22°

POLITICA

Privatizzazioni: botta e risposta Dall'Olio-M5s

Prosegue la polemica sulla Tep

Deposito Tep

Deposito Tep

3

Botta e risposta fra il capogruppo Pd Nicola Dall'Olio e quello dei Cinque stelle Bosi, sul tema delle privatizzazioni. Ecco i due comunicati:

Pizzarotti e le privatizzazioni: l'antica arte della smentita
 
Il sindaco Pizzarotti, sempre più in difficoltà con le incoerenze del suo operato rispetto ai proclami elettorali e agli anatemi di Grillo, sta diventando un vero esperto in smentite, del tutto simile ai tanto disprezzati esponenti della vecchia politica che il suo MoVimento si propone di sostituire. Unica vera novità: ora le smentite arrivano via Internet, attraverso Facebook e Twitter.
 
Dopo l’inceneritore, che non aveva mai promesso di chiudere, con un nuovo post Pizzarotti ci dice che non ha “mai pensato di privatizzare il trasporto pubblico”. Non si capisce allora come si dovrebbe chiamare la vendita a privati del 49% di Tep, con diritto di nomina dell’amministratore delegato da parte del socio entrante, approvata in aprile con un bando di gara poi andato deserto. Operazione analoga a quella che intendeva fare il sindaco di Genova Doria contro cui si è scagliato Beppe Grillo scendendo in piazza per chiamare a raccolta il paese in una battaglia epocale “perché i trasporti sono un bene pubblico e nessuno deve arrogarsi il diritto di venderli ai privati”. Se per Grillo la cessione di quote ai privati è una sciagura perché allora non è venuto in piazza a Parma per bloccare la gara di Tep?
 
La verità è che l’amministrazione Pizzarotti, in tema di privatizzazioni e non solo (vedi inceneritore) fa l’esatto contrario di quanto dice Grillo, paladino un po’ strabico della gestione pubblica dei servizi locali. Sull’acqua, in barba alle mozioni del suo stesso gruppo consiliare, ha dato di fatto il via libera alla cessione nel 2015 alle banche creditrici delle azioni IREN, cosa che porterà alla perdita di ogni controllo sulle scelte di investimento e di gestione del servizio idrico; sui servizi all’infanzia, dopo avere promesso nel programma elettorale la chiusura della s.p.a. Parma 06, si è deciso di allungare da 12 a 13 anni il contratto in essere con il Comune; e sulla gestione della raccolta dei rifiuti, nonostante nell’ultimo Consiglio sia stata approvata una mozione del gruppo PD per l’affidamento a un soggetto totalmente pubblico, la Giunta, attraverso l’assessore Folli, ha fatto capire che si andrà verso un modello pubblico-privato secondo le stesse modalità seguite per Tep.
 
Piuttosto che smentire la realtà, Pizzarotti dovrebbe preoccuparsi di smentire il suo collega di partito On. Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera, che ieri sulla TV nazionale, al programma dell’Annunziata, dopo aver concionato sulla coerenza politica del M5S rispetto agli altri partiti ha dichiarato che la Tep “non è una società di trasporto essenziale, ma uno dei tanti carrozzoni organizzati negli anni che si sta cercando di razionalizzare”. Una dichiarazione lesiva della dignità dell’azienda e di chi ci lavora che dimostra la totale ignoranza della realtà aziendale, una delle poche società di trasporto pubblico in Italia con bilanci in attivo, liquidità e capacità di investimento.
 
Su questo però Pizzarotti tace. Nemmeno un tweet, un post. Un vecchio politico vestito di nuovo che non difende nemmeno il proprio Comune contro affermazioni infondate e infamanti di esponenti nazionali del proprio partito. Se questi sono la novità, la città e il paese ne possono fare davvero a meno. 
 
Nicola Dall'Olio
Capogruppo PD Consiglio Comunale di Parma

COMUNICATO DALL'OLIO

Pizzarotti e le privatizzazioni: l'antica arte della smentita 

Il sindaco Pizzarotti, sempre più in difficoltà con le incoerenze del suo operato rispetto ai proclami elettorali e agli anatemi di Grillo, sta diventando un vero esperto in smentite, del tutto simile ai tanto disprezzati esponenti della vecchia politica che il suo MoVimento si propone di sostituire. Unica vera novità: ora le smentite arrivano via Internet, attraverso Facebook e Twitter.
 
Dopo l’inceneritore, che non aveva mai promesso di chiudere, con un nuovo post Pizzarotti ci dice che non ha “mai pensato di privatizzare il trasporto pubblico”. Non si capisce allora come si dovrebbe chiamare la vendita a privati del 49% di Tep, con diritto di nomina dell’amministratore delegato da parte del socio entrante, approvata in aprile con un bando di gara poi andato deserto. Operazione analoga a quella che intendeva fare il sindaco di Genova Doria contro cui si è scagliato Beppe Grillo scendendo in piazza per chiamare a raccolta il paese in una battaglia epocale “perché i trasporti sono un bene pubblico e nessuno deve arrogarsi il diritto di venderli ai privati”. Se per Grillo la cessione di quote ai privati è una sciagura perché allora non è venuto in piazza a Parma per bloccare la gara di Tep?
 
La verità è che l’amministrazione Pizzarotti, in tema di privatizzazioni e non solo (vedi inceneritore) fa l’esatto contrario di quanto dice Grillo, paladino un po’ strabico della gestione pubblica dei servizi locali. Sull’acqua, in barba alle mozioni del suo stesso gruppo consiliare, ha dato di fatto il via libera alla cessione nel 2015 alle banche creditrici delle azioni IREN, cosa che porterà alla perdita di ogni controllo sulle scelte di investimento e di gestione del servizio idrico; sui servizi all’infanzia, dopo avere promesso nel programma elettorale la chiusura della s.p.a. Parma 06, si è deciso di allungare da 12 a 13 anni il contratto in essere con il Comune; e sulla gestione della raccolta dei rifiuti, nonostante nell’ultimo Consiglio sia stata approvata una mozione del gruppo PD per l’affidamento a un soggetto totalmente pubblico, la Giunta, attraverso l’assessore Folli, ha fatto capire che si andrà verso un modello pubblico-privato secondo le stesse modalità seguite per Tep.
 
Piuttosto che smentire la realtà, Pizzarotti dovrebbe preoccuparsi di smentire il suo collega di partito On. Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera, che ieri sulla TV nazionale, al programma dell’Annunziata, dopo aver concionato sulla coerenza politica del M5S rispetto agli altri partiti ha dichiarato che la Tep “non è una società di trasporto essenziale, ma uno dei tanti carrozzoni organizzati negli anni che si sta cercando di razionalizzare”. Una dichiarazione lesiva della dignità dell’azienda e di chi ci lavora che dimostra la totale ignoranza della realtà aziendale, una delle poche società di trasporto pubblico in Italia con bilanci in attivo, liquidità e capacità di investimento.
 
Su questo però Pizzarotti tace. Nemmeno un tweet, un post. Un vecchio politico vestito di nuovo che non difende nemmeno il proprio Comune contro affermazioni infondate e infamanti di esponenti nazionali del proprio partito. Se questi sono la novità, la città e il paese ne possono fare davvero a meno. 
 
Nicola Dall'Olio
Capogruppo PD Consiglio Comunale di Parma

COMUNICATO BOSI

La gara a doppio oggetto pubblico-privato è stato l’unico tentativo possibile compiuto da questa Giunta per mantenere Tep in mani pubbliche. E questo Dall’Olio lo sa bene, ma in vista del Congresso del Pd deve tirare forzatamente acqua al suo mulino (tanto per parlare della politica coerente). Il Patto Stabilità voluto dal Pd e dal Pdl non permette al Comune di Parma di avere un servizio completamente pubblico in-house, anche se noi avremmo voluto mirare proprio a questo. E anche questo Dall’Olio lo sa, ma si guarda bene dal dirlo, dato che c’è di mezzo il suo coerente partito. Così l’Amministrazione ha pensato di creare un bando in cui il pubblico avrebbe mantenuto la maggioranza di Tep, mentre il privato sarebbe sì subentrato, ma in minoranza e soltanto per un periodo limitato di tempo, e con i profitti riutilizzati solo ed esclusivamente per i lavoratori Tep e per il servizio di trasporto al cittadino. Consigliere Dall’Olio, quando dà informazioni, le dia complete.

Marco Bosi

Capogruppo

Movimento 5 Stelle Parma  

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • silvia

    26 Novembre @ 11.49

    s!lvia

    Non ho ascoltato Di Maio, gli interventi demenziali dei grillini di Parma mi bastano e avanzano. Sconnessi e demenziali proprio

    Rispondi

  • Paolo72

    26 Novembre @ 01.41

    Di Maio non ha parlato espressamente di TEP, ha parlato di molte infrastrutture inutili, e di migliore funzionamento generale. Come al solito si strumentalizzano le parole, da una parte e dall'altra.

    Rispondi

  • nebbiaabanchi

    25 Novembre @ 19.41

    Bosi, invece due paroline su Di Maio...

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Toscanini, la vita del Maestro nella prosa di Segreto Foto

GAZZETTA LIBRI

Toscanini, la vita del Maestro nella prosa di Segreto Foto

Lealtrenotizie

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

Consiglio comunale

In arrivo riduzioni per Cosap, dehor e tassa sui rifiuti

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio

10commenti

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

polizia municipale

Incidente tra tre auto a Chiozzola: due feriti

anteprima gazzetta

Arsenale in casa per la banda che voleva rubare la salma di Ferrari

assemblea

Zebre rugby: Pagliarini si dimette, la Falavigna presidente

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

6commenti

Personaggi

Francesco Canali: "Il mio messaggio di speranza ai malati di Sla"

 Il “maratoneta in carrozzina” ha scritto un articolo per la “sua” Gazzetta

5commenti

piazzale dalla chiesa

Al bar con la droga pronta per lo spaccio: fermato il pusher richiedente asilo

12commenti

32a giornata

Parma-Maceratese anticipata alle 18.30 (domenica 2 aprile)

Intervista esclusiva

Raffaele Sollecito: «Ho scelto Parma per lavoro»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

24commenti

politica

Elezioni 2017, un gruppo solo in corsa per il simbolo M5S

Solo gli "Amici di Beppe Grillo" hanno presentato richiesta entro i termini

3commenti

Incidente

Ubriaco travolge tre ciclisti

2commenti

corte dei conti

Interviste a pagamento, assolto Villani. Condannati 6 ex consiglieri regionali

2commenti

Crisi

Copador, si apre la strada del risanamento

2commenti

sos animali

Bocconi avvelenati: nuovo allarme in via Capelluti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Brexit, ci siamo. E non sarà indolore

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

Bode

Furto del secolo a Berlino? Rubata moneta d'oro da guinness dei primati

1commento

SOCIETA'

studio

Cucina: i libri di ricette sono pieni di errori sulla temperatura di cottura

manchester

"Ingombri la strada", il ciclista s'infuria e reagisce Video

SPORT

LEGA PRO

Gubbio-Parma 1-4 , gli highlights video

Amichevole

La Nazionale batte l'Olanda

MOTORI

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon

Motori

Il lusso? Oggi veste il made in Italy di Alcantara