12°

Politica

Ligresti: "Cancellieri a Parma, ne parlai con Berlusconi"

Il ministro: "Ricostruzione senza fondamento". Intanto la Camera conferma la fiducia al Guardasigilli

Annamaria Cancellieri

Il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri

Ricevi gratis le news
3

 

(ANSA) - «Mi feci latore», presso Silvio Berlusconi «del desiderio dell’allora Prefetto Cancellieri che era in scadenza a Parma e preferiva rimanere in quella sede anziché cambiare destinazione». È un passaggio del verbale di Salvatore Ligresti interrogato nell’inchiesta milanese su Fonsai. Ligresti ha spiegato che la segnalazione «ebbe successo». 
Interrogato il 15 dicembre 2012, Salvatore Ligresti rispose ad una domanda del pm di Milano Luigi Orsi che gli chiese: «Le è capitato quanto spesso di segnalare delle persone alla autorità politico-amministrativa?». L'ingegnere di Paternò ha risposto: «Non ricordo che sia successo in altri casi. Anzi mi viene in mente un secondo episodio e sempre riferito al presidente Berlusconi. Mi feci latore del desiderio dell’allora prefetto Cancellieri che era in scadenza a Parma e preferiva rimanere in quella sede anziché cambiare destinazione». L’ex patron del gruppo Fonsai ha chiarito, inoltre, che «l'attuale ministro Cancellieri è persona che conosco da moltissimi anni e ciò spiega che mi si sia rivolta e io abbia trasmesso la sua esigenza al Presidente Berlusconi. In quel caso - ha concluso Ligresti - la segnalazione ebbe successo perché la Cancellieri rimase a Parma». 
Il verbale è depositato agli atti di una tranche dell’inchiesta milanese su Fonsai che vede Ligresti accusato di corruzione assieme all’ex presidente dell’Isvap Giancarlo Giannini, quest’ultimo anche accusato di calunnia. 
NIENTE SFIDUCIA, LA CANCELLIERI RESTA NEL GOVERNO. La camera boccia la mozione di sfiducia al ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri: 405 voti contrari e 154 a favore della sfiducia. La Guardasigilli è intervenuta respingendo di nuovo ogni accusa, ribadendo di non avere mentito al Parlamento e ai pm e di non avere omesso nessuna circostanza né delegittimato la magistratura. Ha sostenuto di avere agito «secondo dovere e coscienza» e negato «inconsueto zelo» o favoritismi per Giulia Ligresti. Le accuse, ha poi sottolineato, «sono smentite dai fatti e dalla magistratura». 
Il presidente del Consiglio Enrico Letta le si è seduto accanto, protesta in aula del M5S. Brunetta attacca, Epifani avverte: vada avanti ma rimuova le critiche. Restano le tensioni nel Pd con Civati che vota la fiducia «per disciplina di partito» ma è polemica con Cuperlo. 
(ANSA) - «Mi feci latore», presso Silvio Berlusconi «del desiderio dell’allora Prefetto Cancellieri che era in scadenza a Parma e preferiva rimanere in quella sede anziché cambiare destinazione». È un passaggio del verbale di Salvatore Ligresti interrogato nell’inchiesta milanese su Fonsai. Ligresti ha spiegato che la segnalazione «ebbe successo». Interrogato il 15 dicembre 2012, Salvatore Ligresti rispose ad una domanda del pm di Milano Luigi Orsi che gli chiese: «Le è capitato quanto spesso di segnalare delle persone alla autorità politico-amministrativa?». L'ingegnere di Paternò ha risposto: «Non ricordo che sia successo in altri casi. Anzi mi viene in mente un secondo episodio e sempre riferito al presidente Berlusconi. Mi feci latore del desiderio dell’allora prefetto Cancellieri che era in scadenza a Parma e preferiva rimanere in quella sede anziché cambiare destinazione». L’ex patron del gruppo Fonsai ha chiarito, inoltre, che «l'attuale ministro Cancellieri è persona che conosco da moltissimi anni e ciò spiega che mi si sia rivolta e io abbia trasmesso la sua esigenza al Presidente Berlusconi. In quel caso - ha concluso Ligresti - la segnalazione ebbe successo perché la Cancellieri rimase a Parma». Il verbale è depositato agli atti di una tranche dell’inchiesta milanese su Fonsai che vede Ligresti accusato di corruzione assieme all’ex presidente dell’Isvap Giancarlo Giannini, quest’ultimo anche accusato di calunnia. 

IL MINISTRO: "ACCANIMENTO SENZA LIMITE. LA RICOSTRUZIONE E' FALSA". «Qui c'è un accanimento che non ha limite, c'è un disegno che non comprendo»: è questo l'unico commento a caldo del ministro, che smentisce come «falsa e destituita da ogni fondamento» la ricostruzione che emerge dai verbali di Salvatore Ligresti.
Nel pomeriggio il portavoce del ministro, Mauro Mori, ha diramato un comunicato ufficiale: «È surreale pensare che, in entrambi i casi» in cui è stata commissario straordinario a Parma, «Annamaria Cancellieri abbia potuto chiedere un interessamento per rimanere a Parma, potendo ricoprire incarichi più impegnativi e qualificanti». Sono «destituite di ogni fondamento - riporta la nota - le dichiarazioni che Salvatore Ligresti, secondo quanto riportato da alcune agenzie di stampa, avrebbe fatto mettere a verbale nell’inchiesta Fonsai».
«Annamaria Cancellieri - riporta il comunicato - non ha mai fatto il prefetto a Parma. Si è recata in quella città, per lavoro, solo in due occasioni: la prima nel 1994, da febbraio a maggio, in qualità di Commissario Straordinario al Comune di Parma, gestione commissariale interrotta anticipatamente per la nomina a Prefetto in sede a Vicenza; la seconda volta, nel novembre del 2011, sempre come Commissario Straordinario al Comune, incarico interrotto per la nomina a Ministro dell’Interno nel Governo Monti».
«È surreale - conclude la nota - pensare che, in entrambi i casi, Annamaria Cancellieri abbia potuto chiedere un interessamento per rimanere a Parma, potendo ricoprire incarichi più impegnativi e qualificanti». 

NIENTE SFIDUCIA, LA CANCELLIERI RESTA NEL GOVERNO. La camera boccia la mozione di sfiducia al ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri: 405 voti contrari e 154 a favore della sfiducia. La Guardasigilli è intervenuta respingendo di nuovo ogni accusa, ribadendo di non avere mentito al Parlamento e ai pm e di non avere omesso nessuna circostanza né delegittimato la magistratura. Ha sostenuto di avere agito «secondo dovere e coscienza» e negato «inconsueto zelo» o favoritismi per Giulia Ligresti. Le accuse, ha poi sottolineato, «sono smentite dai fatti e dalla magistratura». Il presidente del Consiglio Enrico Letta le si è seduto accanto, protesta in aula del M5S. Brunetta attacca, Epifani avverte: vada avanti ma rimuova le critiche. Restano le tensioni nel Pd con Civati che vota la fiducia «per disciplina di partito» ma è polemica con Cuperlo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • 22 Novembre @ 07.07

    L’esito del caso Cancellieri (con la benedizione del Presidente Napolitano) è solo la punta del colossale iceberg di familismi, privilegi, clientele, opacità, corruttele e malaffare che contraddistinguono questa classe politica senza idee e senza vergogna. La questione morale è un problema centrale di questo Paese: le reti familiste di favoritismi e corruttele che tengono in sella cricche, caste e privilegi della partitocrazia senza nessun principio meritocratico sono una delle ragioni prime dell’inettitudine e dell’immobilismo di questa classe politica (perché ovviamente non si possono toccare gli interessi e le corruttele sottostanti alle poltrone e agli incarichi elargiti) e della profonda crisi di questo paese. Vergogna!!!

    Rispondi

  • maxbonny

    21 Novembre @ 08.58

    E ti pareva che non saltava fuori Berlusconi......ahahahahah........QUESTI FETENTI quando sono nella materia organica deietta sino al collo perchè ormai hanno consumato l'ultima unghia nel vano tentativo di risalire gli specchi, ecco che arriva l'extrema ratio.......il male dei mali.......L'HO FATTO.....MA BERLUSCONI LO SAPEVA !!! MI raccomando.......VOTATELI...!!!

    Rispondi

  • Biffo

    21 Novembre @ 05.03

    Ma quando mai un politico ammette il benché minimo errore, da quello locale, su su, fino in Parlamento? Sono sempre dei poveri perseguitati, contro di loro si scatenano congiure mediatiche, il tutto,comunque, mentre loro vivono sereni e fiduciosi nella giustizia.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

GAZZAFUN

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

La canzone di Libera contro la mafia dei ragazzi dell'Udu e dei pensionati Cgil

Tg Parma

Studenti e pensionati nella canzone di Libera contro la mafia

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

SEMBRA IERI

Gli Harlem Globtrotters stregano il Palaraschi (1986)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Controlli congiunti della polizia municipale e ispettori Ausl: sequestrati alimenti in cattivo stato di conservazione in un esercizio commerciale

San Leonardo

Carne e pesce scaduti: denunciato il titolare di un negozio di alimentari

Inflitte anche multe per oltre duemila euro

1commento

CARABINIERI

Coltivano marijuana in casa: coppia agli arresti domiciliari a Colorno

Due 37enni sono stati arrestati in flagrante: sequestrate piante e 180 di marijuana in essiccazione

3commenti

Parma

Sfondano la vetrina della concessionaria Boselli e rubano quattro moto nuove

Intervento della polizia in via La Spezia

2commenti

Tg Parma

Parco Ducale sempre più insicuro Video

1commento

Tg Parma

Smog, per tre giorni consecutivi Pm10 fuori norma Video

1commento

Furto

Il ladro va in cantina e trova... il grande fratello

4commenti

ospedale

Ortopedia: ecco le nuove sale operatorie

Sono dotate delle più moderne attrezzature. Vaienti: «Più qualità e più sicurezza»

PARMA

Inseguimento nella notte a San Pancrazio: un uomo abbandona l'auto e fugge

Dopo l'alt dei carabinieri, un africano alla guida di una Peugeot 307 è fuggito a fari spenti a tutta velocità

2commenti

Traffico

Strada chiusa per recuperare il camion incidentato

La provinciale Parma-Mezzani

LUTTO

Addio a Gianmaria Piccinini, fonico del Regio e tifoso del Parma Video

PARMA

Black Friday: sale la febbre per gli sconti Video

CALCIO

Il Parma verso Carpi con un ballottaggio per il "vice Calaiò" Video

L'intervista

Il carabiniere investito: «Voglio tornare sulla strada»

Lutto

Addio Roberta, maestra di una volta

Sicurezza

La Cittadella al buio: nessuno ci va più

4commenti

PARMA

Centro Antiviolenza, aumentano le donne che chiedono aiuto: 265 quest'anno

Sono aumentate rispetto al 2016 le vittime di violenza che si sono rivolte all'associazione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi di Berlino. Cosa sconta la Merkel

di Domenico Cacopardo

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

5commenti

ITALIA/MONDO

POLIZIA

Donna uccisa in un parco a Milano

GENOVA

Omicidio a Sestri Levante: ucciso un artigiano

SPORT

IL CASO

Violenza sessuale: 9 anni a Robinho, ex del Milan

IL COMPLEANNO

I settant'anni di Nevio Scala

1commento

SOCIETA'

SALUTE

Quando il design aiuta le mani impacciate Gallery

Francia

Ustionato al 95%, vive per il trapianto di pelle dal gemello

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery