Parma

8 marzo: festa vera o rituale scontato?Tutte le fotogallery

8 marzo: festa vera o rituale scontato?Tutte le fotogallery
Ricevi gratis le news
5

Fioriscono gli appuntamenti, e fioriscono le mimose. (Fotogallery: Feste al MAFALDA - FERROVIA - MOOD - NEROBLANCO - CORTE DEL SOL)

L'8 marzo  ripropone la sequenza (e il rituale?) degli incontri, dei dibattiti e delle premiazioni "al femminile", e dell'immancabile fiore giallo, mentre le cronache (anche oggi) parlano di nuovi episodi di violenze e sopraffazione.

Ma allora come stanno veramente le donne del 2009? Quanto il "giallo Parma" è anche color mimosa (e quanto ha senso questa cerimonialità dell'8 marzo di cui il fiore è un simbolo) ? Quanto le donne riescono a trovare il loro spazio, in famiglia e sul lavoro?

L'articolo lo dovreste scrivere voi. A più mani. Al femminile ma anche al maschile: nei giorni scorsi è bastato pubblicare il diario di una single per scatenare una piccola "guerra dei sessi", con accuse reciproche sulle colpe di rapporti oggi più difficili. A voi la parola, dunque: scrivete nello spazio commenti di questo articolo, per mettere insieme, da qui all'8 marzo, una storia-cronaca "alla mimosa". Intanto, per rompere il ghiaccio, ecco una doppia testimonianza.

SASCIA E FRANCA: DUE FOTOGRAFIE 

Una siamo abituati a vederla sorridere sul palco, l'altra lavora nell'ombra e nella trincea del centro antiviolenza. Ma anche se una parte dalle risate, e l'altra dalla crudezza di un calcio o di uno schiaffo, la strada che percorrono quotidianamente Franca e Sascia  è la stessa, ed è la strada che mette insieme tutte coloro che  fanno crescere Parma al femminile. Ed è per questo che, in attesa dei vostri contributi, abbiamo voluto iniziare dalle loro "fotografie" il ritratto della città del 2009, vista dall'altra metà del cielo.

Sascia è da 20 anni al Centro antiviolenza. Ogni giorno si misura con i lividi (fisici e metaforici) di altre donne, che danno amore e ne ricevono in cambio violenza. Non è oggi il giorno dei numeri, che abbiamo del resto citato molte altre volte, ma a Sascia bastano poche parole per inquadrare la realtà che, 20 anni dopo, le scorre ancora davanti ogni mattina. "Politicamente siamo retrocesse. La presenza della violenza non ha bisogno di essere sottolineata, anche perchè già lo fanno i media, e forse non sempre nel modo giusto. Però..." .   Interrompo il "però" a mezz'aria e le chiedo a bruciapelo: Sascia rinascerebbe ancora donna? O pensa che nella nostra società sia più comodo indossare i panni dell'uomo? "Mai. Anzi sono sempre più fiera di essere donna, anche se costa fatica esserlo. Non mi cambierei e ho sempre voglia di combattere: soprattutto i pregiudizi".

Ma non è frustrante, 20 anni dopo, verificare che la violenza è ancora lì, ogni giorno ? E riecco il "però"... "Però c'è più consapevolezza. Però c'è una rete grande, ci sono i centri, le avvocate...Purtroppo non sempre ci sono le istituzioni: a volte sentiamo il loro appoggio, a volte no. Ma ogni giorno sento di avere scelto la libertà: essere libera di affrontare la violenza, di parlarne, di aiutare una donna a farlo e a liberarsi a sua volta. E infatti oggi, perlomeno, le violenze vengono denunciate sempre più spesso".

Un centro antiviolenza si scontra ogni giorno con la punta più dura e malata di un rapporto che sembra però in crisi anche nei suoi aspetti "normali". Ma è vero che oggi, nei rapporti di coppia, uomini e donne faticano di più a trovare l'equilibrio? "E' vero che nell'uomo c'è più paura. E' più insicuro rispetto alla crescita delle donne. Ma il confronto uomo-donna resta sempre una risorsa preziosissima, e le scelte autoritarie sono il nemico comune".

Franca è Franca Tragni. Una stimatissima attrice, che fa di professionalità e simpatia le sue armi. "Quando lavoro con degli uomini - esordisce con la prima "istantanea" - tutti chiedono spiegazioni a loro !".  Però - provo a confutare - non si può dire che, nei giudizi di critica o pubblico, l'essere una donna ti abbia tolto stima o credibilità. "No, nei giudizi sull'attività teatrale effettivamente non c'è  differenza. Anzi, una cosa che mi fa molto piacere è il sentirmi amata anche dal pubblico femminile".

Più in generale? "Sicuramente noi donne abbiamo fatto passi da gigante. ma è altrettanto vero che c'è ancora molto da fare". E' vero che ci fate più "paura"? "Più che altro siamo noi che, rispetto al passato, abbiamo meno paura di restare sole. Non vogliamo un uomo a tutti i costi, anche se poi magari cadiamo nel tranello...".

Anche tu, come Sascia, rinasceresti donna? "Sì, anche se sono sempre stata un maschiaccio. E poi credo che il problema non sia l'essere uomo o donna. Il vero nodo è quello delle aspettative: ci aspettiamo forse troppe cose dall'altro o dall'altra, anzichè accettarci l'un l'altro per quello che si è".

Dichiarazioni raccolte da Gabriele Balestrazzi - Ora aspettiamo i vostri contributi, nello spazio commenti di questo articolo

CRONACA ALLA MIMOSA

Premio Musa: guarda il video del Tg Parma 

A Catia Bastioli la mimosa d'oro

Ausl e Azienda ospedale: un codice contro le molestie

Terzo mondo: dove lei è ancora ai margini

Otto marzo: un mondo di feste

Tiziano Marcheselli: ritratti per un 8 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Matteo

    09 Marzo @ 14.02

    x Lorena: effettivamente sono problemi anche questi. E non mi riferisco alla mancanza delle foto (ommadonnamiabbella!), ma alla mancanza di grammatica e all'incapacità di saper scrivere con una tastiera....ma forse è colpa mia che ho 33 anni e sono un "vècio"....e non capisco i giovani... mo spaiòt, và!

    Rispondi

  • lorena

    09 Marzo @ 13.24

    nn è giusto .... nn ci sono tutte le foto....minimo!!! le donne dei tavoli prenottati dovrebbe essere nella galleria d foto... grazie

    Rispondi

  • Valerio

    09 Marzo @ 09.45

    W le Donne....ma oggi è la GIORNATA MONDIALE DELLA LENTEZZA....non interessa a nessuno andare lento? ...Mio nonno diceva che ...chi va piano va lontano ..e arriva sempre sano...!!! Meditate gente...meditate...!!!

    Rispondi

  • anna

    04 Marzo @ 09.44

    Parma è come il primo amore,non si scorda mai.Ti fa soffrire,desideri scappare alla ricerca di qalcosa di più,di diverso forse di più appagante.Ti autoconvinci che in fondo non è che una piccola città di provincia che si da arie da Petit Capital,e che sicuramente tu meriti di meglio;ed allora via,si parte verso altre città,altre prospettive ed un'altro futuro,ma alla fine sono tornata ed ho provato sulla mia pelle cos'è la nostalgia.Certo, sono cambiate tante cose,purtroppo non ho più nessun legame affettivo,ma amici si, ho ritrovato vecchi compagni di università,il piacere di ritrovarsi come trent'anni fa nella "nostra" Piazza Garibaldi,i suoi bar,i suoi riti di provincia,il Parco Ducale nel quale ho imparato ad andare in bicicletta.Ebbene si, cara vecchia Parma,sono tornata.

    Rispondi

  • Edi Morini

    03 Marzo @ 16.53

    Quando vengo a Parma ho l'impressione di trovarmi in una città sicura: perchè la città è ben illuminata, perchè di notte trovo ProntoBus e nel Parco Ducale si aggira sempre la Polizia. Continuate così ! Mi piacerebbe tornare a Parma per viverci e lavorarci presto.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

SCIENZA

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Tom Schumacher è il produttore della versione musical di "Frozen"

Stati Uniti

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Le ex Luigine continueranno ad esistere anche in futuro, la gestione passerà a Proges

tg parma

Le ex Luigine continueranno a esistere. La gestione passa a Proges Video

meteo

Parma, allerta a livello giallo

1commento

Castell'arquato

Aggredisce moglie e figlio con chiave inglese: trasportati in fin di vita al Maggiore

squadra mobile

Preso il rapinatore (seriale?) con roncola della sala scommesse Il video del blitz

lettera aperta

Elezioni, le cinque richieste di Pizzarotti ai candidati

4commenti

viale bottego

Fiamme in studio dentistico: evacuato tutto il palazzo. Due intossicati Foto

Via Buffolara

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

16commenti

TRAFFICO

Tamponamento risolto sulla tangenziale nord. Il traffico scorre

furti

Svaligiate le sedi delle associazioni per i disabili. E allora, "Caro ladro ti scrivo..."

1commento

tg parma

Parmigiano 60enne prestanome per una banda di ladri dell'Est Video

salute

Vincere il tumore: la testimonianza di tre parmigiani

Bonifica Parmense

Parte il progetto che metterà in sicurezza Bocca d'Enza

CURIOSITA'

Il colore del cartello è sbagliato: Langhirano diventa... provincia (o regione) Foto

Fidenza

Addio a Fabrizio «Fispo» Rivotti

amarcord

Le «innominabili case» (chiuse) che popolavano Parma: la mappa Foto

UNESCO

Città Creative per la Gastronomia: il progetto entra nel vivo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

3commenti

GAZZAFUN

Ex rimpianti e non: riconosci questi giocatori del Parma?

ITALIA/MONDO

SAN POLO D'ENZA

Operazione Copper Field: sgominata la banda del rame

Giustizia

Gli stupratori di Rimini "come iene sulla preda"

SPORT

tg parma

Gazzola: "Abbiamo piena fiducia nel mister" Video

6commenti

sport

La discesa d'Oro di una favolosa Sofia Goggia Foto

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

EDUCAZIONE

Femmine, maschi e gli stereotipi che ingabbiano

MOTORI

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day

PROVA SU STRADA

Il test: Mazda CX-5, feeling immediato