16°

30°

PARMA CALCIO

Donadoni: "Qui con orgoglio"

Roberto Donadoni

Roberto Donadoni

Ricevi gratis le news
0

Sette punti in tre partite, fra cui un pari a San Siro contro l’Inter e la vittoria di sabato sulla capolista Juventus. Piccole soddisfazioni in una stagione che resta disastrata. La situazione del Parma è quella che è ma Roberto Donadoni e i suoi ragazzi stanno dando tutto quello che hanno e qualche piccola gioia sta arrivando. "Tutto quello che è accaduto quest’anno ha dell’incredibile - sono le parole del tecnico ai microfoni di 'Radio Anch’io Sport' su RadioUno - E’ chiaro che anche se questi risultati ci danno piccole soddisfazioni, un aiuto a smaltire quello che è successo, rimane una situazione che non si può e non si deve verificare mai più da nessuna parte in Italia".

Il Parma però va avanti e questo grazie anche "al fatto di avere avuto una certezza di quello che sarà il prosieguo da qui alla fine del campionato, con i curatori fallimentari che ci stanno parlando chiaro, ci stanno dicendo le cose per come sono mentre prima ci raccontavano delle cose puntualmente tradite dai fatti. Ci è stato fatto capire che il futuro dipende dall’oggi e per tutti questi ragazzi che vogliono proseguire la carriera questa è una vetrina che li mette nelle condizioni di essere appetibili". E visto come va il Parma ora, se nel girone d’andata fosse arrivato qualche punto in più... "Per tutta quella parte del campionato si è andati avanti per inerzia - spiega Donadoni - L'anno scorso si è fatto un campionato di un certo livello e inconsciamenti si è finito col pensare poco al calcio e col ragionare molto su quello che stava succedendo. C'era l’apparenza che tutto si potesse risolvere ma quando si è capito che non era più così i buoi erano già scappati dalla stalla".

Donadoni ricorda che "abbiamo perso tante partite per episodi, per situazioni figli di quella disattenzione, di quella mancanza di concentrazione che serve poi per fare la differenza". E la parziale serenità ritrovata è la controprova. La gente è con la squadra, vedi anche l’allenamento di ieri in mezzo ai tifosi nel Parco della Cittadella ("abbiamo chiesto che in questo finale di campionato ci stiano vicini, non per pietismo ma per la necessità di guardare gli spalti e vedere loro a sostenerci, è una delle ultime soddisfazioni che possiamo avere"), ma anche Donadoni ha i suoi grandi meriti. Poteva andare via, le offerte non gli mancavano, ma è rimasto al suo posto. "Ho fatto una scelta, che è stata quella di rimanere qui e andare avanti finchè ne avrei avuto la possibilità e lo faccio con orgoglio. Tutti quanti faremmo più in fretta a dire 'me ne vado' ma questo non rientra nel mio modo di ragionare e nel carattere dei ragazzi che sono rimasti. Era la cosa più giusta e corretta da fare a dispetto di proposte più allettanti, che poi lo sono tutte quando non prendi un euro. Oggi non ho la più pallida idea di quello che sarà ma se questo tipo di situazione ha riavvicinato qualcuno ai valori vero dello sport e del calcio, questo mi riempie di gioia e mi auguro che lo spirito torni a essere un po' questo".

Infine una battuta sulla Juve, battuta sabato e domani attesa dall’andata dei quarti di Champions contro il Monaco: "ha le qualità sia tecniche che caratteriali per poter prevalere. Sono stati anche favoriti dal sorteggio e non si lasceranno sfuggire l’occasione". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

astronomia

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Barca prende fuoco e affonda nel Po, Marco Padovani muore annegato

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

7commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

anteprima gazzetta

La "cattedrale segreta", alla scoperta del duomo

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Non c'è posto? Qualcuno parcheggia lo stesso

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

2commenti

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

1commento

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti