19°

Parma

Contagio di epatite e HIV da trasfusione: l'Ausl ha pagato il maxirisarcimento

Contagio di epatite e HIV da trasfusione: l'Ausl ha pagato il maxirisarcimento
Ricevi gratis le news
2

Comunicato stampa 
 

L’Azienda USL di Parma ha corrisposto, nel complesso, un milione e trecentocinquantasettemila euro a titolo di arretrati, per gli anni 2007 e 2008, a favore di 38 persone, nella nostra provincia, che sono state contagiate dai virus dell’epatite e dell’HIV, attraverso trasfusioni di sangue e somministrazione di emoderivati.
 
Nel 1992, con legge 210, infatti, il legislatore italiano ha previsto il riconoscimento di un equo indennizzo a favore di chi, a seguito di emotrasfusione e somministrazione di emoderivati, ha subito un danno alla salute irreversibile.

L'indennizzo consiste in un assegno bimestrale vitalizio, una sorta di "pensione" di importo sensibilmente variabile a seconda della gravità dell'infermità riportata. Nel corso degli anni, il testo originario della Legge n. 210/92 ha subito diverse modifiche ed integrazioni ed ha dato luogo a non poche difficoltà sia di carattere interpretativo che all'atto dell'applicazione pratica.
L’indennizzo decorre dal 1° giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda. Chi beneficia dell’indennizzo è esente da spese sanitarie e dalla quota fissa per la ricetta medica, limitatamente alle prestazioni sanitarie per la diagnosi e la cura della patologia stessa.
I fondi per corrispondere gli indennizzi ai sensi della legge 210 arrivano dal Ministero della Salute alle Regioni e, da queste, alle Aziende USL, che provvedono al pagamento a favore dei cittadini.

Il pagamento dei  ratei bimestrali è sempre stato regolare, mentre si erano accumulati ritardi per quanto riguarda gli arretrati, problema, questo, ora risolto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luca Ronzoni

    11 Gennaio @ 01.29

    Io sono nato nel 1976 ma il ginecologo di allora aveva fatto prendere un farmaco a mia madre in gravidanza che non avrebbe mai dovuto assumere e che in seguito è stato infatti ritirato dal mercato e sono nato con gravi malformazioni alla vista. Ma non ho mai ottenuto alcun risarcimento. Il Tribunale del Malato allora non c'era, i miei genitori non hanno mai chiesto danni a nessuno, poi sono passati tanti anni prima che io chiedessi loro se avevano chiesto i danni a qualcuno ma mia madre all'epoca mi disse che non ci aveva pensato... Io i danni invece li chiederei anche se sono passati quasi 33 anni.... Attualmente faccio una vita normale, anche se ho cmq un'invalidità civile del 67% (sono cieco da un occhio e ho una forte miopia all'altro), non posso ottenere la patente di guida, ma questa invalidità mi permette comunque di lavorare. Però un risarcimento lo vorrei anch'io dall'Azienda Usl anche se sono passati tanti anni...

    Rispondi

  • Milla

    09 Gennaio @ 16.06

    Il risarcimento è giustamente stato riconosciuto a tutte le persone che dai primi anni 70 (scoperta dei virus) all'inizio degli anni 80 ultimi casi di contagio, hanno subito trasfusioni di sangue infetto. E' stato dimostrato che in quel periodo non erano stati applicati ovunque gli appositi controlli per prevenire i contagi.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Le «sóri caplón'ni», angeli in corsia

TUTTAPARMA

Le «sóri caplón'ni», angeli in corsia

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

COMUNE

Guerra: «Capitale della cultura, ecco perché possiamo farcela»

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro