12°

Serie A

Lugaresi attacca: "Nessuno è innocente". Rabbia di Lucarelli

Alessandro Lucarelli
Ricevi gratis le news
6

"Per rispetto dei tifosi e di tutte quelle società che lavorano seriamente come noi penso che l’orario giusto per giocare fosse quello dettato dalla Lega. L’arbitro invece ci ha detto che la Federazione aveva fatto sapere che si giocava alle 15.15: a noi non risulta, la Lega non ci ha detto nulla. Noi non condividiamo questa protesta perchè viene dall’Aic che in questa storia del Parma si è comportata in maniera dilettantistica, in forte ritardo, fingendo di non sapere. Si sono mossi male e tardi, e ora stanno facendo ulteriori danni". E' pesante il commento del presidente del Cesena, Giorgio Lugaresi, in merito alla forma di protesta decisa dall’Assocalciatori per la vicenda del Parma. "In tanti anni di calcio non ho mai visto una situazione del genere e non esistono innocenti, nemmeno Donadoni - afferma ai microfoni di Sky Sport -. Ieri ha chiesto che qualcuno si assumesse delle responsabilità, ma lui dovrebbe assumersele anche, visto che a ottobre lo stipendio non l’ha presi e non ha fatto denuncia. Ha aspettato febbraio, e questo tempo perso è un danno per Parma, per i tifosi e per la città". Prosegue lo sfogo di Lugaresi: "Poi questo passaggio ridicolo di presidenti, quando Ghirardi e Leonardi sono i primi responsabili. Bisogna rimanere sul posto quando si combinano guai".

"Per rispetto dei tifosi e di tutte quelle società che lavorano seriamente come noi penso che l’orario giusto per giocare fosse quello dettato dalla Lega. L’arbitro invece ci ha detto che la Federazione aveva fatto sapere che si giocava alle 15.15: a noi non risulta, la Lega non ci ha detto nulla. Noi non condividiamo questa protesta perchè viene dall’Aic che in questa storia del Parma si è comportata in maniera dilettantistica, in forte ritardo, fingendo di non sapere. Si sono mossi male e tardi, e ora stanno facendo ulteriori danni". E' pesante il commento del presidente del Cesena, Giorgio Lugaresi, in merito alla forma di protesta decisa dall’Assocalciatori per la vicenda del Parma. "In tanti anni di calcio non ho mai visto una situazione del genere e non esistono innocenti, nemmeno Donadoni - afferma ai microfoni di Sky Sport -. Ieri ha chiesto che qualcuno si assumesse delle responsabilità, ma lui dovrebbe assumersele anche, visto che a ottobre lo stipendio non l’ha presi e non ha fatto denuncia. Ha aspettato febbraio, e questo tempo perso è un danno per Parma, per i tifosi e per la città". Prosegue lo sfogo di Lugaresi: "Poi questo passaggio ridicolo di presidenti, quando Ghirardi e Leonardi sono i primi responsabili. Bisogna rimanere sul posto quando si combinano guai". 


A stretto giro di posta arriva la replica di Alessandro Lucarelli, capitano dei gialloblù che oggi hanno deciso di non giocare in casa del Genoa. "Mi sembra un tantino esagerata questa presa di posizione, non ha capito che questa protesta non è per salvaguardare solo il Parma - dice il difensore toscano sempre a Sky -. Sappiamo benissimo che i nostri dirigenti non hanno fatto bene, ma c'è chi lo ha permesso e noi ci stiamo battendo per questo. Ora c'è il Parma in questa situazione, mi auguro non ci sia mai il Cesena, ci sono squadre che non hanno voce in capitolo e sono messe come il Parma o peggio. Vanno cambiate le norme federali, se il Parma è arrivato a questo punto qualcuno ha fatto finta di non vedere. I 15' di ritardo? Il suo capitano è stato contattato come tutti gli altri, tutti hanno dato l’ok e 3-4 squadre non volevano neanche giocare, se ne parlava con lui magari l'avrebbe saputo". Il futuro del Parma è sempre incertissimo: "Noi aspettiamo questa assemblea di Lega venerdì, secondo noi è stata fissata in ritardo, ma vediamo cosa verrà deliberato e ci muoveremo di conseguenza. Non so cosa dovevano denunciare Donadoni o giocatori, noi più che giocare nonostante fossimo senza stipendio non so cosa potessimo fare. Cambiamo le norme: anzichè dare tre mesi alle società per pagare gli stipendi, se venisse data l’obbligatorietà mensile non ci sarebbe bisogno di denunciare". Adesso, conclude Lucarelli, "mi auguro che potremo finire il campionato, perchè la società non c'è, il campionato è compromesso e allora la partita della domenica è l’unica cosa che ci rimane". (ITALPRESS).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gherlan

    01 Marzo @ 19.04

    "noi più che giocare nonostante fossimo senza stipendio non so cosa potessimo fare" beh, a giudicare dalla classifica non mi sembra che nel gioco vi siate impegnati molto... era MOLTO più serio convocare una conferenza stampa e dire a tutta la città come stavano le cose, almeno si sarebbe capito il disimpegno in campo. Ma veramente pensavate di essere licenziati se chiedevate ciò che vi spettava? Ma per favore! E se anche fosse stato, voi calciatori e allenatore siete gli unici lavoratori che lasciano un posto di lavoro alla sera e la mattina dopo ne trovano subito un altro. E' successo persino con Cassano, dopo aver detto a Garrone quelle cose. Anzi proprio per questo avevate il dovere di denunciare, anche a nome di chi effettivamente poteva avere più paura (dipendenti "normali", fornitori). Certo, sapendo che nemmeno il sindaco ha denunciato... (a proposito: un sindaco che si pretende onesto non solo non ruba per sé, ma nemmeno consente a chi deve soldi al Comune di non pagare per anni, usando "delicatezza" nei suoi confronti... ma spero che anche su questo metta gli occhi la Magistratura)

    Rispondi

  • VELENOSO

    01 Marzo @ 18.12

    Godro' quando retrocederete e come paracadute prenderete solo 5 milioni.

    Rispondi

  • eugenio

    01 Marzo @ 16.32

    È un poverino

    Rispondi

  • Michela

    01 Marzo @ 16.03

    Ho sentito l'intervista di sky a Lugaresi in diretta e sono rimasta esterrefatta. veramente parole fuori luogo. Donadoni doveva denunciare? Ma come potevano denunciare se venivano minacciati di essere licenziati se parlavano non solo il mister ma tutti gli altri compresi i dipendenti.caro Lugaresi spero proprio che il Cesena non arrivi a l fallimento ma non sembra che abbiate molta liquidità nemmeno voi dato che non avevate un euro per il mercato di gennaio e con la retrocessione in serie , B si potrebbero aggravare le cose. Mi auguro x voi di no. Non è una guerra tra poveri, ma le società dovrebbero essere coalizzate per sconfiggere un calcio marcio e schifoso come lo è il calcio italiano. Inoltre Mi auguro che quelli che hanno avuto la responsabilità di tutto quello che è successo al Parma calcio venga punito penalmente.

    Rispondi

    • federicot

      01 Marzo @ 17.10

      federicot

      non sai quel che dici....dipendenti calciatori e mister avevano tutti gli strumenti per intervenire. E magari mettevano alle strette il ghiro. A meno che non ci siano fatti che non conosciamo ancora.....

      Rispondi

  • eugenio

    01 Marzo @ 16.00

    Questo verme del cesena continua a parlare

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Il Marconi piange Giulia

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Montagna

Corniglio, si pensa a una eventuale «class action» contro Enel

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Colorno

Oltre un milione di danni per l'Alma

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

1commento

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Monza

Trovato il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa: era nel bagagliaio di un’auto

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS