12°

Serie A

Il Parma stende il Verona: 2-0 al Tardini. Ed è profumo d'Europa

Donadoni: "Il cammino è difficile ma la volontà dei ragazzi mi fa essere ottimista". Luca Toni "punzecchia" Leonardi

Il Parma stende il Verona: 2-0 al Tardini. Ed è profumo d'Europa
13

Biabiany nel primo tempo, Schelotto nella ripresa: Parma-Verona finisce 2-0 per i crociati. E ora c'è "profumo d'Europa".

La partita minuto per minuto

La classifica della serie A

I risultati e il calendario

 

DONADONI: "I RAGAZZI STANNO FACENDO QUALCOSA DI STRAORDINARIO". MA DI EUROPA NON VUOLE PARLARE. «La classifica? È bella. Stiamo facendo tanti bei risultati e sappiamo che ci sono ancora tanti punti in palio. Sappiamo ora di dover affrontare un cammino difficile con squadre importanti, ma la voglia e la volontà che hanno i ragazzi mi fa essere ottimista. Stanno raccogliendo semplicemente quello che hanno seminato». Solo applausi da Roberto Donadoni per la sua squadra, al quindicesimo risultato utili consecutivo. Contro il Verona il Parma conquista tre punti preziosi per l’Europa League, ma di Europa ancora il tecnico non vuole parlare.

«Noi non ci siamo mai tirati indietro, nemmeno quando avevamo sei punti in classifica e non abbiamo mai fatto ragionamenti che vanno oltre alla nostra dimensione, alla nostra realtà - spiega Donadoni -. I ragazzi stanno semplicemente facendo qualcosa di straordinario, soprattutto quelli che giocano meno e che si fanno trovare sempre pronti. Pensiamo una gara alla volta e poi si vedrà». Prossimo match l’esame di maturità con il Milan senza Paletta (sarà squalificato). «Abbiamo fatto a meno di lui per tante partite ad inizio stagione - risponde il tecnico -. Noi il suo valore lo conoscevamo da tempo, ma lo sostituiremo con altri giocatori ugualmente validi. Otto punti di vantaggio sul Milan? Lo ammetto, non capita spesso di trovarsi in classifica in situazioni del genere. Ma questo significa poco».

Nelle dichiarazioni a Sky, Donadoni ha parlato anche di Cassano e della questione Nazionale: "Conosco Prandelli, so quanto sia equilibrato e come  ragiona. Se gioca così, è difficile non accorgersene... Gli ho  detto che ha solo una strada da seguire, quella delle prestazioni e deve continuare così perché le sue chance passano attraverso  il Parma. Ci sono dei giocatori davanti come Rossi che sono  venutimeno ed il valore di Antonio è in assoluto importante. Non  voglio sponsorizzare nessuno ma sta facendo prestazioni di alto  livello e da gennaio ha trovato una maturità che lo sta  aiutando".

IL TECNICO DEL VERONA: "PUNITI SOLO DAGLI EPISODI". Mastica amaro invece Andrea Mandorlini perché, dice, il suo Verona «è stato punito solo dagli episodi. Siamo stati poco fortunati. Potevamo andare in vantaggio noi per primi e nel secondo tempo si è praticamente giocato ad una porta. Ma noi siamo una neopromossa e ci stanno partite come questa». Difesa ad oltranza poi del portiere. «Rafael è stato determinante domenica scorsa quando ha parato un rigore con il Bologna - ribatte il tecnico scaligero – Non ha avuto fortuna, tutto qui. Resta il fatto che la squadra si è comportata bene su un campo difficile. Per le tante occasioni che abbiamo costruito meritavamo sicuramente qualcosa di più. I ragazzi sentono molto questa sconfitta perché ci credevano tanto». Infine sul rigore non concesso nel finale per un presunto fallo di Molinaro su Sala, Mandorlini ripete: «Non siamo stati fortunati anche in quell'episodio. Abbiamo pagato la sorte favorevole di Bologna».

SCHELOTTO: "SPERO DI RESTARE TANTI ANNI A PARMA. QUESTI TRE PUNTI VALGONO TANTISSIMO". "Sto trovando soddisfazioni qui a Parma, sono  contento di stare qua. Vorrei restare per tanti anni in una squadra e, se continuo così, spero di farlo a Parma. Tutti mi  hanno accolto benissimo e mi aiutano tanto". Ezequiel Matias  Schelotto, autore del 2-0 con cui i crociati superano hanno battuto il Verona, si gode la ritrovata notorietà dopo un inizio di  campionato col Sassuolo non certo esaltato. "Mi auguro di tornare  in Nazionale, è un mio obiettivo - spiega a Sky il naturalizzato  argentino -. Non ci sono più tornato perché mi è mancata la  continuità, se lavoro tanto spero di farcela". Nel frattempo, il Parma continua a scalare la classifica: "Questi sono tre punti  che valgono tantissimo, ottenuti contro un’altra squadra che punta  all’Europa. Alla fine del campionato però manca ancora tanto, da domani dovremo pensare solo al Milan". 

BIABIANY: "STO TROVANDO CONTINUITA' GRAZIE AI COMPAGNI E AL MISTER". "Sono cresciuto, sto trovando continuità  grazie ai compagni e al mister. Per me è importante far bene e  cercare di arrivare al traguardo finale". E cioè, in Europa  League. Jonathan Ludovic Biabiany non nasconde le ambizioni del Parma. "Ho acquisito  esperienza e tutti mi danno fiducia - spiega a Sky il 25enne  centrocampista -. Sono cresciuto e più ordinato in campo, il  mister mi fa lavorare sui tagli perché mi rimprovera di andare poco senza palla". A gennaio sembrava destinato a cambiare aria:  "Avevo tante offerte che si sono concretizzate solo all’ultimo.  Non volevo cambiare nelle ultime ore e poi volevo continare a  crescere qui". 

LUCA TONI: "EPISODI DUBBI? OGGI LEONARDI NON AVRA' MODO DI DIRE NIENTE". "E' un dispiacere, non meritavamo questo  risultato. Peccato, perchè era una bella partita ed uno scontro  importante che ci poteva proiettare ancora più in alto. Dimentichiamo subito Parma e pensiamo già alla sfida di sabato  prossimo contro l’Inter". Così Luca Toni analizza la sconfitta  del suo Verona in casa del Parma, un ko "macchiato", secondo gli  scaligeri, da alcuni episodi dubbi nell’area crociata. "Penso che oggi il loro direttore (Pietro Leonardi, ndr) non avrà modo di dire  niente - dichiara l’attaccante dei veneti -. Siccome all’andata ha detto che avevo arbitrato io, non so a questo giro chi lo abbia fatto. Bisognerebbe chiederlo a lui. Purtroppo è stata una  partita decisa dagli episodi, hanno fatto un gol un pò fortunoso  e sono stati bravi, noi ci abbiamo provato fino alla fine, c'era  un rigore anche su Sala ma fa parte del calcio. Ripartiamo da  lunedì e pensiamo a fare una vittoria contro l’Inter. Il nostro  momento? Nessuno è qui per mollare adesso, anzi, ora viene il  bello. Possiamo giocare sereni, abbiamo la possibilità di fare un  campionato col quale potremmo rimanere nella storia del Verona. Cerchiamo di ripartire, ognuno di noi ha degli obiettivi  importanti da qui a giugno e vogliamo lasciare il segno. Come  tenere alta la concentrazione? Siamo tutti dei calciatori, c'è chi vuole far vedere di meritarsi il posto e chi vuole migliorare  ancora, ciascuno ha le proprie ambizioni. Ora possiamo fare un  salto di qualità, cercando di sfruttare la nostra annata positiva".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gianni

    11 Marzo @ 09.25

    grazie al parma, alla dirigenza, al tecnico x me tra i migliori (ricordo che siamo usciti da un campionato europeo senza sconfitte, solo la stampa lo ha bruciato) ma volevo parlare di un grande giocatore che x me è sottovalutato.....GARGANO. non capisco le pagelle sempre appena sufficente, quando in campo lo vedi combattere sul portatore di palla avversario, lo vedi proporre azioni e lui stesso sempre smarcato x ricevere passaggi, dettare i tempi dei rilanci, proteggere la difesa con interventi decisi e mai cattivi....veramente il parma con gargano gioca ogni partita in 12....grande acquisto

    Rispondi

  • Dino Pampari

    11 Marzo @ 07.31

    parmigianoreggiano

    AHI AHI AHI caro il mio LUPO ALBERTO, anche questa volta hai preso una CANTONATA: devi infatti sapere che a gennaio SANTANTONIO si era trasformato in DEMONE per via di un PERICOLOSISSIMO sbandamento verso la Samp e noi stavamo rischiando di NAUFRAGARE nelle sabbie mobili della LOTTA PER LA SALVEZZA se Cassano se ne fosse andato poiché lo avrebbero seguito A RUOTA giocatori del calibro di SANBIABIA, SANPALETTA e SANPAROLO ma grazie all'intervento di PALLEDIGRANITO che lo ha relegato tra le riserve e del SOTTOSCRITTO che ha iniziato una CAMPAGNA MEDIATICA forgiando il nomignolo PANCANTONIO ecco che il demone ha APERTO GLI OCCHI e si è RIMETAMORFIZZATO nel nostro amato SANTANTONIO scegliendo di restare al Parma. A quel punto TUTTI i migliori della squadra hanno deciso di RIMANERE accanto al loro SANTO PATRONO e di suggellare la loro ALLEANZA andando addirittura in PELLEGRINAGGIO dal SANTO PADRE, per cui TUTTO IL MERITO dei successi del Parma È MIO. Ciao, VECCHIO CACCIATORE DI GRANCHI.

    Rispondi

  • Alberto

    10 Marzo @ 20.45

    C'era una volta un tale , penso che fosse parmigiano-reggiano , che voleva regalare cassano , e adesso pare abbia cambiato idea. meno male che ghirardi se ne è guardato bene dall'ascoltare i suoi suggerimenti. pare che adesso cassano sia in predicato di entrare nella rosa dei convocati da prandelli in nazionale. è proprio vero che non si è mai sicuri di niente , nel gioco del pallone s'intende.

    Rispondi

  • Gianni

    10 Marzo @ 17.51

    calmati velenoso.....solo 6 mesi fa scivevi di miciante e rimpiangevi il comandante guido.......per non parlare poi della vendita di sansone, quindi dimostra almeno un minimo di sobrietà senza continuare a spendere parole vane.......non eri credibile prima e meno ancora adesso

    Rispondi

  • VELENOSO

    10 Marzo @ 15.06

    Dopo la sconfitta interna col Parma e dopo la sfolgorante vittoria di ieri, i TESTAQUADRA sono spariti

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..."

Roma

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..." Foto

Jessica allena i glutei

GOSSIP

Il sexy allenamento ai glutei di Jessica Immobile fa il boom di clic Video

Aurora Ramazzotti canta la canzone di papà Eros e lo imita: «Mi ucciderà»

radio

Aurora Ramazzotti imita papà Eros: «Mi ucciderà» Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Le baby gang fanno paura. Negozianti sotto assedio

Via Mazzini

I commercianti: «Minacciati dalle baby gang»

Il fenomeno dilaga

Bocconi al veleno, allarme anche a San Leonardo

BASSA

I truffatori arrestati risarciscono i negozianti raggirati

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Salsomaggiore

Addio a Iolanda Campanini, una vita fra libri e giornali

Fidenza

Malore in piazza, l'esercitazione diventa soccorso reale

Cocaina

Preso il pusher dei ragazzini

La storia

Silvia, convertita all'ebraismo: mollo tutto e mi trasferisco in Israele

Lega Pro

Parma: splendida rimonta, Samb ko

Stadio Tardini

Il Parma soffre ma poi vince alla grande: 4-2 sulla Sambenedettese Foto Video

I crociati tengono il passo del Venezia. Partita numero 300 per capitan Lucarelli con la maglia del Parma

1commento

Parma-Samb

D'Aversa: "Nel primo tempo non eravamo aggressivi. Importante l'atteggiamento" Video

2commenti

Polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco la mappa dei controlli a Parma

lega pro

La Reggiana vince 2-0 con il Lumezzane

il caso

Bocconi avvelenati al Parco Martini: e Otto muore in poche ore

7commenti

L'INCHIESTA

Telefonini in classe? A Parma per lo più spenti

8commenti

Il personaggio

Il bussetano Laurini debutterà in F3 al volante di una Dallara: «Che emozione»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La risposta che occorre per placare la rabbia

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

1commento

ITALIA/MONDO

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

Sant'Ilario d'Enza

Mezzo nudo e in perizoma fa l'esibizionista davanti a una bimba: arrestato 

1commento

COSTUME

L'INDISCRETO

I belli delle donne

1commento

il disco

45 ANNI FA - Mu, il mito secondo Cocciante

SPORT

Parma-Samb

Il Parma tira fuori il carattere: l'analisi di Sandro Piovani Video

Parma-Samb

Lucarelli: "Partenza lenta, pericolo scampato" Video

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

300 CV

Leon Cupra, la Seat più potente di sempre Gallery