-2°

donadoni

"Rispetto la scelta di Cassano. Con la Juve orgoglio e dignità"

Il tecnico: "Senza gli stimoli giusti, tutto è più complicato"

"Rispetto la scelta di Cassano. Con la Juve orgoglio e dignità"
Ricevi gratis le news
4

Fare calcio in certe condizioni è davvero difficile. Importanti problemi societari, l’ultimo posto in classifica, una lunga serie di sconfitte e come se non bastasse, appena qualche ora fa, la decisione di Antonio Cassano di rescindere il contratto con il Parma. Per Roberto Donadoni è più che mai complicato preparare la partita di domani in Coppa Italia contro la Juventus. Una sfida che vale la semifinale, ma che in questo momento è probabilmente uno degli ultimi pensieri per tutto l’ambiente. La conferenza stampa della vigilia, ovviamente, parte dall’argomento Cassano. "Antonio ha fatto questa scelta liberamente. Rispetto la sua decisione ma non la commento. E' una scelta sua ed è giusto che la spieghi lui e solo lui", il commento di Roberto Donadoni, ben consapevole che adesso gli mancherà l’elemento più importante a sua disposizione. "Antonio è un giocatore dallo spessore tecnico importante ma quest’anno per lunghi periodi abbiamo avuto defezioni importanti e dovremo essere bravi a superare questo ostacolo", ha spiegato l’ex ct azzurro che già con il Cesena, nella sconfitta interna di domenica, aveva messo Cassano in panchina. "Una scelta tecnica come quelle fatte tante altre volte, in virtù di quelle valutazioni che uno fa vedendo cosa viene fatto in campo durante la settimana", ha spiegato Donadoni che sul confronto con i tifosi al termine della gara di domenica dice: "è stato un confronto leale, ho provato a spiegare che, dopo quanto è stato fatto fino a 6 mesi fa, ora non si vuole fare il contrario". "Stando in mezzo alla gente e ai tifosi, fa ancora più rabbia non riuscire a gratificarli con un risultato positivo e si prova un senso di vergogna perchè comunque si sta facendo il massimo - ha proseguito Donadoni -. Dobbiamo smettere sia dal di dentro che dal di fuori della società di accusare sempre qualcuno. Ognuno di noi si deve assumere le proprie responsabilità". C'è sempre la partita di Coppa Italia da preparare. Donadoni assicura che contro la Juventus il Parma scenderà in campo "con lo spirito e l'orgoglio di affrontare i primi della classe, una squadra con grandi giocatori che sta dominando il nostro campionato. Visto la nostra classifica direi che è una grande opportunità per tutti, un’opportunità che dobbiamo provare a sfruttare. Dobbiamo entrare in campo con la voglia di dimostrare, con tutti i nostri limiti e le nostre qualità, quel che sappiamo fare. Alla fine si gioca 11 contro 11 e cercheremo di venderemo cara la pelle". Col Cesena hanno debuttato Rodriguez e Varela che potrebbero andare in campo anche domani. "A livello psicologico stiamo vivendo tutti una stessa situazione, dal punto di vista fisico avere qualcosa in più quindi può essere importante. L’impiego di Varela e Rodriguez va valutato, domenica hanno fatto bene, ma non sono giocatori che hanno un ritmo partita alle spalle. Vediamo di valutare bene la loro condizione come quella degli altri". Dopo l'addio di Cassano serve un attaccante. "La società sta lavorando. Il risultato negativo di domenica non agevola in questo senso. La vittoria avrebbe dato spinta in più e per demeriti nostri non è arrivata. Ma se vogliamo avere ancora un barlume di speranza è chiaro che qualcosa in questo senso va fatto". Domani lo scoglio Juventus in Coppa Italia, ma l’impresa salvezza è quel che più preme al Parma. "Non voglio fare nessun genere di distinguo. La Coppa è un appuntamento che affronteremo con grande dignità, anche perchè è da tempo che i tifosi ce lo chiedono. Poi domenica penseremo ad affronteremo il Milan in campionato". Nella strada verso la salvezza la sconfitta di domenica contro il Cesena è decisamente pesante. "Il ko sinceramente mi sembra ingiusto, ma loro sono stati bravi a concretizzare le occasioni che hanno avuto e questa è la conferma che in campo concediamo ancora troppo. Tuttavia resto convinto che quello su Rispoli era rigore netto. Anche in queste cose non ce ne va bene una. Se l'arbitro l’avesse fischiato staremmo parlando secondo me di un di risultato opposto". Ultima battuta sul neo-presidente Kodra. "E' qui a Collecchio e ci parliamo quotidianamente".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • SILENZIOSO

    28 Gennaio @ 17.46

    Quindi giocheranno Orgoglio e Dignità. Sono in prestito fino al 30 giugno ? Sostituiscono Cassano e Paletta ? Siamo sicuri che due dal cognome così impegnativo vengano alla corte di Taci ?

    Rispondi

  • Cosbe

    27 Gennaio @ 22.49

    Belle parole ma non ha spina dorsale. ...

    Rispondi

  • eugenio

    27 Gennaio @ 19.55

    Quindi abbiamo capito che cassano nello spogliatoio faceva il lamentoso e seminava malcontento. Un altro falso passato per Parma, prima promette di combattere per salvarci, ha un faccia a faccia con un ultrà in lacrime, poi scappa nel momento della partita decisiva... e lo fa pure per il nostro bene!!!???!!! Cassano paladino della dignità? No è troppo... ma la sua sceneggiata finirà quando tra quakche giorno avrà una nuova squadra. #Iostoconcassano? No grazie. #Iostoconcarolina

    Rispondi

  • Andrea

    27 Gennaio @ 19.21

    Tanto di cappello a una brava persona circondata da persone che vogliono solo lucrarci

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

9commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

nuoto

Europei, tris d'oro dell'Italia: prima Dotto e poi Orsi

SOCIETA'

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5