19°

Parma

E' morto Mauro Saviola, il re del legno

E' morto Mauro Saviola, il re del legno
Ricevi gratis le news
0

"Stiamo recuperando legno, aiutateci a salvare gli alberi". Recita così la frase riportata sulle centinaia di camion del Gruppo Mauro Saviola che ogni giorno percorrono in lungo e in largo la penisola. Il riciclaggio del legno usato, così come i pannelli di truciolato e poi i mobili in kit, erano stati la grande intuizione di Mauro Saviola, l'imprenditore di Viadana scomparso martedì all'età di 70 anni, stroncato da una malattia che lo aveva colpito alcuni mesi fa. Aveva cominciato a lavorare a soli 11 anni nella falegnameria del padre e nel corso degli anni aveva creato dal nulla un vero e proprio impero, il Gruppo Mauro Saviola, che oggi conta venti stabilimenti sparsi in tutt'Italia e all'estero, 1800 dipendenti e 800 milioni di euro di fatturato all'anno. Un imprenditore, Saviola, molto conosciuto anche a Parma, dove veniva spesso e dove aveva diverse proprietà. In particolare, ha gestito - fino alla recente chiusura - il Centro medico Simonetta in borgo delle Colonne, mantenendo anche dopo la chiusura la proprietà del palazzo storico in cui il centro aveva sede. Così come era proprietario di diversi altri palazzi in centro storico, come in via Cavour e in via Repubblica (possedeva lo stabile dove si trova il ristorante Parizzi).
«Ho solo un rimpianto, di non averlo conosciuto prima», dice Alberto Ziliani, consuocero di Saviola (la figlia Veruschka ha sposato uno dei due figli dell'imprenditore, Alessandro) e originario di Parma. «Era un uomo eccezionale, che dal niente ha creato un impero, un uomo generoso, leale. Per me era come un fratello, ma un fratello amico. Il fatto di aver gestito tutto quell'impero e che non ci sia mai stata una sola ora di sciopero o un solo giorno di cassa integrazione, la dice lunga su come sapeva rapportarsi con la dirigenza e gli operai. Era un uomo trasparente, forte e coraggioso». Ricorda che qualche anno fa Saviola rifiutò una proposta degli americani che gli offrivano una cifra astronomica per rilevare il suo gruppo. «Mi disse: “Ma cosa me ne faccio dei soldi? Preferisco lavorare a andare avanti con l'azienda che ho creato”». Da ragazzo andava a vendere il carbone e la legna con il triciclo. «Una persona che non ha ereditato la sua fortuna - osserva Ziliani - ma che se l'è fatta da solo, creando un impero dopo essere partito veramente da zero». Un lavoro di espansione che non ha mia interrotto. «Ha sempre continuato ad aprire nuovi stabilimenti, anche quando poteva fermarsi. Ultimamente poi stava pensando di trasferire in aperta campagna gli impianti che si trovano in paese a Viadana».
Il motto che amava ripetere era: «Diecimila alberi salvati ogni giorno». Perché la sua passione per il lavoro andava a braccetto con la sua attenzione per l'ambiente e la sua vocazione all'ecologia, quella vera, praticata sul campo giorno dopo giorno nell'attività delle sue fabbriche. Dove si producono pannelli truciolari utilizzando soltanto materiale di recupero.
Saviola era nato a Viadana nel 1938. Il padre Alfredo lavorava i manici di scopa nella sua falegnameria e ben presto il figlio cominciò ad aiutarlo in bottega. Poi cominciarono a commerciale legname e carbone per riscaldamento, fino a quando Mauro capì che il futuro poteva essere nel legno di scarto, quello che abbondava nella vicina golena del Po. Da qui l'idea di creare pannelli in truciolare, salvaguardando gli alberi vergini e recuperando legno che altrimenti sarebbe andato perduto. Nascono così i pannelli ecologici, dei quali Saviola ha ideato i relativi processi di realizzazione e perfino i macchinari per la lavorazione. Dopo quella geniale intuizione è stato un crescendo continuo, con l'apertura di nuovi stabilimenti prima a Viadana - da cui non si è mai voluto allontanare e dove tuttora ne esistono tre - e poi un po' in tutt'Italia e anche all'estero, fino in Sudamerica. Mezzo milione i pannelli costruiti ogni mese, venduti fra gli altri anche a Ikea, il colosso svedese dell'arredamento.
Quel suo pallino di lavorare con il legno usato, salvando così milioni di alberi, ha fatto di lui un vero e proprio paladino dell'ecologia anche agli occhi dei mass media. Spesso veniva invitato a partecipare a trasmissioni televisive, dove spiegava con naturalezza quella sua filosofia del recupero, che era convinto potesse contribuire davvero alla costruzione di un mondo migliore.
Il suo attaccamento al lavoro e alle sue fabbriche era tutt'uno con l'affetto per la grande famiglia dei suoi dipendenti. Che ogni anno, il primo maggio, invitava in massa a partecipare al pranzo che offriva nella sua villa. Per quell'appuntamento venivano da tutti gli stabilimenti italiani e anche dall'estero: l'ultima volta erano in ottocento. E poi c'era l'amore per la pittura, un altro dei modi attraverso i quali esprimeva la propria creatività. E le sue opere, ovviamente, non poteva che realizzarle dipingendo sui suoi pannelli ecologici.
I funerali saranno celebrati oggi alle 14.30 a Viadana, con partenza dall'abitazione di viale Lombardia 15 per la chiesa di Santa Maria del Castello.f.ban.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

27commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Le interviste sono state realizzate in diretta da Andrea Gatti su Radio Parma

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro