15°

No alla violenza sulle donne

Per loro, per Lucia, per le altre...

Anche Parma si mobilita nella Giornata mondiale

Donne vittime di femminicidio a Parma

Donne vittime di femminicidio a Parma

3

Parma dice "no" alla violenza sulle donne. Una violenza che, come ci ricorda la foto, si è abbattuta più volte anche sulla nostra città.

Dopo le prime iniziative, nella giornata di oggi sono in calendario diversi appuntamenti in città.
In Prefettura alle 10  la consegna del «Fiocco Bianco», un gesto simbolico col quale le donne delle istituzioni chiedono agli uomini delle istituzioni di indossarlo per sottolineare il coinvolgimento e l’impegno personale in questa battaglia. A indossare il fiocco saranno anche circa 900 atleti di 18 società sportive del territorio che lo esibiranno sui campi da gioco. 

Al Cavagnari una platea di 300 studenti per ascoltare le parole di Lucia Russo, magistrato della Procura di Parma, e la testimonianza di Lucia Annibali, avvocato vittima di un terribile episodio di violenza. L’incontro è organizzato dalla Provincia, le consigliere di Parità, Comune di Zibello, Consiglio comunale di Fidenza e patrocinio del Comune di Parma, Fidapa Bpw, Soroptimist, il Fornello.  

Nel pomeriggio   una seduta tematica del Consiglio provinciale con Samuela Frigeri, presidente del Centro Antiviolenza, e Vittoria Verde, mamma di Michelle Campos, assassinata il 17 luglio scorso nella nostra città. 

Al Centro Bizzozero la proiezione diun film spagnolo contro la violenza di genere

 

LA LETTERA APERTA DEL SINDACO: "NON SIETE SOLE, DENUNCIATE CHI USA VIOLENZA E FATE VALERE I VOSTRI DIRITTI". Il sindaco Federico Pizzarotti ha scritto una lettera aperta alle donne in occasione della Giornata contro la violenza di genere. 
Ecco la lettera del primo cittadino: 

Il progresso di una società si manifesta col rispetto per la dignità umana. Se in Italia troviamo ancora focolai di razzismo, discriminazione sessuale e violenza di genere, allora la nostra società non sa parlare la lingua del progresso e della dignità. Nel nostro Paese si contano all’anno 14 milioni di episodi di violenza contro le donne. Sono numeri, ma dietro ai numeri c’è molto di più: la devastazione del capitale sociale, l’imbarbarimento della qualità della vita, la violenza psicologica verso i figli, o verso madri e padri, una costante mancanza di credibilità verso le Istituzioni e la vita democratica.Diamo un nome alle cose, senza paura di gridarle, perché soltanto riconoscendole le possiamo combattere: la violenza contro le donne è sintomo di una basso grado di civiltà della nostra società.
La politica è la prima realtà chiamata ad arginare questo male diffuso, con leggi robuste ed efficaci che sappiano unire civiltà e modernità e che prevedano sia misure di prevenzione che di repressione. Serve una lotta attenta, perché la violenza di genere non è questione di ordine pubblico, ma una crepa profonda nella società. 
Ma pur arginandolo, le leggi non sono comunque medicine che curano il male. Bisogna parlarne, sensibilizzando le giovani generazioni per un vero cambio culturale; e il primo cambiamento deve partire dall’uomo: la donna non è un oggetto di tutela, ma un soggetto con diritti.
A tal proposito sono particolarmente orgoglioso dell’impegno di Parma verso la sensibilizzazione al tema,  in questi giorni e con numerosi appuntamenti concentrata a dibattere sulla difesa della dignità della donna. E non poteva che essere così:  la nostra città,anche recentemente, è stata teatro di drammi che hanno sconvolto l’esistenza di alcuni concittadini, privandoli dell’affetto di una figlia della compagnia di un’amica. Parma è una comunità che non dimentica.  A loro va l’abbraccio della città.
Politiche contro la violenza, e sensibilizzazione ad un cambio culturale,trovano infine terreno fertile e risposte al dolore se si ha il coraggio di denunciare i propri aguzzini. I dati ci raccontano che 93 donne su 100 non denunciano le violenze domesticheper paura di ritorsioni. Si trovi il coraggio di farlo, credendo di più nelle persone che si hanno accanto, nelle Istituzioni, nelle forze dell’ordine, nella difesa dei propri diritti.
Denunciate chi vi fa del male.
Il 25 novembre deve servire alla società per riflettere, con la consapevolezza che il livello di civiltà che ci manca può essere raggiunto, ma una volta acquisito non è garantito per sempre: va coltivato e curato continuamente.
Il progresso di una società si manifesta col rispetto per la dignità umana. Se in Italia troviamo ancora focolai di razzismo, discriminazione sessuale e violenza di genere, allora la nostra società non sa parlare la lingua del progresso e della dignità. Nel nostro Paese si contano all’anno 14 milioni di episodi di violenza contro le donne. Sono numeri, ma dietro ai numeri c’è molto di più: la devastazione del capitale sociale, l’imbarbarimento della qualità della vita, la violenza psicologica verso i figli, o verso madri e padri, una costante mancanza di credibilità verso le Istituzioni e la vita democratica. Diamo un nome alle cose, senza paura di gridarle, perché soltanto riconoscendole le possiamo combattere: la violenza contro le donne è sintomo di una basso grado di civiltà della nostra società.
La politica è la prima realtà chiamata ad arginare questo male diffuso, con leggi robuste ed efficaci che sappiano unire civiltà e modernità e che prevedano sia misure di prevenzione che di repressione. Serve una lotta attenta, perché la violenza di genere non è questione di ordine pubblico, ma una crepa profonda nella società.
Ma pur arginandolo, le leggi non sono comunque medicine che curano il male. Bisogna parlarne, sensibilizzando le giovani generazioni per un vero cambio culturale; e il primo cambiamento deve partire dall’uomo: la donna non è un oggetto di tutela, ma un soggetto con diritti.A tal proposito sono particolarmente orgoglioso dell’impegno di Parma verso la sensibilizzazione al tema,  in questi giorni e con numerosi appuntamenti concentrata a dibattere sulla difesa della dignità della donna. E non poteva che essere così:  la nostra città,anche recentemente, è stata teatro di drammi che hanno sconvolto l’esistenza di alcuni concittadini, privandoli dell’affetto di una figlia della compagnia di un’amica. Parma è una comunità che non dimentica.  A loro va l’abbraccio della città.
Politiche contro la violenza, e sensibilizzazione ad un cambio culturale,trovano infine terreno fertile e risposte al dolore se si ha il coraggio di denunciare i propri aguzzini. I dati ci raccontano che 93 donne su 100 non denunciano le violenze domesticheper paura di ritorsioni. Si trovi il coraggio di farlo, credendo di più nelle persone che si hanno accanto, nelle Istituzioni, nelle forze dell’ordine, nella difesa dei propri diritti.
Denunciate chi vi fa del male.
Il 25 novembre deve servire alla società per riflettere, con la consapevolezza che il livello di civiltà che ci manca può essere raggiunto, ma una volta acquisito non è garantito per sempre: va coltivato e curato continuamente.



 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marirhugo

    25 Novembre @ 21.01

    c'e' qualcuno che proprio non capisce o peggio, capisce benissimo.

    Rispondi

  • Luca

    25 Novembre @ 11.16

    suggerite alle cosiddette istituzioni di emanare un decreto legge contro la violenza sulle donne, risolverà il problema (di sicuro)

    Rispondi

  • Amira

    25 Novembre @ 09.15

    Caro Sindaco come fa a chiedere a noi cittadini di credere nelle istituzioni??? io e mio marito siamo vittime da mesi di offese, violenze e minacce, Lei dice di denunciare...ebbene si lo abbiamo fatto ripetute volte, ma nessuno fa niente...e dovremmo avere fiducia nelle istituzioni?!? Di una cosa siamo sicuri e fiduciosi che le istituzioni non ci tutelino e ci lascino morire!!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Angelina Jolie mangia insetti con i figli

curiosità

Angelina Jolie ai fornelli: mangia insetti coi figli Video

Clooney "Avere figli? Sarà un'avventura"

cinema

Clooney "Avere figli? Sarà un'avventura"

David: i candidati ai premi per attori e attrici

cinema

David: ecco chi sarà in corsa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

È il momento di rinnovare casa sfruttando le agevolazioni fiscali

COSTRUIRE ARREDARE

Agevolazioni fiscali: è il momento di rinnovare casa

Lealtrenotizie

Bryan, nato senza gambe: chiesta l'archiviazione dell'indagine per lesioni colpose

procura

Bryan, nato senza gambe: chiesta l'archiviazione dell'indagine per lesioni colpose

carabinieri

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

6commenti

il caso

Tep, la tempesta delle reazioni è politico-sindacale

Dalla Cgil o la Uil fino a Casapound, gli interventi sull'aggiudicazione del servizio di trasporto pubblico fa discutere

2commenti

IL CASO

Finto malato e assenteista, condannato ex infermiere del Maggiore

La corte dei conti: 24.824 euro di risarcimento

5commenti

giudice

Parma a Salò senza Baraye. Parma multato per lancio di bottigliette

1commento

tg parma

Multe dei varchi: il Comune propone una risoluzione bonaria Video

4commenti

agroalimentare

Falsi prosciutti Dop: 30 indagati in quattro regioni, Emilia compresa

1commento

ente

Provincia, assegnate le deleghe. Bodria è vicepresidente

3commenti

Sicurezza

Parma, blitz nelle cattedrali del degrado

3commenti

FISCO

Condomini, è guerra contro le scadenze impossibili

Corsa contro il tempo per comunicare le spese di ristrutturazione e di risparmio energetico

Salso

Righe blu, e la mezz'ora gratis che fine ha fatto?

1commento

Fidenza

Concari, quando la medicina è una missione

alimentare

Barilla, nuovi contratti per il grano duro al Sud

Accordi triennali per l'acquisto di oltre 200mila tonnellate. In Campania crescono i volumi di grano Aureo: +30% nei prossimi 3 anni

san polo d'enza

Magnete sul contatore per risparmiare: commerciante denunciato per furto

2commenti

scuola

Marconi, il consiglio di istituto boccia il sorteggio

La Gilda: "La politica trovi una soluzione e nuove aule"

1commento

quartieri

Ventuno progetti per Parma

Le proposte dei consigli dei cittadini volontari

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

5commenti

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

11commenti

ITALIA/MONDO

avetrana

Omicidio di Sarah, confermato l'ergastolo per Cosima e Sabrina. E Michele Misseri torna in carcere

2commenti

roma

Taxisti in piazza: tensione davanti alla sede del Pd, strade chiuse Fotogallery

SOCIETA'

hitech

Apple Pay ha la pagina in italiano: presto nel nostro Paese

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

SPORT

LEGA PRO

Parma- Samb 4-2: il film del match Video

L'INTERVISTA

Cerri, che gioia il primo gol in A

1commento

MOTORI

anteprima

Arriva la Kia Rio. Eccola in azione Video

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv