Parma

Scuola: Parma è nella "top ten" di Legambiente per sicurezza e qualità

Scuola: Parma è nella "top ten" di Legambiente per sicurezza e qualità
Ricevi gratis le news
1

Sono 42mila in Italia gli edifici scolastici, perlopiù vecchi (nel 55,62% dei casi costruiti prima del 1974), che hanno bisogno di manutenzione straordinaria ed ordinaria, di messa a norma e di bonifiche. Lo rivela una ricerca effettuata da Legambiente, che stila una classifica fra province. Classifica nella quale Parma rientra fra le realtà più virtuose: se a Prato ci sono le scuole migliori dal punto di vista della sicurezza e della qualità dei servizi, Parma è settima dopo Biella, Terni, Lecce, Forlì, Livorno. E prima di Firenze, che quindi è ottava.

In Italia le scuole che presentano i maggiori rischi sul piano della sicurezza sono circa 15mila: oltre un terzo del totale. Il 38,14% degli edifici scolastici ha, infatti, «urgente necessità di manutenzione» e nel 11,83% degli istituti è certificata la presenza di amianto. Salgono al 62,82% le scuole che negli ultimi 5 anni hanno goduto di interventi di manutenzione (il 47,11 nel 2007).  Questa la fotografia sullo stato di salute delle nostre scuole scattata dal rapporto di Legambiente «Ecosistema scuola 2009» (su edilizia e servizi scolastici), presentato oggi a Roma. Nel 2008 l’80,07% degli istituti ha ottenuto la certificazione igienico-sanitaria (61,75% nel 2005), il 70,33% l’agibilità statica (63,35% nel 2005). Ma non arrivano alla metà gli edifici dotati della certificazione di prevenzione antincendio (43,71%) e sono troppo pochi quelli con scale di sicurezza (56,72%), diffuse le porte antipanico (nel 91,55% degli istituti) insieme alle prove d’evacuazione (il 95,03% delle scuole le ha svolte). Moltissimi ancora i casi di scuole situate in prossimità di zone inquinate e a rischio (6,71% vicino antenne e emittenti, 6,39% a aree industriali, 4,03% a elettrodotti a alta tensione).

Anche in questo caso viene confermata una frattura dell'Italia fra gli istituti del Centro-Nord, maggiormente attenti, e del Sud, generalmente più arretrati. «Nel nostro Paese - dichiara il presidente di Legambiente, Vittorio Cogliati Dezza - non esiste ancora un monitoraggio» sulla sicurezza delle scuole italiane, per questo «non è più rinviabile il completamento dell’Anagrafe dell’edilizia scolastica». Renderle sicure e metterle a norma, dice Vanessa Pallucchi, responsabile Legambiente Scuola e formazione, è «una delle grandi opere su cui investire, anche in chiave anti recessione» e di «riconversione energetica». In aumento le buone pratiche: tra cui la diffusione della raccolta differenziata (nel 94% delle scuole, con la carta in testa come materiale più differenziato al 93,58%, poi plastica al 62,93% e vetro 51,37%, organico al 43,91%) e mense biologiche (pasti parzialmente bio al 76,66%). Rimane alta la percentuale di scuole che non offre possibilità di fare sport per mancanza di strutture (33,42%), solo il 36,62% garantisce lo scuolabus, mentre il 78,97% possiede spazi verdi.

Dal dossier emerge che nel comune di Prato si trovano i migliori istituti scolastici per sicurezza degli immobili e qualità dei servizi (con 28 scuole dotate di impianti fotovoltaici e un ritorno dal conto energia di più di 300mila euro solo nel primo anno). Nella speciale classifica delle scuole migliori seguono Biella, Terni, Lecce, Forlì, Livorno, Parma e Firenze. Tra le grandi città, chiudono la classifica Messina, Treviso e Salerno.

Mentre la miglior amica del clima, con la scuola più ecosostenibile, è a Chioggia (Ve): l’Itis «Augusto Righi» vince il primo premio di «Kyoto anch’io-la scuola amica del clima» (il concorso di Legambiente e Edison rivolto agli studenti sul risparmio energetico e sulle fonti rinnovabili), per aver presentato il miglior progetto di riqualificazione ambientale. «E' necessario passare dalle parole ai fatti - dichiara l’amministratore delegato di Edison Umberto Quadrino - intervenendo sull'educazione e sulle strutture» per recuperare «gli sprechi energetici e rilanciare l'efficienza». Crescono, infatti, le scuole sostenibili: il 51,48% sono illuminate a basso consumo, il 6,75% utilizza fonti rinnovabili, il 24,44% utilizza altre forme di risparmio energetico (come centraline di regolazione climatiche).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Antonio

    13 Marzo @ 23.39

    Ma avete letto il dossier? (www.legambiente.eu) se lo aveste consultato in realtà risulta che parma è SETTIMA per le scuole dell'obbligo (di pertinenza dei comuni) SECONDA per le scuole superiori (di pertinenza delle provincie) e PRIMA nella classifica incrociata. Perchè esultare per il settimo posto (??) e non per il Primo?? mi sembra un PESSIMO esempio di informazione e invece una lode sperticata all'assessore Lavagetto. Che dite?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Ascolti: fiction Canale 5 a 2,2 mln, Sarà Sanremo 11.36%

televisione

Ascolti tv: la fiction Sacrificio d'amore vince di misura su Sarà Sanremo

Guerre stellari tra solennità e disco music

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il nuovo video sulle 5 regole per non toppare l’anolino di fidenza

TRADIZIONI

Anolini, a Fidenza li fanno così (video). E voi? Inviate video e foto

Lealtrenotizie

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

BASSA

Donna investita da un'auto a San Secondo: è grave

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale alle 14,30

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

ALLUVIONE

Tra ruspe e "angeli del fango": a Lentigione si lavora senza sosta Foto

Messa domenicale sul sagrato della chiesa

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

SOLIGNANO

Allerta meteo via mail, ma non c'è la corrente

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

2commenti

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

8commenti

TURISMO

Appennino, arriva la via Longobarda

SALSO

«L'alveo dello Stirone è abbandonato a se stesso»

Inchiesta

Disturbi dell'apprendimento, la situazione a Parma

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

La rabbia degli abitanti oltre il confine con Brescello. «Nessuno ci ha avvertiti e così abbiamo perso tutto»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

1commento

MANTOVA

Bimbi uccisi: indagato anche il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta la squadra

SOCIETA'

CUNEO

La salma di Vittorio Emanuele III tornerà in Italia

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260