11°

Parma

Vignali e Bernazzoli: "Sì al termovalorizzatore"

Vignali e Bernazzoli: "Sì al termovalorizzatore"
Ricevi gratis le news
2

Il sindaco Pietro Vignali e  il presidente della Provincia  Vincenzo Bernazzoli  si  incontrano su un terreno comune:  un documento congiunto per confermare il via libera al  nuovo termovalorizzatore. Un documento che arriva,  sicuramente non a caso, dopo l'esposto presentato dal Wwf  -  e da altre  associazioni e partiti  - al capo dello Stato contro l'impianto.
«Il via libera alla costruzione del termovalorizzatore non è una scelta estemporanea, ma l’anello che mancava in una strategia complessiva per risolvere il problema dei rifiuti - scrivono Vignali e Bernazzoli -  Una strategia improntata alla politica del fare, senza fughe in avanti ma nella consapevolezza che quando è ora di decidere occorre assumersi la responsabilità di farlo.  Da tempo stiamo lavorando per la riduzione dei rifiuti – anche attraverso accordi con la grande distribuzione  -  e per l’incremento della raccolta differenziata  -  in particolare grazie alla diffusione della raccolta porta a porta ed altre azioni ed iniziative promozionali, che siamo impegnati ad intensificare. Un impegno concreto, che ha portato risultati certificati dall’ultimo rapporto dell’Osservatorio sui rifiuti. In un anno, dal 2006 al 2007, la produzione di rifiuti è diminuita in tutto il nostro territorio di 11 chilogrammi pro capite e complessivamente, nonostante l’incremento della popolazione, dello 0,5% attestandosi a 263mila tonnellate. Nello stesso periodo la raccolta differenziata ha guadagnato 7 punti percentuali, raggiungendo in media il 43%, con punte del 70% in certi Comuni.  I dati per il 2008, che saranno disponibili tra poche settimane, confermeranno – ne siamo certi - questo andamento».
Ma anche se la differenziata è in aumento, sindaco e presidente della provincia evidenziano come rimarrà  comunque una  «una quota di rifiuti da smaltire, data dai rifiuti urbani ma anche da quelli speciali. In base alle esperienze più avanzate sappiamo che tra le modalità di smaltimento il termovalorizzatore è quella ecologicamente più corretta: le tecnologie permettono una riduzione prossima allo zero delle emissioni e il recupero di energia e calore, che sarà utilizzato per il teleriscaldamento.  La scelta è stata portata avanti attraverso un confronto serrato e approfondito nella Conferenza dei Servizi, la sede in cui tutti sono rappresentati e ognuno ha potuto esprimere pareri e riserve in assoluta autonomia. Ma esiste un momento per discutere ed uno per decidere. Non dare una soluzione a questo problema avrebbe voluto dire condannare il nostro territorio, in futuro, ad una situazione simile a quella che ha conosciuto Napoli o, nella migliore delle ipotesi, ad un ulteriore aumento, magari fuori controllo, delle tariffe, per i costi legati alla necessità di trasportare i rifiuti fuori provincia. Ne è una riprova l’aumento della tariffa di questi ultimi anni, andamento che, anche se il più mitigato possibile, non potrà risparmiare i consumatori nemmeno nel 2009».
Vignali e Bernazzoli difendono la qualità dell'impianto.  «Grazie al lavoro della Conferenza  - aggiungono - il progetto presentato da Enia è stato corretto ed oggi siamo certi di aver assicurato al nostro territorio l’impianto migliore possibile, in grado di garantire una soluzione valida anche per le generazioni future e di portare tra l’altro  -  da quando nel 2012 entrerà in funzione  -  una riduzione delle tariffe. Una scelta ed un percorso che difenderemo in tutte le sedi opportune, proseguendo nel nostro impegno per continuare sulla strada della riduzione dei rifiuti, della raccolta differenziata e dello smaltimento corretto della quota eccedente».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Mariapia

    10 Giugno @ 16.25

    Chi ci vuole vendere l'inceneritore dice che è il minore dei mali! Invece non ci dicono che l’inceneritore non è assolutamente il minore dei mali, perchè invece di mettere i rifiuti sotto terra o riciclarli ti obbliga a RESPIRARLI!! E respirare rifiuti sotto forma di diossine, furani e nanoparticelle che non possono essere trattenute dai filtri, provoca un sensibile aumento del rischio tumori, come già dimostrato da studi Italiani ed Internazionali. I CASI GIA' ACCERTATI IN ITALIA: INCENERITORE PISTOIA=DIOSSINA NEL LATTE MATERNO DELLE MAMME DELLA ZONA! INCENERITORE FORLI’= TUMORE ALLA PROSTATA DA METALLI PESANTI DELL’ INCENERITORE IN UN BAMBINO DI 8 ANNI. (RECENTEMENTE MORTO)! INCENERITORE BRESCIA= DIOSSINA TROVATA NEL LATTE DELLE PECORE CHE HANNO PASCOLATO NEI PRESSI DELL’ INCENERITORE! INCENERITORE PARMA = COSTA 180 MILIONI DI €, INQUINA CON DIOSSINA E NANOPARTICELLE DI PM INFERIORE A 2,5, OFFRE LAVORO A POCHE PERSONE, PORTA LA TARIFFA RIFIUTI AI VALORI DEL 2008 CON UN MISERO RISPARMIO DEL -2% (forse sarà pronto tra due anni se non lo fermiamo prima). L’ALTERNATIVA ESISTE!!!! TRATTAMENTO MECCANICO BIOLOGICO= COSTA MENO DI 10 MILIONI DI €, NON INQUINA IN ALCUN MODO, RICICLA MATERIE PRIME CHE POSSONO ESSERE RIVENDUTE ALLE INDUSTRIE, OFFRE LAVORO A TANTE PERSONE, ABBASSA LA TARIFFA RIFIUTI FINO AL 40% IN MENO!!!!!!!! (potrebbe essere pronto in 6 MESI se solo qualche amministratore illuminato decidesse per percorrere l’alternativa).

    Rispondi

  • Mary

    17 Marzo @ 00.22

    Fatelo e che gli ambientalisti ripuliscano le lordure dei cani in giro per la città,si rendano utili fisicamente invece di far tante chiacchiere inutili che ostacolano e ritardano la giusta decisione di migliorare la qualità di vita di Parma anche tramite la pulizia.Ma quali particelle inquinanti,e gli scarichi delle industrie e delle automobili?Certo che paragonare particelle micromillesimali a ben peggiore smog e ossido di carbonio significa veramente esser fusi di cotenna.Per favore,piantate un po'piu'di alberi almeno che assorbano un pochettino di queste schifezze e ci diano una boccata di ossigeno,tanto ormai nelle città di pulito e natura ce ne son pochetti.ma da qui a volerci far convivere con il rudo,questa è grossa.Per favore FATE IL TERMOVALORIZZATORE e togliete di torno la monnezza,e già che ci siamo caliamo un po'anche con il consumismo,tanto c'è la crisi.torniamo ad antichi valori e sani principi e priorità quali famiglia,amicizie,amori.Basta con il produrre materia e far pubblicità.Tanto nessuno compra piu'niente,abbiamo già tutto e non abbiamo bisogno di nulla.Coltiviamo i valori dello spirito e l'anima per favore,che è meglio,va!grazie,ciao

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

C'è tanto ritmo al Jamaica

FESTE PGN

C'è tanto ritmo al Jamaica Foto

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

TELEVISIONE

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

Foto con Romina, Lecciso lascia Al Bano, lo rivela 'Oggi'

gossip

La Lecciso lascia Al Bano. Colpa di Romina

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Futuro “Luigine”, inizio prossima settimana firma accordo

il caso

Futuro “Luigine”, nuovo summit con la Proges: firma nei prossimi giorni? Video

i nuovi arrivati

Faggiano: "Mercato per fare il salto: ora solo uscite" Il videocommento di Piovani - Ciciretti, i gol (video)

mercato

Parma, ultimo colpo: preso il centrocampista Anastasio

sabato

In treno (e pullman) a Cremona: quando la trasferta (e la rivalità) è vintage Tutte le info

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

anteprima gazzetta

Smartphone alla guida: incivile e...pericoloso Video

politica

Elezioni, domenica sera la lista dei partiti in lizza per il Parlamento Video

CARABINIERI

In casa con l'arsenale: arrestato

In manette un tunisino 48enne

1commento

SORBOLO

Auto fuori strada a Enzano: un ferito

gazzareporter

Via Doberdò, dove la segnaletica stradale viene ignorata: pericolo e poca disciplina Gallery

4commenti

lutto

Addio Bruno, spirito guerriero e animo gentile: aveva 49 anni

L'INCHIESTA

Alluvione, il pm: «Pizzarotti non lanciò mai l'allarme, nemmeno dopo il crollo del ponte della Navetta»

2commenti

MEDICINA

Uno spray imita lo smog e porta i farmaci al cuore: scoperta (anche) parmigiana

5 STELLE

Parlamentarie: la rabbia degli esclusi di Parma Video

3commenti

PARMA

Tabaccaio prende una mazza e mette in fuga il rapinatore 

TECNOLOGIA

Custom, fatturato oltre 130 milioni

Acquisito il 52% di power2Retail

UNIVERSITÀ

Andrei: «Nuovo corso di laurea dedicato al food»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I richiami dell'Europa e le condizioni italiane

di Domenico Cacopardo

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

FUORIPROGRAMMA

Il Papa sposa in volo una hostess e uno steward cileni

Maltempo

L'uragano Friederike flagella il Nord Europa: 5 morti

SPORT

SERIE B

Anticipi e posticipi: "ritocchi" anche al calendario del Parma in febbraio

FORMULA 1

La Ferrari e... il fattore ex. Perché ha vinto Hamilton

SOCIETA'

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

GAZZAFUN

Occhio al trabocchetto, è un quiz per secchioni

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Subaru XV, il Suv delle Pleiadi svelato in 5 mosse

moto

Yamaha MT-09 SP: la prova