11°

17°

il caso

Gli arriva la multa della Tep. Ma lui era a 200 chilometri

Il ragazzo, secondo il padre, stava lavorando a Rimini

Controllori Tep salgono sul bus

Controllori Tep salgono sul bus

Ricevi gratis le news
10

 

IL CASO SECONDO L'AZIENDA DI TRASPORTI, IL GIOVANE ERA SU UN BUS SENZA BIGLIETTO
Gli arriva la multa della Tep
Ma lui era a 200 chilometri
Il padre: «Perché i controllori non verificano i documenti?»
Francesco Bandini
II Secondo la Tep, il 2 giugno del
2011 Alessandro Labella viaggiava
senza biglietto a bordo di un
autobus urbano in città, dove un
controllore l'avrebbe scoperto e
sanzionato. Ma il padre Roberto
sostiene invece che quel giorno il
figlio - allora 18enne e oggi 21enne
- si trovava a oltre duecento
chilometri di distanza, per la
precisione a Rimini, dove stava
trascorrendo un periodo di vacanza
e lavoro, come pr per alcune
discoteche del posto. È
quello che il padre ha cercato di
spiegare all'ufficio Tep di piazzale
Barbieri, dove è andato nel
settembre dell'anno scorso,
quando con sua grande sorpresa
si è visto recapitare a casa, a
Montecchio, una multa di Equitalia
per un importo totale di
223,33 euro,
Francesco Bandini 

 

Secondo la Tep, il 2 giugno del 2011 Alessandro Labella viaggiava senza biglietto a bordo di un autobus urbano in città, dove un controllore l'avrebbe scoperto e sanzionato. 

Ma il padre Roberto sostiene invece che quel giorno il figlio - allora 18enne e oggi 21enne- si trovava a oltre duecento chilometri di distanza, per la precisione a Rimini, dove stava trascorrendo un periodo di vacanza e lavoro, come pr per alcune discoteche del posto. Èquello che il padre ha cercato dispiegare all'ufficio Tep di piazzale Barbieri, dove è andato nel settembre dell'anno scorso,quando con sua grande sorpresa si è visto recapitare a casa, a Montecchio, una multa di Equitalia per un importo totale di 223,33 euro...................Tutti i particolari della vicenda sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    30 Novembre @ 04.05

    I controllori, se verificano la posizione degli stranieri non paganti diventano ipso facto tutti tassisti, fassisti e senofobi e vengono licenziati sui due piedi, per intervento diretto della Kyenge.

    Rispondi

  • Gazzetta

    29 Novembre @ 17.29

    REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Al lettore delle 12,18. 1) Ho aspettato a risponderle anche per dimostrarle, attraverso i commenti, che la notizia è tale quando suscita interesse; 2) Ma in realtà non avevo neppure bisogno di questo per risponderle che il suo commento era superficiale e anche un po' sciocco. Se infatti lei avesse letto l'articolo completo del quotidiano (al quale il nostro testo chiaramente rimanda) avrebbe visto che la cartella di Equitalia è stata recapitata nei giorni scorsi - Morale: 1) un bel tacer non fu mai scritto; 2) meglio pontificare sulle cose che si conoscono o su cui ci si è documentati, così si evitano figure barbine come la sua.

    Rispondi

  • Biffo

    29 Novembre @ 16.40

    Anche a me era capitato di ricevere un mullta, per essere uscito da un casello autostradale tra Napoli e Salerno, senza pagare, mentre io, all'epoca, me ne stavo, bello quacchio quacchio, qui a Fidenza. Ho chiamato l'ufficio competente e e si è scoperto che, nella lettura della targa del veicolo, una D era divenuta una O.

    Rispondi

  • 29 Novembre @ 16.04

    Qualche tempo fa mi trovavo in un autobus della TEP popolato da multietnie quando notai che il controllore TEP verifico solamente ad alcuni individui molto probabilmente italiani se erano in possesso del biglietto... Ma gli stranieri sono esenti ? O pagano a prescindere a tal punto d'aver acquisito fiducia tale da non preoccuparsi di verificare allo stesso metodo degli altri? (Infinity)

    Rispondi

  • gigiprimo

    29 Novembre @ 13.32

    vignolipierluigi@alice.it

    per quanto riguarda la targa di una vettura letta a Napoli, forse è più facile dimostrare che non c'ero specialmente in un giorno feriale se ero in ufficio o comunque al lavoro, stessa cosa per Milano. Per quanto riguarda i controllori, come facevano a sapere l'indirizzo dove mandare la contravvenzione? forse da un parente o un conoscente che gli ha fatto uno scherzo? indovinare nome , cognome, indirizzo e quanto altro per potere, come detto in precedenza, consegnare l'imposizione. Forse il figlio gli ha telefonato dicendogli di essere a Rimini e lui ci ha creduto, quante balle si creano con i telefonini !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

Best: tutti i compleanni

FESTE PGN

Best: tutti i compleanni Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Arrestato cittadino dominicano residente nella città termale per violenza e resistenza a pubblico ufficiale

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

9commenti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

1commento

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

Rubiera

Rubava le bici agli anziani: denunciato pensionato 80enne

SPORT

SERIE A

Bonucci espulso con lo "zampino" della Var: è il primo cartellino rosso con la videoassistenza

Calcio

Parma, tre punti d'oro

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va