20°

polemica

Tre rifugiati respinti dal dormitorio? Caritas: "Accuse infamanti"

Dormitorio della Caritas

Dormitorio della Caritas

7

Tre rifugiati respinti dal dormitorio Caritas? All'accusa, uscita nella giornata di ieri, ha replicato in serata la Caritas con un comunicato:

 

CARITAS, DORMITORIO E RIFUGIATI POLITICI
Per conto e a nome della Caritas Diocesana invio la seguente precisazione.
A seguito di affermazioni non vere e infamanti circa il presunto rifiuto di tre rifugiati politici al dormitorio della Caritas parmense si precisa che:
L'episodio è stato riportato in modo non veritiero. Ecco come è avvenuto: il signor Marzucchi, a nome della Rete Dormire fuori, ha comunicato telefonicamente, senza attendere risposta,  al responsabile del dormitorio Caritas che avrebbe portato davanti al dormitorio Caritas tre rifugiati accompagnati dagli organi di stampa. Le persone sono arrivate, ma senza interpellare (suonare il campanello, parlare al citofono..) l’operatore che intanto attendeva alla consueta accoglienza. Alcuni ospiti del dormitorio, usciti in strada per fumare una sigaretta, hanno visto e possono darne testimonianza. Non c’è stato alcun  successivo contatto volto ad accogliere i rifugiati, uno dei quali, nei giorni scorsi, avendo avuto la possibilità di essere ospitato nel dormitorio Caritas, non si è mai presentato.  
Occorre inoltre ricordare che il Dormitorio Caritas ospita persone bisognose di aiuto e ultimamente ha proprio accolto sei rifugiati politici, rispondendo positivamente ad un invito da parte della Prefettura.
La narrazione dell'episodio, come espressa nel resoconto televisivo, è pertanto fuorviante, priva di fondamento e calunniosa nei confronti di un'istituzione che alloggia,  al momento,  quaranta persone e che ha sempre dato prova di grande disponibilità e di buona accoglienza come si evince dai servizi offerti e dalla stessa collocazione del dormitorio altamente simbolica per la nostra città.
        
La Caritas parmense prosegue la sua opera, non volendo assolutamente dare adito a discussioni o entrare in diatribe e contese alle quali è completamente estranea e ribadendo un atteggiamento e un servizio avvalorato dalla stima e dalla simpatia dei cittadini. 
Con questo, senza escludere altre forme, si vuole salvaguardare - unitamente alla onorabilità della Caritas - il benessere di tante persone che a lei si rivolgono e sono accolte, sostenute e aiutate in modi diversi.
                             Il Direttore dell’Ufficio Comunicazioni Sociali
                                                                            Don Daniele Bonini

CARITAS, DORMITORIO E RIFUGIATI POLITICI
Per conto e a nome della Caritas Diocesana invio la seguente precisazione.A seguito di affermazioni non vere e infamanti circa il presunto rifiuto di tre rifugiati politici al dormitorio della Caritas parmense si precisa che:
L'episodio è stato riportato in modo non veritiero. Ecco come è avvenuto: il signor Marzucchi, a nome della Rete Dormire fuori, ha comunicato telefonicamente, senza attendere risposta,  al responsabile del dormitorio Caritas che avrebbe portato davanti al dormitorio Caritas tre rifugiati accompagnati dagli organi di stampa. Le persone sono arrivate, ma senza interpellare (suonare il campanello, parlare al citofono..) l’operatore che intanto attendeva alla consueta accoglienza. Alcuni ospiti del dormitorio, usciti in strada per fumare una sigaretta, hanno visto e possono darne testimonianza. Non c’è stato alcun  successivo contatto volto ad accogliere i rifugiati, uno dei quali, nei giorni scorsi, avendo avuto la possibilità di essere ospitato nel dormitorio Caritas, non si è mai presentato.  
Occorre inoltre ricordare che il Dormitorio Caritas ospita persone bisognose di aiuto e ultimamente ha proprio accolto sei rifugiati politici, rispondendo positivamente ad un invito da parte della Prefettura.
La narrazione dell'episodio, come espressa nel resoconto televisivo, è pertanto fuorviante, priva di fondamento e calunniosa nei confronti di un'istituzione che alloggia,  al momento,  quaranta persone e che ha sempre dato prova di grande disponibilità e di buona accoglienza come si evince dai servizi offerti e dalla stessa collocazione del dormitorio altamente simbolica per la nostra città.        • La Caritas parmense prosegue la sua opera, non volendo assolutamente dare adito a discussioni o entrare in diatribe e contese alle quali è completamente estranea e ribadendo un atteggiamento e un servizio avvalorato dalla stima e dalla simpatia dei cittadini. 
Con questo, senza escludere altre forme, si vuole salvaguardare - unitamente alla onorabilità della Caritas - il benessere di tante persone che a lei si rivolgono e sono accolte, sostenute e aiutate in modi diversi.

                             Il Direttore dell’Ufficio Comunicazioni Sociali                                                                            Don Daniele Bonini

 

Guarda il servizio del TgParma

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • bichouk

    29 Novembre @ 13.36

    Alla Caritas va anche tutta la mia stima. La dedizione e l'umiltà dei suoi volontari sono un onore per la nostra città e un episodio mal interpretato non può avere più risalto di tutto ciò che viene fatto quotidianamente per i bisognosi. Per quanto riguarda i rifugiati personalmente trovo avvilente vedere giovani sani e forti passare le loro giornate con le mani in mano davanti ai supermercati a chiedere,più o meno cortesemente,spiccioli a pensionati che con poche centinaia di euro al mese devono pagarsi affitto spesa e bollette..forse li aiuteremmo di più se insegnassimo loro a fare da soli così come facciamo coi nostri figli,troppi regali a volte sono deleteri..la crisi sta interessando un po'tutti e i nostri giovani e non solo sì devono adeguare,è giusto che inizino a farlo anche i ragazzi stranieri,anche questa è integrazione

    Rispondi

  • janeyre

    29 Novembre @ 10.30

    Una volta le notizie si verificavano. Una volta.

    Rispondi

  • Gianluca

    29 Novembre @ 08.27

    Per favore, rispettate la Caritas che sta facendo un lavoro umanitario di altissimo livello. Chi si permette di insinuare il contrario o è ignorante o è in malafede. Passte qualche ora con loro e vi accorgerete della qualità e amore. Vergogna per chi afferma cose non vere, che fanno male (molto male).

    Rispondi

  • Biffo

    29 Novembre @ 04.14

    A Parma tutti gli immigrati sono rifugiati, poverini, specie chi spaccia, ruba e picchia i locali. Sono tutti rifugiati, scampati alle patrie galere, questo è sicuro.

    Rispondi

  • wolf

    28 Novembre @ 20.02

    TUTTI a CASA della Sig.a Katia Torri & C.o.......magari capiranno che la LORO INSENSATA CONVINZIONE "..OSPITIAMOLI TUTTI.." è pura IPOCRITA DEMAGOGIA !!!!!........wolf

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

David, Bruni Tedeschi: molta gratitudine per questo film

DAVID

La pazza gioia, Bruni Tedeschi: molta gratitudine per questo film Video

Belen in vestaglia in Qatar

Moto Gp

Belen in vestaglia in Qatar Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il pane: domani uno speciale di otto pagine

DOMANI

Il pane: uno speciale di otto pagine

Lealtrenotizie

Consiglio:

Consiglio comunale

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio: "Non lo riconosco più come capogruppo"

Non condivide la mail contro Costi. Dall'Olio replica: "Intervento inappropriato" - Segui la diretta della seduta

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

Personaggi

Francesco Canali: "Il mio messaggio di speranza ai malati di Sla"

Il “maratoneta in carrozzina”, ha scritto un articolo per la Gazzetta, per la “sua” Gazzetta

5commenti

sos animali

Bocconi avvelenati: nuovo allarme in via Capelluti

politica

Elezioni 2017, un gruppo solo in corsa per il simbolo M5S

Solo gli "Amici di Beppe Grillo" hanno presentato richiesta entro i termini

1commento

piazzale dalla chiesa

Al bar con la droga pronta per lo spaccio: fermato il pusher richiedente asilo

11commenti

Crisi

Copador, si apre la strada del risanamento

2commenti

saranno famosi

Langhirano: Ettore, 7 anni e la sua super batteria Video

corte dei conti

Interviste a pagamento, assolto Villani. Condannati 6 ex consiglieri regionali

2commenti

Incidente

Ubriaco travolge tre ciclisti

2commenti

Femminicidio

La madre di Alessia: «Oggi compirebbe 40 anni»

sondaggio

Le cose buone e belle di Parma? Boom di voti online

Il personaggio

Bassi: «Il Parma a Gubbio finalmente ha fatto il Parma»

Lavoro

Gli agricoltori contro l'abolizione dei voucher

paura

Rogo in un garage a Salso, distrutte 4 auto: matrice dolosa? Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

LA BACHECA

Venti offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

Bode

Furto del secolo a Berlino? Rubata moneta d'oro da guinness dei primati

1commento

processo

I clienti di Corona: "Pagavamo tanto per avere pubblicità"

SOCIETA'

Inghilterra

L'auto che non entra nel cancello fa sorridere Video

manchester

"Ingombri la strada", il ciclista s'infuria e reagisce Video

SPORT

SPORT

Duathlon Kids: festa al Campus con 500 bambini e ragazzi Foto

MOTOGP

Moto: mondiale si apre all'insegna di Viñales, suo gp Qatar

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

Motori

Il lusso? Oggi veste il made in Italy di Alcantara