19°

29°

facebook

Pizzarotti: "Diamo un segnale al calcio e alla politica"

Pizzarotti: "Diamo un segnale al calcio e alla politica"
Ricevi gratis le news
19

«Nessuna credibilità nelle parole del Sig.Manenti. Stiamo valutando se chiudere lo stadio. Oggi dobbiamo dare un segnale forte sia al calcio italiano che, soprattutto, alla politica. In questo Paese è tempo di dire basta a chi calpesta la dignità delle persone, delle nostre città e della nostra storia, oggi in particolare della storia secolare del Parma, dei suoi dipendenti e delle famiglie che hanno bisogno di risposte».

Lo afferma il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, in un post pubblicato in serata sulla sua pagina Facebook.
«Per anni - aggiunge - Parma è stata in mano a gente irresponsabile: i dati, le inchieste, i debiti e gli arresti passati parlano chiaro. Ma la nostra Parma, la città nella quale sono nato, merita di più, molto di più. E anche i parmigiani meritano tutto il bene di questo mondo. Oggi il sistema Paese deve davvero riflettere sulla direzione malsana che sta prendendo, perchè non c'è più tempo. Purtroppo c'è ancora un’Italia che non si cura più delle sue potenzialità, forse le lascia deperire tra l’indifferenza generale. Noi invece siamo pronti a pensare alla Parma delle eccellenze. Lo dico con sincerità: se Parma è più bella, anche l’Italia diventa più bella. Noi vogliamo essere quel Paese».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • silviococconi

    28 Febbraio @ 19.02

    E poi quando abbiamo ben chiuso lo stadio cosa risolviamo ?! ... Un'altra delle tante strutture che questa Giunta lascia cadere nedl disuso e nello sfacelo, come strade, tangenzialii, Ponte Nord, parcheggio di Via Europa e tante altre ancora ... Questa è l'innovazione politica "Made in Grillo" : il fare del "non-fare" : povero Pizza secondo me sei proprio inadeguato !

    Rispondi

    • Luciano

      28 Febbraio @ 20.39

      Le tangenziali non sono di competenza comunale, ma dell'Anas, e il ponte Nord andrebbe demolito, come tante opere inutili lasciate ai posteri dalla vecchia giunta di centro destra. Peccato che per demolirlo servono comunque soldi, e sarebbe bello farli sganciare a chi ha commesso questo scempio, ma purtroppo non c'è sindaco ad avere il potere per farlo.

      Rispondi

  • sindaco

    28 Febbraio @ 13.20

    in tutta questa vicenda c'è un aspetto DRAMMATICO nella sua semplicità. Ora TUTTI, sindaco, dirigenti, calciatori, dipendenti, fornitori, ora che il vaso di pandora è stato scoperchiato da qualcun altro, vanno giù pesanti in una atmosfera da tutti contro tutti. Ma la domanda più semplice, che ogni giornalista (ma anche persona comune) dovrebbe fare COME PRIMA DOMANDA a qualunque soggetto delle categorie esposte sopra (che ora hanno tanta smania di parlare), è: "ma se i problemi c'erano da molto tempo, PERCHE' NON AVETE DETTO NIENTE FINORA????????". io questa domanda non l'ho sentita fare da nessuno!!!!! (correggetemi ovviamente se sbaglio). Com'è facile ora vuotare il sacco, è stato evidentemente facile mantenere l'OMERTA' prima, per quieto vivere, alias PER MANCANZA DI PALLE. C'è voluto qualcuno che ci mettesse la faccia come CASSANO (che avrà mille, anzi centomila difetti oltre all' innata antipatia sua e della moglie) per iniziare a spostare il coperchio dal calderone!!!! Ma possibile???? E voi, persone coinvolte che ora piangete, NON VI FATE UN ESAME DI COSCIENZA??? NON VI VERGOGNATE DI NON AVERE AVUTO LE PALLE PER PARLARE PER ANNI????

    Rispondi

    • 28 Febbraio @ 13.23

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - La domanda è stata fatta: a Melli, al sindaco, ai dipendenti, ad altri...Ognuno ha la sua risposta, legittima e rispettabile; ognuno (noi compresi ovviamente) ha di che riflettere

      Rispondi

      • Maurizio

        28 Febbraio @ 14.23

        Comunque io penso che un sindaco si debba occupare della città, non del parma calcio anche se questo è patrimonio della città e il comune avanza crediti importanti, che su questa vicenda si faccia luce su chi ha colpe, su chi ha dormito su chi non ha vigilato e i colpevoli non possono essere i giornali a mio parere, è più grave un organo federale che tace sulla situzione economica rispetto ad una mancata denuncia da parte della gazzetta

        Rispondi

      • Maurizio

        28 Febbraio @ 14.21

        Adesso tutti ci domandiamo perchè nessuno ha detto niente ma io mi chiedo una cosa, perchè se uno dice e denuncia non sempre è tutelato? Nella vicenda parma calcio ad esempio c'è un giornalista che conosciamo tutti, da anni scrive tante cose non sempre piacevoli per tante persone, bene questo giornalista è stato emarginato dal sistema. Prendiamo qualche dipendente o collaboratore che ha provato in tempi non sospetti a prendere i soldi dovuti, bene queste persone sono "fuori dal giro". Tempo fa avevo bollato come una cosa inutile la mail del comune per poter denunciare credo gli illeciti fiscali o comunque qualche cosa semplicemente perchè se tu denunci quì in italia non sei tutelato, se denunci uno che ha più capacità economica di te o più credito pubblico sei rovinato, ecco perchè nessuno denuncia.

        Rispondi

  • federicot

    28 Febbraio @ 13.00

    federicot

    si diamo un bel segnale. chiudiamo col calcio aParma. staremo tutti meglio

    Rispondi

    • gherlan

      28 Febbraio @ 14.03

      soprattutto staranno meglio i residenti della zona stadio, sequestrati in casa a domeniche alterne; la prima condizione da porre a chi acquisterà il Parma dovrà essere "basta Tardini, se vuoi giocare ti costruisci a tue spese uno stadio fuori città come a Reggio, altrimenti ciccia"

      Rispondi

  • la rivolta di atlante

    28 Febbraio @ 12.31

    la rivolta di atlante

    RIVOLTA. RISANARE. RIFORMARE E RINASCITA... Le 4 ERRE ALLA PARMIGIANA. CAPITANO IN MARCIA SENZA SE E SENZA MA. La PARTE SANA DELLA CITTÀ È UNITA DIETRO DI TE, AGLI ALTRI RISPONDI SOLO CON I FATTI. SE VINCI MEGLIO PER TUTTI SE PERDI CI HAI PROVATO. QUESTO È IL TROFEO. NON TRADIRE LA RIVOLTA O TI PUNIRAI DA SOLO.

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    28 Febbraio @ 12.29

    Solo chiacchiere e distintivo...: Ghirardi/Manenti = Vignali/Pizzarotti

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Protesta

«Cittadella abbandonata»

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

Fidenza

Spargono olio davanti ai negozi

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

Terrorismo

L'Isis sui social: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

SPORT

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

IL DISCO

Elton John e quell'omaggio a John Lennon

SOS ANIMALI

Ritrovati a Bargone due cuccioli abbandonati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti