21°

Parma

Dispersione scolastica: 50 ragazzi del Ciofs accolti in Provincia

Ricevi gratis le news
0

Stanno frequentando un percorso biennale di 1.800 ore (600 di stage in azienda) che li porterà al conseguimento della qualifica di Operatore amministrativo segretariale: un’opportunità offerta loro dalla Provincia e gestita tecnicamente dal Ciofs. Sono ragazzi che avevano abbandonato la scuola, e che grazie alla Provincia hanno la possibilità di acquisire una qualifica professionale per poi entrare nel mercato del lavoro con maggiore forza e con più prospettive di crescita.

Una cinquantina di questi ragazzi, tutti dai 15 ai 18 anni, sono stati questa mattina in visita alla sede di Palazzo Giordani della Provincia, a “toccare con mano” cosa c’è dietro l’opportunità di formazione che stanno cogliendo. Si tratta di una visita che vuole aiutare un processo di “responsabilizzazione” di questi giovani, che si stanno formando in uno dei profili tra i più richiesti anche in questa fase di crisi.

Dopo un breve giro negli uffici, i ragazzi, accompagnati dalla direttrice del Ciofs di Parma suor Paola Farioli, dalla presidente regionale del Ciofs suor Lucia Croci e da vari tutor, hanno incontrato in Sala Borri il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli e l’assessore alla Formazione professionale e alle Politiche del lavoro Manuela Amoretti. “Vogliamo che tutti siano messi in condizione di avere opportunità per realizzarsi, per mettere in campo il loro talento e consentire alla nostra società di essere più ricca e di avere più forza nel creare occasioni di sviluppo”, ha detto ai ragazzi Vincenzo Bernazzoli, che ha aggiunto: “Mi fa davvero molto piacere vedere che vi state impegnando per avere una carta da spendere. Questo è molto importante. È importante che nessuno rimanga fuori, marginalizzato e indietro: il nostro impegno va in questa direzione”.
L’impegno della Provincia contro la dispersione scolastica è stato ribadito dall’assessore Manuela Amoretti. “Sono molte le persone che lavorano per voi e che credono in voi”, ha detto ai ragazzi, sottolineando che “il  profilo su cui vi state formando è uno dei più richiesti anche in questa fase di crisi”.
Chiare le finalità del percorso biennale che gli ospiti stanno frequentando, caratterizzato anche da diverse misure di accompagnamento (socializzazione, rimotivazione, recupero, e così via): fornire ai giovani la possibilità di ottenere le competenze professionali necessarie all’inserimento lavorativo oppure al reingresso in percorsi del sistema dell’istruzione; garantire ad allievi e famiglie un intervento educativo flessibile e personalizzato, attraverso un costante monitoraggio dell’apprendimento, la personalizzazione del percorso, l’attivazione di servizi di sostegno alla motivazione alla frequenza e all’accompagnamento al lavoro; rispondere a un effettivo fabbisogno di personale rilevabile nelle aziende del territorio.
 
L’impegno della Provincia contro la dispersione- Per offrire una pluralità di opportunità ai giovani che, fuoriusciti dal sistema scolastico, non avessero intenzione di rientrarvi, la Provincia di Parma, nel corso degli ultimi 5 anni, ha destinato finanziamenti consistenti ai percorsi di formazione professionale per l’adempimento dell’obbligo formativo. Complessivamente, dal 2002 al 2008 i finanziamenti ammontano a 17.706.386 euro, con cifre superiori ai due milioni di euro annui a partire dal 2004.
Questi percorsi hanno fatto registrare, nel corso degli ultimi 7 anni, una crescente partecipazione da parte dei giovani del Parmense: dai 114 iscritti nel 2002 ai 149 del 2003, fino ad arrivare ai 336 del 2008. Nell’arco del settennio, in tutto 1.543 giovani si sono iscritti a un corso di formazione professionale per l’assolvimento del diritto-dovere all’obbligo formativo.
Gli esiti formativi risultano piuttosto positivi: su 941 giovani iscritti a un percorso dell’obbligo formativo fra il 2002 ed il 2006, ben 835 hanno ottenuto un certificato di qualifica. In media, dunque, i qualificati sono l’88,7%: si tratta di un buon risultato, che testimonia di un sistema dell’obbligo formativo “flessibile” e in buona misura capace di rispondere in maniera personalizzata alle esigenze dei giovani del territorio, per garantire a tutti il successo formativo.
Sempre contro la dispersione, la Provincia si è fatta promotrice di un accordo siglato a fine settembre 2008: un patto sottoscritto dagli attori educativi e istituzionali del territorio che hanno dato vita a una rete ampia e partecipata. Vi hanno aderito 46 Comuni, 68 scuole, i centri territoriali permanenti, gli enti di formazione, l’Ufficio scolastico provinciale, l’Ausl, l’Università di Parma, la Provincia di Parma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

ambiente

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

RUGBY SERIE B LA VITTORIA CONTRO IL FLORENTIA FUNESTATA DA UN GRAVISSIMO EPISODIO

Amatori, Belli colpito da un pugno:

Il terza linea è rimasto svenuto per 15 minuti. Ora la società presenterà ricorso

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

14commenti

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

39commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

1commento

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

SPORT

Moto

Guido Meda svela un aneddoto su Simoncelli

FORMULA 1

Hamilton, le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen 3°

1commento

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

SOCIAL NETWORK

Motocross: impressionanti acrobazie Video

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro