Parma

Città d'arte e cultura con nuovi progetti e tanti spazi in più

Città d'arte e cultura con nuovi progetti e tanti spazi in più
Ricevi gratis le news
0

Gian Luca Zurlini

La città di «arte e cultura ha vissuto la sua apoteosi con l'organizzazione della mostra del Correggio, che ha dimostrato come Parma possa essere in grado di attrarre numeri importanti di turisti. Dato per scontato che un evento straordinario come questo non può essere ripetuto ogni anno, il Comune punta però, con una strategia «a doppio binario», mirata sia sullo sviluppo dell'utilizzo dei  cosiddetti “contenitori” (vecchi e nuovi) che sulla programmazione di iniziative che abbiano comunque un certo richiamo a fare in modo che la nostra città nei prossimi anni possa sviluppare sempre di più la propria vocazione culturale e artistica, peraltro già presente.
E proprio Luca Sommi, da poco «promosso» assessore alla Cultura dopo il successo della mostra del Correggio, annuncia quelle che saranno le linee-guida dell'azione del suo assessorato nei prossimi mesi e quali sono le prospettive future: «La città deve sapersi offrire nella sua interezza e per questo l'obbiettivo cui vogliamo e dobbiamo arrivare è che tutti gli enti e i soggetti coinvolti nell'offerta e nella produzione di cultura a Parma siano coordinati per poter collaborare fra di loro». Dopo questa premessa Sommi ribadisce che «Parma è comunque una città che è al passo con l'offerta per quel che riguarda l'arte antica, la prosa e la lirica. Manca un tassello importante, che è quello dell'arte contemporanea, fino a oggi priva di spazi e di riferimenti veri».
Il Palazzo del Governatore, che verrà inaugurato nella seconda metà del 2009 «sarà il contenitore all'avanguardia che ci consentirà di colmare questo vuoto. E sarà uno spazio importante, che inaugureremo con una mostra che sarà una riflessione sull'arte contemporanea della seconda metà del '900».
Gli “Stati generali della cultura” saranno poi un'altra iniziativa che l'assessorato porterà avanti: «Sarà una “due giorni” di lavoro intenso - dice Sommi - per capire in modo concreto dove eravamo, dove siamo e dove vogliamo arrivare come “sistema-Parma” di offerta culturale. E' una riflessione che si rende assolutamente necessaria perché dobbiamo comprendere che, visto il momento di crisi generale e di conseguenti tagli di fondi, dobbiamo ripartire pensando di essere all'”anno zero” della cultura. Significa - prosegue Sommi - che va ripensato interamente il sistema dell'offerta culturale, tenendo conto che le disponibilità finanziarie del passato, a tutti i livelli, difficilmente ritorneranno e dunque si deve attuare un ripensamento in grado di fornire una strada unitaria per uscire da questo momento di crisi. E questo perché non si può più vivere sugli allori del passato». L'assessore Sommi ci tiene però a far comunque sapere che «per il 2009 l'impegno del comune di Parma sarà importante e dunque l'offerta di cultura, anche se i fondi disponibili sono minori,  verrà mantenuta ad alti livelli». 
Fra le novità il cambio di denominazione di «E' Grand'estate»  che diventerà «Sotto il cielo di Parma», con tribune che, sempre nel piazzale interno della Pilotta, saranno in grado di ospitare 2400 spettatori invece dei 1100 degli anni passati, mentre gli spettacoli saranno di alto livello e, in molti casi, realizzati esclusivamente per il palcoscenico parmigiano. «Inoltre - prosegue Sommi - stiamo preparando un evento unico in Piazza Garibaldi per il prossimo 25 aprile, con uno spettacolo che potrà essere visto soltanto qui a Parma, verrà organizzato dal 18 al 24 giugno il “Parmapoesia Festival” con la presenza di personaggi internazionali come Josè Saramago, Moni Ovadia, Katarina Frostenson e numerose rassegne e manifestazioni collaterali. Di alto livello poi sarà anche l'edizione del Festival Verdi, per la quale il Comune garantirà il supporto necessario e per la quale sono previste anche diverse novità collaterali. Nonostante la crisi, insomma, l'offerta sarà di livello elevato e tale rimarrà anche nei prossimi anni».
L'assessore ai Lavori pubblici Giorgio Aiello sottolinea da parte propria lo sforzo che vede impegnato il Comune sul fronte delle infrastrutture collegate agli eventi culturali: «Il Palazzo del Governatore è ormai completato e nei prossimi mesi verranno effettuate tutte le rifiniture necessarie prima dell'inaugurazione con una mostra di alto livello. Per quel che riguarda il Teatro dei dialetti è stato concluso il cantiere del contenitore interno e si sta completando in questi giorni la gara d'appalto per la realizzazione di tutta l'impiantistica e le dotazioni interne. Inoltre abbiamo concluso la stesura del progetto definitivo per la sistemazione della palazzina oggi sede del circolo dipendenti comunali ed è in via di completamento il verde del parco Pellegrini.  Per il teatro, credo che si possa puntare a un'apertura nella primavera del 2010».
Aiello annuncia anche «che abbiamo finalmente risolto alcune lungaggini burocratiche che avevano ritardato l'apertura della prima fase del cantiere per i laboratori creativi nell'area dell'ex scalo merci di viale Fratti. Già nei prossimi giorni partiranno i lavori per 2 milioni di euro a carico dei privati, mentre nei prossimi mesi effettueremo la gara per l'appalto degli altri 5 milioni di euro di lavori a carico del Comune. In questo caso nel giro di un anno e mezzo dovremmo avere la disponibilità di una struttura innovativa in grado di rispondere alle esigenze dei giovani artisti della nostra città».
Quanto al museo del Cibo «che è pur sempre una struttura legata alla cultura, visto che - dice ancora Aiello - la nostra cucina e la nostra gastronomia, oltre che i nostri prodotti tipici sono da sempre parte integrante della nostra formazione e anche dell'offerta turistica, gli spazi in cui sarà realizzato, negli ex padiglioni fieristici del Parco Ducale, sono altamente suggestivi». «Sarà realizzato con un project financing e l'idea di arrivare ad avere uno spazio che potrebbe essere come quello di “Eatitaly” a Torino, che, oltre a essere un centro gastronomico di eccellenza è anche un luogo di produzione di eventi collegati al mondo della gastronomia».
L'arena estiva del Teatro Due è l'ultimo fra i «grandi cantieri della cultura» che è in piena attività: «In questo caso i lavori dovrebbero concludersi entro l'autunno - spiega Aiello - e quindi interverremo per il completamento del palcoscenico e degli arredi e l'estate 2010 dovrebbe essere quella dell'apertura di questo importante spazio alla città». Come a dire che, nonostante i tempi di “vacche magre” la cultura per il Comune rimane un settore importante. «E la cosa più importante - conclude Aiello - è che fra un paio d'anni, grazie alla programmazione che si è attuata con lungimiranza. Parma potrà disporre di almeno altri quattro contenitori di grande importanza che consentiranno di diversificare l'offerta culturale rendendola pressoché completa».
Insomma, la cultura, almeno negli spazi «dedicati», non è destinata a fare la parte della Cenerentola nei prossimi anni: e l'impegno maggiore sarà piuttosto quello di trovare i fondi per garantire il loro miglior funzionamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

SCIENZA

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Tom Schumacher è il produttore della versione musical di "Frozen"

Stati Uniti

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Allerta meteo livello giallo

meteo

Parma, allerta a livello giallo

1commento

tg parma

Le ex Luigine continueranno a esistere. La gestione passa a Proges Video

lettera aperta

Elezioni, le cinque richieste di Pizzarotti ai candidati

4commenti

Castell'arquato

Aggredisce moglie e figlio con chiave inglese: trasportati in fin di vita al Maggiore

viale bottego

Fiamme in studio dentistico: evacuato tutto il palazzo. Due intossicati Foto

amarcord

Le «innominabili case» (chiuse) che popolavano Parma: la mappa Foto

Via Buffolara

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

16commenti

squadra mobile

Preso il rapinatore (seriale?) con roncola della sala scommesse Il video del blitz

TRAFFICO

Tamponamento nel pomeriggio sulla tangenziale nord

furti

Svaligiate le sedi delle associazioni per i disabili. E allora, "Caro ladro ti scrivo..."

1commento

tg parma

Parmigiano 60enne prestanome per una banda di ladri dell'Est Video

Bonifica Parmense

Parte il progetto che metterà in sicurezza Bocca d'Enza

salute

Vincere il tumore: la testimonianza di tre parmigiani

Fidenza

Addio a Fabrizio «Fispo» Rivotti

CURIOSITA'

Il colore del cartello è sbagliato: Langhirano diventa... provincia (o regione) Foto

EDUCAZIONE

Femmine, maschi e gli stereotipi che ingabbiano

Differenze di genere, Torti: «Diamo la libertà di scegliere qualsiasi strada»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

3commenti

GAZZAFUN

Ex rimpianti e non: riconosci questi giocatori del Parma?

ITALIA/MONDO

Genova

Mamma salva il figlio di un mese e mezzo seguendo le istruzioni telefoniche del 118

SAN POLO D'ENZA

Operazione Copper Field: sgominata la banda del rame

SPORT

sport

La discesa d'Oro di una favolosa Sofia Goggia Foto

baseball

Un mancino per il Parma Clima: Escalona rinforza il monte

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

UNESCO

Città Creative per la Gastronomia: il progetto entra nel vivo

MOTORI

ANTEPRIMA

Volvo, ecco la nuova V60 Fotogallery

motori

Ferrari: ecco la 488 Pista, sarà presentata a Ginevra