ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Cerca il meteo del tuo Comune

SCOPRI LE altre SEZIONI

Birane Ndao: «Vivere qui? Come stare in famiglia»
SISSA TRECASALI

Birane Ndao: «Vivere qui? Come in famiglia»

 
Primo incontro oggi con Montenz
UNIVERSITA' DELL'OPERA

Primo incontro oggi con Montenz

 
Apolloni suona la carica
calcio

Apolloni suona la carica Video

 
Ospedale Vecchio
il caso

Trasloco del Centro Cinema: "Ecco la trappola"

 
Innovazione e qualità: contributi a 4 nuovi punti vendita aperti in zona via Garibaldi
commercio

Via Garibaldi: 3 nuovi negozi con i fondi comunali

 
Insieme possiamo fare così tanto
laboratorio

Bandinilab: insieme possiamo fare così tanto

 
Pericoli Web, i ragazzi del Sanvitale educano i genitori
Il liceo delle Scienze umane

Pericoli Web, i ragazzi del Sanvitale educano i genitori

 
Nel 2020 più persone col cellulare che con l'elettricità
REPORT

Nel 2020 più persone col cellulare che con l'elettricità

 
Ora si può trasformare un'auto in elettrica
TECNOLOGIA

Ora si può trasformare un'auto in elettrica

 
Affetto, dolore e memoria in «Mio padre era fascista» di Pierluigi Battista
letti per voi

Affetto, dolore e memoria in «Mio padre era fascista» 

 
Acquisizione Parmalat: trasferita da Parma a Roma l'indagine su Lactalis
Tribunale

Acquisizione Parmalat: trasferita da Parma a Roma l'indagine su Lactalis

 
Ladri vandali nel polo di Economia
UNIVERSITA'

Ladri vandali nel polo di Economia

 
Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei
gusto

Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei

 
Una band per ricordare i martiri del Dordia
VARANO MELEGARI

Una band per ricordare i martiri del Dordia

 
REMEMBER

REMEMBER

 
Castello di Montechiarugolo

Vecchia Samboseto

 
Calcio e solidarietà: 7.000 euro per l’Ospedale dei Bambini
solidarietà

Csi: 7 mila euro per l’Ospedale dei Bambini

 
Facebook compie 12 anni e festeggia con i video
Social

Facebook compie 12 anni e festeggia con i video

 
Maltempo: al via corsi estimatori danni in agricoltura
nuove professioni

Che lavoro? Estimatore di danni in agricoltura

 
Ma Dabò
risate in dialetto

Barzelletta: "Un uomo fortunato (Il bollino)" Video

 
Romantico carnevale storico a Compiano
compiano

Carnevale storico e romantico al castello

 
Offerte Kauppa
scegli la tua

Offerte Kauppa

 

C inema

calcio

Cassano entra dalla panchina, il Tardini lo fischia

Non è stata perdonata la "dichiarazione d'amore" alla Samp. Lo striscione dei Boys

Cassano durante la partita col Torino

Cassano durante la partita col Torino

12

 

 Roberto Donadoni ha preferito lasciarlo in panchina e, al momento di entrare in campo al posto di Amauri, sono stati solo fischi per Antonio Cassano. Il numero 99 del Parma, che in settimana aveva confermato la volontà di restare in crociato ammettendo però di amare più di tutti i colori sampdoriani e di sognare un ritorno a Genova, è stato accolto con buuh e fischi al 34' del secondo tempo.
La curva nord dello stadio Tardini, la sede del tifo più caldo crociato, aveva durante l’intervallo anche contestato la società. Lo aveva fatto senza nessun coro polemico ma solo mostrando uno striscione che recitava: 'Nell’anno del centenario avete perso l’occasione per guadagnarvi la stima dell’intera citta».

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 12
  • saunz

    07 Gennaio @ 13.48

    Cassano: non è vero che è stato fischiato, al punto che la domenica sportiva addirittura parla di applausi al suo ingresso. In ogni caso, Cassano si commenta da solo, certi giornalisti...anche!! Lo striscione è assolutamente incomprensibile...parlare poi di "perdita dell'opportunità di guadagnare la stima della città" è di un'arroganza incredibile, come se Ghirardi dovesse dimostrare qualcosa a qualcuno. Cari Boys, stavolta avete toppato, anche sul vostro sito la spiegazione che fornite è incomprensibile, se avete dei motivi elencateli se no sarebbe stato meglio evitare una polemica dai toni sfumati o ancora peggio criptici

    Rispondi

  • saunz

    07 Gennaio @ 12.58

    Cassano: non è vero che è stato fischiato, al punto che la domenica sportiva addirittura parla di applausi al suo ingresso. In ogni caso, Cassano si commenta da solo, certi giornalisti...anche!! Lo striscione è assolutamente incomprensibile...parlare poi di "perdita dell'opportunità di guadagnare la stima della città" è di un'arroganza incredibile, come se Ghirardi dovesse dimostrare qualcosa a qualcuno. Cari Boys, stavolta avete toppato, anche sul vostro sito la spiegazione che fornita è incomprensibile, se avete dei motivi elencateli se no sarebbe stato meglio evitare una polemica dai toni sfumati o ancora peggio criptici

    Rispondi

  • sc

    07 Gennaio @ 12.26

    il Parma Calcio ha definito la questione con Cassano ed insieme hanno fatto la conferenza stampa "riparatoria"... a me è sufficiente che da qui alla fine del campionato Cassano giochi come sa, facendo e facendo fare gol, per tenere il Parma più in alto possibile... fischiarlo a priori per lo scivolone natalizio mi sembra fuori luogo, questa è la mia opinione... so di certo che non sostenerlo non aiuta certo a farlo giocare meglio

    Rispondi

  • 07 Gennaio @ 10.52

    x sc Scusi sá, ma qui non si parla di attaccamento alla maglia: si parla di educazione e rispetto verso chi ti paga, e fino a prova contraria il Sig.Cassano è pagato dal Parma Calcio e non dalla Sampdoria. Ed il paragone con Ghirardi non c'entra nulla: Ghirardi ci mette soldi e faccia e non ha mai dichiarato in pubblico che se potesse mollerebbe il Parma per comprare il Brescia. E ieri abbiamo vinto tranquillamente senza Cassano il quale oltre a farsi squalificare per non giocare contro la Samp era anche non pervenuto contro Bologna e Inter. SE il pretendere rispetto ed educazione significa essere provinciali, beh allora io sono provincialissimo.

    Rispondi

  • sc

    07 Gennaio @ 09.22

    per chi fischia Cassano... consiglio di fare un giro ai Petali all'ex Giglio, ora Mapei Stadium, quando gioca la Regia... ero per caso lì domenica ed ho provato una tristezza a sentire quattro gatti nel deserto, anche se poi a casa ho goduto nel vedere come era finita con l'Alto Adige... quelli sono gli spettacoli a cui saremmo stati relegati se non fosse intervenuto il Ghiro, che certamente non fa beneficenza, ma cerca ogni anno di mettere insieme una squadra decente, che si salvi con dignità, innestando al contempo elementi di prospettiva con campioni in cerca di riscatto, leggi Giovinco, Cassano, ... smettiamola di essere provinciali, l'attaccamento alla maglia non esiste più, nemmeno nei club con soldi e blasone

    Rispondi

Mostra altri commenti