Parma

Allarme ghiaccio: ancora disagi sulle strade - Ecco chi deve pulire i marciapiedi

Allarme ghiaccio: ancora disagi sulle strade - Ecco chi deve pulire i marciapiedi
Ricevi gratis le news
72

Settanta persone all'ospedale, per cadute sui marciapiedi, ancora tratti ghiacciati, e polemiche sulla pulizia degli stessi marciapiedi. La Polizia municipale raccomanda anche per oggi miolta prudenza.

LA CRONACA DI IERI

E' allarme ghiaccio in città e in provincia. Da stanotte, da quando cioè le temperature sono scese sotto lo zero, tante, tantissime  sono le telefonate arrivate alla Polizia Municipale e a Parma Soccorso per segnalare situazioni di disagio. Il centralino del 118 in particolare parla di almeno 20 persone scivolate dalla scorsa notte fino alle 9 di questa mattina. Fortunatamente, nessuno è rimasto ferito in modo serio.  La Polizia Municipale ha rilevato invece due piccoli incidenti senza feriti in via Emilia Est e in via Maestri del Lavoro.

CHI DEVE PULIRE I MARCIAPIEDI? - Risolti i problemi delle strade principali (ma restano disagi nelle laterali di alcuni quartier, anche in centro), oggi i disagi maggiori riguardano i marciapiedi. E come ad ogni nevicata si ripropone il problema di chi deve pulirli. Una delibera del 1997 che modificava gli articoli 44,45,46 della Polizia Municipale stabilisce che "Lo sgombero della neve dai luoghi e spazi  pubblici destinati al transito o al pargheggio (strade, via, piazze, largo, etc.) compete al Comune", mentre nei luoghi privati compete "ai proprietari o locatori degli immobili". A loro spetta anche "lo sgombero degli spazi dei marciapiedi per tutta la lunghezza che confina con le loro abitazioni, negozi, alloggi, stabili, orti, giardini, cortili.  "Nei casi in cui le strade, vie, piazze o spazi destinati all'uso pubblico non siano dotati di marciapiedi, i proprietari o locatari privati degli immobili confinanti don dati luoghi dovranno provvedere allo sgombero della neve per una fascia di almeno un metro di larghezza lungo il confine della loro proprietà con le aree pubbliche.

NEVE E GHIACCIO: LAVORI NELLE 80 SCUOLE COMUNALI - (comunicato Ufficio stampa Comune) – Da ieri sera i tecnici del Comune hanno lavorato per garantire l’accesso nelle 80 scuole comunali. Ora, conclusa questa prima fase nel pomeriggio, si sta lavorando per allargare il fronte della pulizia a tutto l’ingresso, con i lavori che dureranno per tutta notte e dovrebbero concludersi entro domani. Sono stati impiegati 50 spalatori e 40 mezzi fra spartineve, trattorini e botti per spargere il cloruro.
Purtroppo i tecnici riferiscono di un fenomeno, non eliminabile, di scioglimento/ricongelamento degli accessi che vanifica parte del lavoro fatto. Il problema, naturalmente, è diffuso in tutta la città e non solo nelle scuole, creando alcuni problemi di sicurezza. Un fenomeno destinato a ripresentarsi anche nei prossimi giorni e che va a compromettere la pulizia realizzata in alcune strutture: “Si prenda ad esempio questa mattina – riferisce il Servizio manutenzione del Comune – quando alcune scuole presentavano lastroni di ghiaccio agli ingressi. In realtà quelle scuole erano state pulite, tuttavia la neve sciolta ieri sera si è trasformata in ghiaccio stanotte quando la colonnina di mercurio è andata a -5. Allo stesso modo oggi per due ore, dalle 12,30 alle 14,30 la neve si è sciolta e ora sta ricongelando”.
Naturalmente si sono privilegiati gli ingressi pedonali, mentre i viottoli di accesso percorribili in macchina sono stati puliti in un secondo momento.
Come detto il problema dello scioglimento/ricongelamento non è circoscritto alle scuole, ma è generalizzato a tutta la città. Il Comune sottolinea di prestare massima attenzione ai marciapiedi, ma anche alle strade, dove potrebbero formarsi lastre di ghiaccio, nonostante il sale, che corrono lunga la carreggiata.  
 

450MILA EURO- I fiocchi di questi giorni sono costati solo al Comune di Parma 450mila euro: "un quarto di asilo, o di una casa protetta", spiega Franco Salsi, responsabile del piano antineve del Comune. Mettere in funzione tutti gli spazzaneve richiede una spesa di 15mila euro all'ora, mentre il sale costa 75 euro a tonnellata e il cloruro di calcio circa il doppio.

18 CENTIMETRI - La nevicata di mercoledì ha lasciato a terra 18 centimetri di neve mischiati a 30 millimetri di pioggia. Il 3 gennaio del 1911, erano  scesi 64 centimetri in un solo giorno.

STASERA CIASPOLATA NEL TORRENTE - Piancastrelli e Rinaldi dell'associazione "Terre Emerse" in collaborazione con "Spazio Verde" organizzano una breve ciaspolata nel greto del torrente Parma nel suo tratto cittadino per apprezzare un lato nuovo e insolito del torrente, uno straordinario angolo di natura che entra in città e la attraversa in tutta la sua lunghezza. Il ritrovo è per stasera alle 21 sotto i portici della Pilotta lato Ponte Verdi. E' necessario munirsi di una torcia. E' inoltre prevista una piccola quota di partecipazione che darà anche la possibilità di noleggiare le ciaspole sul posto previa prenotazione, che è obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni: 0521-671689.


LA CRONACA DI GIOVEDI'
 

Doveva essere la prima giornata del blocco del traffico anti-smog, e poteva essere la seconda giornata di "passione" per gli automobilisti a causa di neve e ghiaccio. Ma a sistemare tutto ci ha pensato quello che da sempre è contemporaneamente il miglior piano-neve ed il migliore anti-smog: la pioggia. la neve caduta ieri in abbondanza si sta rapidamente sciogliendo, anche se resta in alcuni tratti il pericolo ghiaccio. Consigliabile ancora prudenza. Anche perchè le previsioni parlano di nuove possibili nevicate. La temperatura delle 7 era ancora sotto zero: -0,6°, e la massima prevista è di 3°. Notte tranquilla per i vigili del fuoco, mentre i mezzi del 118 sono intervenuti questa mattina per un incidente tra Noceto e Fidenza. In città, la Polizia municipale segnala circolazione regolare.

IL PIANO NEVE DEL COMUNE - "I mezzi hanno proseguito nella notte le attività di sgombero neve nelle zone Parma Sud, Parma Nord, grande viabilità, svincoli, tangenziali fino a questa mattina - fa sapere il Comune di Parma in un comunicato stampa - A partire dalle  6 è stato completato lo spargimento di 75 tonnellate di cloruro di calcio. In queste ore della mattina sono in corso attività di pulizia marciapiedi e rifiniture nel centro storico, mentre si sta procedendo con alcuni mezzi spartineve all’ulteriore pulizia delle strade urbane ed extraurbane, con particolare attenzione alle frazioni. Nel pomeriggio verrà ripreso lo spargimento del sale. È prevista pioggia/neve per le prossime 6/8 ore".

SCUOLE- Domani saranno aperte le scuole di Parma e di Fidenza, mentre resteranno chiuse fino a lunedì quelle nei Comuni di Tornolo, Compiano, Albareto, Bedonia e Borgotaro.

FONTANELLATO, 270 QUINTALI DI SALE - Leggi

AUTOSTRADE: CIRCOLAZIONE REGOLARE - Per verificare la situazione sulle nostre autostrade:   webcam allacciamento A1-A15   -   webcam casello Parma - Per maggiori informazioni: www.autostrade.it , www.autocisa.com  - La posizione degli autovelox questa settimana

 Il Centro nazionale di coordinamento in materia di viabilità del ministero dell’Interno precisa che questa notte «nessuna chiusura ha interessato direttamente l'autostrada A1, bensì, a causa del maltempo, ne è stato solamente interdetto per alcune ore l’accesso dai caselli tra Lodi e Parma compresi».
La misura, spiegano dal centro, è stata resa necessaria per regolare la circolazione su quel tratto d’autostrada, interessato nella notte «da un fenomeno meteorologico molto raro detto 'pioggia gelatà, che ghiaccia il manto stradale e appanna pericolosamente i parabrezza delle auto».
La situazione è stata riportata alla normalità grazie all’intervento dei mezzi spargisale e alle pattuglie della Polizia stradale utilizzate come safety car.

GUARDA - Le foto e i video dei lettori - Bianco da cartolina: 1 - Sciare in città - Neve a Parma: 1-2. - Allarme ghiaccio

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • angela

    10 Gennaio @ 12.51

    La zona della stazione ed in particolare i marciapiedi che collegano via Trento a Piazzale dalla Chiesa sembrano una pista di ghiaccio. I cittadini sono in difficoltà, ma nessuno si preoccupa di risolvere il problema.

    Rispondi

  • Ubaldo

    09 Gennaio @ 23.31

    Riguardo la pulizia dei marciapiedi, da parte dei FRONTISTI, sono d'accordo infatti l'altro ieri mattina mi sono armato di pala e, con l'aiuto di un ragazzo di buona volontà, abbiamo pulito tutto il tratto di marciapiede di nostra competenza senza nessuna lagnanza. Dopo due ore però il marciapiede era ricoperto di neve per tre quarti della larghezza a causa dei trattori spazzaneve che hanno pensato bene di annullare tutta la nostra faticata ed in più hanno BEN TAMPONATO L'USCITA DEL PASSO CARRAIO. A questo punto vorrei porre una domanda al responsabile del piano neve: E' LOGICO CHE UN CITTADINO SI DIA DA FARE PER RISPETTARE LE DISPOSIZIONI COMUNALI E POI IL TUTTO VENGA VANIFICATO DA PERSONE NON IDONEE A USARE I MEZZI SPAZZANEVE O NON ISTRUITE A DOVERE??? Alla prossima nevicata, sicuramente il sottoscritto non userà la pala ma aspetterà che arrivi agosto perchè la neve si sciolga da sola. Gradirei una risposta dalla persona competente. Grazie.

    Rispondi

  • dennis

    09 Gennaio @ 21.57

    sono veramente arrabbiata questa mattina ho portato i bimbi a scuola in via pini e lo stradello che porta al nido era completamente impraticabile perche la neve non e stata tolta ed era ghiacciata e molto pericolosa stessa cosa per lo stradello che porta alla scuola elementere scivolavano pure gli happy bus con grande pericolo per i bambini e genitori che vergogna!!!!!!

    Rispondi

  • claudio

    09 Gennaio @ 19.59

    certe gente di parma meriterebbe di abitare in montagna oppure a stoccolma. che brutta cosa essere abituati male! quando andavo a scuola e c'era la neve prendevo l'autobus mezz'ora prima del solito, mi alzavo mezz'ora prima del solito, arrivavo a scuola allo stesso orario. portavo gli scarponi e quando arrivavo a scuola mi cambiavo con le scarpe che avevo nello zaino. credo che potremmo fare tutti cosi' oggi e invece di lamentarci, alla sera tornando dal lavoro fare un po di ''rotta'' come si dice a parma, sempre che uno non sia costretto a farla al mattino per poter uscire di casa!!! la neve è una cosa salutare ed è un segno che la natura ancora funziona. ma non ci lamentavamo del riscaldamento del pianeta????

    Rispondi

  • Luca

    09 Gennaio @ 18.39

    Non riesco a capire come ci si possa lamentare della pulizia dei marciapiedi se la legge dice: "I FRONTISTI DEVONO PULIRE I MARCIAPIEDI"!!! A mio onesto parere le strade sono sempre state pulite e nessuno ormai prende più in mano una pala e si da un pò da fare per la comunità!!! Domanda lecita: si pretende forse un pò troppo e si fa forse molto poco???

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

E' morta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I rilievi dopo l'incidente

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

BASSA

Fracasso (Fai): "La grande bellezza di Colorno va tutelata"

polizia

Via Pelizzi, i ladri narcotizzano il cane e minacciano con le mazze il padrone di casa

Tre furti compiuti, uno tentato e due cassaforti sparite in un solo pomeriggio

1commento

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

MILANO

Fischi e insulti per Donnarumma a San Siro

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS