11°

Parma

Processo Tommy - La difesa della Conserva: "Raimondi non è credibile"

Ricevi gratis le news
3

Comunicato stampa

Appare molto strano che - nonostante si sia compreso aldilà di ogni ragionevole dubbio, che Raimondi non fosse quel "santo e strumentalizzato ragazzo (ma in fondo uno che "soltanto" guidato un motorino)", nonostante sia stato assodato che fosse invece presente al momento dell'omicidio di Tommaso sulla scena del crimine,  che abbia egli sfilato il povero bambino dal seggiolone, che abbia raccontato un sacco di balle -
nessuno di coloro i quali hanno sbagliato a credergli, facciano pubblica ammenda e chiedano scusa ai Familiari di Tommy, a noi della difesa di Antonella Conserva, al Popolo italiano, alla Giustizia ed alla Verità: come mai?
Se chi indaga "IN NOME DEL POPOLO ITALIANO" e i "difensori" dei famigliari della piccola vittima, invece di perdere tempo a confutare i nostri tentativi di fare emergere la verità anche su Raimondi e le nostre certezze sul mendacio dello stesso, avessero fatto il loro dovere contotali  FREDDEZZA, DISTACCO, PROFESSIONALITA' e SENZA INNAMORAMENTI DELLA TESI, Raimondi non sarebbe stato processato solo per concorso in rapimento ... ma per altro ... con altra condanna (!?): ci accorgiamo o non che chiaveva il dovere istituzionale di proteggere la Verità e l'Indagine si è fatto turlupinare dalle chiacchiere di un furbacchione?
Appare strano, inoltre, che qualche giornale o emittente televisiva non si sia accorto di questa allucinante e ridicola situazione, cioè, che è stato difeso e santificato chi era sulla scena del delitto mentre Tommy veniva massacrato e che non potrà mai essere processato per omicidio perché i "grandi investigatori" gli hanno creduto.
Con la speranza che questo mio concetto ed espressione di Giustizia vengano pubblicati, commentati e discussi, anche col fiele e con la contestazione.
Dott. Carmelo Lavorino Criminologo Consulente della Difesa di Antonella Conserva
www.detcrime.com

Non sappiamo a chi si riferisca il consulente Lavorino quando parla di giornali o emittenti televisive. Ma visto che tira in ballo anche i mass media, da parte nostra, non possiamo che ripetere quanto abbiamo già scritto più volte: per ora ci sono tre sentenze di condanna (una in appello, due di primo grado) e sono quelle che fanno testo, anche se nei prossimi gradi di giudizio potrebbero essere modificate.

Di certo ci sono due individui che insieme  hanno sequestrato un bimbo di 18 mesi, che poco dopo è stato ucciso (da uno solo di loro, da tutti e due insieme?). E c'è una terza persona (Antonella Conserva) che ha professato la sua innocenza ma è stata condannata per il sequestro, mentre il quarto imputato (Barbera) pur fra alcuni sospetti è stato giudicato innocente. Lasciamo al consulente e ai giudici il loro lavoro, che dovrà portare alle sentenze: quanto a noi, sicuramente nessun giornalista di Parma (e non solo) può anche solo pensare ad indulgenze verso l'uno o l'altro dei due orchi che in 3 anni da quel tragico sequestro non hanno saputo esibire un pentimento minimamente credibile. La nostra pietà, in questa vicenda, è tutta e solo per Tommy e per la sua famiglia.    (G.B.)
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Veronica

    14 Febbraio @ 11.52

    Ma come mai critica tanto i mass media e poi li sfrutta per farsi pubblicità? Siamo alle solite...

    Rispondi

  • anna rispoli

    13 Febbraio @ 18.16

    Il dttot Lavorino ha ragione da vendere. Ma se la sentenza di Parma ha detto che l'assassino è anche raimondi, come mai nessuno ha <<messo alla berlina>> chi aveva sbagliato a credergli, a cominciare dai 3 pubblici ministeri e da tutti, compresi gli avvocati di Onofri che credevano a Raimondi? Perché non ammettonodi avere sbaliato e non ringraziano Lavorino? Attenzione !!!!!!!! Un assassino di Tommaso non ha pagato con l'ergastolo perché è stato molto furbo!!!!!!!

    Rispondi

  • Carmelo Lavorino

    13 Febbraio @ 15.45

    Voi siete stati sempre impecabili e precisi nel riportare le nostre considerazioni, e di questo ve ne ho dato sempre merito. Il problema è un altro, ed esattamente il fatto oggettivo che la notte del 2 marzo 2006, ore 20,17 - ore 20,25, accanto o vicinissimi al piccolo Tommy massacrato, morente e poi vigliaccamente sepolto, vi erano SENZA OMBRADI DUBBIO Mario Alessi e Salvatore Raimondi: però, mentre gli investigatori, gli inquirenti, i difensori dei famigliari della vittima hanno creduto incondizionatamente al Raimondi che dichiarava falsamente di non essere presente all'omicidio, noi della difesa di Antonella Conserva non gli abiamo creduto ed abbiamo sudato le proverbiali sette camicie per dimostrarlo. La Corte d'Assise ci ha dato ragione, quindi, ha dato torto ai pm, agli inquirenti, agli investigatori ed alle parti civili: di fatto c'è chi oggettivamente ha difeso un bugiardo, c'è chi (noi) invece lo demistificato. Domanda: come mai tutto questo non si sa a livello nazionale? come mai non abbiamo letto una parola di critica per l'attività investigativa che si è fatta "infinocchiare" dal "santo" Raimondi? come ma nessuno si pone il problema che se Raimondi non è stato processato per quell'omicidio che la Corte d'Assise di Parma di fatto lo "possibilizza", dobbiamo ringraziare i pm e i loro collaboratori, oltre che le "parti civili"? Come mai il giornalismo italiano non vuole guardare dentro questo buco nero dell'orrore e dell'errore? Grazie. Dott. Carmelo Lavorino

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

E' morta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I rilievi dopo l'incidente

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

BASSA

Fracasso (Fai): "La grande bellezza di Colorno va tutelata"

polizia

Via Pelizzi, i ladri narcotizzano il cane e minacciano con le mazze il padrone di casa

Tre furti compiuti, uno tentato e due cassaforti sparite in un solo pomeriggio

1commento

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS