20°

Parma

Hikikomori: quando i ragazzi chiudono il mondo fuori dalla loro camera - A Parma già 10 casi

Hikikomori: quando i ragazzi chiudono il mondo fuori dalla loro camera - A Parma già 10 casi
Ricevi gratis le news
7

Da un giorno all’altro abbandonano la scuola e gli amici. Si chiudono nella loro camera e non ne escono per mesi e mesi. Che in alcuni casi diventano addirittu­ra anni.
  Sono gli «hikikomori», adole­scenti che rifiutano il mondo sociale e si auto rinchiudono in un isolamento fatto di internet, libri e videogiochi. E nonostan­te il termine giapponese usato per identificare la loro patolo­gia, il fenomeno esiste anche a Parma: sono dieci i ragazzi, tut­ti di età compresa fra i 14 e i 18 anni, che sono stati presi in cu­ra dagli specialisti di neuropsi­chiatria infantile dell’Ausl par­migiana.
  «Sembra una realtà lontana ­spiega la neuropsichiatra dell’Ausl Maria Zirilli e invece ce ne sono moltissimi. Ed è un fenomeno in continuo aumen­to.
  I primi casi, a Parma, sono iniziati circa tre anni fa». Nei casi più gravi, gli hikikomori rifiutano addirittu­ra anche il contatto con i propri genitori, dormendo di giorno e vivendo di notte. Rubano il ci­bo, lo portano nella loro came­retta, che è il loro mondo pro­tetto.
    Una patologia che può diven­tare devastante, se non si risol­ve sul nascere. "Purtroppo i ge­nitori si rivolgono a noi troppo tardi".

Leggi altri dettagli su questo allarmante fenomeno nell'articolo completo di Caterina Zanirato sulla Gazzetta di Parma oggi in edicola

Conoscete casi analoghi? Raccontate le vostre storie utilizzando lo spazio commenti di questo articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luca

    07 Aprile @ 18.24

    Io sono stato educato al vecchio modo, schiaffi e calci nel culo, la mattina se stavo male mi mandavano a scuola lo stesso dicendomi "poi ti passa", nel frattempo ho cominciato ad avere una sorta di gastrite che la mattina mi faceva vomitare acidità, e mi dicevano "niente non ti preoccupare" . A scuola non sono mai stato bocciato o rimandato , la mia condotta è stata sempre esemplare. Il pomeriggio non mi facevano uscire nemmeno per respirare un pò d'aria fresca perchè dovevo studiare , mi controllavano quante volte andavo a fare pipi (non scherzo). Con il tempo sono diventato introverso , non potevo invitare amici a casa perchè per loro era come una distrazione. Quando mi sono iscritto all'Università ho sviluppato stati d'ansia cosi forti che dopo due anni avendo dato tre materie mi hanno consigliato di smettere. A 27 anni me ne sono andato di casa , mi sono messo a lavorare e mi dicevano che ero un "porco" perchè avevo deluso le loro aspettative. Oggi ho la mia famiglia con una figlia non riesco a capire perchè nei miei confronti ci sia stata tutta questa severità, non ricordo niente che mi abbia insegnato mio padre o mia madre a parte rimproveri per futili motivi visto che non uscivo quasi mai. Ora ho solo un grande odio dentro nei loro confronti per non aver vissuto nessun tipo di adoloscenza, mi sarebbe piaciuto laurearmi perchè ragazzi più indietro di me ce l'hanno fatta con genitori più comprensivi. Soffro spesso di ansia ripensando a quei momenti ma loro non capiscono e non ti ascoltano se provo a spiegargli. Loro sono assidui frequentatori della chiesa ma il loro comportamento è distaccato in modo sconcertante.

    Rispondi

  • tap

    20 Febbraio @ 23.00

    Anchi'io "quoto" Mirko. Aggiungo che per come è fatto il mondo d'oggi mi sorprendono di più gli adolescenti che ci si adattano. Secondo me non c'è molto da fare se i genitori non sono in grado di proporre un modello di vita e non hanno una consapevolezza dei tempi che viviamo. C'è allora solo da sperare che sia il ragazzo ad uscirne da solo.

    Rispondi

  • riccardo

    20 Febbraio @ 15.40

    concordo con mirko....si sta esagerando con il permissivismo e questi sono i risultati...i ragazzi hanno bisogno di una guida ,più forte di loro e se necessario anche severa, per poterli aiutare a diventare adulti.

    Rispondi

  • teresita

    20 Febbraio @ 12.02

    non capita solo ai ragazzi!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

  • Mirko

    20 Febbraio @ 11.45

    Anche secondo me più sberle e meno permissivismo da parte dei genitori che spesso se ne fottono altamente dei propri figli...purtroppo però i genitori di oggi sono peggio dei figli quindi non stupiamoci tanto... guarda caso queste cose succedono proprio quando i genitori sono giovani e come si suol dire "moderni"....io sono per la vecchia scuola, calci in culo e tirate di orecchie e poi vedi come righi dritto...aaah non vuoi andare a scuola oggi Marchino...SBAAAAHMM!!! ceffone diritto ben piazzato che ti gira la testa all'incontrario, adesso ci vai a scuola Marchino? Si si papà vado subito... ecco come si deve fare!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

IGERS

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrate le quote societarie di «Arte&Gusto»

VIA EMILIA EST

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrate le quote societarie di «Arte&Gusto»

2commenti

VIANINO

Furto all'alba nel supermercato

GAZZAREPORTER

Parma 2017, bello spettacolo Barriera Garibaldi...

1commento

Incidente

Auto contro scooter a Fontevivo

Oltretorrente

«Ci riprendiamo il nostro quartiere: yoga in strada e biciclettate»

2commenti

Vandalismo

Strage di gomme in borgo Gazzola

1commento

COMUNE

Carte d'identità elettroniche, il trasporto per anziani e disabili

Appennino

Transumanza, lezione tra i monti per gli studenti del Bocchialini

FONTANELLATO

Riapre il box della torta fritta

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

7commenti

Comune

Sciopero generale di venerdì 27 ottobre, i servizi garantiti

ambiente

Prima l'acqua poi il vento, ma misure d'emergenza fino a giovedì

6commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

RUGBY

Doppia intervista: Minozzi e Giammarioli, «gemelli» azzurri

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

1commento

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CONTROLLI

Autovelox, la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

3commenti

SPORT

serie b

Le pagelle in dialetto

Gossip Sportivo

Nuovo look, Wanda Nara è diventata mora

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

2commenti

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

L'UTILITARIA

Skoda Fabia Twin Color più ricca

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro