16°

Parma

Truffe e raggiri, anziani nel mirino: ecco i consigli utili

Iniziativa di Unicredit con le forze dell'ordine in Camera di commercio

0

 

 Di solito alla vittima viene presentata una situazione tragica, in cui un parente, spesso un figlio, ha gravi problemi di salute ed è rimasto bloccato da qualche parte, magari all’estero e senza soldi. Il truffatore si identifica come amico di lunga data del congiunto in difficoltà e il malcapitato, di solito anziano, si ritrova in una situazione angosciosa che non gli permette di ragionare con lucidità: è per questo che senza fare domande molte delle vittime non discutono, non obiettano: si precipitano in banca, prelevano il denaro in contanti e lo consegnano al presunto amico di turno.
Accade anche a Parma e provincia. Per questo UniCredit, trovando la piena disponibilità e la fattiva collaborazione del Comando Provinciale Carabinieri, della Questura e della Camera di Commercio, ha organizzato un incontro volto a spiegare alle fasce più deboli della popolazione come difendersi da eventuali truffe o raggiri, illustrando le modalità più comuni utilizzate dai malviventi e fornendo consigli per evitare di rimanere vittime di questi odiosi reati.
L’incontro è stato ospitato dalla Camera di Commercio e ha visto partecipare una nutrita platea composta da piu' di 200 cittadini. 
Dopo i saluti del Questore di Parma, Giuseppe Racca, del Colonnello Carlo Cerrina, Comandante Provinciale dei Carabinieri, e del Segretario Generale della Camera di Commercio di Parma, Alberto Egaddi, sono seguiti gli interventi dei relatori: il Tenente Colonnello Giorgio Sulpizi, Comandante del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Parma; Fabio Capaldo, Vice Dirigente della Squadra Mobile; Fabrizio Simonini, Responsabile Area Commerciale UniCredit Parma e Bruno Ferrarini del Dipartimento Sicurezza di UniCredit Business Integrated Solutions.
Quello di oggi si inserisce in una serie di incontri avviati a livello nazionale da UniCredit da alcuni anni. Si tratta di un’iniziativa che ha riscontrato grande successo e che è stata replicata già in diverse città d’Italia. Quella di oggi è la quarta tappa che viene realizzata sul territorio di Parma e provincia in meno di un anno. 
“Essere Banca del Territorio vuol dire scegliere un modo diverso di agire e relazionarsi con il territorio di riferimento, una partecipazione alla vita sociale che va oltre i numeri da inserire a bilancio. UniCredit ha investito nella formazione dei propri dipendenti per aiutarli ad aumentare la loro sensibilità anche nel riconoscere possibili raggiri ai danni dei clienti – ha detto Fabrizio Simonini, Responsabile Area Commerciale Parma UniCredit - Grazie alla perizia dei nostri colleghi e al rapporto di fiducia che essi sono riusciti ad instaurare con i clienti, abbiamo già raggiunto buoni risultati. Oggi allarghiamo il nostro progetto di prevenzione contro le truffe anche ai cittadini, per svolgere un servizio a tutto tondo per i nostri clienti, in linea con il nostro obiettivo primario: essere vicini alla gente”.
"Oltre le vittime dirette – ha detto il Segretario Generale della Camera di Commercio di Parma, Alberto Egaddi -, le truffe colpiscono spesso anche gli operatori economici onesti che vedono di giorni in giorno crescere tra i clienti un clima di diffidenza, negativo per qualsiasi tipo di transazione. Siamo quindi ben felici di ospitare questo incontro promosso da UniCredit, sia per combattere questo fenomeno odioso, sia per sostenere le aziende e i professionisti che lavorano correttamente".
“Nell’ultimo anno abbiamo organizzato in Emilia Romagna 16 incontri sul tema della sicurezza e della prevenzione in merito a truffe e raggiri. E i risultati finora raggiunti nella prevenzione dei raggiri ci confortano – ha affermato Bruno Ferrarini del Dipartimento Sicurezza di UniCredit Business Integrated Solutions -. Solo nell’ultimo anno i nostri colleghi sono riusciti a sventare in Emilia Romagna una ventina di truffe ordite ai danni di anziani. La sicurezza della propria clientela è un elemento che sta molto a cuore a UniCredit che per questo motivo ha effettuato negli ultimi anni importanti investimenti (circa 17milioni tra il 2012 e il 2013) in innovative tecnologie di sicurezza e in progetti di formazione specifici, dedicati ai propri dipendenti che operano allo sportello. Pensiamo che la sicurezza dei cittadini non sia un “problema esclusivo” delle Forze dell’Ordine e che anche iniziative come il nostro format “Occhio alle truffe” possano fornire un valido contributo”.
“Saluto con estremo favore l’iniziativa di UniCredit – ha detto il Questore di Parma, Giuseppe Racca - che coinvolge direttamente la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri, impegnate nel quotidiano contrasto all’odioso fenomeno dei reati predatori, tra i quali spicca la truffa, ai danni dei soggetti più deboli come gli anziani. Auspico anche, per una maggiore e più efficace prevenzione, la ciclica ripetizione di questa lodevole iniziativa e la massima pubblicizzazione della stessa al fine di informare adeguatamente i cittadini”.
“Quello delle truffe – ha sottolineato il Colonnello Carlo Cerrina, Comandante Provinciale dei Carabinieri - è un fenomeno che è presente anche nell’ambito di questa provincia. Si tratta di un reato particolarmente odioso perché va a colpire sovente le fasce più deboli della popolazione. L’iniziativa programmata , oltre a rappresentare un ulteriore ed importante momento di confronto con i cittadini, rientra in quel concetto di “polizia di prossimità” che vede le Forze dell’Ordine da sempre impegnate anche nell’offrire consigli e suggerimenti pratici per evitare di cadere vittime di comportamenti delittuosi; in tale prospettiva un occhio di riguardo è da sempre rivolto ai soggetti più deboli. L’occasione è propizia per rinnovare l’invito a tutti i  cittadini di non esitare a contattare le forze dell’ordine per chiedere ausilio o suggerimenti, ricordando che sul sito internet dell’Arma dei Carabinieri vi è un’apposita sezione, denominata “consigli tematici”, nella quale vi sono pratici consigli per difendersi da reati “.

Comunicato stampa di Unicredit 

Di solito alla vittima viene presentata una situazione tragica, in cui un parente, spesso un figlio, ha gravi problemi di salute ed è rimasto bloccato da qualche parte, magari all’estero e senza soldi. Il truffatore si identifica come amico di lunga data del congiunto in difficoltà e il malcapitato, di solito anziano, si ritrova in una situazione angosciosa che non gli permette di ragionare con lucidità: è per questo che senza fare domande molte delle vittime non discutono, non obiettano: si precipitano in banca, prelevano il denaro in contanti e lo consegnano al presunto amico di turno.
Accade anche a Parma e provincia. Per questo UniCredit, trovando la piena disponibilità e la fattiva collaborazione del Comando Provinciale Carabinieri, della Questura e della Camera di Commercio, ha organizzato un incontro volto a spiegare alle fasce più deboli della popolazione come difendersi da eventuali truffe o raggiri, illustrando le modalità più comuni utilizzate dai malviventi e fornendo consigli per evitare di rimanere vittime di questi odiosi reati.
L’incontro è stato ospitato dalla Camera di Commercio e ha visto partecipare una nutrita platea composta da piu' di 200 cittadini. Dopo i saluti del Questore di Parma, Giuseppe Racca, del Colonnello Carlo Cerrina, Comandante Provinciale dei Carabinieri, e del Segretario Generale della Camera di Commercio di Parma, Alberto Egaddi, sono seguiti gli interventi dei relatori: il Tenente Colonnello Giorgio Sulpizi, Comandante del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Parma; Fabio Capaldo, Vice Dirigente della Squadra Mobile; Fabrizio Simonini, Responsabile Area Commerciale UniCredit Parma e Bruno Ferrarini del Dipartimento Sicurezza di UniCredit Business Integrated Solutions.

 

Quello di oggi si inserisce in una serie di incontri avviati a livello nazionale da UniCredit da alcuni anni. Si tratta di un’iniziativa che ha riscontrato grande successo e che è stata replicata già in diverse città d’Italia. Quella di oggi è la quarta tappa che viene realizzata sul territorio di Parma e provincia in meno di un anno. 
“Essere Banca del Territorio vuol dire scegliere un modo diverso di agire e relazionarsi con il territorio di riferimento, una partecipazione alla vita sociale che va oltre i numeri da inserire a bilancio. UniCredit ha investito nella formazione dei propri dipendenti per aiutarli ad aumentare la loro sensibilità anche nel riconoscere possibili raggiri ai danni dei clienti – ha detto Fabrizio Simonini, Responsabile Area Commerciale Parma UniCredit - Grazie alla perizia dei nostri colleghi e al rapporto di fiducia che essi sono riusciti ad instaurare con i clienti, abbiamo già raggiunto buoni risultati. Oggi allarghiamo il nostro progetto di prevenzione contro le truffe anche ai cittadini, per svolgere un servizio a tutto tondo per i nostri clienti, in linea con il nostro obiettivo primario: essere vicini alla gente”.
"Oltre le vittime dirette – ha detto il Segretario Generale della Camera di Commercio di Parma, Alberto Egaddi -, le truffe colpiscono spesso anche gli operatori economici onesti che vedono di giorni in giorno crescere tra i clienti un clima di diffidenza, negativo per qualsiasi tipo di transazione. Siamo quindi ben felici di ospitare questo incontro promosso da UniCredit, sia per combattere questo fenomeno odioso, sia per sostenere le aziende e i professionisti che lavorano correttamente".

“Nell’ultimo anno abbiamo organizzato in Emilia Romagna 16 incontri sul tema della sicurezza e della prevenzione in merito a truffe e raggiri. E i risultati finora raggiunti nella prevenzione dei raggiri ci confortano – ha affermato Bruno Ferrarini del Dipartimento Sicurezza di UniCredit Business Integrated Solutions -. Solo nell’ultimo anno i nostri colleghi sono riusciti a sventare in Emilia Romagna una ventina di truffe ordite ai danni di anziani. La sicurezza della propria clientela è un elemento che sta molto a cuore a UniCredit che per questo motivo ha effettuato negli ultimi anni importanti investimenti (circa 17milioni tra il 2012 e il 2013) in innovative tecnologie di sicurezza e in progetti di formazione specifici, dedicati ai propri dipendenti che operano allo sportello. Pensiamo che la sicurezza dei cittadini non sia un “problema esclusivo” delle Forze dell’Ordine e che anche iniziative come il nostro format “Occhio alle truffe” possano fornire un valido contributo”.

“Saluto con estremo favore l’iniziativa di UniCredit – ha detto il Questore di Parma, Giuseppe Racca - che coinvolge direttamente la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri, impegnate nel quotidiano contrasto all’odioso fenomeno dei reati predatori, tra i quali spicca la truffa, ai danni dei soggetti più deboli come gli anziani. Auspico anche, per una maggiore e più efficace prevenzione, la ciclica ripetizione di questa lodevole iniziativa e la massima pubblicizzazione della stessa al fine di informare adeguatamente i cittadini”.

“Quello delle truffe – ha sottolineato il Colonnello Carlo Cerrina, Comandante Provinciale dei Carabinieri - è un fenomeno che è presente anche nell’ambito di questa provincia. Si tratta di un reato particolarmente odioso perché va a colpire sovente le fasce più deboli della popolazione. L’iniziativa programmata , oltre a rappresentare un ulteriore ed importante momento di confronto con i cittadini, rientra in quel concetto di “polizia di prossimità” che vede le Forze dell’Ordine da sempre impegnate anche nell’offrire consigli e suggerimenti pratici per evitare di cadere vittime di comportamenti delittuosi; in tale prospettiva un occhio di riguardo è da sempre rivolto ai soggetti più deboli. L’occasione è propizia per rinnovare l’invito a tutti i  cittadini di non esitare a contattare le forze dell’ordine per chiedere ausilio o suggerimenti, ricordando che sul sito internet dell’Arma dei Carabinieri vi è un’apposita sezione, denominata “consigli tematici”, nella quale vi sono pratici consigli per difendersi da reati “.

Guarda il servizio del TgParma


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen tra bacio passionale e vestito d'oro: il web impazzisce

social

Belen tra bacio passionale e vestito (sexy) d'oro: il web impazzisce Gallery

Alessia sposa Michele, prima trans a dire 'sì'

CASERTA

Alessia sposa Michele, prima trans a dire sì

Giovanni Lindo Ferretti

Giovanni Lindo Ferretti

Parma

Rimandato il concerto di Giovanni Lindo Ferretti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

SALUTE

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

di Patrizia Celi

Lealtrenotizie

L'ombra della truffa dietro quei rilevatori di gas

Raggiri

L'ombra della truffa dietro quei rilevatori di gas

Bullismo

«Non voglio più andare a scuola»

IL CASO

Ponte Verdi, i sindaci pronti alla disobbedienza civile

Noceto

L'appello: «Salviamo l'oratorio di San Lazzaro»

INTERVISTA

L'8 maggio Nucci al Regio per l'Hospice

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

LEGA PRO

Parma, pronto a cambiare

PARMA

Bocconi avvelenati: caccia ai killer dei cani

Alimentare

Parmacotto, previsti 60 milioni di ricavi

tg parma

Laminam: il caso arriva alla commissione ambiente della Regione Video

foto dei lettori

Spettacolo (della natura) nei cieli di Parma Gallery

1commento

Parma

Maltempo: vento forte in Appennino

Tribunale

Molotov contro gli spacciatori: patteggiano in tre

anteprima gazzetta

La nuova (spregevole) trovata dei truffatori? Il rilevatore del gas

36a giornata

I play-off se il campionato finisse oggi: rientra l'Albinoleffe (partite e date)

parma

Si rompe un tubo: strada allagata in via Montebello, operai al lavoro e traffico deviato Foto

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Baby gang circonda il pensionato al bancomat ma... 

2commenti

polizia

Paura a Londra e Berlino: tensione a Westminster (terrorismo) e spari in un ospedale (un ferito) Foto

SOCIETA'

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Bologna

Pranza al ristorante e si sente male: donna muore dopo 5 giorni

SPORT

calcio

Ecco la nuova maglia della Juve: ce la svela (con gaffe) Cuadrado

calcio

Moggi, radiato in Italia, riparte dall'Albania

MOTORI

PSA

DS 7 Crossback, in vendita la versione di lancio "La Premiére"

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling