-6°

Parma

Truffe e raggiri, anziani nel mirino: ecco i consigli utili

Iniziativa di Unicredit con le forze dell'ordine in Camera di commercio

0

 

 Di solito alla vittima viene presentata una situazione tragica, in cui un parente, spesso un figlio, ha gravi problemi di salute ed è rimasto bloccato da qualche parte, magari all’estero e senza soldi. Il truffatore si identifica come amico di lunga data del congiunto in difficoltà e il malcapitato, di solito anziano, si ritrova in una situazione angosciosa che non gli permette di ragionare con lucidità: è per questo che senza fare domande molte delle vittime non discutono, non obiettano: si precipitano in banca, prelevano il denaro in contanti e lo consegnano al presunto amico di turno.
Accade anche a Parma e provincia. Per questo UniCredit, trovando la piena disponibilità e la fattiva collaborazione del Comando Provinciale Carabinieri, della Questura e della Camera di Commercio, ha organizzato un incontro volto a spiegare alle fasce più deboli della popolazione come difendersi da eventuali truffe o raggiri, illustrando le modalità più comuni utilizzate dai malviventi e fornendo consigli per evitare di rimanere vittime di questi odiosi reati.
L’incontro è stato ospitato dalla Camera di Commercio e ha visto partecipare una nutrita platea composta da piu' di 200 cittadini. 
Dopo i saluti del Questore di Parma, Giuseppe Racca, del Colonnello Carlo Cerrina, Comandante Provinciale dei Carabinieri, e del Segretario Generale della Camera di Commercio di Parma, Alberto Egaddi, sono seguiti gli interventi dei relatori: il Tenente Colonnello Giorgio Sulpizi, Comandante del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Parma; Fabio Capaldo, Vice Dirigente della Squadra Mobile; Fabrizio Simonini, Responsabile Area Commerciale UniCredit Parma e Bruno Ferrarini del Dipartimento Sicurezza di UniCredit Business Integrated Solutions.
Quello di oggi si inserisce in una serie di incontri avviati a livello nazionale da UniCredit da alcuni anni. Si tratta di un’iniziativa che ha riscontrato grande successo e che è stata replicata già in diverse città d’Italia. Quella di oggi è la quarta tappa che viene realizzata sul territorio di Parma e provincia in meno di un anno. 
“Essere Banca del Territorio vuol dire scegliere un modo diverso di agire e relazionarsi con il territorio di riferimento, una partecipazione alla vita sociale che va oltre i numeri da inserire a bilancio. UniCredit ha investito nella formazione dei propri dipendenti per aiutarli ad aumentare la loro sensibilità anche nel riconoscere possibili raggiri ai danni dei clienti – ha detto Fabrizio Simonini, Responsabile Area Commerciale Parma UniCredit - Grazie alla perizia dei nostri colleghi e al rapporto di fiducia che essi sono riusciti ad instaurare con i clienti, abbiamo già raggiunto buoni risultati. Oggi allarghiamo il nostro progetto di prevenzione contro le truffe anche ai cittadini, per svolgere un servizio a tutto tondo per i nostri clienti, in linea con il nostro obiettivo primario: essere vicini alla gente”.
"Oltre le vittime dirette – ha detto il Segretario Generale della Camera di Commercio di Parma, Alberto Egaddi -, le truffe colpiscono spesso anche gli operatori economici onesti che vedono di giorni in giorno crescere tra i clienti un clima di diffidenza, negativo per qualsiasi tipo di transazione. Siamo quindi ben felici di ospitare questo incontro promosso da UniCredit, sia per combattere questo fenomeno odioso, sia per sostenere le aziende e i professionisti che lavorano correttamente".
“Nell’ultimo anno abbiamo organizzato in Emilia Romagna 16 incontri sul tema della sicurezza e della prevenzione in merito a truffe e raggiri. E i risultati finora raggiunti nella prevenzione dei raggiri ci confortano – ha affermato Bruno Ferrarini del Dipartimento Sicurezza di UniCredit Business Integrated Solutions -. Solo nell’ultimo anno i nostri colleghi sono riusciti a sventare in Emilia Romagna una ventina di truffe ordite ai danni di anziani. La sicurezza della propria clientela è un elemento che sta molto a cuore a UniCredit che per questo motivo ha effettuato negli ultimi anni importanti investimenti (circa 17milioni tra il 2012 e il 2013) in innovative tecnologie di sicurezza e in progetti di formazione specifici, dedicati ai propri dipendenti che operano allo sportello. Pensiamo che la sicurezza dei cittadini non sia un “problema esclusivo” delle Forze dell’Ordine e che anche iniziative come il nostro format “Occhio alle truffe” possano fornire un valido contributo”.
“Saluto con estremo favore l’iniziativa di UniCredit – ha detto il Questore di Parma, Giuseppe Racca - che coinvolge direttamente la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri, impegnate nel quotidiano contrasto all’odioso fenomeno dei reati predatori, tra i quali spicca la truffa, ai danni dei soggetti più deboli come gli anziani. Auspico anche, per una maggiore e più efficace prevenzione, la ciclica ripetizione di questa lodevole iniziativa e la massima pubblicizzazione della stessa al fine di informare adeguatamente i cittadini”.
“Quello delle truffe – ha sottolineato il Colonnello Carlo Cerrina, Comandante Provinciale dei Carabinieri - è un fenomeno che è presente anche nell’ambito di questa provincia. Si tratta di un reato particolarmente odioso perché va a colpire sovente le fasce più deboli della popolazione. L’iniziativa programmata , oltre a rappresentare un ulteriore ed importante momento di confronto con i cittadini, rientra in quel concetto di “polizia di prossimità” che vede le Forze dell’Ordine da sempre impegnate anche nell’offrire consigli e suggerimenti pratici per evitare di cadere vittime di comportamenti delittuosi; in tale prospettiva un occhio di riguardo è da sempre rivolto ai soggetti più deboli. L’occasione è propizia per rinnovare l’invito a tutti i  cittadini di non esitare a contattare le forze dell’ordine per chiedere ausilio o suggerimenti, ricordando che sul sito internet dell’Arma dei Carabinieri vi è un’apposita sezione, denominata “consigli tematici”, nella quale vi sono pratici consigli per difendersi da reati “.

Comunicato stampa di Unicredit 

Di solito alla vittima viene presentata una situazione tragica, in cui un parente, spesso un figlio, ha gravi problemi di salute ed è rimasto bloccato da qualche parte, magari all’estero e senza soldi. Il truffatore si identifica come amico di lunga data del congiunto in difficoltà e il malcapitato, di solito anziano, si ritrova in una situazione angosciosa che non gli permette di ragionare con lucidità: è per questo che senza fare domande molte delle vittime non discutono, non obiettano: si precipitano in banca, prelevano il denaro in contanti e lo consegnano al presunto amico di turno.
Accade anche a Parma e provincia. Per questo UniCredit, trovando la piena disponibilità e la fattiva collaborazione del Comando Provinciale Carabinieri, della Questura e della Camera di Commercio, ha organizzato un incontro volto a spiegare alle fasce più deboli della popolazione come difendersi da eventuali truffe o raggiri, illustrando le modalità più comuni utilizzate dai malviventi e fornendo consigli per evitare di rimanere vittime di questi odiosi reati.
L’incontro è stato ospitato dalla Camera di Commercio e ha visto partecipare una nutrita platea composta da piu' di 200 cittadini. Dopo i saluti del Questore di Parma, Giuseppe Racca, del Colonnello Carlo Cerrina, Comandante Provinciale dei Carabinieri, e del Segretario Generale della Camera di Commercio di Parma, Alberto Egaddi, sono seguiti gli interventi dei relatori: il Tenente Colonnello Giorgio Sulpizi, Comandante del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Parma; Fabio Capaldo, Vice Dirigente della Squadra Mobile; Fabrizio Simonini, Responsabile Area Commerciale UniCredit Parma e Bruno Ferrarini del Dipartimento Sicurezza di UniCredit Business Integrated Solutions.

 

Quello di oggi si inserisce in una serie di incontri avviati a livello nazionale da UniCredit da alcuni anni. Si tratta di un’iniziativa che ha riscontrato grande successo e che è stata replicata già in diverse città d’Italia. Quella di oggi è la quarta tappa che viene realizzata sul territorio di Parma e provincia in meno di un anno. 
“Essere Banca del Territorio vuol dire scegliere un modo diverso di agire e relazionarsi con il territorio di riferimento, una partecipazione alla vita sociale che va oltre i numeri da inserire a bilancio. UniCredit ha investito nella formazione dei propri dipendenti per aiutarli ad aumentare la loro sensibilità anche nel riconoscere possibili raggiri ai danni dei clienti – ha detto Fabrizio Simonini, Responsabile Area Commerciale Parma UniCredit - Grazie alla perizia dei nostri colleghi e al rapporto di fiducia che essi sono riusciti ad instaurare con i clienti, abbiamo già raggiunto buoni risultati. Oggi allarghiamo il nostro progetto di prevenzione contro le truffe anche ai cittadini, per svolgere un servizio a tutto tondo per i nostri clienti, in linea con il nostro obiettivo primario: essere vicini alla gente”.
"Oltre le vittime dirette – ha detto il Segretario Generale della Camera di Commercio di Parma, Alberto Egaddi -, le truffe colpiscono spesso anche gli operatori economici onesti che vedono di giorni in giorno crescere tra i clienti un clima di diffidenza, negativo per qualsiasi tipo di transazione. Siamo quindi ben felici di ospitare questo incontro promosso da UniCredit, sia per combattere questo fenomeno odioso, sia per sostenere le aziende e i professionisti che lavorano correttamente".

“Nell’ultimo anno abbiamo organizzato in Emilia Romagna 16 incontri sul tema della sicurezza e della prevenzione in merito a truffe e raggiri. E i risultati finora raggiunti nella prevenzione dei raggiri ci confortano – ha affermato Bruno Ferrarini del Dipartimento Sicurezza di UniCredit Business Integrated Solutions -. Solo nell’ultimo anno i nostri colleghi sono riusciti a sventare in Emilia Romagna una ventina di truffe ordite ai danni di anziani. La sicurezza della propria clientela è un elemento che sta molto a cuore a UniCredit che per questo motivo ha effettuato negli ultimi anni importanti investimenti (circa 17milioni tra il 2012 e il 2013) in innovative tecnologie di sicurezza e in progetti di formazione specifici, dedicati ai propri dipendenti che operano allo sportello. Pensiamo che la sicurezza dei cittadini non sia un “problema esclusivo” delle Forze dell’Ordine e che anche iniziative come il nostro format “Occhio alle truffe” possano fornire un valido contributo”.

“Saluto con estremo favore l’iniziativa di UniCredit – ha detto il Questore di Parma, Giuseppe Racca - che coinvolge direttamente la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri, impegnate nel quotidiano contrasto all’odioso fenomeno dei reati predatori, tra i quali spicca la truffa, ai danni dei soggetti più deboli come gli anziani. Auspico anche, per una maggiore e più efficace prevenzione, la ciclica ripetizione di questa lodevole iniziativa e la massima pubblicizzazione della stessa al fine di informare adeguatamente i cittadini”.

“Quello delle truffe – ha sottolineato il Colonnello Carlo Cerrina, Comandante Provinciale dei Carabinieri - è un fenomeno che è presente anche nell’ambito di questa provincia. Si tratta di un reato particolarmente odioso perché va a colpire sovente le fasce più deboli della popolazione. L’iniziativa programmata , oltre a rappresentare un ulteriore ed importante momento di confronto con i cittadini, rientra in quel concetto di “polizia di prossimità” che vede le Forze dell’Ordine da sempre impegnate anche nell’offrire consigli e suggerimenti pratici per evitare di cadere vittime di comportamenti delittuosi; in tale prospettiva un occhio di riguardo è da sempre rivolto ai soggetti più deboli. L’occasione è propizia per rinnovare l’invito a tutti i  cittadini di non esitare a contattare le forze dell’ordine per chiedere ausilio o suggerimenti, ricordando che sul sito internet dell’Arma dei Carabinieri vi è un’apposita sezione, denominata “consigli tematici”, nella quale vi sono pratici consigli per difendersi da reati “.

Guarda il servizio del TgParma


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Kim, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

gossip

Kardashian, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Il ritratto

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

VIABILITA'

Cascinapiano, i residenti: "Chieste strisce pedonali e più luci: inascoltati"

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: un ferito grave

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

1commento

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

DOPPIO ENRICO VIII

Sorpresa al Regio: Spotti recita "muto", Zanellato canta

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

SALSO

Addio a Gianni Gilioli, papà dell'ex sindaco

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali Foto

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

14commenti

consiglio comunale

Polemica D'Alessandro-Vescovi sui vaccini

4commenti

Il fatto del giorno

La tragedia di Filippo: un gigantesco "Perché?" (Senza risposta)

4commenti

cascinapiano

Travolto da un'auto sotto gli occhi della sorella: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio e del Liceo Bertolucci (Video)

19commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

14commenti

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

mafia del brenta

Sequestrato il "tesoro" di Felice Maniero

scuola

Nuova maturità: non ci sarà più bisogno di avere tutte le sufficienze

1commento

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

rugby

Zebre, rescisso il contratto con Guidi, ecco De Marigny e Jimenez

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video