Parma

Badanti e colf: 899 nuovi «permessi»

Badanti e colf: 899 nuovi «permessi»
Ricevi gratis le news
0

di Monica Tiezzi
Sono 1.679 i cittadini stranieri che quest'anno  potranno ottenere il nulla osta per un lavoro   a Parma e provincia, e  fra di loro  899 colf e badanti. E'  la quota 2008 assegnata alla nostra provincia dal ministero del Lavoro  in base ai posti a disposizione  in tutta Italia  (150 mila) e alle richieste inviate agli Sportelli unici per l'immigrazione.
A livello nazionale, 44.600 ingressi sono  per i cittadini dei Paesi «riservatari» - che hanno  stipulato accordi con l'Italia e fissato quote di immigrati - e i restanti  105.400  sono per extracomunitari di tutte le altre nazionalità, ma limitatamente  a   colf  o  badanti. Per Parma, le cifre sono rispettivamente 780 (a Tunisia e Moldavia le maggiori quote)  e 899 (fra cui molte ucraine, cittadini dell'America centrale, e anche etiopi, indiani e russi). Il ministero si è comunque riservato una quota aggiuntiva di 25 mila posti che, al termine dell'esame delle domande, sarà ridistribuita a livello nazionale soprattutto fra i Comuni dove è maggiore l'arrivo di clandestini   e più alta la possibilità di garantire l'occupazione.
  Numeri dietro i quali si celano storie difficili, speranze spesso frustrate, vite precarie da clandestini.  Da quando il potenziale datore di lavoro presenta la domanda di assunzione di uno straniero alla fine dell'iter burocratico possono passare -  ammesso che  tutto vada liscio e non ci siano intoppi - poco meno di  due   anni.  Le quote 2008 - rese note a inizio settimana - servono infatti ad esaudire l'«onda lunga» del  «clic day» del 15 dicembre 2007, quando  gli interessati furono invitati a presentare le domande via web: e arrivò una valanga    di 741 mila richieste.  Oltre 10 mila solo a Parma.
 «Abbiamo iniziato ad esaminare quelle pratiche nel febbraio 2008 e speriamo di chiudere entro questo mese: abbiamo ancora una decina di pratiche aperte,  purtroppo  le più ‘rognose’ dal punto di vista burocratico» ammette Umberto Sorrentino, responsabile dello Sportello unico per l'immigrazione della Prefettura di Parma. E la nostra città   è  pure considerata fra quelle «virtuose», visto che all'ottobre scorso aveva già evaso il 90% delle domande ed era ai vertici della classifica nazionale. «Grazie anche alla collaborazione con   Questura e Direzione provinciale del lavoro», chiosa Sorrentino.
Comunque, l'esame delle   domande per la quota 2008 non potrà iniziare prima della fine della vecchia «tornata». E, anche se si preannuncia qualche snellimento burocratico («Saremo  in rete con il ministero delle Finanze e la Camera di commercio, e questo aiuterà. Sono fiducioso di chiudere entro il 2009» dice sempre Sorrentino), l'iter resta lungo: l'esame della domanda del datore di lavoro, il nulla-osta spedito al Paese d'origine e  l'attesa  del  rientro dei documenti vistati, poi la richiesta, per posta, del  permesso di soggiorno in Italia e il successivo fotosegnalamento in questura.
«Un iter estenuante e così lungo che a volte, nel frattempo,  molti italiani che avevano fatto domanda per regolarizzare la badante muoiono o vengono ricoverati»  dicono  all'Ufficio stranieri della Cisl.
«E' una lungaggine assurda, soprattutto perchè sostanzialmente dovrebbe sanare un contratto di lavoro in atto, visto che molti di questi stranieri sono già in Italia  - dice Daniela Ferrari, responsabile dell'Ufficio migranti della Cgil -  Il decreto-flussi è tutta una finzione: causa un giro di assunzioni fittizie fatte come favore o,  peggio, a pagamento. E non mancano neppure le truffe».
Ci sono poi,  dicono sempre alla Cgil, i casi-limite:  come le famiglie  - soprattutto marocchine - che usano il meccanismo delle quote per il ricongiungimento familiare. «Il padre che si trova già in Italia, ad esempio, assume il figlio, o il nipote o il fratello,  come collaboratore domestico. La speranza  è che il  nuovo arrivato  possa presto trovare un lavoro vero. Questo non sempre accade, o non così presto.  Ma  intanto la famiglia deve pagare i contributi per il lavoratore fasullo». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

1commento

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

anteprima gazzetta

L'alluvione e il black-out nel Parmense: danni, disagi, paura e storie

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

31commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

8commenti

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

PARMA

Autovelox e autodetector: ecco dove sono

1commento

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

Sport USA

NBA, altro infortunio per Gallinari

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS