiziariamente, chiaro che il ragazzo che ha subito l'aggressione, invece, avrà bisogno di molto sostegno e non solo sanitario.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

1commento

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

coin e decathlon

Due furti in negozi sportivi, tre ragazzi denunciati

3commenti

VIA GORIZIA

Apre la portiera dell'auto e un uomo lo minaccia con un coltello: un arresto per rapina

Il giovane minacciato è fuggito e ha chiamato i carabinieri. In manette un tossicodipendente

1commento

capodanno

Ecco le locandine: Fedez si fa. Ma dove? Domani la risposta

1commento

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

solidarietà

"Parma facciamo squadra" in campo per i bimbi poveri

Campagna fondi al via: Barilla, Chiesi, Fondazione Cariparma e Forum Solidarietà in prima linea

GAZZAREPORTER

Problemi alle luminarie: vigili del fuoco in via D'Azeglio Foto

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

INFOMOBILITY

Sosta e transito nelle Ztl: ecco come rinnovare il permesso per il 2018 

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Monza

Trovato il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa: era nel bagagliaio di un’auto

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS