-5°

Montagna

Palanzano e Monchio, manca l'accordo sulle due scuole

La prima settimana sarà a classi unite a Palanzano, con lezioni solo alla mattina

Palanzano e Monchio, manca l'accordo sulle due scuole
1

Due comuni, due scuole, diciotto alunni in tutto: con l’inizio dell’anno scolastico alle porte, ancora non si profila per le scuole medie di Monchio e Palanzano una soluzione, certa e condivisa, che permetta ad entrambi gli edifici scolastici presenti nei due capoluoghi di restare in attività per gli anni a venire. A mettere a rischio la sopravvivenza di entrambe le strutture scolastiche era stato, mesi fa, l’ultimatum lanciato dall’ufficio scolastico: in virtù del basso numero di studenti sul territorio che frequenteranno le medie da quest’anno, 6 di Monchio e 12 dal territorio di Palanzano, i due Comuni avrebbero dovuto scegliere a quale delle due scuole rinunciare, mandando così a studiare tutti gli alunni, da settembre, in uno solo dei due edifici. E ad inizio estate, in mancanza di una soluzione condivisa, l’ufficio scolastico aveva deciso di non assegnare le risorse e gli insegnanti per creare una classe di scuola media, né a Monchio né a Palanzano. Ora, al termine di un’estate di incontri tra le due Amministrazioni, la Provincia, la Regione alla ricerca di una soluzione per tenere aperte entrambe le scuole, da parte dell’Istituto comprensivo di Corniglio è arrivata una proposta di compromesso tra le due realtà, in seguito anche alla recente assegnazione per l’Istituto comprensivo di 23 ore aggiuntive di lezione per l’anno scolastico 2014-2015: il progetto, proposto dal preside dell’Istituto Luigi Ughetti alle Amministrazioni comunali di Monchio e Palanzano, prevede di alternare tra le due scuole le giornate di scuola per tutti i 18 ragazzi del territorio.
Durante la settimana due giornate, a tempo pieno, verrebbero infatti svolte nella scuola di Monchio, mentre le restanti tre giornate verrebbero trascorse a studiare, solo in mattinata, alla scuola di Palanzano: verrebbe inoltre creata una pluriclasse comprensiva di tutti i 18 ragazzi per le lezioni quali educazione fisica e informatica, mentre per le materie più specifiche quali matematica ed italiano le classi verrebbero separate tra prime, seconde e terze medie. In questo modo, secondo i relatori del progetto, verrebbero valorizzate le caratteristiche di qualità di entrambe le scuole: Palanzano, in virtù della sua posizione di baricentro nel territorio dei due comuni, e Monchio, dove vi è la possibilità di accedere alla mensa gratuita per le giornate a tempo pieno. Una proposta di soluzione che, se da parte dell’Amministrazione di Monchio è stata salutata come innovativa ed efficace per garantire il funzionamento di entrambi gli edifici, ha invece incontrato forte resistenza da parte degli amministratori di Palanzano, che in virtù della posizione più centrale della propria scuola e del maggior numero di ragazzi presenti sul proprio territorio puntavano ad ottenere l’istituzione di una pluriclasse in cui accogliere anche i ragazzi di Monchio.
In mancanza, ancora, di un accordo condiviso tra entrambe le realtà, e poiché non è ancora stato stabilito l’organico di fatto ed il numero di insegnanti assegnati quest’anno sulla zona di Monchio e Palanzano, la prima settimana di scuola si svolgerà a classi unite nel solo edificio di Palanzano, con un orario provvisorio di lezioni solo alla mattina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michela

    13 Settembre @ 23.18

    E' inconcepibile che una scuola a norma antisismica, con la mensa gratuita, la lavagna interattiva, tablet per i ragazzi, computer, locali caldi, palestra grande, pulita e a posto, in un Comune in attivo, territorio del Parco Nazionale, debba cedere al volere di una amministrazione che: 1) non vuole farci vedere le autorizzazioni del caso 2) non ha il servizio mensa e quello che offrono è un pasto portato dall'esterno 3) palestra piccola, sporca e con rete di protezione perchè cadono pezzi dal tetto 4) scuola circondata da pali dell'alta tensione, ripetitori I nostri figli sono stati trattati come numeri non come persone e questo a noi non sta bene per niente! Il provveditore avrebbe dovuto guardare la qualità della struttura prima di decidere a tavolino, è facile decidere delle vite degli altri comodamente seduti in ufficio a Parma. Senza poi pensare che fra due anni il numero a Monchio ci sarebbe. Non sopporto l'ipocrisia di chi si riempe la bocca di belle parole sulla montagna, che bisogna aiutare a frenare lo spopolamento, creare nuovo lavoro solo nel periodo delle elezioni. Inoltre come mai l'anno scolastico passato a Palanzano le elementari erano una sola pluriclasse perchè alcune stanze erano chiuse? non credo che sia ancora finita...peccato che dopodomani inizi la scuola...grazie della solidarietà dimostrata.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

3commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pasticcio di patate formaggi e verdure

LA PEPPA CONSIGLIA

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

Lealtrenotizie

I crociati ritrovano la vittoria grazie a Evacuo: Parma-Santarcangelo 1-0

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e "aggancia" il Venezia Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è momentaneamente in vetta, a 42 punti, in attesa di Reggiana-Venezia

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

6commenti

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

24commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

5commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

TERREMOTO

La Grandi rischi: "Diga su una faglia riattivata: se il suolo cade nel lago, c'è effetto Vajont"

tragedia

Rigopiano: soccorsi senza sosta, ma le speranze sono deboli

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party abusivo in un capannone in disuso: identificati 200 giovani

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

TARDINI

Vittoria un po' sofferta ma 3 punti importanti: il commento di Paolo Grossi Video

sky

Caressa ricorda Filippo Ricotti prima di Milan-Napoli

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto