-0°

12°

Parma

"Lasciato morire sulle Ande" : i genitori di Federico Campanini chiedono giustizia: "Andremo fino in fondo"

"Lasciato morire sulle Ande" : i genitori di Federico Campanini chiedono giustizia: "Andremo fino in fondo"
Ricevi gratis le news
4

«Chiediamo giustizia e che non ci siano più casi come quello di mio figlio. Vogliamo arrivare sino in fondo con questa storia. E se non avremo giustizia in Argentina la chiederemo alla Corte Intramericana dei Diritti Umani». Ha parlato così Carlos Campanini, padre di Federico, la guida argentina morta sulla vetta andina dell’Aconcagua, in una intervista a Tv Parma. Nella spedizione ha perso la vita anche un’italiana Elena Senin, mentre altri tre connazionali sono stati tratti in salvo.
 «La posizione in cui è stato ritrovato mio figlio dimostra che ha cercato di salvarsi – ha spiegato Carlos Campanini. Insomma, non poteva essere già morto quando è stato lasciato dai soccorritori e per questo ci batteremo sino a quando non sarà emersa tutta la verità «.
La famiglia del giovane scomparso è originaria di Fontanellato, paese della provincia di Parma. Il nonno della vittima immigrò nel 1930 in Argentina trovando lavoro prima nel campo dell’agricoltura poi gestendo un ristorante a Rosario. Carlos, suo figli, è gravemente malato ai polmoni e da un anno e mezzo non può lavorare. «Federico, assieme a mia moglie Monica Sanchez, era la fonte di sostentamento della famiglia – ha proseguito – E' un momento difficile anche sotto questo aspetto, ma devo ringraziare il consolato italiano di Mendoza che ci ha aiutato consegnandoci oggi un contributo economico per superare l’emergenza».
«Grazie per le attenzioni che ci stanno arrivando dall’Italia – ha concluso Campanini -. Ci aiutano a sentirci meno soli».

IL FATTO

I genitori di una guida argentina di origini parmigiane,  morto più di un mese fa sull'Aconcagua, in cima alle Ande, durante una spedizione nella quale è deceduta anche l'italiana Elena Senin, hanno oggi ribadito le denunce presentate nei giorni scorsi alla giustizia locale, chiedendo di chiarire le circostanze nelle quali il figlio ha perso la vita.
I genitori della guida, Federico Campanini, mettono in dubbio quanto riferito dai soccorritori argentini dopo aver visto un video-shock trasmesso dalla tv di Buenos Aires, con immagini di un gruppo di soccorritori che cercano di scendere dalla cima con la giovane guida trascinandolo con una corda.
«Mio figlio è stato abbandonato, avrebbero potuto salvarlo», ha detto all’ANSA la madre di Campanini, Monica Sanchez, rilevando che il figlio è stato trattato «come un cane» dai soccorritori e sottolineando «il dolore provato quando questo fine settimana ho visto le immagini in cui si vede Federico morire».
«Ora vogliamo restare in silenzio», ha aggiunto la donna, precisando «di non voler interferire nel procedimento giudiziario» aperto a Mendoza, la città vicino all’Aconcagua, da dove era partita la spedizione. Anche il padre di Campanini ha dichiarato «di non essere convinto che abbiano lasciato Federico quando era già morto: lo hanno lasciato lassù vivo, e non avevano mai pensato che questo video potesse venir fuori».
Subito dopo le operazioni di soccorso, la squadra argentina che ha realizzato il salvataggio aveva detto di aver lasciato in cima alla montagna Federico perchè era già morto.
Alla spedizione, che si è svolta nei primi giorni di gennaio, avevano preso parte insieme alla guida argentina e alla Senin altri tre italiani (Marina Attanasio, Matteo Refrigerato e Mirko Affasio) che sono stati tratti in salvo dopo due giorni passati a quota quasi 7 mila metri da un gruppo di soccorritori argentini.

IL VIDEO E' SU YOU TUBE

LE REAZIONI -  «Le immagini del video sono in effetti terribili, bisogna però capire le condizioni estreme nelle quali si è svolto il salvataggio»: è il commento di Pietro Tombaccini, console italiano di Mendoza, alle polemiche suscitate dal video-shock con le immagini del tentativo di salvataggio della guida argentina Federico Campanini, morto durante una spedizione di italiani in cui è deceduta l'alpinista Elena Senin.
«Da un punto di vista umano è stato fatto il massimo, si è trattato di un miracolo», ha commentato Tombaccini all’ANSA, ricordando in particolare «il contributo dato all’operazione di soccorso compiuta da numerosi volontari».
Subito dopo il recupero dei tre superstiti, avvenuto ai primi di gennaio, sia il console sia i tre sopravvissuti all’Aconcagua (Marina Attanasio, Matteo Refrigerato e Mirko Affasio), tratti in salvo dopo due giorni trascorsi in cima alla montagna, avevano parlato di un comportamento «eroico» della squadra argentina di soccorso, formata da circa 80 uomini.
Tombaccini, che ha seguito fin dall’inizio la vicenda degli italiani dispersi nell’Aconcagua fino all’epilogo, ha ricevuto oggi i genitori di Campanini, che – come tanti nella provincia di Mendoza – sono di origine italiana (della provincia di Parma). 

DA UN TG ARGENTINO: PARLANO I GENITORI DI FEDERICO CAMPANINI

Qualcuno conosce la famiglia del ragazzo? Chi avesse segnalazioni può contattarci all'indirizzo mail sito@gazzettadiparma.net o scrivere nello spazio commenti legato a questo articolo
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marco

    19 Febbraio @ 01.59

    Roba da matti, la fine di una vita mostrata al mondo con naturale irriverenza. Che dire...

    Rispondi

  • marzio

    18 Febbraio @ 20.31

    piu' lo guardo e piu'dico che schifo di persone esistono. Ma che cavolo di soccorso era. ma ndrebbero denunciati tutti e processati. Non si sono nemmeno tolti gli zaini per poter aiutare Federico. Sono degli animali...... Lo hanno trascinato e ripreso come un trofeo da caccia . Non esistono parole per questi mostrii. Sono schifato . Speriamo che ci sia Giustizia anche se stento a crederlo. Marzio

    Rispondi

  • Mario

    18 Febbraio @ 20.26

    ho visto il video...che dire...quelle persone che lo hanno lasciato lì faranno i conti con la loro coscienza, ammesso che ne abbiano una.

    Rispondi

  • Marco Finelli

    18 Febbraio @ 11.47

    Il video è semplicemente terribile non guardatelo se non volete rovinarvi la giornata.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Superati i 10 metri d'acqua: il ponte sull'Enza a rischio chiusura

sorbolo

Enza verso i livelli storici: il ponte resterà chiuso fino a domani

Preoccupa il Baganza nel Bercetese

2commenti

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

squadra mobile

Vicofertile, quattro kg di droga in casa del pusher "impenitente" Video

1commento

maltempo

Vetroghiaccio, disagi in Appennino. Berceto, tante case senza luce Le foto

ALLE PORTE DELLA CITTA'

Lupo investito da un'auto in via Emilio Lepido

20commenti

San Prospero

«La Vela» in stato di abbandono

1commento

SENZATETTO

Il Natale lontano di chi vive sotto i ponti

legambiente

Ecco le 10 linee ferroviarie peggiori d'Italia. C'è anche la Brescia-Parma

tg parma

Guerra: "Per Fedez nessuna location bocciata. In settimana l'annuncio"

FORNOVO

Polemiche sull'albero di Natale

1commento

SALSO

Ancora furti: due case messe a soqquadro

1commento

sos animali

Sospetto avvelenamento di un cane in Cittadella

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Rimpatriata

Caro, vecchio quartiere Marchi

Intervista

Paolo Fresu mercoledì al Regio

ecco la neve in città

Parma indossa un manto bianco Gallery

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

L'ESPERTO

Naspi cumulabile con altri redditi? Sì, ma solo in determinati casi

ITALIA/MONDO

sondrio

Passanti travolti al mercatino di Natale: "Ne dovevo uccidere di più"

birmania

Metodici stupri dell'esercito sulle donne Rohingya: l'indagine dell'Ap Le foto-simbolo

SPORT

Basket

Pugno all'avversaria: cestista squalificata per tre mesi

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

cultura

L’Arabia Saudita riaprirà i cinema dal prossimo anno, dopo oltre 35 anni

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS