10°

20°

Parma

Caso Emmanuel, i vigili non rispondono agli inquirenti - Lunedì la decisione sulla convalida degli arresti

Caso Emmanuel, i vigili non rispondono agli inquirenti - Lunedì la decisione sulla convalida degli arresti
Ricevi gratis le news
95

Tre mesi e mezzo di indagini e accertamenti, perizie e interrogatori. E nel pomeriggio di mercoledì, per quattro degli agenti della polizia municipale coinvolti nel caso di Emmanuel Bonsu, lo studente ventiduenne fermato e picchiato al parco Falcone e Borsellino, sono scattati gli arresti domiciliari. Si tratta degli agenti Mirko Cremonini, Ferdinando Villani, Marcello Frattini e Pasquale Fratantuono a carico dei quali pesano accuse pesantissime: di violenza privata, perquisizione arbitraria, sequestro di persona, con l'aggravante della discriminazione e dell'odio razziale.

OGGI L'INTERROGATORIO, LUNEDI' IL GIP DECIDE SUGLI ARRESTI. Questa mattina all'alba, sono entrati in Tribunale per essere interrogati dal gip Rogato, di fronte alla pm Roberta Licci, 5 dei 6 vigili per cui è stata disposta la sospensione dal servizio (il legale di uno degli indagati ha motivato l'assenza del suo cliente a causa di un "legittimo impedimento"). In seguito sono arrivati i quattro agenti agli arresti domiciliari. A quanto si è appreso, tutti gli agenti coinvolti si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. «La scelta di non parlare - ha spiegato Michele Dalla Valle, legale di uno degli indagati - è dovuta alla necessità di leggere le 2mila pagine di atti che la Procura soltanto ieri ci ha consegnato. Per questa ragione ci siamo riservati. Adesso bisogna decidere se ricorrere al Tribunale della libertà». I termini per ricorrere al Riesame di Bologna sono fissati in dieci giorni.
Intanto il gip Rogato deciderà lunedì se convalidare gli arresti per i quattro agenti finiti ai domiciliari. Sempre lunedì sarà sciolta la riserva sulle richieste di sospensione dai pubblici uffici che la Procura ha presentato nei contronti dei 6 indagati. Uno degli agenti agli arresti domiciliari ha chiesto al gip la revoca del provvedimento cautelare o la sostituzione con una misura «meno afflittiva». Alla richiesta però si è opposta la pm Roberta Licci, titolare dell’inchiesta.

TUTTI SOSPESI DAL SERVIZIO. Intanto il Comune ha sospeso dal servizio tutti gli agenti coinvolti nell'inchiesta, a titolo precauzionale. "A seguito degli sviluppi dell’indagine della Magistratura che tra gli altri provvedimenti ha portato all’arresto di alcuni vigili coinvolti nel fermo del giovane Emmanuel Bonsu - dicono in municipio - il sindaco Pietro Vignali ha disposto che gli uffici competenti provvedano all’immediata sospensione cautelativa dal servizio di tutti gli agenti della Polizia Municipale implicati nella vicenda".

LA FOTO "TROFEO" - E' stata diffusa anche una foto che ritrae uno degli agenti insieme a Emmanuel. L'immagine, che secondo la testimonianza del ragazzo sarebbe stata scattata dopo aver costretto Emmanuel a piegamenti all'urlo di "scimmia" era stata cancellata dal pc.

LA DENUNCIA CONTRO IL PADRE DI EMMANUEL - Un agente, è emerso ieri, dieci giorni fa ha anche querelato il padre di Emmanuel, Alex Osei Bonsu, per calunnia. Secondo il vigile, il papà di Emmanuel avrebbe chiesto "in modo particolarmente vibrante" il perché di quell'occhio nero a suo figlio.

LE DIMISSIONI DELL'ASSESSORE - L'assessore alla Sicurezza e alla Polizia Municipale Costantino Monteverdi si è dimesso mattina attraverso la lettera che trovate in allegato in fondo a questo articolo. Spiegando le ragioni della decisione, Monteverdi ha detto che spera in questo modo di calmare la pressione mediatica sulla vicenda. "Bisogna condannare i colpevoli, non tutta la Polizia municipale", ha aggiunto. Guarda la video-intervista.

L'OPPOSIZIONE: "GESTO DOVUTO, MA TARDIVO"
Leggi il comunicato stampa trasmesso nella tarda mattinata. (La richiesta di dimissioni era arrivata in mattinata dall'opposizione in Consiglio comunale. Leggi l'articolo.)

VIDEO :Riascoltate la denuncia di Emmanuel

I servizi del Tg Parma: 1 - 2 - 3

Altri particolari sulla Gazzetta di Parma

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Mary

    21 Gennaio @ 22.15

    Ma insomma, allora la colpa è dell' Amministrazione Comunale, invece che dei 10 coinvolti nel fatto, come sostiene la signora Guarnieri, che dice che le dispiace per gli agenti, umanamente, perchè li ha conosciuti, ma non per l' Amministrazione che è responsabile? Vorrei capire in che modo secondo Lei avrebbero fomentato questi comportamenti. Secondo me ne è corresponsabile anche la minoranza come afferma il consigliere Agoletti, e allora mettiamoci anche tutti i cittadini parmigiani. Dovrebbero andarsene tutti da questa città, perchè sono razzisti, e Parma dovrebbe rimanere deserta, anzi popolata solo da persone extracomunitarie e così avrebbero dei posti in cui dormire e posti di lavoro. Anzi propongo di andare tutti nei loro paesi e così fare uno scambio- gemellaggio per mettersi nei panni altrui e provare a vivere realtà differenti, capire la loro mentalità,usi e costumi, i posti da cui provengono, andare a messa nelle moschee, anche se non è in italiano. Se ci fosse piu' empatia e mettersi nei panni altrui queste cose non succederebbero. Tutta Parma si è sentita ferita, non solo il sindaco Vignali, tutti siamo colpiti da questa vicenda. Già avere un sindaco umano è una cosa molto bella, ed è assai peggio approfittarsi di questa bontà e umanità e strumentalizzare e fomentare losche vicende dal retrogusto politico, siamo bene amministrati, ma è tutta questa opposizione strumentalizzata che fa paura, anche a Bonsu, sarebbe decisamente ora di finirla e lasciar parlare la legge per favore, grazie. Un augurio a tutta Parma di guarire da questo incubo mediatico molto presto, perchè fa male. Ciao

    Rispondi

  • Mary

    20 Gennaio @ 01.06

    Specificio che per Qi nel mio commento intendevo dire Quoziente Intellettivo.Cosa che evidentemente andava misurata ogni giorno agli agenti per vedere se fosse sceso sotto la soglia di tollerabilità, per conservarne il posto... Se all'assunzione fosse stato alto...tuttavia ne dubito fortemente, data la foto e la scritta sulla busta, specialmente di quella persona che vi compare. Mi scuso se sbaglio, è una semplice opinione. Il mio dubbio è: anche ammesso che sia stata sbagliata persona, e già questo è grave perchè accusare un innocente di qualcosa che non ha fatto e poi trattarlo in quel modo, è non solo calunnia ma pura violenza gratuita in aggiunta, con vie di fatto, a una persona che essendo in minoranza non poteva nemmeno granchè difendersi. Del resto si sa, che a volte il gruppo crea senso di onnipotenza e bullismo verso i piu' deboli, ma solo se si è totalmente fuori testa. Forse in quel periodo c'era caldo, davvero non si può o non si riesce a trovare una scusante, è un vero mistero che soltanto quei dieci parlando possono risolvere e chiarire. Comunque, torno al mio dubbio forte, che è questo: ma anche ammesso che si siano sbagliati di persona, però se fosse stato veramente lo spacciatore, sono questi i metodi usuali che si usano, per far confessare un delinquente dopo l' arresto? no, lo chiedo perchè non lo so, se è prassi comune della polizia trattare così le persone arrestate, colpevoli, sia ben chiaro, a Parma e in altre città. può darsi che si usino questi modi, nei films a volte si vede, ma vorrei ben sperare che rimanga solo nella finzione e non diventi realtà, perchè ci si mette al loro livello, perchè comunque si tratta di violenza, e si diventa delinquenti anche stando dall'altra parte, da qualsiasi parte si stia, delinquenti o agenti, la violenza è violenza, e va condannata. Non so, nel caso venga usata come legittima difesa è giusto, ma se no, NO! Va abolita totalmente come metodo, negli interrogatori, arresti e quant' altro, se fosse possibile, perchè si tratta di lesione dei diritti umani, comunque, al pari della tortura, per far confessare. Bisogna anche poi vedere la gravità delle situazioni, ma insomma, ci vuole un minimo di buon senso, e mi pare che sia proprio quel che sia mancato agli agenti. Scusate, ma a questo punto magari non l' hanno fatto neanche per cattiveria o violenza, quelli non c'erano proprio con il cervello a causa del caldo....o chissà per quale motivo...è un comportamento proprio fuori di testa e difficilmente scusabile. Per questo non parlano,si rendono conto di aver sbagliato. Ma, almeno si pentissero e chiedessero scusa ad Emmanuel, in fondo sarebbe già molto. Chiedo scusa a Emmanuel, sicuramente non TUTTI gli agenti di polizia o vigili sono così al mondo, e Parma non fa testo perchè non è affatto razzista, poteva capitare ovunque. Emmanuel, non devi aver paura di andare in giro per le strade perchè nessuno ti vuole male, anzi l' intera città ti è vicina e se hai bisogno di aiuto ti verrà dato, specialmente umano, parole di conforto, rassicurazione e vicinanza. Quindi, torna a scuola, alla comunità di Betania e alle attività che svolgi abitualmente. Parma, ripeto, è una città accogliente ed ospitale, di questo ne sono piu' che certa. A parte le eccezioni che confermano la regola. Ciao

    Rispondi

  • remo

    19 Gennaio @ 21.38

    non ho mai visto la foto di Emmanuel prima del "fattaccio" sarei curioso di vederla..( mi chiarirebbe un dubio) grazie.

    Rispondi

  • alberto

    18 Gennaio @ 19.03

    Scusate se i vigili di Parma si sono lasciati trasportare dalla rabbia trovandosi di fronte ad uno spacciatore "sotto osservazione" . Mi piacerebbe sapere quale sarebbe stato il vostro atteggiamento nei suoi confronti ; paternalistico forse?

    Rispondi

  • un parmigiano amareggiato

    18 Gennaio @ 10.07

    Sono nato a Parma e contento di viverci,dove se non funziona la polizia municipale, sempre più impegnata a vessare i cittadini e a far cassa per conto del Comune ormai in note difficoltà economiche, sono certo funzioni l'autorità giudiziaria. In quante città un fatto come questo sarebbe stato bellamente insabbiato con la complicità istituzionale dell'autorità giudiziaria appunto?! Quindi lodi al procuratore capo Laguardia e ai suoi sostituti, che hanno anteposto il quieto vivere,fatto di reciproci favori a costo a volte della dignità umana,alla traspa renza e alla verità dei fatti. Chi indossa una divisa,che lo faccia per 1500 € o per un milione, prima di tutto deve possedere quelle qualità morali,etiche e di giustizia,che il superamento di un concorso pubblico,da solo non sempre garantisce. Ricordo quando da ragazzo,i vigili oltre all'ammenda riuscivano,magari in dialetto parmigiano,a trasferirti la loro reale funzione di pubblico ufficiale al servizio della comunità, miscelando educazione civica al codice stradale,elasticità mentale al rigore, senso di giustizia e rispetto per tutti...insomma una figura al reale servizio della comunità,e non caricature dell'ordine costituito,sceriffi ( aihmè con pistola) con uno smodato senso di frustrazione verso una comunità che non conoscono,privi spesso della necessaria predisposizione al servizio pubblico oltre che,come in questo caso, dei primari valori di rispetto della persona. Tutto ciò è inammissibile,e la speranza diffusa in città fra le persone che amano Parma e la conoscono da 50 anni, è che la pena sia esemplare,e che possa fare da deterren te a comportamenti futuri simili a questo che non solo fotografano la povertà interiore di chi li ha commessi, ma inevitabilmente accomunano a questi, un'intera città da sempre nota nel mondo per la sua tolleranza,cultura e qualità della vita. No alle strumentalizzazioni politiche,si alla ricerca della verità come fondamento della civile convivenza. Un parmigiano amareggiato

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Trento doc «Etyssa», spumante di montagna nel nome dell'amicizia

IL VINO

Trento doc «Etyssa», spumante di montagna nel nome dell'amicizia

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Parma-Entella 3-1: Lucarelli segna nel primo tempo, decisivi Calaiò e Insigne nella ripresa

STADIO TARDINI

Parma-Entella 3-1: Lucarelli segna nel primo tempo, decisivi Calaiò e Insigne nella ripresa Foto

Il Parma sale a 14 punti in classifica

2commenti

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

BLOCCO DEL TRAFFICO

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

10commenti

weekend

Castagne, musica e iniziative nei castelli: l'agenda

PARMA

Ruba 3mila euro: donna delle pulizie incastrata dalle telecamere Video

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

1commento

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

PARMA

Fugge e abbandona la borsa con la droga: sequestrati 3 etti di marijuana

Valore sul mercato dello spaccio: circa 3mila euro

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

INCIDENTE

Scontro auto-moto a Langhirano: un ferito grave

Lo scontro è avvenuto in via Roma

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

CARABINIERI

Scippa una giovane a Reggio: denunciato 16enne di Parma

Il ragazzino è accusato di furto con destrezza

2commenti

CARABINIERI

Aveva in casa un Macintosh rubato al Bocchialini: denunciato 21enne

Il giovane sosteneva di aver comprato il computer da un amico, per 50 euro

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

BASSA

Energia elettrica, servizio regolare a Fontanellato: la sospensione è stata spostata al 30 ottobre

L'elettricità dovrà essere staccata per un'intera mattina a causa di un intervento nella scuola

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

LUCCA

E' morto il bimbo di un anno caduto dal trattore

FOCUS

Quando l'inquinamento uccide Video

SPORT

formula uno

Cosa c'è dietro la crisi Ferrari

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

1commento

MOTORI

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro