INTERVISTA

Ferretti: "Impossibile fare ora il bilancio preventivo"

Legge di stabilità: «Le entrate sono ancora nell'incertezza»

L'assessore Marco Ferretti si occupa dei conti comunali

L'assessore Marco Ferretti si occupa dei conti comunali

Ricevi gratis le news
0
Pierluigi Dallapina
Pierluigi Dallapina
Ai dipendenti delle società partecipate, l’assessore al Bilancio, Marco Ferretti, ricorda che «quando il Comune si presenta alla Cassa depositi e prestiti o si rivolge ad una banca per chiedere un prestito, gli istituti di credito vogliono conoscere anche la situazione delle nostre partecipate». Da qui l’invito a considerare l’ente e le sue società come un’unica realtà, «siamo il gruppo Parma», dice Ferretti nelle prime battute del convegno «Società partecipate dagli enti locali», organizzato ieri da Forma Futuro. 
Ma è a margine del convegno che l’assessore accetta di fare il punto sul sistema Comune nel suo complesso.
Quali sono le priorità per mettere i conti in ordine nella complicata galassia delle società partecipate?
«L'attenzione principale è rivolta verso Stt. Siamo ormai prossimi all’aggiudicazione dell’advisor di Stt, e il nome dovrebbe essere reso noto durante il consiglio comunale di martedì 26 novembre. Probabilmente l’importo di aggiudicazione sarà circa la metà rispetto a quello fissato nel bando (700 mila euro, ndr) e se così fosse sarebbe un buon affare perché l’advisor dovrà occuparsi dell’aspetto finanziario, di quello legale e di quello industriale della holding».
A proposito della ricerca del nuovo advisor, il bando era stato annullato dopo che una busta era stata manomessa.
«Se non si fosse verificato quell'episodio increscioso, avremmo già potuto trovare un advisor. Diciamo che il taglio della busta ha ritardato le procedure di circa un mese».
Oltre ad Stt, quali sono le altre società su cui il Comune sta intervenendo?
«Mettendo in ordine Stt, si avranno benefici anche su altre partecipate, penso a Parma Infrastrutture e penso al Cal (Centro agroalimentare logistica ndr), legato ad Stt attraverso la società Alfa. Per quanto riguarda il Cal, è intenzione del Comune pubblicare un terzo bando per l’affitto del ramo d’azienda legato alla logistica, dopo che i precedenti erano andati deserti. Cercheremo di rendere il bando più appetibile».
A che punto sono gli uffici con la stesura del bilancio di previsione 2014?
«La prossima settimana verrà portato in consiglio l’assestamento definitivo di bilancio, e mentre noi voteremo questa manovra ci sono Comuni italiani anche di grandi dimensioni che non hanno ancora approvato il bilancio di previsione, sfruttando la deroga che fissava il termine ultimo per l’approvazione al 30 novembre».
Con il bilancio 2014 cresceranno le tasse per i cittadini e le imprese o ci sarà un alleggerimento della pressione fiscale?
«Purtroppo come Comune siamo ancora in attesa di regole certe da parte del governo. Gli emendamenti alla Legge di Stabilità sono circa 3 mila, e questo significa che se dovesse passarne anche solo la metà la legge rischierebbe di venire stravolta. Parlando di dati concreti, dalla Tares e dall’Imu sulla prima casa e sui terreni agricoli incasseremo circa 62 milioni di euro. Da Roma però dicono che per il prossimo anno la cifra dovrà essere più bassa. Ma di quanto non lo sappiamo».
Quindi sui conti del Comune pesano sia l’instabilità politica del governo che l’incertezza normativa.
«Diciamo che circa il 20 per cento del bilancio comunale è composto dalle entrate derivanti dall’Imu e dalla Tares, ma se non sappiamo come gestirle, come possiamo fare un bilancio di previsione realistico? Dobbiamo già metterci nell’ottica di fare una variazione di bilancio a marzo?». Pierluigi Dallapina
Ai dipendenti delle società partecipate, l’assessore al Bilancio, Marco Ferretti, ricorda che «quando il Comune si presenta alla Cassa depositi e prestiti o si rivolge ad una banca per chiedere un prestito, gli istituti di credito vogliono conoscere anche la situazione delle nostre partecipate». Da qui l’invito a considerare l’ente e le sue società come un’unica realtà, «siamo il gruppo Parma», dice Ferretti nelle prime battute del convegno «Società partecipate dagli enti locali», organizzato ieri da Forma Futuro. 
Ma è a margine del convegno che l’assessore accetta di fare il punto sul sistema Comune nel suo complesso.
Quali sono le priorità per mettere i conti in ordine nella complicata galassia delle società partecipate?
«L'attenzione principale è rivolta verso Stt. Siamo ormai prossimi all’aggiudicazione dell’advisor di Stt, e il nome dovrebbe essere reso noto durante il consiglio comunale di martedì 26 novembre. Probabilmente l’importo di aggiudicazione sarà circa la metà rispetto a quello fissato nel bando (700 mila euro, ndr) e se così fosse sarebbe un buon affare perché l’advisor dovrà occuparsi dell’aspetto finanziario, di quello legale e di quello industriale della holding».
A proposito della ricerca del nuovo advisor, il bando era stato annullato dopo che una busta era stata manomessa.
«Se non si fosse verificato quell'episodio increscioso, avremmo già potuto trovare un advisor. Diciamo che il taglio della busta ha ritardato le procedure di circa un mese».
Oltre ad Stt, quali sono le altre società su cui il Comune sta intervenendo?
«Mettendo in ordine Stt, si avranno benefici anche su altre partecipate, penso a Parma Infrastrutture e penso al Cal (Centro agroalimentare logistica ndr), legato ad Stt attraverso la società Alfa. Per quanto riguarda il Cal, è intenzione del Comune pubblicare un terzo bando per l’affitto del ramo d’azienda legato alla logistica, dopo che i precedenti erano andati deserti. Cercheremo di rendere il bando più appetibile».
A che punto sono gli uffici con la stesura del bilancio di previsione 2014?
«La prossima settimana verrà portato in consiglio l’assestamento definitivo di bilancio, e mentre noi voteremo questa manovra ci sono Comuni italiani anche di grandi dimensioni che non hanno ancora approvato il bilancio di previsione, sfruttando la deroga che fissava il termine ultimo per l’approvazione al 30 novembre».
Con il bilancio 2014 cresceranno le tasse per i cittadini e le imprese o ci sarà un alleggerimento della pressione fiscale?
«Purtroppo come Comune siamo ancora in attesa di regole certe da parte del governo. Gli emendamenti alla Legge di Stabilità sono circa 3 mila, e questo significa che se dovesse passarne anche solo la metà la legge rischierebbe di venire stravolta. Parlando di dati concreti, dalla Tares e dall’Imu sulla prima casa e sui terreni agricoli incasseremo circa 62 milioni di euro. Da Roma però dicono che per il prossimo anno la cifra dovrà essere più bassa. Ma di quanto non lo sappiamo».
Quindi sui conti del Comune pesano sia l’instabilità politica del governo che l’incertezzaativa.

 

«Diciamo che circa il 20 per cento del bilancio comunale è composto dalle entrate derivanti dall’Imu e dalla Tares, ma se non sappiamo come gestirle, come possiamo fare un bilancio di previsione realistico? Dobbiamo già metterci nell’ottica di fare una variazione di bilancio a marzo?». 
Ai dipendenti delle società partecipate, l’assessore al Bilancio, Marco Ferretti, ricorda che «quando il Comune si presenta alla Cassa depositi e prestiti o si rivolge ad una banca per chiedere un prestito, gli istituti di credito vogliono conoscere anche la situazione delle nostre partecipate». Da qui l’invito a considerare l’ente e le sue società come un’unica realtà, «siamo il gruppo Parma», dice Ferretti nelle prime battute del convegno «Società partecipate dagli enti locali», organizzato ieri da Forma Futuro. 
Ma è a margine del convegno che l’assessore accetta di fare il punto sul sistema Comune nel suo complesso.
Quali sono le priorità per mettere i conti in ordine nella complicata galassia delle società partecipate?
«L'attenzione principale è rivolta verso Stt. Siamo ormai prossimi all’aggiudicazione dell’advisor di Stt, e il nome dovrebbe essere reso noto durante il consiglio comunale di martedì 26 novembre. Probabilmente l’importo di aggiudicazione sarà circa la metà rispetto a quello fissato nel bando (700 mila euro, ndr) e se così fosse sarebbe un buon affare perché l’advisor dovrà occuparsi dell’aspetto finanziario, di quello legale e di quello industriale della holding».
A proposito della ricerca del nuovo advisor, il bando era stato annullato dopo che una busta era stata manomessa.
«Se non si fosse verificato quell'episodio increscioso, avremmo già potuto trovare un advisor. Diciamo che il taglio della busta ha ritardato le procedure di circa un mese».
Oltre ad Stt, quali sono le altre società su cui il Comune sta intervenendo?
«Mettendo in ordine Stt, si avranno benefici anche su altre partecipate, penso a Parma Infrastrutture e penso al Cal (Centro agroalimentare logistica ndr), legato ad Stt attraverso la società Alfa. Per quanto riguarda il Cal, è intenzione del Comune pubblicare un terzo bando per l’affitto del ramo d’azienda legato alla logistica, dopo che i precedenti erano andati deserti. Cercheremo di rendere il bando più appetibile».
A che punto sono gli uffici con la stesura del bilancio di previsione 2014?
«La prossima settimana verrà portato in consiglio l’assestamento definitivo di bilancio, e mentre noi voteremo questa manovra ci sono Comuni italiani anche di grandi dimensioni che non hanno ancora approvato il bilancio di previsione, sfruttando la deroga che fissava il termine ultimo per l’approvazione al 30 novembre».
Con il bilancio 2014 cresceranno le tasse per i cittadini e le imprese o ci sarà un alleggerimento della pressione fiscale?
«Purtroppo come Comune siamo ancora in attesa di regole certe da parte del governo. Gli emendamenti alla Legge di Stabilità sono circa 3 mila, e questo significa che se dovesse passarne anche solo la metà la legge rischierebbe di venire stravolta. Parlando di dati concreti, dalla Tares e dall’Imu sulla prima casa e sui terreni agricoli incasseremo circa 62 milioni di euro. Da Roma però dicono che per il prossimo anno la cifra dovrà essere più bassa. Ma di quanto non lo sappiamo».
Quindi sui conti del Comune pesano sia l’instabilità politica del governo che l’incertezza normativa.
«Diciamo che circa il 20 per cento del bilancio comunale è composto dalle entrate derivanti dall’Imu e dalla Tares, ma se non sappiamo come gestirle, come possiamo fare un bilancio di previsione realistico? Dobbiamo già metterci nell’ottica di fare una variazione di bilancio a marzo?».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Filippo Nardi

TELEVISIONE

Isola dei famosi: Filippo Nardi si spoglia davanti a Bianca Atzei Video

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

"incidente"

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"La Buca dei diavoli"

CHICHIBIO

"La Buca dei diavoli": non solo pizza secondo tradizione

Lealtrenotizie

Notturni in Musica. I successi del jazz e del musical

CULTURA

Restauri di monumenti: 3,8 milioni per interventi a Parma e nella Bassa

Ecco gli interventi nel Parmense: Parma, Colorno, Busseto, Soragna, Coltaro, Fontanelle e Zibello

tg parma

Presunta tratta di calciatori africani: concessi i domiciliari a Drago Video

elezioni

Salvini a Parma e Traversetolo: "Meno tasse, meno burocrazia e meno clandestini" Video

3commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Addio a Dalmazio Besagni: era la memoria storica di Busseto

noceto

Provano con due "copioni" a truffare una 76enne: lei li fa arrestare

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

tg parma

Piazzale della Pace, stanziati i fondi per il secondo stralcio di lavori. Come sarà Video

3commenti

Montanara

Spettatore diplomato in primo soccorso salva calciatore durante la partita

1commento

COMITATO

Manifesto per San Leonardo chiede più sicurezza: "Non installate le telecamere promesse"

Lettera aperta alla giunta comunale: "Bene essere capitale della cultura ma vorremmo che Parma fosse città sicura 2018"

2commenti

Parma

Carabiniere blocca un ladro: «In divisa o no, prima viene il dovere»

1commento

San Polo d’Enza

Il “Grande fratello” incastra la banda dei salumi: denunciati in sei

1commento

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

3commenti

60 anni di legge Merlin

Le ragazze salvate dalla tratta

PARMENSE

L'Inail acquista la nuova sede dell'istituto Solari di Fidenza

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

LAVORO

64 nuove offerte

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Badante sposa l'invalido che accudisce e lo riduce sul lastrico: denunciata 

VIOLENZA

Legato mani e piedi e picchiato a sangue il responsabile di Forza Nuova a Palermo

SPORT

FORMULA 1

Il ritorno del "Biscione": ecco l'Alfa Romeo C37

Calciomercato

Pirlo lascia il calcio e annuncia il suo match di addio

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

libri

Mago Gigo racconta Capitan Braghetta, "il supereroe che è dentro di noi" Video

MOTORI

NOVITA'

Mercedes Classe B Tech, quando la tecnologia è alla portata

IL CASO

Il pubblico ha scelto: si chiamerà Tarraco il terzo Suv di Seat