19°

polemica

Tre rifugiati respinti dal dormitorio? Caritas: "Accuse infamanti"

Dormitorio della Caritas

Dormitorio della Caritas

Ricevi gratis le news
7

Tre rifugiati respinti dal dormitorio Caritas? All'accusa, uscita nella giornata di ieri, ha replicato in serata la Caritas con un comunicato:

 

CARITAS, DORMITORIO E RIFUGIATI POLITICI
Per conto e a nome della Caritas Diocesana invio la seguente precisazione.
A seguito di affermazioni non vere e infamanti circa il presunto rifiuto di tre rifugiati politici al dormitorio della Caritas parmense si precisa che:
L'episodio è stato riportato in modo non veritiero. Ecco come è avvenuto: il signor Marzucchi, a nome della Rete Dormire fuori, ha comunicato telefonicamente, senza attendere risposta,  al responsabile del dormitorio Caritas che avrebbe portato davanti al dormitorio Caritas tre rifugiati accompagnati dagli organi di stampa. Le persone sono arrivate, ma senza interpellare (suonare il campanello, parlare al citofono..) l’operatore che intanto attendeva alla consueta accoglienza. Alcuni ospiti del dormitorio, usciti in strada per fumare una sigaretta, hanno visto e possono darne testimonianza. Non c’è stato alcun  successivo contatto volto ad accogliere i rifugiati, uno dei quali, nei giorni scorsi, avendo avuto la possibilità di essere ospitato nel dormitorio Caritas, non si è mai presentato.  
Occorre inoltre ricordare che il Dormitorio Caritas ospita persone bisognose di aiuto e ultimamente ha proprio accolto sei rifugiati politici, rispondendo positivamente ad un invito da parte della Prefettura.
La narrazione dell'episodio, come espressa nel resoconto televisivo, è pertanto fuorviante, priva di fondamento e calunniosa nei confronti di un'istituzione che alloggia,  al momento,  quaranta persone e che ha sempre dato prova di grande disponibilità e di buona accoglienza come si evince dai servizi offerti e dalla stessa collocazione del dormitorio altamente simbolica per la nostra città.
        
La Caritas parmense prosegue la sua opera, non volendo assolutamente dare adito a discussioni o entrare in diatribe e contese alle quali è completamente estranea e ribadendo un atteggiamento e un servizio avvalorato dalla stima e dalla simpatia dei cittadini. 
Con questo, senza escludere altre forme, si vuole salvaguardare - unitamente alla onorabilità della Caritas - il benessere di tante persone che a lei si rivolgono e sono accolte, sostenute e aiutate in modi diversi.
                             Il Direttore dell’Ufficio Comunicazioni Sociali
                                                                            Don Daniele Bonini

CARITAS, DORMITORIO E RIFUGIATI POLITICI
Per conto e a nome della Caritas Diocesana invio la seguente precisazione.A seguito di affermazioni non vere e infamanti circa il presunto rifiuto di tre rifugiati politici al dormitorio della Caritas parmense si precisa che:
L'episodio è stato riportato in modo non veritiero. Ecco come è avvenuto: il signor Marzucchi, a nome della Rete Dormire fuori, ha comunicato telefonicamente, senza attendere risposta,  al responsabile del dormitorio Caritas che avrebbe portato davanti al dormitorio Caritas tre rifugiati accompagnati dagli organi di stampa. Le persone sono arrivate, ma senza interpellare (suonare il campanello, parlare al citofono..) l’operatore che intanto attendeva alla consueta accoglienza. Alcuni ospiti del dormitorio, usciti in strada per fumare una sigaretta, hanno visto e possono darne testimonianza. Non c’è stato alcun  successivo contatto volto ad accogliere i rifugiati, uno dei quali, nei giorni scorsi, avendo avuto la possibilità di essere ospitato nel dormitorio Caritas, non si è mai presentato.  
Occorre inoltre ricordare che il Dormitorio Caritas ospita persone bisognose di aiuto e ultimamente ha proprio accolto sei rifugiati politici, rispondendo positivamente ad un invito da parte della Prefettura.
La narrazione dell'episodio, come espressa nel resoconto televisivo, è pertanto fuorviante, priva di fondamento e calunniosa nei confronti di un'istituzione che alloggia,  al momento,  quaranta persone e che ha sempre dato prova di grande disponibilità e di buona accoglienza come si evince dai servizi offerti e dalla stessa collocazione del dormitorio altamente simbolica per la nostra città.        • La Caritas parmense prosegue la sua opera, non volendo assolutamente dare adito a discussioni o entrare in diatribe e contese alle quali è completamente estranea e ribadendo un atteggiamento e un servizio avvalorato dalla stima e dalla simpatia dei cittadini. 
Con questo, senza escludere altre forme, si vuole salvaguardare - unitamente alla onorabilità della Caritas - il benessere di tante persone che a lei si rivolgono e sono accolte, sostenute e aiutate in modi diversi.

                             Il Direttore dell’Ufficio Comunicazioni Sociali                                                                            Don Daniele Bonini

 

Guarda il servizio del TgParma

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • bichouk

    29 Novembre @ 13.36

    Alla Caritas va anche tutta la mia stima. La dedizione e l'umiltà dei suoi volontari sono un onore per la nostra città e un episodio mal interpretato non può avere più risalto di tutto ciò che viene fatto quotidianamente per i bisognosi. Per quanto riguarda i rifugiati personalmente trovo avvilente vedere giovani sani e forti passare le loro giornate con le mani in mano davanti ai supermercati a chiedere,più o meno cortesemente,spiccioli a pensionati che con poche centinaia di euro al mese devono pagarsi affitto spesa e bollette..forse li aiuteremmo di più se insegnassimo loro a fare da soli così come facciamo coi nostri figli,troppi regali a volte sono deleteri..la crisi sta interessando un po'tutti e i nostri giovani e non solo sì devono adeguare,è giusto che inizino a farlo anche i ragazzi stranieri,anche questa è integrazione

    Rispondi

  • janeyre

    29 Novembre @ 10.30

    Una volta le notizie si verificavano. Una volta.

    Rispondi

  • Gianluca

    29 Novembre @ 08.27

    Per favore, rispettate la Caritas che sta facendo un lavoro umanitario di altissimo livello. Chi si permette di insinuare il contrario o è ignorante o è in malafede. Passte qualche ora con loro e vi accorgerete della qualità e amore. Vergogna per chi afferma cose non vere, che fanno male (molto male).

    Rispondi

  • Biffo

    29 Novembre @ 04.14

    A Parma tutti gli immigrati sono rifugiati, poverini, specie chi spaccia, ruba e picchia i locali. Sono tutti rifugiati, scampati alle patrie galere, questo è sicuro.

    Rispondi

  • wolf

    28 Novembre @ 20.02

    TUTTI a CASA della Sig.a Katia Torri & C.o.......magari capiranno che la LORO INSENSATA CONVINZIONE "..OSPITIAMOLI TUTTI.." è pura IPOCRITA DEMAGOGIA !!!!!........wolf

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

TUTTAPARMA

Le «sóri caplón'ni», angeli in corsia

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

COMUNE

Guerra: «Capitale della cultura, ecco perché possiamo farcela»

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro