-4°

Politica

Ligresti: "Cancellieri a Parma, ne parlai con Berlusconi"

Il ministro: "Ricostruzione senza fondamento". Intanto la Camera conferma la fiducia al Guardasigilli

Annamaria Cancellieri

Il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri

3

 

(ANSA) - «Mi feci latore», presso Silvio Berlusconi «del desiderio dell’allora Prefetto Cancellieri che era in scadenza a Parma e preferiva rimanere in quella sede anziché cambiare destinazione». È un passaggio del verbale di Salvatore Ligresti interrogato nell’inchiesta milanese su Fonsai. Ligresti ha spiegato che la segnalazione «ebbe successo». 
Interrogato il 15 dicembre 2012, Salvatore Ligresti rispose ad una domanda del pm di Milano Luigi Orsi che gli chiese: «Le è capitato quanto spesso di segnalare delle persone alla autorità politico-amministrativa?». L'ingegnere di Paternò ha risposto: «Non ricordo che sia successo in altri casi. Anzi mi viene in mente un secondo episodio e sempre riferito al presidente Berlusconi. Mi feci latore del desiderio dell’allora prefetto Cancellieri che era in scadenza a Parma e preferiva rimanere in quella sede anziché cambiare destinazione». L’ex patron del gruppo Fonsai ha chiarito, inoltre, che «l'attuale ministro Cancellieri è persona che conosco da moltissimi anni e ciò spiega che mi si sia rivolta e io abbia trasmesso la sua esigenza al Presidente Berlusconi. In quel caso - ha concluso Ligresti - la segnalazione ebbe successo perché la Cancellieri rimase a Parma». 
Il verbale è depositato agli atti di una tranche dell’inchiesta milanese su Fonsai che vede Ligresti accusato di corruzione assieme all’ex presidente dell’Isvap Giancarlo Giannini, quest’ultimo anche accusato di calunnia. 
NIENTE SFIDUCIA, LA CANCELLIERI RESTA NEL GOVERNO. La camera boccia la mozione di sfiducia al ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri: 405 voti contrari e 154 a favore della sfiducia. La Guardasigilli è intervenuta respingendo di nuovo ogni accusa, ribadendo di non avere mentito al Parlamento e ai pm e di non avere omesso nessuna circostanza né delegittimato la magistratura. Ha sostenuto di avere agito «secondo dovere e coscienza» e negato «inconsueto zelo» o favoritismi per Giulia Ligresti. Le accuse, ha poi sottolineato, «sono smentite dai fatti e dalla magistratura». 
Il presidente del Consiglio Enrico Letta le si è seduto accanto, protesta in aula del M5S. Brunetta attacca, Epifani avverte: vada avanti ma rimuova le critiche. Restano le tensioni nel Pd con Civati che vota la fiducia «per disciplina di partito» ma è polemica con Cuperlo. 
(ANSA) - «Mi feci latore», presso Silvio Berlusconi «del desiderio dell’allora Prefetto Cancellieri che era in scadenza a Parma e preferiva rimanere in quella sede anziché cambiare destinazione». È un passaggio del verbale di Salvatore Ligresti interrogato nell’inchiesta milanese su Fonsai. Ligresti ha spiegato che la segnalazione «ebbe successo». Interrogato il 15 dicembre 2012, Salvatore Ligresti rispose ad una domanda del pm di Milano Luigi Orsi che gli chiese: «Le è capitato quanto spesso di segnalare delle persone alla autorità politico-amministrativa?». L'ingegnere di Paternò ha risposto: «Non ricordo che sia successo in altri casi. Anzi mi viene in mente un secondo episodio e sempre riferito al presidente Berlusconi. Mi feci latore del desiderio dell’allora prefetto Cancellieri che era in scadenza a Parma e preferiva rimanere in quella sede anziché cambiare destinazione». L’ex patron del gruppo Fonsai ha chiarito, inoltre, che «l'attuale ministro Cancellieri è persona che conosco da moltissimi anni e ciò spiega che mi si sia rivolta e io abbia trasmesso la sua esigenza al Presidente Berlusconi. In quel caso - ha concluso Ligresti - la segnalazione ebbe successo perché la Cancellieri rimase a Parma». Il verbale è depositato agli atti di una tranche dell’inchiesta milanese su Fonsai che vede Ligresti accusato di corruzione assieme all’ex presidente dell’Isvap Giancarlo Giannini, quest’ultimo anche accusato di calunnia. 

IL MINISTRO: "ACCANIMENTO SENZA LIMITE. LA RICOSTRUZIONE E' FALSA". «Qui c'è un accanimento che non ha limite, c'è un disegno che non comprendo»: è questo l'unico commento a caldo del ministro, che smentisce come «falsa e destituita da ogni fondamento» la ricostruzione che emerge dai verbali di Salvatore Ligresti.
Nel pomeriggio il portavoce del ministro, Mauro Mori, ha diramato un comunicato ufficiale: «È surreale pensare che, in entrambi i casi» in cui è stata commissario straordinario a Parma, «Annamaria Cancellieri abbia potuto chiedere un interessamento per rimanere a Parma, potendo ricoprire incarichi più impegnativi e qualificanti». Sono «destituite di ogni fondamento - riporta la nota - le dichiarazioni che Salvatore Ligresti, secondo quanto riportato da alcune agenzie di stampa, avrebbe fatto mettere a verbale nell’inchiesta Fonsai».
«Annamaria Cancellieri - riporta il comunicato - non ha mai fatto il prefetto a Parma. Si è recata in quella città, per lavoro, solo in due occasioni: la prima nel 1994, da febbraio a maggio, in qualità di Commissario Straordinario al Comune di Parma, gestione commissariale interrotta anticipatamente per la nomina a Prefetto in sede a Vicenza; la seconda volta, nel novembre del 2011, sempre come Commissario Straordinario al Comune, incarico interrotto per la nomina a Ministro dell’Interno nel Governo Monti».
«È surreale - conclude la nota - pensare che, in entrambi i casi, Annamaria Cancellieri abbia potuto chiedere un interessamento per rimanere a Parma, potendo ricoprire incarichi più impegnativi e qualificanti». 

NIENTE SFIDUCIA, LA CANCELLIERI RESTA NEL GOVERNO. La camera boccia la mozione di sfiducia al ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri: 405 voti contrari e 154 a favore della sfiducia. La Guardasigilli è intervenuta respingendo di nuovo ogni accusa, ribadendo di non avere mentito al Parlamento e ai pm e di non avere omesso nessuna circostanza né delegittimato la magistratura. Ha sostenuto di avere agito «secondo dovere e coscienza» e negato «inconsueto zelo» o favoritismi per Giulia Ligresti. Le accuse, ha poi sottolineato, «sono smentite dai fatti e dalla magistratura». Il presidente del Consiglio Enrico Letta le si è seduto accanto, protesta in aula del M5S. Brunetta attacca, Epifani avverte: vada avanti ma rimuova le critiche. Restano le tensioni nel Pd con Civati che vota la fiducia «per disciplina di partito» ma è polemica con Cuperlo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • 22 Novembre @ 07.07

    L’esito del caso Cancellieri (con la benedizione del Presidente Napolitano) è solo la punta del colossale iceberg di familismi, privilegi, clientele, opacità, corruttele e malaffare che contraddistinguono questa classe politica senza idee e senza vergogna. La questione morale è un problema centrale di questo Paese: le reti familiste di favoritismi e corruttele che tengono in sella cricche, caste e privilegi della partitocrazia senza nessun principio meritocratico sono una delle ragioni prime dell’inettitudine e dell’immobilismo di questa classe politica (perché ovviamente non si possono toccare gli interessi e le corruttele sottostanti alle poltrone e agli incarichi elargiti) e della profonda crisi di questo paese. Vergogna!!!

    Rispondi

  • maxbonny

    21 Novembre @ 08.58

    E ti pareva che non saltava fuori Berlusconi......ahahahahah........QUESTI FETENTI quando sono nella materia organica deietta sino al collo perchè ormai hanno consumato l'ultima unghia nel vano tentativo di risalire gli specchi, ecco che arriva l'extrema ratio.......il male dei mali.......L'HO FATTO.....MA BERLUSCONI LO SAPEVA !!! MI raccomando.......VOTATELI...!!!

    Rispondi

  • Biffo

    21 Novembre @ 05.03

    Ma quando mai un politico ammette il benché minimo errore, da quello locale, su su, fino in Parlamento? Sono sempre dei poveri perseguitati, contro di loro si scatenano congiure mediatiche, il tutto,comunque, mentre loro vivono sereni e fiduciosi nella giustizia.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Falsi vigili svuotano una cassaforte

A Marore

Falsi vigili svuotano una cassaforte

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

Intervista

Muti: «Con Verdi e Toscanini ho la coscienza in pace»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

L'odissea di un giardiniere

«Con il mio Euro2 non posso lavorare»

EMERGENZA

Parma si mobilita

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

IL FATTO DEL GIORNO

Massese pericolosa, Brambilla: "Il rimpallo di responsabilità è inaccettabile" Video

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

Il racconto

«Quando Roosevelt si insedio al Campidoglio»

Lutto

Addio a Ines Salsi, una vita piena di fede

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

SISMA E GELO

Il Soccorso Alpino di Parma salva famiglie intrappolate sotto due metri di neve Video

I tecnici di Parma operano sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

2commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

2commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

Rigopiano (Pescara)

Hotel sommerso da una slavina: due vittime accertate, decine di dispersi Foto

2commenti

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

2commenti

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

Pescara

Cantante del "Volo": "Dovevo essere all'hotel Rigopiano"

SPORT

Moto

La nuova Yamaha di Rossi: le foto

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta