Parma

«Cura Brunetta» A Parma è già realtà

«Cura Brunetta» A Parma è già realtà
Ricevi gratis le news
0

Pierluigi Dallapina


 La «cura» del ministro Brunetta per mettere in riga gli statali è diventata legge dopo il via libera del Senato, e anche se devono ancora essere definiti i decreti legislativi di attuazione – che la renderanno pienamente operativa – gli uffici pubblici di Parma hanno anticipato i punti chiave della riforma. «Pagelle» per i dipendenti, cartellini con nome e cognome, incentivi alla produzione e sanzioni per chi trasgredisce, sono una realtà già consolidata in Comune e Provincia, ma anche all'Ausl e all'Azienda ospedaliero universitaria hanno deciso, prima del ministro, di valutare l'attività dei propri dipendenti.
«Il Comune ha già adottato un sistema premiante, ma è mia intenzione migliorare questo meccanismo al termine di un confronto con le organizzazioni sindacali», anticipa l'assessore al Personale Giovanni Paolo Bernini. L'obiettivo è di riuscire a valorizzare in modo puntuale chi, fra gli oltre 1400 dipendenti dell'amministrazione, dimostra di svolgere il proprio lavoro con particolare dedizione. Fra le novità del Comune rientra anche il progetto «Emoticons», ancora in fase sperimentale, per registrare in tempo reale la soddisfazione dei cittadini, mentre il cartellino identificativo è una regola già entrata a regime.
Vita dura per i fannulloni anche in Provincia (512 dipendenti), dove dal 2007 è in funzione un badge elettronico per il controllo delle presenze. Ancor prima della legge Brunetta, l'ente di piazzale della Pace ha attivato un sistema di valutazione individuale dei propri dipendenti che parte dai dirigenti, passa dalle posizioni organizzative fino a coinvolgere tutto il personale, giudicato in base al raggiungimento degli obiettivi e dei progetti fissati ogni anno. Gli obiettivi raggiunti danno anche diritto a una retribuzione di risultato proporzionale al buon funzionamento della macchina amministrativa. Per quanto riguarda le sanzioni, in Provincia esistono controlli sulle malattie, ma a quanto pare i «furbetti» restano una categoria sconosciuta.
Un sistema di valutazione simile a quello dell'amministrazione provinciale è in vigore anche per i 2486 dipendenti dell'Ausl, come conferma il direttore amministrativo Elena Saccenti. «Ogni anno l'azienda approva il Piano delle azioni con gli obiettivi da raggiungere – spiega – e sulla base di questo piano gli obiettivi vengono assegnati ai dirigenti». A loro volta i dirigenti sono giudicati da un apposito comitato di valutazione, e nei prossimi mesi anche l'area del comparto (formata dal resto dei dipendenti) sarà interessata da valutazioni individuali.
Incentivi e valutazioni sono una regola per i 3773 dipendenti dell'Azienda ospedaliera, che per il personale a stretto contatto con il pubblico ha da tempo stabilito la regola di indossare un cartellino di riconoscimento.
 Chi deve ancora mettersi al passo con la riforma sono gli uffici statali presenti sul territorio, come l'ufficio periferico del ministero della Salute, ma anche qui le novità introdotte dal ministro Brunetta vengono salutate con favore.  «Spero che la legge – spiega Giancarlo Belluzzi, direttore dell'ufficio – dia la possibilità di premiare veramente chi dimostra impegno nel proprio lavoro, perché al momento le metodologie di valutazione non riescono ad essere totalmente precise, e di conseguenza anche gli incentivi ai singoli non sono consistenti».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene record, perché e come è succeso

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è succeso

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perchè Parma non capì il suo talento?

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS