19°

caos parma

Melli, lettera al vetriolo a Ghirardi e Leonardi

"Rovinato la vita a centinaia di persone". Lucarelli: "Sfogo comprensibile"

Melli, lettera al vetriolo a Ghirardi e Leonardi
Ricevi gratis le news
22

"Ciao Tommaso , ti scrivo oggi , 8 marzo , xche’ il Parma calcio ritorna a fare il suo mestiere , ke e’ quello di giocare la domenica , non so quanto durera’ , ma oggi ritorniamo a essere vivi.
Ti do’ del tu per la prima volta , anche xche’ da qualche mese non sei piu’ il mio presidente , di conseguenza essendo anche piu’ giovane di me mi permetto di chiamarti per nome .
Ti scrivo questa lettera perche’ sono anni che avrei voluto dirti un po’ di cose , ma purtroppo un po’ per il ruolo che ricoprivi , un po’ perche’ speravo sempre che ti riprendessi dalla confusione che avevi nella testa e molto perchè Silvia mi fermava in quanto ti voleva molto bene , e si fidava ciecamente di te e della tua famiglia , alla fine non sono mai riuscito a dirti le mie verita’ sulla tua persona". Inizia così la lettera di Alessandro Melli a Ghirardi.

Una lettera che parte amara e poi finisce al vetriolo. Con passaggi davvero durissimi.

Ecco come continua: "Sei arrivato a Parma come un ragazzo timido e appassionato di calcio , ti sei fatto volere bene da tutta la citta’ , nonostante la retrocessione, la gente ti amava e ti rispettava , come allo stesso tempo facevamo noi addetti al lavoro , perche’ vedevamo un ragazzo semplice che amava il calcio per cio’ che era , passione , divertimento , emozioni , vittorie e sconfitte, abbiamo accettato anche i tuoi errori , in fondo erano puri, dettati in primis dall’inesperienza, e poi nel calcio , come nella vita tutti possono commettere degli sbagli e una cosa naturale , ma poi abbiamo apprezzato gli sforzi che hai fatto , anche economici , per rimediare e sistemare le cose.
Tutto questo fino al giorno che ti sei fatto trasportare dal successo e dal potere
Da quel giorno il Tommaso semplice . genuino , appassionato di calcio , man mano che passava il tempo si trasformava in un presidente poco trasparente , cominciava a mostrare pochi valori verso i propri dipendenti , i propri fornitori e i propri tifosi , quel Tommaso non ha piu’ voluto mettersi al servizio della gente , ha cominciato a mancare di rispetto a tutti , raccontando mezze verita’ o mezze bugie , umiliando le persone a rincorrere i propri soldi, soprattutto non retribuendo le persone che lavoravano per lui .
X te la cosa importante era solo rispettare i cosiddetti obblighi federali e basta.

Avete ,( e uso Il plurale ,xche’ come ho detto sempre in faccia a lui, l’altro 50% delle responsabilita’ sono del tuo AMMINISTRATORE DELEGATO ), rovinato la vita a centinaia di persone ke ruotavano intorno al parma calcio , dipendenti – collaboratori – fornitori , tutta gente ke oggi x colpa del vostro egoismo , sono in disgrazia o in grosse difficolta’.
Nessun tentativo di salvare ( almeno in parte ) i danni creati , ne un’atto di compassione , ne delle scuse private o pubbliche , anzi ve ne viene a voi….Colpa di Taci , colpa della medio borghesia di Parma , colpa del sistema calcio , colpa della licenza uefa , colpa del Torino…VERGOGNATEVIIIIIIIIII

"Lo chiedo a lei Sign. Pasotti Gabriella : si sarebbe mai permessa di fare cosi’ con la sua azienda , la LEONESSA?????????????????????????????
Leggo ke sei preoccupato x la tua famiglia , x carita’ ci mancherebbe altro , guai se qualcuno, anche solo con il pensiero abbia in mente di mettere paura alla tua compagna o a tuo figlio , li ammazzerei con le mie mani , ma ti domando : tu ti sei preoccupato della famiglia di ACCORSI – PRIORI –BAZZARINI – PICCININI – ABLONDI – BRESCHI – S.GATTI – FALLINI – PELACCI - FATIR – D’ALESSANDRO – PAINI – POVOLO – RANCATI – TOMA – GATTI – ZANRE’ – BALOTTA – MANZANI – LANCELLOTTI - ACCURSIO – TINO – SANI – ROSSI – LORI – ecc ecc….potrei continuare x pagine e pagine
Avete umiliato ex giocatori come APOLLONI – CRESPO – LUCARELLI CRISTIANO – MORRONE ecc ecc a rincorrere i propri soldi x mesi se non x anni , ma vi rendete conto chi sono queste persone?????????????????
CAMPIONI DENTRO E FUORI DAL CAMPO
Voi non valete neanche un’unghia incarnit’ di rispetto a loro
Cara famiglia Ghirardi e caro Leonardi vi lascio un catalogo in caso pensiate di riprendere in mano una societa’ di calcio ancora
1) Bisogna avere rispetto dei tifosi , xche’ sono quelli ke ti danno da mangiare e lo fanno solo x l’amore della maglia e chiedendo semplicemente trasparenza
2) Bisogna pagare gli stipendi dei dipendenti xche’ sono qua da anni ( molto prima di voi ) e amano questo lavoro e il proprio club, nonostante una retribuzione modesta
3) Bisogna pagare i fornitori xche’ danno un servizio , ke porta qualita’ alla tua societa’
4) Bisogna pagare i collaboratori xche’ portano in giro il tuo nome e quello del club dandogli visibilia’ e prospettiva futura
5) Bisogna pagare i giocatori e lo staff tecnico , xche’ sono i tuoi dipendenti di lusso e di conseguenza danno visibilita’ mediatica ai vostri bei musoni , oltre ke valorizzare il club
6) Bisogna rispettare la citta’ , nei suoi cittadini , giornalisti , comune , istituzioni , ecc. ecc. , nella fattispecie PARMA , essendo storicamente una citta’ civile ed avendo un’educazione data dagli anni , non andava presa in giro come avete fatto voi
7) Bisogna rispettare una societa’ ke ha una storia centenaria , piena di trofei nazionali ed internazionali , ke voi ve li sognate in quel paese di campagna da dove venite
8) Se non avete rispettato nessuno dei 7 punti , dovevate almeno chiedere scusa a tutti e metterci la faccia invece ke scappare dalla nave ( stile Schettino )".
Vostro ex team manager".

Lucarelli: "Sfogo comprensibile: siamo stati tutti traditi"

"Lo sfogo di Sandro è comprensibile. Lo abbiamo vissuto in questi anni e tutti ci sentiamo traditi dalla società, non c'è altro da dire". Così Alessandro Lucarelli, capitano del Parma, a proposito dello sfogo di questa mattina del team manager ducale, Alessandro Melli, contro Ghirardi e Leonardi accusati di essere "scappati dalla nave in stile Schettino". Oggi il Parma torna a giocare contro l’Atalanta al Tardini nonostante una situazione difficile: "I tifosi ci hanno garantito il loro pieno appoggio - assicura il difensore toscano ai microfoni di Sky Sport -. E’ stato complicato preparare questa partita come è complicato da novembre a oggi, visto che durante la settimana non si parla d’altro. Cercheremo di isolarci e di pensare a questi 90'".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • MicheleAltro

    11 Marzo @ 13.33

    Giorno tre e ancora nessuna risposta né mail privata. Farsi forti dietro una tastiera è sempre più di moda. Del resto si dice che uomini come una volta non ne nascono più. Adesso nascono i leoni da tastiera, tanti piccoli vigliacchi che a quattr'occhi sono docili agnellini e si lanciano in "scusa, mi dispiace". Qualcuno l'ho conosciuto. Altri lanciano il sasso, nascondono la mano e corrono via. Poveracci.

    Rispondi

  • Caronte

    09 Marzo @ 12.04

    Asprilla, Melli, Barbuti. Questi i 3 bomber del Parma che ricordo più volentieri. Chiaro non sono giovanissimo, Barbuti non è che segnasse tanto ma quando ci ha tirato giù insieme alla ramata ha segnato la storia. Asprilla era goduria immensa, anche lui bomber di grandi pause ma gol eccezionali e importantissimi che ci hanno fatto fare tanta strada. Melli, parmigiano 100%, con quell'innato fiuto del gol, anche lui ha segnato gol importanti per la storia del Parma. Sicuramente per tutti e tre la scuola non è stato il passatempo preferito e hanno avuto sempre un modo di rapportarsi alla stampa diciamo "naif". Ma non è il discorso grammaticale a lasciarmi perplesso, ma la tempistica come dicono in tanti. E' vero, meglio tardi che mai ma non fuori tempo massimo. E'come assistere a un match di boxe, aspettare che uno dei due vada ko, salire sul ring e infierire un pugno a chi è a terra. Insomma, caro Sandro (ti do del tu tanto saremo su per giù coetanei), adesso che ti sei tolto i sassolini dalle scarpe magari riposerai anche più sereno, ma non so quanto il tuo sfogo potrà servire a salvare qualcosa di questo ennesimo noire parmigiano. Di sicuro da adesso ti ricorderò solo e unicamente come ciccio melli bomber e non come Alessandro Melli salvatore del Parma FC.

    Rispondi

  • marco

    08 Marzo @ 22.01

    Al contrario di MicheleAltro penso che si, avrebbe fatto meglio a far leggere la lettera a qualcuno prima di pubblicarla, ma il contenuto è più importante. E per quanto riguarda il fatto che poteva dirlo prima sarà anche vero, ma lo stesso discorso vale per tutti i giocatori, i dipendenti ed i fornitori. Il problema è che denunciare una squadra di serie A di un certo livello che magari va anche abbastanza bene in campionato non è affatto facile. Ci aveva provato la TEP e avete visto quanto era stata considerata. Siamo sicuri che qualcun altro avrebbe avuto maggior successo o sarebbe stato trattato come un mitomane? E noi tifosi, compresi quelli che scrivono qui, come avremmo preso uno che mentre la squadra vince 8 partite di fila o infila 11 risultati utili consecutivi ci dice che la società non paga dipendenti e fornitori? E' facile fare i coraggiosi quando nelle situazioni difficili ci si trovano gli altri....

    Rispondi

    • MicheleAltro

      09 Marzo @ 12.47

      Una risposta intelligente. Al contrario della vigliaccheria di altri (di cui attendo ancora una mail privata). Comunque sì, ho scritto "..ottima motivazione..." per sottolineare che la è. Io critico come è stata esposta, considerato che Melli è un uomo fatto e maturo di 45 anni, non un ragazzino che riempie sms o messaggi di whatsapp con k e x.

      Rispondi

  • eugenio

    08 Marzo @ 20.30

    Ghirardi che brutta persona

    Rispondi

  • eugenio

    08 Marzo @ 18.32

    Finchè c'è Melli c'è il Parma

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Le interviste sono state realizzate in diretta da Andrea Gatti su Radio Parma

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro