12°

OLTRETORRENTE

Via Bixio? Un grande palcoscenico

Grazie all'iniziativa "S-chiusi", che porta il teatro nei negozi sfitti

0

 

Giulia Viviani
Via il degrado e l’abbandono e spazio all’arte. Con «S-Chiusi», i negozi di via Bixio che da tempo hanno abbassato la saracinesca a causa della crisi sono tornati a rivivere ieri grazie alle performance di 23 artisti che con brevi azioni teatrali hanno saputo restituire dignità a luoghi quasi dimenticati. L’iniziativa, promossa dall’associazione Micro Macro e dal Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti in collaborazione con gli assessorati alla Cultura e alle Attività produttive del Comune di Parma, è inserita nella seconda parte del Festival Zona Franca e prosegue anche oggi e domani dalle 16.30 alle 19.30 negli undici spazi (otto più tre negozi regolarmente aperti), individuati per l’occasione. Nell’itinerario alla riscoperta dei negozi vuoti che portano ancora, in molti i casi, i segni delle passate gestioni, accompagnati dall’immancabile cartello «affittasi», si possono incontrare i personaggi più disparati: dall’attore poco dotato che ha aperto un negozio per vendere la frutta e la verdura che gli sono stati tirati addosso per anni alla fine degli spettacoli, agli aspiranti barbieri/musicisti di altri tempi, al panettiere con le sue microstorie, fino ad arrivare addirittura a due santi, Santa Rita e Sant’Antonio, pronti ad esaudire le richieste dei casi più disperati. Ma dalle scene gli attori non dispensano solo emozioni e sorrisi: c’è la fiducia a farla da padrona, quella in un futuro fatto di attività che in quegli stessi luoghi possano trovare nuova vita.
 Al suo esordio ieri «S-Chiusi» ha registrato un significativo apprezzamento anche da parte dei commercianti, molti dei quali per l’occasione hanno applicato degli sconti: «Fa un effetto positivo vedere certe saracinesche di nuovo alzate – spiega Fabrizio Folli di Division Workless -. Abbinare cultura e iniziative commerciali penso sia apprezzabile». Oltre all’attrattiva che certe manifestazioni esercitano, c’è poi anche un altro aspetto che negozianti sottolineano, quello della pulizia: «Era molto brutto vedere tutti quei negozi con i vetri sporchi – dice Catia Caggiati del negozio di lana - dava un senso di sporcizia oltre che di abbandono»; la pensa allo stesso modo anche Roberta Saia del centro estetico Bellezza e Benessere: «È molto bello vedere finalmente di fronte al mio un negozio pulito, con la luce accesa e con del movimento. In più mi piace l’idea di puntare sulla cultura per rilanciare la strada».
Giulia Viviani
Via il degrado e l’abbandono e spazio all’arte. Con «S-Chiusi», i negozi di via Bixio che da tempo hanno abbassato la saracinesca a causa della crisi sono tornati a rivivere ieri grazie alle performance di 23 artisti che con brevi azioni teatrali hanno saputo restituire dignità a luoghi quasi dimenticati. L’iniziativa, promossa dall’associazione Micro Macro e dal Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti in collaborazione con gli assessorati alla Cultura e alle Attività produttive del Comune di Parma, è inserita nella seconda parte del Festival Zona Franca e prosegue anche oggi e domani dalle 16.30 alle 19.30 negli undici spazi (otto più tre negozi regolarmente aperti), individuati per l’occasione. Nell’itinerario alla riscoperta dei negozi vuoti che portano ancora, in molti i casi, i segni delle passate gestioni, accompagnati dall’immancabile cartello «affittasi», si possono incontrare i personaggi più disparati: dall’attore poco dotato che ha aperto un negozio per vendere la frutta e la verdura che gli sono stati tirati addosso per anni alla fine degli spettacoli, agli aspiranti barbieri/musicisti di altri tempi, al panettiere con le sue microstorie, fino ad arrivare addirittura a due santi, Santa Rita e Sant’Antonio, pronti ad esaudire le richieste dei casi più disperati. Ma dalle scene gli attori non dispensano solo emozioni e sorrisi: c’è la fiducia a farla da padrona, quella in un futuro fatto di attività che in quegli stessi luoghi possano trovare nuova vita. Al suo esordio ieri «S-Chiusi» ha registrato un significativo apprezzamento anche da parte dei commercianti, molti dei quali per l’occasione hanno applicato degli sconti: «Fa un effetto positivo vedere certe saracinesche di nuovo alzate – spiega Fabrizio Folli di Division Workless -. Abbinare cultura e iniziative commerciali penso sia apprezzabile». Oltre all’attrattiva che certe manifestazioni esercitano, c’è poi anche un altro aspetto che negozianti sottolineano, quello della pulizia: «Era molto brutto vedere tutti quei negozi con i vetri sporchi – dice Catia Caggiati del negozio di lana - dava un senso di sporcizia oltre che di abbandono»; la pensa allo stesso modo anche Roberta Saia del centro estetico Bellezza e Benessere: «È molto bello vedere finalmente di fronte al mio un negozio pulito, con la luce accesa e con del movimento. In più mi piace l’idea di puntare sulla cultura per rilanciare la strada».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

CONCORSO

GAZZAREPORTER

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

Canale 5, Ceccherini abbandona l'Isola dei Famosi

Foto Ansa

isola dei famosi

Ceccherini litiga con Raz Degan e se ne va. Televoto: sms risarciti

1commento

«Leone di Lernia, non mollare»

E' grave

«Leone di Lernia, non mollare»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Tutto quello che c'è da sapere sui nuovi antifurto per auto

consigli

Antifurti: come mettere al sicuro la proprio auto

Lealtrenotizie

Duc

viale fratti

Duc, cinque piani allagati: uffici chiusi per due giorni Video 1-2 Foto

Attivati due sportelli per le emergenze. Ed è corsa a salvare più documenti possibili

2commenti

tg parma

Legionella, Comune e Ausl varano un protocollo di intervento Video

arresti

Trafficanti seguiti da Fidenza a Parma: avevano in auto un kg di eroina

CRIMINALITA'

Via Venezia, pensionata scippata

2commenti

Vandalismi

Si sveglia e trova l'auto devastata

Ospedale Maggiore

La nuova vita di Denis inizia a Parma

Finto tecnico

Truffa del termosifone: un'altra anziana raggirata

1commento

CARABINIERI

Sid, il cane antidroga a caccia di dosi nel greto della Parma

1commento

Salsomaggiore

Gli ambulanti protestano: «Troppo sacrificati»

Traversetolo

Cazzola, i ladri tornano per la terza volta

Parma

La Corte dei Conti contesta a Pizzarotti la nomina del Dg del Comune

Lo ha annunciato il sindaco su Facebook: "Esposto di un esponente dei Pd. Sono tranquillo"

8commenti

Associazioni

Arci Golese, la casa comune di Baganzola

Inchiesta

Multe, Parma fra le città che incassano di più: è terza in Italia Dati 

Quattroruote pubblica la top ten 2016 delle città dove gli automobilisti sono più "tartassati"

18commenti

Estorsione

Chiede soldi all'ex amante per non pubblicare foto "compromettenti": 28enne parmigiana patteggia

1commento

Marche

Due parmigiane fra le macerie per salvare le opere d'arte: "Situazione inimmaginabile"

Allarme

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

11commenti

EDITORIALE

L'avventura di un giorno senza telefonino

di Patrizia Ginepri

2commenti

ITALIA/MONDO

roma

Raggi ha un malore, in ospedale per accertamenti

napoli

Furbetti del cartellino: blitz all'ospedale di Napoli, 55 arresti

1commento

SOCIETA'

india

La donna più pesante del mondo ha perso 50 kg in 12 giorni

CHICHIBIO

«Trattoria al Teatro», tutto il buono della tradizione

SPORT

motori

Formula 1, svelata la nuova Ferrari SF70H Foto

Calcio

Il Leicester ha esonerato Ranieri

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

SALONE

A Ginevra 126 novità La guida