21°

35°

parma

Il Freee aperto nonostante l'ordinanza

Sopralluogo dei vigili urbani, che però non hanno preso provvedimenti

Discoteca Freee

Discoteca Freee

1

 

Andrea Del Bue
L’avevano annunciato e l’hanno fatto: i gestori del Freee, ex Astrolabio, la discoteca di via Zarotto per cui è stata ordinata, nel pomeriggio di venerdì, la chiusura da parte del Comune, ha comunque aperto i battenti.
Ore 2, musica a palla, balli in pista, bancone che lavora, ritardatari in coda per l’ingresso. Come se nulla fosse, come se il Comune non ne avesse sancito la «completa abusività» a causa, si legge nel comunicato emesso dai portici del grano, della mancanza «dell’autorizzazione di cui all’art. 68 e dell’agibilità di cui all’art. 80 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza». In altre parole, la discoteca «risulta priva di qualsivoglia licenza». 
Non abbastanza per i gestori del locale che sono andati avanti per la loro strada: «Abbiamo ricevuto la comunicazione solo alle 17 - spiega uno dei responsabili -: tenere chiuso, per noi, avrebbe significato una perdita di 10 mila euro tra oggi (venerdì, ndr) e sabato (ieri sera, ndr). All’interno ci saranno poco più di 150 persone, mentre una serata come questa dovrebbe farne 600: per noi il danno in termini di entrate, e soprattutto di immagine, è enorme». Verso l’1,30, la visita degli agenti della Polizia municipale: hanno scartabellato un po’ tra i documenti e hanno redatto un verbale di sopralluogo, che trasmetteranno poi all’autorità giudiziaria, in cui si attesta la violazione dell’ordinanza di chiusura. Ma non hanno imposto l’immediata chiusura del locale. 
«Teniamo aperto anche domani, non possiamo fare altrimenti - osservano dal Freee -: lunedì poi, come d’accordo coi vigili, porteremo tutti i documenti in Comune, per verificare cosa c’è e cosa manca». A questo punto uno dei gestori non fatica ad ammettere che «sicuramente abbiamo peccato in alcuni passaggi burocratici dalla precedente gestione, ma voglio anche dire che siamo aperti dal 5 ottobre e non c’è mai stato un problema di ordine pubblico». In questi casi, però, si sa che contano più le carte, che devono essere in regola. Sulla polemica riguardante il «devasto totale» che gli organizzatori della serata, intitolata «Caraffa party» (2 litri a 7 euro), hanno proposto via Facebook, dalla discoteca precisano: «Nel volantino promozionale non c’era nulla di tutto questo, ma solo lo spirito di aggregazione che volevamo condividere: le persone che bevono con la cannuccia dalla stessa caraffa. Invece qualcuno, su internet, è andato un po’ oltre. In ogni caso, siamo convinti che l’ordine di chiusura del Comune nasca proprio da questo polverone scatenatosi tra l’opinione pubblica e non dalla regolarità o meno dei permessi».  
Andrea Del Bue

 

L’avevano annunciato e l’hanno fatto: i gestori del Freee, ex Astrolabio, la discoteca di via Zarotto per cui è stata ordinata, nel pomeriggio di venerdì, la chiusura da parte del Comune, ha comunque aperto i battenti.Ore 2, musica a palla, balli in pista, bancone che lavora, ritardatari in coda per l’ingresso. Come se nulla fosse, come se il Comune non ne avesse sancito la «completa abusività» a causa, si legge nel comunicato emesso dai portici del grano, della mancanza «dell’autorizzazione di cui all’art. 68 e dell’agibilità di cui all’art. 80 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza». In altre parole, la discoteca «risulta priva di qualsivoglia licenza». Non abbastanza per i gestori del locale che sono andati avanti per la loro strada: «Abbiamo ricevuto la comunicazione solo alle 17 - spiega uno dei responsabili -: tenere chiuso, per noi, avrebbe significato una perdita di 10 mila euro tra oggi (venerdì, ndr) e sabato (ieri sera, ndr). All’interno ci saranno poco più di 150 persone, mentre una serata come questa dovrebbe farne 600: per noi il danno in termini di entrate, e soprattutto di immagine, è enorme». Verso l’1,30, la visita degli agenti della Polizia municipale: hanno scartabellato un po’ tra i documenti e hanno redatto un verbale di sopralluogo, che trasmetteranno poi all’autorità giudiziaria, in cui si attesta la violazione dell’ordinanza di chiusura. Ma non hanno imposto l’immediata chiusura del locale. «Teniamo aperto anche domani, non possiamo fare altrimenti - osservano dal Freee -: lunedì poi, come d’accordo coi vigili, porteremo tutti i documenti in Comune, per verificare cosa c’è e cosa manca». A questo punto uno dei gestori non fatica ad ammettere che «sicuramente abbiamo peccato in alcuni passaggi burocratici dalla precedente gestione, ma voglio anche dire che siamo aperti dal 5 ottobre e non c’è mai stato un problema di ordine pubblico». In questi casi, però, si sa che contano più le carte, che devono essere in regola. Sulla polemica riguardante il «devasto totale» che gli organizzatori della serata, intitolata «Caraffa party» (2 litri a 7 euro), hanno proposto via Facebook, dalla discoteca precisano: «Nel volantino promozionale non c’era nulla di tutto questo, ma solo lo spirito di aggregazione che volevamo condividere: le persone che bevono con la cannuccia dalla stessa caraffa. Invece qualcuno, su internet, è andato un po’ oltre. In ogni caso, siamo convinti che l’ordine di chiusura del Comune nasca proprio da questo polverone scatenatosi tra l’opinione pubblica e non dalla regolarità o meno dei permessi».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Laura

    18 Novembre @ 11.47

    Ma non avendo la licenza, questo locale le paga le tasse???? Come mai per il fruttivendolo di via spezia il Comune ha trovato mezzi, persone, tempo e risorse per farlo sgomberare mentre per questa discoteca hanno solo detto che non potevano aprire? Se manca l'agibilità vuol dire che le persone non sono al sicuro... come mai hanno fatto aprire il locale in ogni modo????

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Esplode bomboletta di panna: colpita al petto muore modella blogger

francia

Esplode bomboletta di panna: colpita al petto muore modella blogger

Clooney vende il marchio della sua tequila per un miliardo di dollari

Clooney con la moglie Amal. (foto d'archivio)

Il caso

Clooney vende il marchio della sua tequila per un miliardo di dollari

elefantino che rincorre gli uccelli

natura

L'elefantino che rincorre gli uccelli Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Da Romano», qualità a conduzione famigliare

CHICHIBIO

«Da Romano», qualità a conduzione famigliare

di chichibio

Lealtrenotizie

Pizzarotti-Scarpa, scontro a tutto campo. Diretta su Tv Parma

Piazza gremita per il colloquio Pizzarotti-Scarpa

Scintille in Piazza

Pizzarotti-Scarpa, scontro a tutto campo prima del ballottaggio

L'ultimo confronto pubblico tra i due candidati

5commenti

consiglio dei ministri

Stato emergenza a Parma e Piacenza per crisi idrica: fondi e prelievi di acqua in deroga - Video

Pomodoro in difficoltà: preoccupati agricoltori e trasformatori (Leggi)

1commento

viale piacenza

Patente falsa, auto senza revisione: denunciato un Ivoriano

2commenti

SALA BAGANZA

Le fiamme divorano il deposito di una disossatura: due vigili del fuoco feriti Video

Salvata la fabbrica vicina. Dipendenti al lavoro nello stabilimento produttivo 

weekend

Primo weekend d'estate: ecco le cose da non perdere

anteprima gazzetta

Ultimo "scontro": Scarpa e Pizzarotti parlano di sicurezza Video

il personaggio

Raffaella Bompani da record: è sempre lei la regina dei viaggi su misura

Per il quinto anno consecutivo è la miglior consulente di viaggio italiana

incidente

Frontale in via Baganzola: due feriti al Pronto soccorso

Tv Parma

Salvini: "Se votassi qui non darei il voto a Scarpa"

Questa sera intervista su Tv Parma

12commenti

SIENA

Palio Siena: ipotesi numero chiuso e vietato ad under 12

Misure a vaglio comitato sicurezza, non più di 15mila persone

Gaione

Ladri in camera da letto, anziana finge di dormire

6commenti

SONDAGGIO

Nel Parma in B preferireste rivedere Cassano o Gilardino? Votate

15commenti

via della salute

La banda degli scooter torna in azione. Ma stavolta è costretta a fuggire Foto

10commenti

sant'ilario

Rapina all’ufficio postale di Calerno: caccia all'uomo nel Parmense

Tre malviventi fuggiti con circa 2.000 euro

gazzareporter

Portici del Grano: parcheggio, simbolo o rappresentanza? Foto

tg parma

La città vissuta su una carrozzina: Scarpa e Pizzarotti in giro con Anmic Video

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Maturità, temi lontani dalla realtà della scuola

di Stefano Pileri

ITALIA/MONDO

sanità

Bimbo di 6 anni muore per le complicanze del morbillo

teramo

Dottoressa accoltellata a morte: il presunto killer si è ucciso

SOCIETA'

galles

Il fidanzato la tradisce, lei si vendica sulla sua Bmw Video

GUSTO

I tortelli diversi: ecco le ricette

1commento

SPORT

calcio

Rivoluzione: la U20 cinese giocherà la serie D tedesca

tg parma

Il Parma in ritiro a Pinzolo dal 20 luglio al 3 agosto Video

MOTORI

novità

Volkswagen Arteon, salutate l'ammiraglia

TECNOLOGIA

L'auto? La proveremo sul divano. Parola di Ford