22°

Serie A

Parma "incerottato", Jorquera in cabina di regia

Donadoni: "Infortuni, inutile piangerci addosso"

Parma "incerottato", Jorquera in cabina di regia
Ricevi gratis le news
14

E' un momento così, non dobbiamo stare a piangerci addosso. A volte ci sono infortuni legati davvero a fatalità, quindi bisogna fare per forza tutti un pò di più. In campo comunque si va sempre in 11 e con lo spirito giusto si può fare bene". Il tecnico del Parma, Roberto Donadoni, alla vigilia della trasferta di campionato in casa dell’Udinese, da affrontare senza Paletta, Biabiany, Bidaoui, Cassani e l’incognita Costa. "Le qualità di una squadra non si vedono dal risultato precedente o nei periodi di entusiasmo, ma anche e soprattutto nei momenti di sofferenza - spiega in conferenza stampa il tecnico dei ducali - Vedi proprio l’Udinese nell’ultima partita, quando ha tenuto botta nei frangenti di difficoltà e ha portato a casa il risultato. Hanno l’entusiasmo che può fare la differenza? Diciamo bravi a loro e noi dobbiamo esserlo altrettanto visto che per il gioco che esprimiamo potremmo portare a casa un po di più. L’Udinese è una squadra che concede poco con giocatori che hanno gamba, dovremo essere attenti e determinati". Probabile la conferma di Mauri: "Ha fatto bene e va detto che il centrocampo è un reparto che ha giocatori con caratteristiche diverse e che mi consente comunque delle scelte". Gli attaccanti crociati sembrano in difficoltà nel dovere svolgere l’incombenza anche della fase difensiva oltre a quella offensiva: "Nessuna incombenza, solo situazioni che a volte vanno gestite meglio, sia a livello individuale che collettivo. Non sono preoccupato da questo, semmai vorrei che fossero sfruttati meglio i momenti in cui la palla l’abbiamo noi. Ovvero smarcarsi meglio e saper valorizzare meglio le caratteristiche di ognuno. Molto sta nella fase di preparazione per poi far scattare i giusti meccanismi". Ultimamente l’esterno prescelto in difesa è Mendes: "Pedro è più giocatore preposto alla fase difensiva che di costruzione è vero. Ma mi piacerebbe che quando gli capita l’occasione di avanzare, crescesse un pò da questo punto di vista. Come magari altri, che giocano piu avanti, crescessero nel fare interdizione". Una battuta sul percorso di Galloppa: "Daniele è un ragazzo che ha sempre lavorato molto ed è curioso di capire quale può essere ancora il suo livello di efficienza. Gli ultimi spezzoni giocati gli hanno dato più tranquillità a livello psicologico. Ma il suo deve essere un processo lento anche se lo vedo in continua crescita". Su Francesco Lodi: "E' sicuramente uno che ha nelle sue corde una grande qualità. Deve riuscire a migliorare quell'aspetto caratteriale che lo fa diventare importante in fase d’interdizione. Una peculiarità che ha sempre avuto perchè è portato a fare altro. Se riesce a limare questo aspetto diventa per noi un giocatore imprescindibile". Infine sull'allenatore dei friulani Stramaccioni: "Udine è una piazza che permette di lavorare, soprattutto a chi ha voglia di fare bene e ha grandi capacità come lui". 

La probabile formazione

L’infermeria crociata è sempre più affollata: oltre a Paletta, Cassani, Biabiany e Bidaoui, anche Costa è costretto a dare forfait per la trasferta di domani (ore 19) contro l’Udinese, non avendo recuperato pienamente dal problema all’adduttore destro. Con tre difensori out per infortunio le scelte relative al reparto arretrato sono quasi obbligate: al centro ci sarà la coppia Lucarelli-Felipe, mentre Mendes dovrebbe essere confermato sulla fascia destra. Ballottaggio Gobbi-De Ceglie a sinistra, anche se Donadoni sembra intenzionato a schierare entrambi come contro la Roma. Oltre al terzino ex Juventus in attacco si contendono una maglia Belfodil, Palladino e Ghezzal, al fianco di Cassano che come sempre guiderà il reparto offensivo. In cabina di regia Jorquera insidia Lodi: quest’ultimo dovrebbe partire dalla panchina per lasciare posto al cileno. Probabile formazione (4-3-3): Mirante; Mendes, Lucarelli, Felipe, Gobbi; Acquah, Jorquera, Mauri; Belfodil, Cassano, De Ceglie. 

 

Il servizio del TgParma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gino

    29 Settembre @ 10.15

    Dopo che Okaka e Pellè rischiano di finire in nazionale, ogni cosa è possibile. Per carità facciamo riposare Lodi, è il giocatore meno in forma di tutto il campionato. Fiducia a Mauri che ha fatto benissimo con la Roma.

    Rispondi

  • calico

    29 Settembre @ 10.09

    Non sono così sicuro che prendere 5 pere dal Milan in casa, ci stia. Vedi Empoli e Cesena.

    Rispondi

  • DAVIDE

    29 Settembre @ 09.35

    Mi inserisco sul problema Cerri: Alberto era già stato ceduto in prestito prima che il "passaggio Biabiany" saltasse per aria scombinando tutti i programmi della Società. La dirigenza si è quindi trovata a vendere urgentemente un giocatore per realizzare qualche soldino. E quel giocatore era Amauri. Con i problemi di Biabiany, Cassani e Paletta ora la situazione si è fatta molto delicata. Stasera la partita sarà molto molto difficile anche perchè poi ci aspetta il Genoa in casa che non è una squadra malleabile. Situazione critica, non disperata (per quello ne riparlaremo eventualmente fra 3/4 giornate - @Ludovico: noi in B insieme alla Lazio e la Samp o l'Udinese vincono lo scudetto ? Mah !!)

    Rispondi

  • parmigianoreggiano

    29 Settembre @ 09.34

    parmigianoreggiano

    Vercinge e VELENOSO io dopo la SCOTTATURA PELLÉ ho imparato a TACERE su cose che IGNORO: per questo approvo CIECAMENTE le scelte del Parma anche se COME VOI non le capisco. Ciao VECCHIE CAPRE del calcio (come me del resto).

    Rispondi

  • Luca

    29 Settembre @ 09.31

    Capisco i tifosi nostalgici e smaniosi di vedere un prodotto del vivaio promettentissimo come Cerri titolare nel Parma...però ragazzi è meglio che si vada a fare un anno (e forse anche 2) di gavetta in serie B visto che finora ha giocato solo 1 anno nella primavera, a mio avviso atleticamente non è ancora pronto anche se sicuramente brucerà le tappe e lo sarà a breve, al momento secondo me è più pronto Coda che è già abbastanza maturo, giocare attaccante è un ruolo delicato in serie A, si va ad un ritmo molto superiore rispetto la serie B o la primavera...fino a gennaio diamo fiducia a Coda e Belfodil come prime punte, io piuttosto cambierei modulo giocando con 2 punte fisse come Cassano e Coda (Belfodil) giocando con il 3-5-2 o 4-4-2

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: in passerella anche "lui", il bello di Parma (1996)

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

via repubblica

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Parma calcio

Sorpresa! Trezeguet va a salutare Crespo

2commenti

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

Anteprima Gazzetta

Anziani scippati, danni devastanti

Le anticipazioni della Gazzetta del direttore Michele Brambilla

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

3commenti

Borgotaro

Auto ribaltata sulla fondovalle a Ostia Parmense: un ferito

E' intervenuto anche l'elicottero del 118

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

2commenti

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

22commenti

Regione

Punti nascita, bagarre in Aula: salta il numero legale

Le opposizioni: "Ripensare la decisione su Borgotaro"

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

tg parma

Nessuna squalifica per d'Aversa. Closing societario il 3 novembre? Video

2commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

chiesa

Smentite le voci sulla salute di Papa Ratzinger

2commenti

MILANO

Arrestato il geometra "re dei trans"

SPORT

CHAMPIONS

La Juve soffre e vince, la Roma strappa il pari in casa del Chelsea

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»