19°

Parma

Violenza sulle donne, nasce l'Osservatorio provinciale

Violenza sulle donne, nasce l'Osservatorio provinciale
Ricevi gratis le news
0

Nasce l’Osservatorio provinciale sulla violenza alle donne, che si propone di essere un luogo di raccolta e sistematizzazione di dati e iniziative ma anche un punto di riferimento per tutte le realtà, istituzionali e non, che operano su un tema purtroppo sempre più attuale. Il progetto rientra nell’ampio programma di “Azioni di prevenzione e contrasto alla violenza sulle donne” della Provincia. È in capo alle Consigliere di provinciali di parità e realizzato con il sostegno della Fondazione Cariparma, delle stesse consigliere di parità e dall’Ausl. La realizzazione del progetto è stata affidata a Gender - Consulenza formazione ricerca.

“I dati delle forze dell’ordine ci dicono che le denunce di violenze sulle donne sono in aumento, e sappiamo bene che le denunce sono solo la punta di un iceberg molto più profondo - ha esordito nella presentazione di oggi in Provincia l’assessore alle Politiche sociali Tiziana Mozzoni -. Anche a fronte di questi dati credo che quanto la Provincia sta facendo, con l’impegno di ingenti risorse, non sia uno spreco ma un investimento sull’oggi e sul futuro della nostra comunità: un investimento sulla creazione di una cultura diversa che sappia anche prevenire”. “Per vincere questa difficile battaglia è necessario il contributo di tanti attori, soprattutto istituzionali”, ha detto la consigliera provinciale di parità Silvana Melegari, che ha sottolineato la necessità di “rispondere ai bisogni espressi e sottotraccia” e ha ricordato “la particolare complessità della violenza di genere. Proprio questa complessità comporta una collaborazione e un’integrazione ancora maggiori”.

Il sostegno della Fondazione Cariparma è stato testimoniato dalla vice presidente Marcella Saccani. “Credo che nella nostra società ci sia una concezione sessista, che nega ancora l’emersione di un problema che attiene al campo dei diritti negati. E non possiamo dire che tutto ciò non ci riguarda. Sono fatti che ci riguardano: sono nel nostro quotidiano, nelle istituzioni, nei posti di lavoro, per la strada. Lavorare in questa direzione vuol dire rimettere in discussione anche modelli culturali codificati”, ha osservato la Saccani, che ha aggiunto: “La Fondazione crede nelle azioni che vogliono far crescere la comunità, ben sapendo che oggi aprire gli occhi, far riflettere, fare cultura è un compito educativo e sociale”. Pieno appoggio anche dall’Ausl: “Partecipiamo con convinzione all’Osservatorio – ha detto Maria Grazia Loss, presidente del Comitato pari opportunità - e fin d’ora ci impegniamo ad aderire a tutte le sue iniziative, in un’azione che mira alla prevenzione, alla salute e al benessere delle persone”.

“Vorrei solo sottolineare la necessità di questo progetto e di questo investimento. Innanzitutto perché conoscere il fenomeno in maniera precisa e fondata ci può permettere di mirare meglio gli interventi. In secondo luogo perché nel corso del tempo ci permetterà anche di misurare i risultati e l’efficacia del lavoro che facciamo”, ha concluso l’assessore provinciale alle Pari opportunità Manuela Amoretti -. L’osservatorio metterà a disposizione informazioni molto importanti per tutta la comunità, e noi speriamo che questo possa servire per impostare politiche che escano dalla settorialità e che siano il più possibile trasversali”.

L’Osservatorio provinciale sulla violenza alle donne nasce con la funzione principale di monitorare il fenomeno, attraverso una lettura quantitativa e qualitativa delle informazioni e degli indicatori che è possibile raccogliere e una mappatura del sistema dei servizi e degli attori che operano a sostegno dei bisogni delle donne in difficoltà.
L'obiettivo è quello di agire in diverse direzioni: raccogliere e sistematizzare i dati e le informazioni esistenti sulla tematica della violenza intra ed extra familiare contro le donne; sensibilizzare gli attori individuati alle finalità dell’osservatorio; creare le condizioni per una gestione permanente del servizio in una prospettiva strategica di ampliamento dei fattori di conoscenza e di rafforzamento delle iniziative di contrasto alla violenza, in un’ottica integrata fra istituzioni e associazioni; proporre uno strumento utile a supporto della programmazione, dei processi decisionali e dell’allocazione delle risorse per favorire le azioni di prevenzione e contrasto alla violenza.

Il progetto procederà per tappe:
- la mappatura del sistema di soggetti e servizi nel Parmense, che costituirà sia uno strumento di conoscenza del settore pubblico e privato che eroga servizi alle donne in difficoltà sul territorio sia una  banca dati, periodicamente aggiornabile;
- l’attivazione della collaborazione con tali soggetti e il loro coinvolgimento nell’intervento,
- l’inquadratura dei dati esistenti, la raccolta e sistematizzazione dei dati disponibili sul territorio, la lettura e l’analisi delle informazioni quantitative, che verranno organizzate in indicatori individuati come rilevanti, con l’obiettivo di contestualizzare problemi e dinamiche del fenomeno della violenza sulle donne;
- la proposta di elaborazione e condivisione di una scheda unitaria di raccolta dati, finalizzata all’organizzazione di un sistema volto a rendere sistematica la raccolta dei dati disponibili.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

TUTTAPARMA

Le «sóri caplón'ni», angeli in corsia

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

COMUNE

Guerra: «Capitale della cultura, ecco perché possiamo farcela»

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro