-0°

12°

Parma

Il sorriso del vescovo-alpino

Ricevi gratis le news
1

Gabriele Balestrazzi (Gazzetta di Parma 31-10-2006)

Monsignor Bonicelli era stato colpito dal tumore nella primavera del 2006. Per alcuni mesi si sottopose a cure a Milano, e al suo ritorno all'attività concesse questa intervista alla Gazzetta.

Si scusa per alcuni colpi di tosse, e confessa un po' d'affanno nel salire le scale. Ma sul volto è tornata la sorridente determinazione del vescovo-alpino.E nel rispondere alla prima domanda (che è inevitabilmente «Come sta?»), monsignor Silvio Cesare Bonicelli va subito al sodo, con tutta la sua lombarda concretezza. «Non è finita: sono ancora in cura. Ho superato la parte più impegnativa, e la chemioterapia per ridurre il tumore al polmone ha funzionato. Così i medici hanno potuto effettuare l'operazione, e poi c'è stata la convalescenza di due mesi: dall'8 novembre riprenderò le cure con sedute di chemio più leggere, e poi con sedute brevi di radioterapia».

Lei ha parlato della sua malattia pubblicamente e con chiarezza: una scelta che ha colpito i parmigiani

«Un vescovo è una persona di tutti. E' come in una famiglia: e in una famiglia tutti devono sapere».

Ha scritto che «nella debolezza ci sono positività». Quali sono?

Quando una persona è efficiente, pensa che tutto dipenda da lui, mentre quando è debole si rende conto che le cose dipendono anche dagli altri. La malattia fa capire che non si è dei padroni, ed è una scuola di vita.

Ha sentito vicina la città?

La devo davvero ringraziare. Tanti hanno manifestato interesse in vari modi. Sentire la simpatia della gente conforta: è come la carica che il pubblico trasmette a un atleta per la sua prova».

E' una città che però sembra essersi ammalata a sua volta, in questo anno davvero orribile.

«Abbiamo vissuto fatti estremamente gravi, che vanno presi in seria considerazione. Ma se parliamo di malattie, ci sono quelle che possono intaccare tutto l'organismo e quelle che invece rimangono localizzate: quella della città, a mio avviso, non è una malattia tumorale e non è il segno di una città moribonda».

La Chiesa può darci la medicina? Tutti ricordiamo le sue parole ai funerali di Tommy («Avevo già il tumore», interrompe lui sorridendo), e anche i suoi sacerdoti hanno avuto parole forti, sull'iper-garantismo di certe leggi e sul ruolo delle istituzioni. E' giusto così oppure qualcuno può vederle come invasioni di campo?

«Qualche irrigidimento è comprensibile: le critiche ci fanno soffrire perfino quando riguardano la nostra squadra di calcio... Ma ciò che riguarda tutti va discusso e deciso da tutti: è un principio base della democrazia, e la Chiesa è una componente della vita pubblica».

Però la Chiesa, a sua volta, incontra grandi difficoltà nell'intercettare i giovani e nel trasmettere a tutti i propri valori?

«Viviamo in una società complessa, ma non da ieri. La Chiesa ha alle spalle Gesù, anche con la parabola del seminatore: e seminare richiede pazienza. Alla quale si aggiunge un'altra virtù decisiva per il cristiano: la speranza».

Come è stato avvertito dai fedeli il passaggio da un Papa all'altro?

«Ogni volta, inevitabilmente, la gente fa confronti. Io mi sento di dire che è stato un grande papa Wojtyla e che è un grande papa Ratzinger».

Anche le vocazioni vivono ancora una crisi che si riflette sul numero dei sacerdoti. In queste condizioni come può una parrocchia
diventare «una comunità viva», come lei chiede nella Lettera pastorale ?

«Anche questo è già accaduto in passato. Non ci sono grandi numeri, è vero, ma ogni anno c'è ancora qualcuno, uomo o donna, che mette a disposizione la sua vita per Dio e per i fratelli. Questo ci conforta. E poi il Signore, mettendoci alla prova con le vocazioni, ci chiede di essere tutti responsabili, perchè la Chiesa non è solo una faccenda dei preti».

Ci sono anche segnali positivi: ad esempio, pur fra episodi di cronaca come quello di Ramiola, il dialogo con l'Islam sembra
procedere, come ad esempio si è visto nelle giornate aperte dal duomo alla moschea.

«Parma ha davvero la sensibilità di una capitale, nell'accoglienza delle persone con cultura e religione diverse. Ad esempio è una delle poche città italiane che ha un Consiglio delle chiese, per le intese fra cattolici, metodisti, evangelici e ortodossi. Quello con l'Islam è un discorso nuovo, ma c'è un'attenzione senza pregiudizi».

E' il momento di lasciare il vescovo agli impegni di una agenda che è tornata fitta quasi come alcuni mesi fa. E anche la scadenza del 75° anno, di cui qualcuno ha parlato nei giorni scorsi ricordando le tradizioni diocesane sull'età «pensionabile», non è tema da affrontare oggi: il pastore bergamasco che arrivò a piedi a Parma, dieci anni fa, ha ancora voglia di camminare («anche se il fiato non è più quello») insieme alla «sua» città.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • chiara sinopoli

    07 Marzo @ 17.42

    Il Vescovo Emerito Cesare Bonicelli e' stato un grande e semplice pastore:ha insegnato l'essenzialita' nella carita',l'amore per la Carita' vissuta attivamente tra i soli e gli ultimi,i sette Doni dello Spirito Santo,senza severita' e moralismi ma con grandi sorrisi di uomo pronto all'ascolto,alla comprensione,all'aiuto.Non c'era pausa per Lui,quando lo si cercava per un malessere morale,per un dolore,per disagio.E la sua benedizione era sempre sorridente,con lo sguardo attento che,mentre ti studiava,ti incoraggiava a riprendere il cammino.Ecco il Vescovo,prima nostro parroco:nulla lasciava all'approssimazione,avendoci insegnato il senso della Coscienza di se' davanti al Padre e agli uomini.Fortunati noi che lo abbiamo avuto come guida e anche i nostri giovani figli.Di tutto questo RINGRAZIAMO IL SIGNORE,ESSENDO IL VESCOVO CESARE gia'IN PARADISO.ALLELUIA!ALLELUIA! Chiara Sinopoli Bonfiglio

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

Incidenti

Corcagnano e via Spezia: due pedoni investiti, sono in gravi condizioni Video

protezione civile

L'Enza fa paura: il ponte di Sorbolo resterà chiuso fino a domani (Paura a Vignale: il video)

5commenti

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

MALTEMPO

Ghiaccio (le foto) e black-out, Lucchi: "Berceto in ginocchio" Video: il Baganza fa paura

anteprima Gazzetta

Un altro grave incidente sulla Massese

autostrada

Auto si capovolge in A1 a Campegine: conducente illeso Foto

squadra mobile

Vicofertile, quattro kg di droga in casa del pusher "impenitente" Video

3commenti

legambiente

La Brescia-Parma tra le peggiori linee ferroviarie d'Italia con la Circumvesuviana e l'Agrigento-Palermo

3commenti

ieri sera

Lupo investito da un'auto in via Emilio Lepido

28commenti

San Prospero

«La Vela» in stato di abbandono

4commenti

GAZZAFUN

Dagli ex alle coppe vinte: 10 quiz per sapere tutto del Parma

SENZATETTO

Il Natale lontano di chi vive sotto i ponti

1commento

tg parma

Guerra: "Per Fedez nessuna location bocciata. In settimana l'annuncio"

FORNOVO

Polemiche sull'albero di Natale

1commento

SALSO

Ancora furti: due case messe a soqquadro

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

L'ESPERTO

Naspi cumulabile con altri redditi? Sì, ma solo in determinati casi

ITALIA/MONDO

manhattan

Esplosione a New York: "Bombardano il mio Paese (Bangladesh) volevo vendetta" Mappa - Foto - Il momento dell'esplosione

sondrio

Passanti travolti al mercatino di Natale: "Ne dovevo uccidere di più"

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

cultura

L’Arabia Saudita riaprirà i cinema. Dopo 35 anni...

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS