12°

23°

Parma

Come proteggere i bimbi internauti

Ricevi gratis le news
0

Laura Ugolotti


Computer, internet, connessione a banda larga: la tecnologia è bella, ma se usata con criterio e responsabilità è meglio. Un discorso che vale soprattutto per i minori, bambini e ragazzi che ogni giorno, a casa o a scuola, hanno accesso ad un pc. Secondo l’indagine «Le tecnologie dell’informazione e della comunicazione: disponibilità nelle famiglie e utilizzo degli individui», pubblicata nel 2008 dall’Istat, sono oltre cinque milioni, nella fascia di età 3-17 anni, gli utilizzatori di internet.
 Un’opportunità di crescita, informazione, approccio ai nuovi media, che però comporta alcuni rischi, motivo per cui è indispensabile un utilizzo sicuro che permetta la selezione dei contenuti che possono arrivare a bambini e adolescenti, non solo tramite siti e pagine web, ma anche attraverso chat, forum, newsgroup, blog, social network. Truffe, spamming e crimini informatici in genere sono all’ordine del giorno, ma quello che più preoccupa è il dilagare sul web della pedopornografia.
 Il Centro internazionale per i bambini dispersi e sfruttati (International Centre for missing and exploited children), stima che ogni giorno vengano caricate su internet duecento nuove immagini pedopornografiche, mentre quelle on line sono già milioni. Oggi, 10 febbraio, «Giornata europea per un’internet più sicura», si torna a parlare di web e minori anche grazie all’iniziativa Microsoft, patrocinata dall’organizzazione «Save the Children», «Sicuramenteweb».
«I dati forniti dalla polizia postale, aggiornati al 30 ottobre 2008, sono davvero allarmanti: 349 siti web pedofili chiusi in Italia al 1 febbraio, 10.977 segnalati all’estero, 290.652 quelli monitorati; 229 arresti per pedofilia, 4.361 persone denunciate per lo stesso reato, 4.148 perquisizioni - spiega Matteo Mille, parmigiano, direttore delle divisione Server & Tools di Microsoft Italia -. Il fenomeno non è trascurabile, anzi è indispensabile sensibilizzare l’opinione pubblica e alle famiglie quali strumenti hanno a disposizione per ridurre i rischi». Le famiglie, i genitori, gli insegnanti: a loro spetta la responsabilità di vigilare sull'uso che i minori fanno delle nuove tecnologie. Un compito non facile perché spesso gli adulti sono meno attrezzati dei più piccoli: mentre il 56% dei bambini tra gli 11 e i 14 anni naviga su internet, gli adulti con più di 44 anni sono solo il 39%. Si chiama «digital divide», il divario digitale tra le generazioni che potrebbe provocare delle lacune educative: i bambini utilizzano strumenti e tecnologie che i loro genitori non sono in grado di gestire e controllare. «E' importante che gli adulti sappiano che è possibile limitare rischi ed eventuali danni, che esistono strumenti di filtraggio molto utili in questo senso. Il sistema di Parental Control, ad esempio, presente su Windows Vista, consente di impostare restrizioni di accesso a siti considerati pericolosi, di limitare e programmare gli orari e il tempo di connessione, verificare l’utilizzo che il bambino fa del computer, autorizzare o bloccare giochi, programmi e applicazioni».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Andrea Spigaroli

Andrea Spigaroli

MUSICA

X Factor, il parmigiano Andrea Spigaroli va avanti (Con polemica)

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Multe impugnabili se la strada è senza banchina

AUTOVELOX

Multe impugnabili se la strada è senza banchina

Lealtrenotizie

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

Trasporto pubblico

Autobus: accolto dal Tar il ricorso Tep

Inchiesta

I ragazzi a scuola da soli? tutti d'accordo

Lutto

Neviano piange il sarto Daniele Mazza: vestì tutto il paese

Fidenza

I ladri si ripresentano alla Pinko

Dramma

Tragica maratona, muore 49enne di Polignano Video

L'esperto: "Non sottovalutare i campanelli di allarme" (Video)

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Solomon incapace di intendere e di volere

1commento

Tg Parma

Via Langhirano: 16enne a piedi travolta da un'auto, è al Maggiore Video

Parco Bizzozero

Donna presa a pugni dai tifosi pescaresi

5commenti

sicurezza idrica

Ecco come funziona la "diga" sulla Parma

A "lezione" dai tecnici dell'Aipo

Regione

Chiusura centri vaccini di Colorno, Salso, Fidenza e Busseto, protesta FdI-An

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

NOSTRE INIZIATIVE

Con la Gazzetta lo speciale Salute e benessere

EDITORIALE

La stretta di mano che va oltre la retorica

di Patrizia Ginepri

1commento

ITALIA/MONDO

Catalogna

Due leader indipendentisti arrestati per sedizione

BUSTO ARSIZIO

La ventenne scomparsa si chiama Dafne Di Scipio. Aperto un fascicolo

SPORT

Indonesia

Portiere muore dopo scontro in campo Video choc

SERIE B

Parma, bisogna cambiare rotta

SOCIETA'

meteo

Ophelia (polveri del Sahara) colora di rosso Londra e l'Inghilterra

tg parma

Gattile: ecco il corso per volontari

MOTORI

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»

EMISSIONI

Slovenia, dal 2030 stop ad auto benzina o diesel