Parma

Ztl, 1500 permessi per la sosta «dimenticati» al Duc

Ztl, 1500 permessi per la sosta «dimenticati» al Duc
Ricevi gratis le news
5

Sono circa millecinquecento i parmigiani «smemorati» che ancora non hanno ritirato i loro permessi per le ztl, già pronti al Duc e che attendono solo di essere consegnati. Eppure è già passato oltre un mese da quando, il 28 febbraio, è scaduta la proroga dei permessi dell'anno scorso per le zone a traffico limitato.

Quest'anno, trattandosi di permessi di durata non più annuale ma triennale (per i residenti) e biennale (per le altre categorie di aventi diritto), Infomobility ha deciso di recapitare la maggior parte dei 32 mila permessi direttamente a domicilio, servendosi di tre distinte società a seconda della zona. Fino al 28 febbraio sono stati 29 mila i permessi consegnati, mentre i rimanenti 3mila sono stati messi a disposizione dei titolari agli sportelli del Dus. Fino a ieri, però, solo la metà, circa 1500 permessi, sono stati ritirati dai titolari, mentre altri 1500 attendono ancora di essere consegnati allo sportello.

E se per tutto il mese di marzo la polizia municipale e gli ausiliari della sosta hanno tenuto un atteggiamento «morbido», evitando di multare chi ancora esibiva permessi del 2008, a partire dall'inizio di aprile sono cominciate a fioccare le multe per chi ancora non aveva provveduto a sostituire il vecchio contrassegno con il nuovo. E non sono mancati i malumori da parte di residenti che in diversi casi, non avendo ricevuto a domicilio il nuovo permesso, in buona fede erano ancora in attesa di quello nuovo, ma che nel frattempo hanno avuto l'amara sorpresa di trovare una multa sotto il tergicristallo della propria auto. Come spiega il direttore di Infomobility Arcangelo Merella, si tratta di casi in cui gli incaricati non hanno potuto consegnare il permesso a domicilio, o perché non c'era nessuno in casa, oppure perché la persona non risultava più residente allo stesso indirizzo, o, ancora, perché il permesso è stato consegnato al vicino di casa, che poi però si è dimenticato di darlo al legittimo titolare. In tutti questi casi, sono stati lasciati avvisi nelle cassette delle lettere e i permessi non consegnati sono stati depositati allo sportello Infomobility del Duc. Inutile quindi che chi ancora non ha ricevuto il talloncino continui ad aspettare la consegna a domicilio: ormai l'unico modo per avere quanto spetta è recarsi al Duc e ritirarlo personalmente. Altrimenti si rischiano le contravvenzioni.

«Abbiamo lasciato trascorrere tutto il mese di marzo - spiega Merella - per dare tempo a chi non aveva ricevuto il permesso di andarselo a ritirare al Dus. Vigili urbani e ausiliari del traffico hanno anche lasciato avvisi sulle auto in cui si diceva che il permesso era scaduto e che si doveva andarlo a ritirare». Poi, finita la fase in cui si poteva chiudere un occhio, con l'inizio di aprile sono cominciate ad arrivare le multe. Quanto alla percentuale di permessi non consegnati a domicilio, Merella ricorda che «siamo intorno al 10%, vale a dire la stessa percentuale registrata negli anni scorsi, e non risultano zone particolarmente non servite. L'unica eccezione riguarda la zona 7, quella della Cittadella, dove c'è stato qualche problema in più nella consegna».

I PERMESSI SI RITIRANO AL DUS. Infomobility precisa che lo sportello della società nel quale è possibile ritirare i permessi "non è quello al Duc bensì al DUS, in Largo Novaro. Gli orari sono dalle 8.15 alle 13 e dalle 14 alle 17".
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Roberta

    27 Maggio @ 10.40

    Non capisco perchè dover andare a ritirare il permesso, quando è sempre stato spedito per posta..

    Rispondi

  • ososita

    06 Aprile @ 11.04

    Io trovo assurdo che nel 2009 si debba ancora andare in comune per ritirare un permesso di parcheggio, quando potrebbe essere spedito a casa tranquillamente visto che tutti i dati sono memorizzati nel database, soprattutto per i rinnovi! Inoltre sarebbe più civile inviarli non via raccomandata A/R, dato che nessuno è in casa di mattina! Al limite, consegnarli il pomeriggio no? Altrimenti ci si deve assentare dal lavoro per stare a casa ad aspettare la posta oppure per andare al DUC... che sciocchezza!

    Rispondi

  • virginia

    06 Aprile @ 10.19

    L'articolo contiene delle inesattezze: la multa io l'ho presa il 30 marzo, periodo dell'atteggiamento "morbido", nessuno ha provveduto a lasciarmi messaggi sul parabrezza, e nessuno si è dimenticato di ritirare un permesso che, in conferenza stampa, il nostro sindaco ha annunciato sarebbe stato consegnato porta a porta con lettera di cortesia. Chi doveva consegnarlo a me non ha trovato la via (pieno centro storico) ed evidentemente non ha trovato molte altre vie, visto che il giorno che sono andata a lamentarmi con il Comando dei Vigili per la multa ero in numerosa compagnia.Diciamo le cose come stanno: qualcosa nella consegna non ha funzionato (e può succedere) ed è mancata la comunicazione tra infomobility e polizia municipale, così sono fioccate le multe. Semplice.

    Rispondi

  • paola

    05 Aprile @ 20.41

    Anche nel mio caso e di tutta Via Provesi, nessuno né di infomobility né della polizia municipale ci ha mai comunicato che da quest'anno i permessi sarebberi stati a disposizione in comune anziché essere spediti per posta, con il risultato che tutte le automobili dei residenti parcheggiate negli stalli a loro dedicati sono state multate tra il primo ed il due di aprile. Di conseguenza, prima di parlare di "parmigiani smemorati", mi chiederei se per caso non ci sia stata qualche responsabilità di infomobility nel comunicare ai residenti la variazione delle modalità di ritiro del permesso. Non credo sia corretto cambiare le modalità senza avvisare gli interessati e non credo nemmeno che sia corretto non permettere ai cittadini multati di fare reclamo direttamente in comune; nel mio caso infatti sono stata invitata a passare dai vigili, scrivere il verbale e passare dal giuduce di pace per farmi cancellare una multa inattesa ed ingiusta.

    Rispondi

  • virginia

    05 Aprile @ 19.44

    io non l'ho dimenticato: non me lo hanno consegnato perchè ritenevano "sconosciuta" la via in cui abito (pieno centro) e nonostante le mie richieste ("quest'anno siamo in ritardo ma vale per tre anni) mi sono pure presa una multa per esposizione permesso scaduto....no comment

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Intervista a Simonetti dei Goblin stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Goblin, Simonetti : "I giovani ci riscoprono grazie a internet"

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

GAZZAFUN

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

Lealtrenotizie

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

2commenti

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale domani alle 14,30

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

ANTEPRIMA GAZZETTA

L'ultimo saluto a Giulia

Fedez in piazza per Capodanno. Ancora casi di bullismo. Inchiesta sulla dislessia

la storia

Colorno, i richiedenti asilo al lavoro a fianco dei volontari

1commento

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

La rabbia degli abitanti oltre il confine con Brescello. «Nessuno ci ha avvertiti e così abbiamo perso tutto»

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

polizia

Giovanissimi e violenti: denunciati due bulli 19enni

Una delle vittime massacrata per aver raccolto un rifiuto a terra

6commenti

POLIZIA

Rubavano gomme ai camion: 10 arresti, anche la Stradale di Parma nell'operazione

I malviventi viaggiavano fra la Puglia, l'Emilia-Romagna e il Piemonte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

Multati altri 3 tifosi che hanno esposto una "coreografia non autorizzata" fra il primo e il secondo tempo

1commento

TRASPORTI

Ferrovia interrotta per alluvione: bus sostitutivi e nuovi orari fra Parma e Brescello

Ecco cosa cambia sulla parte di linea Parma-Suzzara interrotta a causa dell'esondazione dell'Enza

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

ECONOMIA

Il ministro Martina ha incontrato i produttori di Parmigiano. Alluvione: "Siamo attenti a fare le cose bene"

Il presidente del Consorzio Bertinelli: "Cresce la produzione, prevediamo una crescita dell'export"

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

9commenti

AMARCORD

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

MANTOVA

Uccide i figli: indagato il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta le squadra

SOCIETA'

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260