Parma

Pagliari e Iotti sull'edilizia: "Occorre determinazione amministrativa"

Ricevi gratis le news
0

"Continuiamo a ritenere difficile e pesante la crisi del settore edilizio-immobiliare a livello nazionale, ma in particolare a Parma per  il peso del settore nel sistema economico locale: la situazione richiede determinazione amministrativa nelle azioni da intraprendere e vere risorse da mettere in campo, adeguando le previsioni di bilancio comunale alle nuove esigenze imposte dalla crisi - scrivono in un comunicato stampa due consiglieri comunali del Pd Giorgio Pagliari e Massimo Iotti -  Negare l’evidenza e sottovalutare il problema, come fa l’amministrazione comunale della città, è cosa grave e preoccupante. Il pacchetto proposto dall’Ass.re Manfredi, per il settore edilizio-urbanistico, come abbiamo già denunciato, è inefficace: fa proposte non attuabili nell’immediato, altre modificano di pochissimo quanto già in vigore,  non incide sulle reali problematiche, non destina risorse. Se questo è ritenuto il possibile, davvero c’è da preoccuparsi.  Noi siamo convinti che occorra invece fare molto di più".

"Diversa e concreta al contrario la strada presa dalle associazioni produttive di sostenere il credito, elemento vero di criticità, attraverso il ri-finanziamento dei consorzi di garanzia per i fidi alle imprese. Il Comune è stato a guardare. Sulla questione degli oneri alle Imprese, riferiti ai contributi di costruzione, bisogna fare chiarezza, Assessore: la contribuzione per realizzare scuole, centri per anziani, strutture per l’infanzia, impianti sportivi ed ogni altra opera pubblica necessaria alla collettività è già prevista per legge, e deve essere versata regolarmente: nessuna Impresa pensiamo si sottrarrà all’obbligo. Quello, Assessore, di cui stiamo parlando sono gi extra-oneri imposti dalla Giunta Comunale, vera nuova tassazione che va a gravare sulle Imprese, che incrementerà i costi di costruzione e quindi il prezzo delle case. Tale imposizione era ed è un ricatto perché condizione obbligata per vedere le aree inserite nel POC, e quindi renderle effettivamente edificabili. Questo per coprire gli ammanchi di un bilancio comunale senza senso, fuori dal tempo, che favoleggia di opere pubbliche, spesso neanche necessarie, senza avere reali disponibilità di risorse".

"Lo svantaggio sarà per i cittadini, per le giovani coppie, per coloro che cercano casa, che vedranno aumentare di nuovo il prezzo delle abitazioni, sempre più gravate di costi. Solo il Comune di Parma  si è permesso di fare questo, e non è primato di cui andare tanto fieri. Non siamo, come fa l’Ass.re Manfredi, alla ricerca del piccolo plauso di circostanza, ricerchiamo invece soluzioni di governo utili per la città. Le nostre proposte sono chiare, fattibili e vanno in una direzione precisa: favorire l’edilizia convenzionata, per offrire al mercato abitazioni a prezzi più bassi, e agevolare la realizzazione di interventi mirati al risparmio e all’adeguamento energetico degli edifici elemento fondamentale per far dirigere risparmi ed investimenti sul settore casa.
Per questo proponiamo:
-          portare l’esenzione del contributo di costruzione per l’edilizia convenzionata al massimo consentito (80%), vincolando il provvedimento alla riduzione del prezzo di vendita a mq. a beneficio degli acquirenti.
-          introdurre una reale e non fittizia agevolazione per l’adeguamento energetico delle abitazioni nuove e di quelle esistenti, applicando la norma regionale prevista per l’esenzione del contributo di costruzione.
-          Aderire da parte del Comune alle diverse proposte di ri-finanziamento dei consorzi fidi per il sostegno al credito per le imprese.
Resta assolutamente inaccettabile che gli extra-oneri, difficili da introitare nel bilancio in corso stante la crisi di mercato, siano imposti anche all’edilizia convenzionata. La programmazione urbanistica sia subito orientata verso la rigenerazione e il recupero dei quartieri di scarsa qualità edilizia, come fanno le amministrazioni più accorte.
In ogni caso è necessario mettere mano urgentemente ad una manovra di variazione di bilancio in grado di finanziare provvedimenti anti-crisi, in quanto tuttora non esiste ancora alcuna atto vero ed alcuna risorsa economica decisa dalla Giunta"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

2commenti

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

parmense

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

1commento

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Continuano le segnalazioni di black-out

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

3commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

7commenti

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

28commenti

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

PARMA

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno  

1commento

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

4commenti

Sport USA

NBA, altro infortunio per Gallinari

SOCIETA'

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS