Lucarelli: "Ghirardi non dice la verità"

Lucarelli: "Ghirardi non dice la verità"
Ricevi gratis le news
2

E' uno dei simboli di questo Parma. Anche in questo momento di calma piatta che sembra più una bufera. E', soprattutto, il capitano Alessandro Lucarelli che a distanza risponde alle dichiarazioni dell'ex presidente del Parma: “Lo ringrazio a nome della squadra e della città per come ci ha lasciato. Non l’ abbiamo più visto né sentito. Stipendio? Non lo prendiamo da luglio, tra l’altro il netto e senza contributi. Ha detto di aver pagato fino ad ottobre? E' una bugia”. Lucarelli  è intervenuto ieri sera con Gobbi, Cassani, Palladino e Galloppa a Sky Football Night, programma condotto da Alessandro Bonan. Lucarelli ha poi aggiunto: "Proprio da novembre, da quando sono saltate le scadenze, non abbiamo più parlato di calcio. Qui non prende i soldi nessuno. Noi possiamo permetterci di non prendere lo stipendio per qualche mese, ma ci sono dipendenti di tutti i livelli che non vedono lo stipendio da mesi. E’ una situazione drammatica, soprattutto per persone che con questi stipendi ci devono mangiare”. Il capitano però è sincero: “Se non vediamo una tutela per tutti nei confronti del Parma non garantiamo niente. Tavecchio forse non ha capito bene qual è la situazione: è bene che la venga a valutare di persona. Deve capire cosa abbiamo passato  in questi mesi. Da parte nostra c’è la volontà di fare le cose in una certa maniera, ma non vogliamo essere presi in giro. Se no la regolarità del campionato verrà messa in discussione”. Sulle spese, il leader del gruppo spiega: “226 giocatori a libro paga? Lo leggevamo sui giornali che ogni giorno c'erano acquisti del Parma. Non capivamo nemmeno quale fosse l’utilità di tutti questi acquisti". E un'ammissione: "Ci siamo sentiti abbandonati dalle istituzioni e dagli organi federali. Sono venuti solo quando hanno percepito che ci fosse la possibilità che noi non giocassimo domenica. Resta da capire se l’interesse sia per il campionato o per il Parma. Sono responsabili anche loro, dovevano controllare, hanno avuto molti segnali per capire, ma hanno fatto finta di niente e si sono girati dall’altra parte. Ora si sono svegliati, ma ora è tardi”. Uno dei veterani è Massimo Gobbi: “Taci e la Dastraso? Qui si è presentato solo Kodra come presidente. E' venuta anche la sorella di Taci ma io non l’ho vista". Gli ha fatto eco Mattia Cassani: “Kodra è un ragazzo della nostra età, ha 29 anni. Nelle poche occasioni in cui ci ha parlato ha sempre detto che non voleva fare nessuna promessa e che avrebbe lavorato per risolvere la situazione. Poi abbiamo letto sui giornali che la società era stata ceduta a Manenti. Non l’abbiamo più visto a Collecchio". Il Parma giocherà domenica a Genova? "Abbiamo letto le dichiarazioni di Tavecchio - ha risposto Cassani -: lui è coinvinto di sì. Ma alla fine deciderà il gruppo. E questo dipenderà dalle garanzie che avremo per quanto riguarda il proseguimento del nostro campionato”. E poi Manenti, su cui interviene Galloppa: "E’ arrivato dopo tutto ciò che è successo, ed eravamo già carichi. Ci siamo aggrappati a lui perchè sembrava l’unica speranza in quel momento. Poi promesse su promesse, milioni su milioni e poi niente di fatto. Tutt’ora ci potrebbe dare una mano, ma la vediamo difficile”. Ancora il centrocampista:  “Sta fallendo il Parma, che si è classificato nelle prime dieci per cinque anni di fila, e se questa è la nostra situazione il calcio è morto. Chissà cosa può succedere alle piccole squadre. Per tutti i nostri conti erano a posto a giugno, ma c’erano debiti verso fornitori che non erano nemmeno conteggiati. Spero che la nostra vicenda sia da monito per tutti”. Un po' di conti, alla fine, li ha fatti Marco Bellinazzo deIl Sole 24 Ore: “Il monte ingaggi del bilancio 2014 è di 55 milioni, più 22 milioni di ammortamenti. I costi operativi sono di 111 milioni. Dal 2010 al 2014, il Parma ha incassato circa 200 milioni e ha avuto uscite per poco più di 400 milioni. C’è una bella differenza - commenta il giornalista -. Insomma si perdevano una ventina di milioni a stagioni: il gap è stato colmato con 200 milioni di plusvalenze. Il gioco non ha pagato perché serve a colmare il gap subito, ma poi ci sono gli ammortamenti e l’aumento degli ingaggi. Quante società operano in questa maniera? Alla metà degli anni 2000, il calcio italiano stava fallendo per questo. Adesso è molto meno frequente, ma se si va a leggere i bilanci di grandi club, si trovano plusvalenze strane”.

Lucarelli "contro" i colleghi

Lucarelli è tornato questa mattina a parlare ai microfoni di Tele Radio Stereo 92.7: “L'unico collega che mi ha chiamato è stato Morgan De Sanctis, gli altri a distanza, quando gli si chiede un parere sulla questione esprimono solidarietà ma nei fatti nessuno si è fatto vivo. Bisognerebbe capire che ciò che è successo a noi, in un calcio malato come il nostro, può capitare a chiunque. Domani è la giornata decisiva con l'incontro tra il Sindaco di Parma e Manenti: capiremo se si fa sul serio o se diventa doveroso portare i libri in tribunale. Dobbiamo sentirci tutelati, quindi chi come la Lega, la Federcalcio, anche tramite Lotito, si avvicina a noi, deve farci capire se c'è voglia di aiutarci solo per garantire la regolarità del campionato. Ci auguriamo di poter finire il campionato ma vigileremo su come le autorità calcistiche si stanno muovendo. Noi ci stiamo comportando in modo serio e vorremmo che anche il mondo del calcio facesse altrettanto”.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gio

    24 Febbraio @ 16.42

    Giorgio R.

    GHIRARDI I DEBITI LI HA CREATI LEI !DOVEVA RIMANERE A CARPENEDOLO INVECE DI FARE ANCORA PIU' DANNI !

    Rispondi

  • VELENOSO

    24 Febbraio @ 15.37

    Condivido tutto. L'elemosina non la vogliamo. Il Parma per dare un segnale forte deve ritirarsi dal campionato. LUCARELLI, immenso capitano, come gli altri giocatori e come noi tifosi non VOGLIONO E NON VOGLIAMO essere presi in giro. La Lega e la FIGC vogliono farci giocare perchè altrimenti SKY intima loro i danni. FACCIAMOCI SENTIRE BOICOTTANDOLI E FACCIAMOCELA PAGARE PER NON AVER MAI FATTO I CONTROLLI DOVUTI DI LEGGE. Continuando, non avendo più niente da dire, sarebbe un'umiliazione tutte le domeniche, quanti sfottò arriverebbero sui giocatori e sui tifosi. BASTA, STACCHIAMO LA SPINA, inutile insistere con quest'accanimento terapeutico. RISPETTO PER I TIFOSI. NON SI DEVE GIOCARE PIU'.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Intervista a Simonetti dei Goblin stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Goblin, Simonetti : "I giovani ci riscoprono grazie a internet"

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

GAZZAFUN

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

Lealtrenotizie

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

2commenti

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale domani alle 14,30

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

ANTEPRIMA GAZZETTA

L'ultimo saluto a Giulia

Fedez in piazza per Capodanno. Ancora casi di bullismo. Inchiesta sulla dislessia

la storia

Colorno, i richiedenti asilo al lavoro a fianco dei volontari

1commento

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

La rabbia degli abitanti oltre il confine con Brescello. «Nessuno ci ha avvertiti e così abbiamo perso tutto»

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

polizia

Giovanissimi e violenti: denunciati due bulli 19enni

Una delle vittime massacrata per aver raccolto un rifiuto a terra

6commenti

POLIZIA

Rubavano gomme ai camion: 10 arresti, anche la Stradale di Parma nell'operazione

I malviventi viaggiavano fra la Puglia, l'Emilia-Romagna e il Piemonte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

Multati altri 3 tifosi che hanno esposto una "coreografia non autorizzata" fra il primo e il secondo tempo

1commento

TRASPORTI

Ferrovia interrotta per alluvione: bus sostitutivi e nuovi orari fra Parma e Brescello

Ecco cosa cambia sulla parte di linea Parma-Suzzara interrotta a causa dell'esondazione dell'Enza

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

ECONOMIA

Il ministro Martina ha incontrato i produttori di Parmigiano. Alluvione: "Siamo attenti a fare le cose bene"

Il presidente del Consorzio Bertinelli: "Cresce la produzione, prevediamo una crescita dell'export"

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

9commenti

AMARCORD

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

MANTOVA

Uccide i figli: indagato il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta le squadra

SOCIETA'

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260