10°

20°

donadoni

"La squadra onori la maglia. I tifosi ci aiutino"

Roberto Donadoni
Ricevi gratis le news
1

"Non può girare sempre male". Roberto Donadoni punta anche sulla legge dei grandi numeri per cercare di risollevare il morale a una squadra che ha perso 11 partite su 13 e che è ultima in classifica. Il suo Parma è spesso uscito dal campo senza meritare la sconfitta, ma alla fine contano solo i punti e per salvarsi bisogna cominciare a correre. Dopo il ko di domenica scorsa a Palermo, al Tardini arriva la Lazio di Pioli. "Al Barbera abbiamo perso, ma dobbiamo leggere la partita in chiave positiva - spiega il tecnico dei crociati in conferenza stampa -. Non è mai facile gestire una sconfitta dal punto di vista del morale, perchè perdere lascia sempre un pò disarmati, ma non può sempre girare male e sappiamo che solo attraverso la prestazione possono arrivare i risultati. Domani siamo chiamati a ripetere la prestazione di domenica scorsa, contro una squadra, la Lazio che ha valori superiori al Palermo e di questo siamo consapevoli". Donadoni sa che contro i biancocelesti serve una grande partita. "La Lazio arriva da un risultato positivo in Coppa e non conta che sia arrivato contro un avversario che disputa la serie B - spiega il tecnico dei crociati riferendosi al successo dei biancocelesti contro il Varese -. Non è mai facile affrontare queste gare, anche perchè a volte si utilizzano giocatori che hanno "meno gamba" rispetto ad altri perchè hanno giocato meno. La Lazio ha grande qualità: avere dubbi tra chi schierare, se Djordjevic o Klose, fa capire che rosa si ha a disposizione. Una rosa di spessore che dà la dimensione dell’avversario che avremo di fronte. Dovremo fare una
Per quel che riguarda il centrocampo, Donadoni spiega: "prediligo come sempre i giocatori che mi danno le maggiori garanzie, a partire dalla condizione fisica. Galloppa per esempio è riuscito ad aumentare il minutaggio. Dovrò essere attento a questo tipo di discorso, scegliere il giusto mix, altrimenti ci si trova nella condizione di dover fare cambi obbligati e poi se serve fare cambi tattici non se ne ha più la possibilità". Donadoni conclude parlando di De Ceglie. "Con la Juve è stato sostituito perchè infortunato ad un adduttore e poi ha avuto un problema a un dito che ancora un pò lo limita. Comunque si sta allenando regolarmente".
"La Lazio, attacco a parte, ha centrocampisti che si inseriscono bene, come Parolo e Lulic - ha proseguito Donadoni -. Come detto la rosa è molto valida, anche con le assenze del caso, e noi nello sviluppo del gioco dovremo essere bravi a posizionarci e avere grande determinazione". E dire che Lotito lo aveva cercato per dargli la panchina ora del parmigiano Pioli. "Intanto ritengo Pioli allenatore di valore e prima ancora persona di valore, ha principi di un certo tipo che sono quelli giusti nella vita e nello sport in generale. Per quanto mi riguarda quando faccio una scelta la porto avanti fino in fondo. Pensare a ritroso non rientra nelle mie corde. Per me è importante portare avanti il Parma perchè da questa situazione vogliamo fortemente uscire". Per farlo serve anche l’aiuto del pubblico, anche se domani al Tardini potrebbe esserci un clima difficile visto l’andamento della squadra. "Domani non mi aspetto nulla in particolare se non che i giocatori onorino la maglia prima di tutto per se stessi - spiega Donadoni -, poi mi auguro che il pubblico ci dia una mano anche se gli abbiamo dato poche soddisfazioni quest’anno. I ragazzi hanno bisogno del sostegno dei tifosi". Spazio ai singoli e alle condizioni degli acciaccati, si comincia con Mirante e Jorquera. "L'allenamento di oggi sarà un test decisivo: Mirante si è allenato con la squadra ma ha fatto un lavoro che possiamo definire "controllato". Se non dovesse farcela comunque c'è Iacobucci che ha disputato due buone gare. Stessa cosa si potrebbe dire per Jorquera: è sulla via del pieno recupero". Non ci sarà Felipe, in lizza per il suo posto Santacroce e Mendes. "Partono alla pari, anche se hanno caratteristiche diverse, dovrò capire innanzitutto le loro motivazioni". 
"La Lazio, attacco a parte, ha centrocampisti che si inseriscono bene, come Parolo e Lulic - ha proseguito Donadoni -. Come detto la rosa è molto valida, anche con le assenze del caso, e noi nello sviluppo del gioco dovremo essere bravi a posizionarci e avere grande determinazione". E dire che Lotito lo aveva cercato per dargli la panchina ora del parmigiano Pioli. "Intanto ritengo Pioli allenatore di valore e prima ancora persona di valore, ha principi di un certo tipo che sono quelli giusti nella vita e nello sport in generale. Per quanto mi riguarda quando faccio una scelta la porto avanti fino in fondo. Pensare a ritroso non rientra nelle mie corde. Per me è importante portare avanti il Parma perchè da questa situazione vogliamo fortemente uscire". Per farlo serve anche l’aiuto del pubblico, anche se domani al Tardini potrebbe esserci un clima difficile visto l’andamento della squadra. "Domani non mi aspetto nulla in particolare se non che i giocatori onorino la maglia prima di tutto per se stessi - spiega Donadoni -, poi mi auguro che il pubblico ci dia una mano anche se gli abbiamo dato poche soddisfazioni quest’anno. I ragazzi hanno bisogno del sostegno dei tifosi". Spazio ai singoli e alle condizioni degli acciaccati, si comincia con Mirante e Jorquera. "L'allenamento di oggi sarà un test decisivo: Mirante si è allenato con la squadra ma ha fatto un lavoro che possiamo definire "controllato". Se non dovesse farcela comunque c'è Iacobucci che ha disputato due buone gare. Stessa cosa si potrebbe dire per Jorquera: è sulla via del pieno recupero". Non ci sarà Felipe, in lizza per il suo posto Santacroce e Mendes. "Partono alla pari, anche se hanno caratteristiche diverse, dovrò capire innanzitutto le loro motivazioni". (ITALPRESS) 
Per quel che riguarda il centrocampo, Donadoni spiega: "prediligo come sempre i giocatori che mi danno le maggiori garanzie, a partire dalla condizione fisica. Galloppa per esempio è riuscito ad aumentare il minutaggio. Dovrò essere attento a questo tipo di discorso, scegliere il giusto mix, altrimenti ci si trova nella condizione di dover fare cambi obbligati e poi se serve fare cambi tattici non se ne ha più la possibilità". Donadoni conclude parlando di De Ceglie. "Con la Juve è stato sostituito perchè infortunato ad un adduttore e poi ha avuto un problema a un dito che ancora un pò lo limita. Comunque si sta allenando regolarmente". (ITALPRESS).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ruggero

    07 Dicembre @ 13.35

    Oggi contro la Lazio è imperativo metterci l'anima, cosa che i giocatori hanno fatto raramente quest'anno, solo così potranno arrivare risultati positivi vittoria, auspicabile, o pareggio che sia. Giocare decentemente come a Palermo e perdere non ha nessun senso!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrata la pizzeria «Arte&Gusto»

VIA EMILIA EST

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrata la pizzeria «Arte&Gusto»

VIANINO

Furto all'alba nel supermercato

Vandalismo

Strage di gomme in borgo Gazzola

RUGBY

Minozzi e Giammarioli, «gemelli» azzurri

COMUNE

Carte d'identità elettroniche, il trasporto per anziani e disabili

Oltretorrente

«Ci riprendiamo il nostro quartiere: yoga in strada e biciclettate»

Appennino

Transumanza, lezione tra i monti per gli studenti del Bocchialini

FONTANELLATO

Riapre il box della torta fritta

ambiente

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

4commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

1commento

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

anteprima gazzetta

Evasione e soldi all'estero: ancora Parma nel mirino Video

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

1commento

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

2commenti

SPORT

serie b

Le pagelle in dialetto

calcio

Modificato lo statuto di serie B: cambia l'elezione del presidente

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

1commento

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

CITYCAR

Toyota Aygo, la limited edition X-Cite

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro