10°

22°

Parma

«Non giudico il caso Englaro. Ma io ho scelto di combattere»

«Non giudico il caso Englaro. Ma io ho scelto di combattere»
Ricevi gratis le news
1

di Luca Molinari
Emanuele Leri non vive nelle stesse condizioni di Eluana Englaro, ma la sua storia ha diversi punti in comune con quella della ragazza di Lecco. Sono ormai trascorsi alcuni anni dalla prima volta in cui la «Gazzetta» ha raccontato la toccante storia di questo ventisettenne delle Marche, (alle prese con i postumi di un gravissimo incidente), «adottato» da alcuni studenti del Bodoni. Grazie alla grinta della madre Manuela, alla professionalità di alcuni medici e all’altruismo di tante persone, oggi Emanuele sta portando avanti il suo cammino verso la vita, nonostante la strada sia in salita e la meta da raggiungere appaia più distante.
Nei giorni scorsi il giovane è tornato a Parma per riprendere la riabilitazione, seppur in ritardo rispetto alla tabella di marcia finora seguita. «Abbiamo ritardato l’arrivo in città - spiega la mamma - per preparare al meglio un intervento chirurgico con i professori Franco Servadei ed Edoardo Caleffi, e risolvere così alcuni problemi che già esistevano».
L’ennesimo ostacolo da superare non scoraggia mamma Manuela, decisa più che mai a proseguire il cammino di Emanuele. Era il 7 settembre 2001 quando un colpo di sonno fece finire l’auto del giovane contro un pilastro. Da allora Manuela non si è mai arresa e ha saputo lottare contro tutto e tutti, pur di riappropriarsi della vita che suo figlio aveva rischiato di perdere quella notte sulla strada. «Subito dopo l’incidente - ricorda - i medici dicevano che mio figlio sarebbe rimasto per sempre un vegetale. Non gli ho creduto quando ho visto che Emanuele mi seguiva coi propri occhi e voleva dirmi qualcosa».
Da quel momento è iniziato un lungo cammino fatto di difficili battaglie contro tutto e tutti, fino a quando Emanuele non giunge a Parma e arrivano i primi importanti progressi. «Ripeto sempre - prosegue la donna - a tutti i genitori che devono fare i conti con simili tragedie che non bisogna arrendersi ed essere molto combattivi».
Eluana Englaro? «La prima volta che ho visto mio figlio dopo l’incidente - racconta - stavo per svenire. Subito ho pensato: ‘Se deve rimanere così stacco tutto io stessa’. Capisco quindi il dolore dei  genitori di Eluana perchè ciò che si prova nel vedere il proprio figlio in quello stato è insopportabile. E’ una sofferenza indescrivibile che più passa il tempo e più ti logora; nessuno, a parte i famigliari, può capirlo».
 La signora Piermattei ha difeso la vita di proprio figlio anche quando sembrava ridotta al «lumicino», ma non giudica la scelta del padre  di Eluana, e si limita a precisare che opterebbe per una morte «più dolce». «Onestamente non le toglierei il cibo - confessa - mi sembra un tipo di morte che può far male anche alla propria coscienza. Se fosse possibile, opterei per qualcosa di più veloce e indolore come una semplice puntura».
Manuela Piermattei è una mamma piena di grinta e amore verso il proprio figlio. «Al mio fianco - precisa - ho tantissime persone e medici competenti che ci aiutano e voglio ringraziare. In primis la dottoressa Anna Mazzucchi, il premuroso Claudio Rovacchia, i terapisti Simona Ferrari, Vincenzo Malaguti, e la logopedista Cristina Tagliavini. Sono tutte persone splendide che ci seguono con passione e competenza». Emanuele dovrebbe rimanere a Parma fino a giugno, per poi fare ritorno a casa a luglio e agosto. «Ho già sentito Giuliana (la prof del Bodoni che si era presa a cuore Emanuele assieme ad alcune classi dell’istituto) - conclude la mamma - mi ha chiamato anche a Natale. Di lei e dei ragazzi abbiamo un bellissimo ricordo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Lo Presti Roberto

    01 Febbraio @ 12.56

    Io avrei una storia simile, però la storia stavolta è rovesciata. Io sono il figlio che vuole far qualcosa per sua madre che si trova in stato di coscienza minima. Sarbbe possibile contattare la dottoressa Anna Mazzucchi? Grazie

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bellezze in passerella a Pilastro

langhirano

Bellezze in passerella a Pilastro

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Si fingono tecnici Iren e svuotano una cassaforte a Monticelli

TRUFFA

Si fingono tecnici e svuotano una cassaforte a Monticelli Video

Ancora una volta un'anziana nel mirino dei malviventi

Scurano

Il paese fa festa, i ladri anche

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

4commenti

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

2commenti

Smog

Stop ai diesel euro 4 fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

25commenti

Tragedia

E' morto il tecnico del Soccorso alpino ferito durante un salvataggio

Davide Tronconi era ricoverato al Maggiore di Parma

2commenti

QUARTIERI

Passeggiata e giochi con i gessetti nelle strade dell'Oltretorrente Foto

Continuano le iniziative degli abitanti dell'Oltretorrente per "riappropriarsi" del quartiere

Calcio

Parma, cambia il modulo?

Contro l'Entella il tecnico D'Aversa potrebbe apportare qualche modifica al disegno tattico dei crociati

1commento

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

PARMA

Commemorazione dei defunti: orari e servizi dei cimiteri di Parma dal 21 ottobre al 2 novembre

Apertura straordinaria dei cimiteri dalle 8 alle 17,30

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: domani comincia la finale

4commenti

Furto

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Ladri in azione di giorno. «Neanche avessi una gioielleria», sbotta la negoziante

STAZIONE

Due telecamere per controllare il terminal dei bus

SISMA

"Luci da terremoto" in Messico Video

Sulla Gazzetta di Parma il geologo parmense Valentino Straser spiega il fenomeno

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

novellara

Si fingeva "sexy girl" su Facebook per raggirare gli uomini: denunciato

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

SPORT

Personaggi

Varriale, voce parmigiana delle World Series

Moto

Rossi: "Qui non sai mai come andrà domani"

SOCIETA'

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto