-1°

il capitano

Lucarelli: «Lasciati soli da tutti»

La rabbia del difensore: «Leonardi almeno è ancora qui, Ghirardi invece è sparito»

Lucarelli: «Lasciati soli da tutti»
Ricevi gratis le news
18

Alessandro Lucarelli, anche se il tono della sua voce è pacato, dopo la partita è un fiume in piena. Del Chievo però si parla solo all'inizio. A tenere banco poi è ovviamente la situazione del Parma. Il capitano crociato è arrabbiatissimo non solo per la sconfitta del Parma contro il Chievo ma per tutto quello che sta succedendo dentro e intorno al club. «C'è tanta rabbia - spiega - per com'è finita la gara. Purtroppo l'arbitro con la decisione di espellere Galloppa l'ha condizionata. Un doppio giallo in venti minuti mi sembra infatti un po' esagerato. Ma questo rispecchia la nostra annata: quando sei debole diventa facile fischiarti contro, cosa che sta succedendo da un po' di tempo a questa parte». Allarga le braccia. «E' giusto così - dice -, è giusto che i più deboli vengano calpestati. In Italia funziona così, ne prendiamo atto e andiamo avanti». I tifosi, sempre più arrabbiati per la situazione in cui è stato portato il Parma, hanno però applaudito la prova dei crociati. «Hanno visto l'impegno - risponde -. Il nostro atteggiamento è quello di una squadra che, nonostante le mille difficoltà, non molla mai. Ci hanno chiesto la maglia sudata e noi ci stiamo comportando così». La matematica, ma solo quella, dice che il Parma può ancora salvarsi. Sospira il difensore: «Ci resta solo la matematica perché questa sconfitta contro il Chievo è determinante. I margini di recupero sono pressoché nulli. L'importante però è giocare così fino alla fine, con impegno e dedizione. Per noi e per i tifosi». Domenica il Parma va a Roma ma il giorno della verità sarà lunedì, per quanto riguarda i pagamenti. «Il nuovo presidente (Manenti, ndr) - racconta Lucarelli - ci ha detto che l'idea è quella di mettere soldi dentro la società. Io però penso che la cosa più importante sia avere una società seria alle spalle. Se mi dicessero: “Vi paghiamo solo a giugno, ma riprendiamo credibilità” sarei il primo a dire sì». Lucarelli comunque non si fida dal momento che in poco tempo giocatori e dipendenti del Parma ne hanno viste troppe. Da livornese si consola con una battuta: «Fa sorridere entrare nello spogliatoio alla fine delle partite e trovare sempre un presidente nuovo a consolarci. Questo è già il quarto... Mi auguro comunque che alle parole seguano i fatti. Questo nuovo presidente arriva tra la diffidenza generale di tifosi e giocatori per quello che abbiamo passato finora e non per colpa sua. Speriamo che faccia le cose per bene».
Lucarelli guarda indietro e l'amarezza tocca il culmine. «Io sono qui da sette anni - dice - e mi sembra di aver buttato via sei anni di lavoro, specialmente l'ultima stagione dov'è stato tutto bello. C'è da dare la testa contro il muro. E poi, pensare di fare altri tre mesi in questo modo, senza un obiettivo, diventa difficile. Speriamo che almeno questi mesi passino velocemente e che la società possa ritrovare credibilità». Lucarelli ha qualche sassolino nella scarpa da togliersi e lo fa, com'è suo costume, senza giri di parole. «Nessuno si interessa del Parma - ruggisce -, tutti ci prendono in giro. Il Parma serve solo per sparare merda. La Lega calcio dov'è? Tavecchio (presidente Figc, ndr) dov'è? Chiamano le piccole squadre solo per chiedere voti quando ci sono in ballo le poltrone. Ma quando abbiamo bisogno dove sono? Da giugno ci hanno lasciati soli. L'Aic (Associalciatori, ndr), invece si è fatta sentire solo ultimamente. Si poteva vigilare per evitare questa situazione. Tutti i giorni leggiamo sulla stampa nazionale titoli del tipo “Parma allo sbando” ma la verità è che del Parma non importa nulla a nessuno. Chi prende merda sono i tifosi, in primis, e poi noi che dobbiamo cercare di finire un campionato che ormai ha davvero del ridicolo». I tifosi ieri non hanno risparmiato cori contro l'ex presidente Ghirardi e l'attuale dg Leonardi. «Se siamo arrivati a questo punto - ribatte Lucarelli - ci sono delle responsabilità. Se la società era guidata da loro è chiaro che avranno fatto degli errori». Per Leonardi il capitano del Parma ha però parole di stima. «Lui almeno è qui e cerca di risolvere i problemi - risponde -. Noi lo vediamo tutti i giorni e credo anche che abbia contribuito molto a portare questa nuova proprietà a Parma. Può anche aver commesso degli errori ma sicuramente sta cercando di rimediare». Parole più dure invece per Ghirardi: «E' sparito già da un po' e non si è fatto più vedere». E a i suoi compagni che hanno rescisso il contratto Lucarelli cos'ha detto? «Prima del Cesena - conclude - ho detto ai miei compagni: “Questa è la situazione: chi non se la sente è libero di andare via”. Cosa potevo dire? Se uno non prende lo stipendio... Non è che tutti sono tifosi del Parma... Qualcuno ha anche rinunciato a dei soldi. Non potevamo puntargli la pistola alla testa. C'è però anche gente che poteva andare via, che aveva mercato. E invece è rimasta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • DAVON

    15 Febbraio @ 09.10

    Lucarelli grande capitano, grande uomo. Stima e rispetto.

    Rispondi

  • Gio

    13 Febbraio @ 10.59

    Giorgio R.

    E' evidente che la classe arbitrale NON vi vuole bene e si è visto anche contro la Juventus con tifosi che ciechi NON vedono che vincere senza merito NON ha senso. Comunque adesso NON vogliono che gli arbitri vengano designati con sorteggio e sarebbe la cosa migliore. Dicono che uno non può arrivare alla A e arbitrare subito partite importanti con la Juve o Milan ecc. Allora se proprio volete fate una scala divisa in due : arbitri con esperienza vengono sorteggiati per partite di certa importanza e gli altri a scalare. Ma credo sia più giusto sorteggiare tutti gli arbitri aventi diritto. Solo la malavita può far credere il contrario. Credo che il malaffare si sia impossessato del calcio da tanto tempo e nel peggiore dei modi. PARMA poi ex città isola felice ne è la riprova. Sig. LUCARELLI GRAZIE DI TUTTO E VEDIAMO COSA HANNO PENSATO DI FARE GIA' DA META' 2014. Il "caro" Ghirardi ora in Lega calcio fino al 2017 chissà cosa avrà architettato. Un uomo che di sportivo NON ha nulla.

    Rispondi

  • eugenio

    12 Febbraio @ 18.08

    No sky mai. Piuttosto dedico il tempo ad altro. Di dare i miei soldi alle altre squadre che giocano in A, tra cui sassuolo e carpi, non ci penso proprio. Per me il calcio non esiste se non nel Parma e volendo nella Nazionale. Una serie A senza il Parma a me non dice proprio nulla.

    Rispondi

    • Andrea

      12 Febbraio @ 23.19

      condivido, però che non sia una fortuna non seguirla piu, almeno non ci si incazza piu, dalla D saremo piu rilassati, a me non importa che si perda quando meriti di perdere, mi importa perdere con dei ladronici come quelli accaduti in serie a...

      Rispondi

      • Gio

        13 Febbraio @ 11.02

        Giorgio R.

        si e ricordo Parma la nostra città quando eravamo in serie C ora Lega pro. Come si stava bene poi hanno cominciato a dire che era un'isola felice e hanno rovinato tutto. Ora siamo invasi ovunque da cose strane compresa una buona dose di malavita con i loro capi nel nostro carcere e i loro "proseliti" all'esterno a manovrare. Povera Parma e povero Parma.

        Rispondi

        • Andrea

          13 Febbraio @ 22.51

          Non molliamo, dare l'esempio è quello che ci rimane!

          Rispondi

  • enrico

    12 Febbraio @ 16.29

    Riguardo a Ghirardi qualche commento lo avevo fatto qualche giorno fa. Cassato perché a rischio di querela? Non credo di essere stato però molto lontano dalla verità. Ci pensino i giudici a farla... Per noi parmigiani non resta che la speranza di non terminare come negli anni 60 (mi ricordo ancora le mitiche sfide con il Fanfulla e la Solbiatese!); per i calciatori la speranza di vedere i propri soldi. Non guasterebbe, però, da parte loro un minimo di amor proprio: se vanno i campo si sarebbero dovuti e si devono impegnare allo spasimo, non traccheggiare, se non vogliono giocare perché creditori da troppo tempo, possono anche rifiutare la convocazione. Troppo difficile? Lucarelli, ti prego, è l'ultima stagione per il Parma in serie A (non credo che avremo altre opportunità nell'immediato e nel lontano futuro), fateci assistere alle ultime partite di A con dignità e se è possibile serenità. Poi acquisteremo Sky...

    Rispondi

  • VELENOSO

    12 Febbraio @ 14.28

    Bravo LUCARELLI sei un VERO CAPITANO.Ti vogliamo anche in B. CHAPEAU

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

IL CASO

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

I «casi» di via Abbeveratoia, via Zarotto e via Montebello

1commento

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5