12°

Parma

Truffe e raggiri, anziani nel mirino: ecco i consigli utili

Iniziativa di Unicredit con le forze dell'ordine in Camera di commercio

0

 

 Di solito alla vittima viene presentata una situazione tragica, in cui un parente, spesso un figlio, ha gravi problemi di salute ed è rimasto bloccato da qualche parte, magari all’estero e senza soldi. Il truffatore si identifica come amico di lunga data del congiunto in difficoltà e il malcapitato, di solito anziano, si ritrova in una situazione angosciosa che non gli permette di ragionare con lucidità: è per questo che senza fare domande molte delle vittime non discutono, non obiettano: si precipitano in banca, prelevano il denaro in contanti e lo consegnano al presunto amico di turno.
Accade anche a Parma e provincia. Per questo UniCredit, trovando la piena disponibilità e la fattiva collaborazione del Comando Provinciale Carabinieri, della Questura e della Camera di Commercio, ha organizzato un incontro volto a spiegare alle fasce più deboli della popolazione come difendersi da eventuali truffe o raggiri, illustrando le modalità più comuni utilizzate dai malviventi e fornendo consigli per evitare di rimanere vittime di questi odiosi reati.
L’incontro è stato ospitato dalla Camera di Commercio e ha visto partecipare una nutrita platea composta da piu' di 200 cittadini. 
Dopo i saluti del Questore di Parma, Giuseppe Racca, del Colonnello Carlo Cerrina, Comandante Provinciale dei Carabinieri, e del Segretario Generale della Camera di Commercio di Parma, Alberto Egaddi, sono seguiti gli interventi dei relatori: il Tenente Colonnello Giorgio Sulpizi, Comandante del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Parma; Fabio Capaldo, Vice Dirigente della Squadra Mobile; Fabrizio Simonini, Responsabile Area Commerciale UniCredit Parma e Bruno Ferrarini del Dipartimento Sicurezza di UniCredit Business Integrated Solutions.
Quello di oggi si inserisce in una serie di incontri avviati a livello nazionale da UniCredit da alcuni anni. Si tratta di un’iniziativa che ha riscontrato grande successo e che è stata replicata già in diverse città d’Italia. Quella di oggi è la quarta tappa che viene realizzata sul territorio di Parma e provincia in meno di un anno. 
“Essere Banca del Territorio vuol dire scegliere un modo diverso di agire e relazionarsi con il territorio di riferimento, una partecipazione alla vita sociale che va oltre i numeri da inserire a bilancio. UniCredit ha investito nella formazione dei propri dipendenti per aiutarli ad aumentare la loro sensibilità anche nel riconoscere possibili raggiri ai danni dei clienti – ha detto Fabrizio Simonini, Responsabile Area Commerciale Parma UniCredit - Grazie alla perizia dei nostri colleghi e al rapporto di fiducia che essi sono riusciti ad instaurare con i clienti, abbiamo già raggiunto buoni risultati. Oggi allarghiamo il nostro progetto di prevenzione contro le truffe anche ai cittadini, per svolgere un servizio a tutto tondo per i nostri clienti, in linea con il nostro obiettivo primario: essere vicini alla gente”.
"Oltre le vittime dirette – ha detto il Segretario Generale della Camera di Commercio di Parma, Alberto Egaddi -, le truffe colpiscono spesso anche gli operatori economici onesti che vedono di giorni in giorno crescere tra i clienti un clima di diffidenza, negativo per qualsiasi tipo di transazione. Siamo quindi ben felici di ospitare questo incontro promosso da UniCredit, sia per combattere questo fenomeno odioso, sia per sostenere le aziende e i professionisti che lavorano correttamente".
“Nell’ultimo anno abbiamo organizzato in Emilia Romagna 16 incontri sul tema della sicurezza e della prevenzione in merito a truffe e raggiri. E i risultati finora raggiunti nella prevenzione dei raggiri ci confortano – ha affermato Bruno Ferrarini del Dipartimento Sicurezza di UniCredit Business Integrated Solutions -. Solo nell’ultimo anno i nostri colleghi sono riusciti a sventare in Emilia Romagna una ventina di truffe ordite ai danni di anziani. La sicurezza della propria clientela è un elemento che sta molto a cuore a UniCredit che per questo motivo ha effettuato negli ultimi anni importanti investimenti (circa 17milioni tra il 2012 e il 2013) in innovative tecnologie di sicurezza e in progetti di formazione specifici, dedicati ai propri dipendenti che operano allo sportello. Pensiamo che la sicurezza dei cittadini non sia un “problema esclusivo” delle Forze dell’Ordine e che anche iniziative come il nostro format “Occhio alle truffe” possano fornire un valido contributo”.
“Saluto con estremo favore l’iniziativa di UniCredit – ha detto il Questore di Parma, Giuseppe Racca - che coinvolge direttamente la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri, impegnate nel quotidiano contrasto all’odioso fenomeno dei reati predatori, tra i quali spicca la truffa, ai danni dei soggetti più deboli come gli anziani. Auspico anche, per una maggiore e più efficace prevenzione, la ciclica ripetizione di questa lodevole iniziativa e la massima pubblicizzazione della stessa al fine di informare adeguatamente i cittadini”.
“Quello delle truffe – ha sottolineato il Colonnello Carlo Cerrina, Comandante Provinciale dei Carabinieri - è un fenomeno che è presente anche nell’ambito di questa provincia. Si tratta di un reato particolarmente odioso perché va a colpire sovente le fasce più deboli della popolazione. L’iniziativa programmata , oltre a rappresentare un ulteriore ed importante momento di confronto con i cittadini, rientra in quel concetto di “polizia di prossimità” che vede le Forze dell’Ordine da sempre impegnate anche nell’offrire consigli e suggerimenti pratici per evitare di cadere vittime di comportamenti delittuosi; in tale prospettiva un occhio di riguardo è da sempre rivolto ai soggetti più deboli. L’occasione è propizia per rinnovare l’invito a tutti i  cittadini di non esitare a contattare le forze dell’ordine per chiedere ausilio o suggerimenti, ricordando che sul sito internet dell’Arma dei Carabinieri vi è un’apposita sezione, denominata “consigli tematici”, nella quale vi sono pratici consigli per difendersi da reati “.

Comunicato stampa di Unicredit 

Di solito alla vittima viene presentata una situazione tragica, in cui un parente, spesso un figlio, ha gravi problemi di salute ed è rimasto bloccato da qualche parte, magari all’estero e senza soldi. Il truffatore si identifica come amico di lunga data del congiunto in difficoltà e il malcapitato, di solito anziano, si ritrova in una situazione angosciosa che non gli permette di ragionare con lucidità: è per questo che senza fare domande molte delle vittime non discutono, non obiettano: si precipitano in banca, prelevano il denaro in contanti e lo consegnano al presunto amico di turno.
Accade anche a Parma e provincia. Per questo UniCredit, trovando la piena disponibilità e la fattiva collaborazione del Comando Provinciale Carabinieri, della Questura e della Camera di Commercio, ha organizzato un incontro volto a spiegare alle fasce più deboli della popolazione come difendersi da eventuali truffe o raggiri, illustrando le modalità più comuni utilizzate dai malviventi e fornendo consigli per evitare di rimanere vittime di questi odiosi reati.
L’incontro è stato ospitato dalla Camera di Commercio e ha visto partecipare una nutrita platea composta da piu' di 200 cittadini. Dopo i saluti del Questore di Parma, Giuseppe Racca, del Colonnello Carlo Cerrina, Comandante Provinciale dei Carabinieri, e del Segretario Generale della Camera di Commercio di Parma, Alberto Egaddi, sono seguiti gli interventi dei relatori: il Tenente Colonnello Giorgio Sulpizi, Comandante del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Parma; Fabio Capaldo, Vice Dirigente della Squadra Mobile; Fabrizio Simonini, Responsabile Area Commerciale UniCredit Parma e Bruno Ferrarini del Dipartimento Sicurezza di UniCredit Business Integrated Solutions.

 

Quello di oggi si inserisce in una serie di incontri avviati a livello nazionale da UniCredit da alcuni anni. Si tratta di un’iniziativa che ha riscontrato grande successo e che è stata replicata già in diverse città d’Italia. Quella di oggi è la quarta tappa che viene realizzata sul territorio di Parma e provincia in meno di un anno. 
“Essere Banca del Territorio vuol dire scegliere un modo diverso di agire e relazionarsi con il territorio di riferimento, una partecipazione alla vita sociale che va oltre i numeri da inserire a bilancio. UniCredit ha investito nella formazione dei propri dipendenti per aiutarli ad aumentare la loro sensibilità anche nel riconoscere possibili raggiri ai danni dei clienti – ha detto Fabrizio Simonini, Responsabile Area Commerciale Parma UniCredit - Grazie alla perizia dei nostri colleghi e al rapporto di fiducia che essi sono riusciti ad instaurare con i clienti, abbiamo già raggiunto buoni risultati. Oggi allarghiamo il nostro progetto di prevenzione contro le truffe anche ai cittadini, per svolgere un servizio a tutto tondo per i nostri clienti, in linea con il nostro obiettivo primario: essere vicini alla gente”.
"Oltre le vittime dirette – ha detto il Segretario Generale della Camera di Commercio di Parma, Alberto Egaddi -, le truffe colpiscono spesso anche gli operatori economici onesti che vedono di giorni in giorno crescere tra i clienti un clima di diffidenza, negativo per qualsiasi tipo di transazione. Siamo quindi ben felici di ospitare questo incontro promosso da UniCredit, sia per combattere questo fenomeno odioso, sia per sostenere le aziende e i professionisti che lavorano correttamente".

“Nell’ultimo anno abbiamo organizzato in Emilia Romagna 16 incontri sul tema della sicurezza e della prevenzione in merito a truffe e raggiri. E i risultati finora raggiunti nella prevenzione dei raggiri ci confortano – ha affermato Bruno Ferrarini del Dipartimento Sicurezza di UniCredit Business Integrated Solutions -. Solo nell’ultimo anno i nostri colleghi sono riusciti a sventare in Emilia Romagna una ventina di truffe ordite ai danni di anziani. La sicurezza della propria clientela è un elemento che sta molto a cuore a UniCredit che per questo motivo ha effettuato negli ultimi anni importanti investimenti (circa 17milioni tra il 2012 e il 2013) in innovative tecnologie di sicurezza e in progetti di formazione specifici, dedicati ai propri dipendenti che operano allo sportello. Pensiamo che la sicurezza dei cittadini non sia un “problema esclusivo” delle Forze dell’Ordine e che anche iniziative come il nostro format “Occhio alle truffe” possano fornire un valido contributo”.

“Saluto con estremo favore l’iniziativa di UniCredit – ha detto il Questore di Parma, Giuseppe Racca - che coinvolge direttamente la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri, impegnate nel quotidiano contrasto all’odioso fenomeno dei reati predatori, tra i quali spicca la truffa, ai danni dei soggetti più deboli come gli anziani. Auspico anche, per una maggiore e più efficace prevenzione, la ciclica ripetizione di questa lodevole iniziativa e la massima pubblicizzazione della stessa al fine di informare adeguatamente i cittadini”.

“Quello delle truffe – ha sottolineato il Colonnello Carlo Cerrina, Comandante Provinciale dei Carabinieri - è un fenomeno che è presente anche nell’ambito di questa provincia. Si tratta di un reato particolarmente odioso perché va a colpire sovente le fasce più deboli della popolazione. L’iniziativa programmata , oltre a rappresentare un ulteriore ed importante momento di confronto con i cittadini, rientra in quel concetto di “polizia di prossimità” che vede le Forze dell’Ordine da sempre impegnate anche nell’offrire consigli e suggerimenti pratici per evitare di cadere vittime di comportamenti delittuosi; in tale prospettiva un occhio di riguardo è da sempre rivolto ai soggetti più deboli. L’occasione è propizia per rinnovare l’invito a tutti i  cittadini di non esitare a contattare le forze dell’ordine per chiedere ausilio o suggerimenti, ricordando che sul sito internet dell’Arma dei Carabinieri vi è un’apposita sezione, denominata “consigli tematici”, nella quale vi sono pratici consigli per difendersi da reati “.

Guarda il servizio del TgParma


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Cafè: vestiti anni '50

Pgn feste

Hub Cafè: vestiti anni '50 Foto

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

«Ok il prezzo è giusto», alla presentatrice cede il vestito in diretta tv

Australia

Cede il vestito in diretta: esce il seno

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

agenda

Una domenica con i mille colori del Carnevale

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Spettacoli

Agnese Scotti: «Il mio teatro è fisico»

CALCIO

A Salò un Parma affamato

EVENTO

I 70 anni della Famija Pramzana

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

Lesioni

Borgotaro, carnevale insanguinato

Parma

Carnevale, carri e maschere dal Battistero alla Cittadella Foto Video

Parma

Concerto benefico con Frisina e il coro di Roma: coda per entrare in Duomo

Evento per i 10 anni dell'Hospice delle Piccole Figlie e per ricordare il vescovo Bonicelli, scomparso nel 2009

Parma

Straordinari non pagati: Poste condannate a risarcire portalettere Video

Prima sentenza in Italia

1commento

lutto

Collecchio piange Massimiliano Ori, lo sportivo dall'animo gentile

Aveva 51 anni

1commento

carabinieri

Inseguimento a Vicofertile, recuperato bottino da 15mila euro Video

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

5commenti

ITALIA/MONDO

loreto mare

I furbetti del cartellino sono stati traditi dai loro telefonini

Padova

Curava le pazienti con "orgasmi terapeutici": medico condannato

1commento

WEEKEND

FIERE

E' iniziato Mercanteinfiera: curiosità fra gli stand Foto

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

lega pro

La Reggiana vince e si fa sotto. Il Gubbio si allontana

sport

Inaugurato il Parma Golf Show Videointerviste

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia