15°

29°

centro storico

I commercianti: "Sindaco, rinunci ai blocchi"

Bosi (M5s): "Non mi sento di ignorare i loro problemi". Ma intanto giovedì si replica

I commercianti: "Sindaco, rinunci ai blocchi"
Ricevi gratis le news
31

"Alla luce dei provvedimenti annunciati dal Comune di Parma in merito ai nuovi blocchi del traffico, interveniamo per rivolgere pubblicamente alcune domande al Sindaco Pizzarotti e all’Assessore Folli, nonché per esprimere alcune considerazioni a riguardo.

Il momento che noi commercianti stiamo vivendo è drammatico: non c’è solo la crisi dei consumi, il peso sempre più opprimente delle tasse, l’iva o il caro affitti, ora ci sono anche i blocchi del traffico a complicare ulteriormente la gestione della nostra attività". Inizia così l'intervento dei commercianti del centro e Ascom sul tema dei blocchi del traffico anti-pm10.

"Ci chiediamo - scrivono - perché insistere su questi provvedimenti quando è dimostrato che non servono per abbattere il livello di pm10. E perché attuarli senza in cambio offrire delle alternative concrete ai cittadini? Linee autobus efficienti, corse raddoppiate anche fuori dall’area urbana, parcheggi limitrofi alla città…
Educare, all’uso consapevole dell’auto, non significa limitare la libertà delle persone che vivono e lavorano in città. Quanti potranno infatti permettersi di cambiare auto? E quanti avranno esigenze personali o lavorative che renderanno necessario dover utilizzare l’auto anche durante i blocchi ?
Vorremmo che Sindaco e Assessore si rendessero davvero conto di tutto questo e prendessero atto dei risultati ottenuti a Parma che si è classificata ultima in regione anche nel 2014 nonostante abbia adottato provvedimenti più ristrettivi rispetto agli alti capoluoghi e che anche recentemente (domenica 1 febbraio) ha registrato uno sforamento del pm10 proprio in concomitanza con un blocco del traffico, quello domenicale appunto, dalle caratteristiche pressoché identiche a quelle che verranno presto introdotte.
Fatte queste premesse ci chiediamo quale reale vantaggio possa portare il nuovo provvedimento e ci aspettiamo che il Sindaco rinunci all’idea di applicare in via anticipata a Parma le misure stabilite dalla Regione, ma sia lui stesso a spiegare alla Regione che così non serve a nulla."

 

E le parole dei commercianti non sono cadute nel vuoto. Dopo poche decine di minuti dalla pubblicazione, il capogruppo M5s Marco Bosi ha pubblicato un post sulla sua pagina Facebook in cui apre la discussione.

"Mi date la vostra opinione? - scrive Bosi - Da sempre ci siamo posti come priorità quella della qualità dell'aria e io sono ancora di quell'idea. Ma non mi sento di ignorare i problemi di tanti piccoli commercianti che vivono da anni in una situazione di grande difficoltà. La cosa che oggettivamente rammarica è che i tanti sforzi per ridurre l'inquinamento non hanno prodotto grandi miglioramenti. Cosa rispondereste voi a queste persone? Non vi chiedo di avere delle soluzioni tecniche, ma una vostra visione della questione. Premetto che ovviamente la soluzione ideale per tutti sarebbe una città con una mobilità sostenibile dove anche i negozi ne beneficiano. Però sono obiettivi difficili da raggiungere nel breve periodo, in quanto le nostre città sono state progettate nel passato su altri tipi di mobilità e convertirle non è questione di poco conto, soprattutto viste le scarsissime risorse destinate agli investimenti. Ma è nel breve periodo che le persone vogliono delle risposte e delle soluzioni."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Romeo

    18 Febbraio @ 09.24

    Io sinceramente la vedo in modo esattamente opposto. Io in città non ci vado più o ci vado il meno possibile proprio perchè è inquinata. Se avessimo un centro con una ampia zona pedonale, curata e pulita, in cui poter circolare a piedi o in bicicletta liberamente e senza pericolo, ci andrei molto volentieri. Tutte le volte che si va in qualche città (estera o italiana) che hanno ampie zone pedonali...queste sono forse vuote? Tutt'altro, sono zeppe di gente. Riflettete commercianti.

    Rispondi

  • Maurizio

    18 Febbraio @ 08.41

    Che i blocchi siano inutili è un dato di fatto anche se in un qualsiasi paese straniero con persone di un senso civico maggiore rispetto a noi, questi blocchi verrebbero visti come un’educazione a comportamenti diversi utilizzando i mezzi pubblici. Comunque l’Ascom ignora ancora una volta l’esistenza di parcheggi e non si capsice cosa voglia per i varchi elettronici si arrabbia, dice che il centro muore perché non si può arrivare in centro, bene ma parliamo dei parcheggi accessibili che sono pieni solo in dicembre il sabato o domenica, a 50 metri da via Farini c’è il goito, a 200 da via Garibaldi puoi andare al Toschi o a quello su viale Mentana, a 100 metri da via Repubblica c’è il Barilla Center, a 100 metri da via D’azeglio c’è il parcheggio vicino al parco ducale, quello dell’università e quello di viale dei Mille che è anche vicino a via Bixio. Parla poi di assenza di parcheggi, bene ci sono 4 parcheggi scambiatori con linee che sono sostanzialmente vuote. Ascom non dice una parola però sul fatto che queste linee fermano a tutte le fermate, questo è il problema ma si guarda bene dal denunciare problemi reali … ascom poi dovrebbe spiegare il motivo per cui non vuole manifestazioni a tema in centro a parma, manifestazioni che è dimostrato portano persone (esempio mercato del forte dei marmi, è dimostrato che vengono una marea di persone ma è anche dimostrato che a beneficiarne principalmente sono gli altri negozi perché non tutti comprano al mercato del forte), potrebbe anche spiegare perché alcuni loro rappresentanti si indignano se i vigili fanno multe a chi tiene aperte le porte con aria condizionata o riscaldamento che si disperde.Per il resto il blocco con le mille deroghe che ha (3 persone a bordo ad esempio) serve ancora a meno, meglio bloccare 7 giorni su 7 il centro storico, io che non abito a parma prendo l’autobus, chi abita in centro può uscire ed entrare quando vuole

    Rispondi

  • fernand

    17 Febbraio @ 21.57

    fate il blocco ma non agli exracomunitari perché sono le uniche persone che si vedono riempire le pizzerie i ristoranti comprano in continuazione qualsiasi cosa cambiano le auto spessissimo quasi sempre vetture nuove! comprano riviste scarpe nuove da centinaia di euro bevono caffe' in continuazione infatti se guardate i bar sono tutti affollati di rumeni moldavi badanti che spendono tutti i loro averi in italia costruiscono case comprano appartamenti! o no???? in pratica i loro soldi restano tutti in italia vediamo un economia che cresce chiaramente dovuto al consumismo sfrenato di costoro che arrivano coi barconi dalla romania morendo di fame eccetera.......per carita' non bloccate la citta' a costoro !!!!!!! pregiudizi o verita???

    Rispondi

  • Alberto

    17 Febbraio @ 19.21

    alcuni anni fa , girava per la città un'autobotte con dell'acqua che lavava le strade. Cosicchè le polveri sottili finivano negli scoli fognari. Non si potrebbero recuperane almeno un paio ? Poi si proverebbero per un paio di mesi e si potrebbe fare un confronto.

    Rispondi

  • doni

    17 Febbraio @ 19.13

    donatomensi@msn.com

    Lettera aperta al pubblico amministratore (lui deve riconoscersi) Esimio “signore” (volutamente minuscolo) E bravo! Ancora una volta hai proprio fatto la scelta giusta. Mi spiego meglio: a me, possessore di una vecchia PUNTO in classe “euro -3”, mi è vietato circolare. Ma davvero pensi che se potessi permettermi un SUV “EURO12++” andrei in giro a distribuire tossicità? Davvero credi che non mi piacerebbe avere un’auto climatizzati, Hibryda, superaccessoriata sicura e veloce? Già: ancora una volta hai colpito nel segno raggiungendo le classi più deboli, quelle che NON POSSONO PERMETTERSI l’acquisto di un’auto nuova. Le stesse che cercano di tirare fine mese per poi trovarsi costantemente rapinate dalla pubblica amministrazione: da voi. Io non posso circolare mentre tu puoi permetterti di farlo con auto che NOI TI ABBIAMO PAGATO e che regolarmente sostituisci per dimostrare che sei attento alle norme sull’inquinamento urbano. Auto, anche quest’ultime, che continui a non pagare (e mi chiedo, in quanto non lo so, se anche la benzina non la paghi). Ora, se devo andare a piedi io, a maggior ragione lo devi fare tu. E con te tutti quelli che, potendo spendere, girano con auto “in regola” in quanto nuove. Ma ti rendi conto che stai aumentando la differenza tra le classi sociali contribuendo così alla discriminazione e all’odio? Ma capisci che crei dei profondi sensi di ingiustizia che rischiano di sfociare prima in esasperazione poi in violenza? Ma dove vuoi arrivare, dove ci vuoi portare? Sai, io non ho paura dei forti, ho paura degli esasperati. Quelli senza via di fuga, senza più sogni da rincorrere, senza speranza e - proprio per questo - senza più nulla da perdere. Possono tutto. E oggi sono già in troppi ADESSOBASTA! o tutti in auto o TUTTI A PIEDI!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

1commento

meteo

Da giovedì ancora caldo torrido: arriva Polifemo Video

1commento

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

Anteprima gazzetta

Traversetolese eroe salva la vita ad un uomo che stava annegando

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

12commenti

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

3commenti

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

tg parma

Parma, Matri ad un passo: sì del giocatore, oggi nuovo incontro Video

calcio

Parma, oltre 7.200 abbonamenti. In attesa del colpaccio

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti